Paura Quotes

Quotes tagged as "paura" (showing 1-30 of 32)
J.K. Rowling
“Bisogna chiamare le cose con il loro nome, la paura del nome non fa altro che aumentare la paura della cosa stessa.”
J.K. Rowling, Harry Potter and the Sorcerer's Stone

Fabio Volo
“Un giorno, però, lo sguardo di uno sconosciuto ti inchioda al muro. Una persona ti sfiora appena e inaspettatamente, in un istante, avverti una sensazione che non hai mai provato in tutta la tua vita. Un'emozione che quasi ti spaventa, più potente delle tue convinzioni e dei tuo valori, gli stessi che hai sostenuto e per i quali ti sei sempre battuta.”
Fabio Volo, Le prime luci del mattino

Philip K. Dick
“Era come se avessi tremato per tutta la vita, a causa di una cronica corrente sotterranea di paura. Tremare, scappare, finire nei guai, perdere le persone che amavo. Come un personaggio dei cartoni animati invece di una persona, mi resi conto. Un cartone animato degli anni Trenta, ammuffito. Dietro a tutto quello che avevo fatto c'era sempre stata la paura di spingermi.”
Philip K. Dick, VALIS

Diego De Silva
“Se non hai paura di una cosa, allora quella cosa impara a stare lontana da te, perché capisce che più di tanto non riesce a danneggiarti, e con tutta la gente danneggiabile che c'è in giro non è che si mette a perdere tempo con uno che non l'apprezza.”
Diego De Silva, Non avevo capito niente

Franz Kafka
“È ridicolo come ti sei bardato per questo mondo.”
Franz Kafka

Paolo Zanotti
“In fondo, dice qualcuno, in fondo la paura non è che la sorella cattiva della nostalgia.”
Paolo Zanotti, Bambini bonsai
tags: paura

Veronica Roth
“Ma il punto non è non avere mai paura. Questo è impossibile. Il punto è imparare a controllare la paura e a non esserne condizionati. È questo il punto.”
Veronica Roth, Four: A Divergent Story Collection
tags: paura

Peter Gent
“Io sono un uomo che ha imparato che la sopravvivenza è il senso della vita, e che la paura e l’odio sono le uniche emozioni. Quello che non puoi superare con l’odio lo devi temere. E ogni giorno è più difficile odiare e più facile avere paura.”
Peter Gent, I mastini di Dallas

Cristina Caboni
“Più cose sai di qualcuno, più lo capisci. Se ci pensi bene, la paura è una sorta di contenitore vuoto che ognuno riempie a modo suo. Ma se questo contenitore è già pieno di cose belle, non resta molto posto per le cose negative.”
Cristina Caboni, Il giardino dei fiori segreti

Salvatore Basile
“Si ha paura delle cose solo fin quando non le si osserva per conoscerle e capirle.”
Salvatore Basile, Lo strano viaggio di un oggetto smarrito

Edward Carey
“Mi sentivo perduta, abbandonata, cacciata, sputata via, sepolta, gettata in un'enorme fossa. Piccola. Piccolissima. Consapevole, lì nel buio freddo, della mia esiguità, dell'assoluta impossibilità di essere grande. Briciola. Scheggia. Cosa perduta. Piccola cosa perduta. Ecco come mi sentivo. Qualcosa del genere. Ma non era tutto. Non ancora. Perché lasciata lì, da sola nei cumuli, mi sentivo come se fossi morta, totalmente morta, defunta, spacciata, destinata a non essere ricordata mai da nessuno, mai nemmeno esistita, ignota a chiunque e per sempre. Ecco, così.”
Edward Carey, Heap House

Obehi Peter Ewanfoh
“Mi piacerebbe essere come te, Pa. Mi piacerebbe non aver paura, per tutta la vita! Pg.67”
Obehi Peter Ewanfoh, Amende: Acqua di Fiume

Milan Kundera
“La vertigine è qualcosa di diverso dalla paura di cadere. La vertigine è la voce del vuoto sotto di noi che ci attira, che ci alletta, è il desiderio di cadere, dal quale ci difendiamo con paura.”
Milan Kundera, The Unbearable Lightness of Being

“Una volta che rifiutate la paura, diverrete il perfetto candidato per ricevere e riflettere la verità.”
Suzy Kassem

Jacqueline Carey
“Cos'è il potere? Questi giovani sciocchi vi si arrendono con ogni impaurito battito del cuore. E così le ombre crescono, assumendo potere. Cos'è la paura, se non l'ombra del coraggio?”
Jacqueline Carey, Kushiel's Avatar

