Viaggio Quotes

Quotes tagged as "viaggio" (showing 1-30 of 30)
Chris Colfer
“Tutti possono avere un "c'era una volta" o un "e vissero per sempre felici e contenti", ma è il viaggio tra l'inizio e la fine che rende la storia degna di essere raccontata. È il modo in cui i personaggi affrontano le sfide a far di loro degli eroi.”
Chris Colfer, The Enchantress Returns

Giorgio Faletti
“Ma il coraggio era anche quello. Era la consapevolezza che l'insuccesso fosse comunque il frutto di un tentativo. Che talvolta è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai.”
Giorgio Faletti, Fuori da un evidente destino

Tiziano Terzani
“Il senso della ricerca sta nel cammino fatto e non nella meta; il fine del viaggiare è il viaggiare stesso e non l'arrivare.”
Tiziano Terzani, In Asia

Cees Nooteboom
“Ancora una volta voglio dunque compiere questo viaggio, e anche ora so che non riuscirò ad andarci direttamente, che viaggio per me non può mai significare altro che digressione, l'eterno labirinto che il Viaggiatore si costruisce lasciandosi sedurre ogni volta da una deviazione e dalla deviazione della deviazione, dal mistero del nome sconosciuto sulla guida, dal profilo del castello in lontananza cui non porta quasi nessuna strada, da quello che potrebbe esserci da vedere dietro la prossima collina o montagna.”
Cees Nooteboom

Italo Calvino
“Il mio nome è al termine del mio viaggio.”
Italo Calvino

“La tua terra non è semplicemente il posto dove sei nato e vissuto da bambino. La tua terra si espande e man mano che tu vivi le tue radici affondano nel suolo di altri paesi. E’ un dono della vita, ma anche un peso, perchè gioia e nostalgia diventano tuoi compagni sempre più inseparabili.”
Kurt Diemberger, Gli spiriti dell'aria

Tiziano Terzani
“Una volta avevamo il tempo di cercare la pace. Oggi non più.”
Tiziano Terzani, In Asia

Leonardo Sciascia
“Il giusto viaggiare è quello di non conoscere, nei luoghi in cui si va, nessuna persona o pochissime; di non avere commendatizie da consegnare e appuntamenti cui consegnarsi; di non avere impegni che con se stessi, per vedere senza affanni le cose che abbiamo desiderato vedere e che di solito, almeno per me, non sono — di una regione, di una città — moltissime. Certo l’incontro con persone può anche funzionare come rivelazione di quello che si suol dire il genio del luogo; ma oggi un po’ meno ed è comunque meglio contemplare un tal genio nelle cose.”
Leonardo Sciascia, Ore di Spagna

Banana Yoshimoto
“Non siamo nati solo per mangiare, né per guadagnare denaro, né per starcene senza far nulla, né per lasciare eredi, né tantomeno per invecchiare. Non siamo invece venuti al mondo perché dentro di noi brucia la fiamma di una passione? Non siamo qui, adesso, per amare i nostri cari e creare tanti bei ricordi, e portarli con noi fino a quando moriremo, senza rimpianti?”
Banana Yoshimoto, Un viaggio chiamato vita

Jules Verne
“Curiosissimo, curiosissimo!" diceva tra sé Passepartout nel ritornare a bordo. "Mi accorgo che, quando si vogliono vedere cose nuove, viaggiare non è inutile.”
Jules Verne, Around the World in Eighty Days

“Solo fra le montagne l'uomo è grande, franco e onesto: in città anche i migliori individui non sanno difendersi dalle false ideologie borghesi, dall'ipocrisia e dalla corruzione.”
Ettore Castiglioni, Il giorno delle Mésules: diari di un alpinista antifascista

“Io credo che la montagna non sia fatta perchè qualcuno possa mostrare l’uso di una particolare tecnica, a qualsiasi costo, e tanto meno perchè qualcuno possa far mostra della propria bravura. Sarebbe un criterio per lo meno scorretto. La montagna non è uno strumento per valutare le capacità , è qualcosa di ben più grande, come un grande albero di fianco ad un formicaio. Puoi essere la formica più veloce, la più attiva, ma l’essenza dell’albero ti sfugge. Su una montagna l’uomo può solo tentare di capire, qualche volta vi si avvicina, ma quando ci arriva veramente non ha più bisogno di parole nè di misura.”
Kurt Diemberger, Gli spiriti dell'aria