Monica Gabellini
“Seduta davanti alla scrivania del fratello, la ragazza si mise le mani nei capelli, piangendo.
“Ho paura!” disse.
Daniele la osservò serio, pensando alle tante volte in cui si era sentito in dovere di proteggerla, nonostante fosse il fratello più piccolo. Lei era sempre stata bellissima, con i suoi lunghi capelli biondi e gli occhi azzurri, identici ai suoi. I ragazzi le stavano sempre appiccicati e, fin da giovanissimi, lei aveva sempre saputo che, se qualcuno l’avesse infastidita, Daniele l’avrebbe difesa.
“Elena, stai tranquilla. Sai quante volte ho avuto a che fare con telefonate minatorie?”
Lei scosse il capo asciugandosi gli occhi e il fratello proseguì: “Con il mestiere che faccio, mi capita ogni giorno. E spesso si tratta di sfigati che scappano non appena ci si avvicina a loro. Scoprirò chi è, e lo spaventerò al punto che verrà a chiederti scusa in ginocchio”.
Elena sorrise. Lui sapeva sempre consolarla. Ma non quella volta. Nemmeno al fratello aveva avuto il coraggio di confidare in quale affare si fosse immischiata, pur sapendo che, se l’avesse fatto, lui avrebbe preso più seriamente la cosa. Il problema era che aveva davvero paura. Troppa paura. (Dal prologo)”
Monica Gabellini, Fidati di me
tags: paura

Beppe Fenoglio
“Ma abbiamo paura, viviamo sempre tremando e per questo la vita ci disgusta, ma l'amiamo anche ed è tremendo andare a letto ogni sera senza la certezza di svegliarsi al mattino.”
Beppe Fenoglio, Il libro di Johnny

Stefano Amadei
“...la paura dei bambini non è grigia e cupa come quella dei grandi, tutti usavano più colori possibili perché, se si vede a colori qualcosa di cui si ha paura ne fa molta meno. E magari, alla fine, non ne fa proprio più!”
Stefano Amadei, Racconti Svolazzanti

Elias Canetti
“Le nostre paure non vanno mai perdute, anche se i loro nascondigli sono misteriosi. Forse, di tutte le cose del mondo, nulla si evolve e si trasforma meno della paura. Quando penso ai miei primi anni, per prima cosa ritrovo le paure di cui essi abbondarono in maniera inesauribile. Molte le ritrovo soltanto ora, mentre in altre, che non troverò mai, risiede presumibilmente il segreto che mi fa desiderare una vita interminabile.”
Elias Canetti
tags: paura, vita

John Henry Newman
“Non temere che la vita giunga a una fine, temi piuttosto che non abbia mai inizio.”
John Henry Newman

David Foster Wallace
“Resistere. Nessun singolo istante di quel dolore era insopportabile. Eccolo qua un secondo: lo aveva sopportato. Insopportabile era il pensiero di tutti gli istanti in fila, uno dietro l'altro, splendenti. E la proiezione della paura futura [...]. Ma niente di tutto questo è vero, ora. [...] Poteva accovacciarsi nello spazio tra due battiti del cuore e fare di ogni battito un muro e vivere là dentro. Non permettere alla sua testa di guardare sopra il muro. La cosa insopportabile è cosa ne penserebbe la sua testa. Cosa potrebbe raccontargli la sua testa se guardasse al di là del muro. Ma potrebbe scegliere di non ascoltarla.”
David Foster Wallace, Infinite Jest

Cristel Anna Notarianni
“La vita è fatta di istanti che nessuno ti ridarà mai indietro. Un passo falso e tutto può andare a rotoli”
Cristel Anna Notarianni, Bisbigliando - Sussurri di mezzanotte

Salvatore Basile
“E allora, forse, a forza di osservare e capire la vita, anche lui ne avrebbe avuto meno paura.”
Salvatore Basile, Lo strano viaggio di un oggetto smarrito

Gina Scanzani
“Tragici pensieri, annullano la vita, annegata nel tappo.”
Gina Scanzani, Eccomi ci sono ancora

Mauro Corona
“Si volevano bene. Tanto. Più di quanto ne fossero coscienti loro stessi. Litigavano perché si amavano e avevano paura che il destino girasse dall'altra parte e venisse qualcosa a separarli.”
Mauro Corona, La voce degli uomini freddi

Sara Rattaro
“Si resta aggrappati a quello che non siamo per paura di scoprire cosa ci manca.”
Sara Rattaro, Uomini che restano

Sara Rattaro
“Quando temiamo di scoprire qualcosa che potrebbe infastidirci, dovremmo chiederci cosa accadrebbe se ci cambiasse la vita.”
Sara Rattaro, Uomini che restano

Salvatore Basile
“La felicità fa paura perché la puoi perdere da un momento all'altro.”
Salvatore Basile, Lo strano viaggio di un oggetto smarrito

Leonardo Sciascia
“La paura gli stava dentro come un cane arrabbiato: guaiva, ansava, sbavava, improvvisamente urlava nel suo sonno; e mordeva, dentro mordeva, nel fegato nel cuore. Di quei morsi al fegato che continuamente bruciavano e dell'improvviso doloroso guizzo del cuore come di un coniglio vivo in bocca al cane, i medici avevano fatto diagnosi, e medicine gli avevano dato da riempire tutto il piano del comò: ma non sapevano niente, i medici, della sua paura.”
Leonardo Sciascia
tags: paura

Haruki Murakami
“- (...) Per esempio, adesso che cammino attaccata forte a te, non ho nemmeno un po' di paura. Il buio e il male non possono trascinarmi via.
- Allora, il problema è molto semplice. Basta che stiamo sempre come adesso.”
Murakami Haruki, Norwegian Wood

« previous 1