“È molto bello qui” commenta infine togliendosi la pipa di bocca; e poi, indicando i costoni calcarei dell’Untersberg, “Lo vedi quel bosco?” Una pausa. “Da noi sono più grandi, molto più grandi, non finiscono mai. Quando riuscirai a immaginarli, vuol dire che sei già là , in Canada, nelle Rocky Mountains.”
Kurt Diemberger, Gli spiriti dell'aria

“Ecco, sotto di noi si riconoscono ormai le case. Rosse, gialle, azzurre, verdi, arancioni, ci sono tutti i colori, come se un pittore burlone avesse spruzzato più volte il suo pennello sul bruno granito dell’isola.”
Kurt Diemberger, Gli spiriti dell'aria

“In ogni caso va usato il buon senso che – e non solo in montagna – vale più della teoria, soprattutto se conti di tornare a casa a raccontare la storia.”
Kurt Diemberger, Gli spiriti dell'aria

“Il viaggio del sole e della luna è prevedibile, ma il tuo è la tua arte finale.”
Suzy Kassem, Rise Up and Salute the Sun: The Writings of Suzy Kassem

“Come l’ardita e cupa prora di una nave, l’Aiguille Noire fende i flutti dell’aria portati dalla tempesta. Ciuffi di nubi salgono verticali sopra la cresta, come bandiere. Noi invece siamo qui, schiacciati contro la parete. Le nebbie fluttuano sopra di noi, sprazzi di luce, là dove comincia la neve.”
Kurt Diemberger, Gli spiriti dell'aria

“A ogni movimento devo avere tre punti d’appoggio, come dice la vecchia regola dell’alpinismo, o due mani e un piede, o due piedi e una mano, mentre l’altro, piede o mano, cerca il nuovo appiglio.”
Kurt Diemberger, Gli spiriti dell'aria

Vasco Brondi
“Avresti voluto più internazionalità nella tua esistenza.”
Vasco Brondi, Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero

Neil Gaiman
“La stella rimase seduta accanto a quell'uomo addormentato che un tempo l'aveva fatta prigioniera, ma che poi era diventato suo compagno di viaggio. Si domandò che fine avesse fatto il suo odio.”
Neil Gaiman, Stardust

Paolo Rumiz
“Oggi, in questo mondo sovraffollato, non credo ci resti, per viaggiare davvero, altra direzione che l'Aurora. Non so perché ci ostiniamo a chiamarla Est. È un doppio inganno. Quel monosillabo assembla cose diversissime e incompatibili: il Centro Europa, i Balcani, l'impero russo, l'arcipelago dei mondi musulmani dalla Turchia in poi. E poi quella parola secca è un marchio, un timbro extracomunitario che respinge, notifica i nostri vuoti mentali, i nostri pregiudizi. È una sbarra che chiude la strada, non una porta che si apre su altri mondi. Per questo preferisco chiamarla Oriente.”
Paolo Rumiz, Tre uomini in bicicletta

Paolo Rumiz
“Credo che per "entrare" nei luoghi il giornalista debba ascoltare la strada, cioè le voci deboli distanti dai riflettori dei media. Per farlo bene, deve accettare alcune regole di comportamento. Primo: sparire, mescolandosi alla gente se possibile fingendosi di non essere giornalista. Secondo: condividere, cioè dare qualcosa di suo - anche un semplice racconto - per trasformare l'intervista in un rapporto di scambio. Terzo: viaggiare lentamente per attraversare le periferie del mondo minore. Solo così saprà avvertire le mutazioni lunghe e non farsi sorprendere dai deragliamenti improvvisi della modernità.
La vecchia bicicletta consente tutto questo. Essa è dunque uno straordinario strumento di reportage. Ti immerge nel contesto, ignorato da questo giornalismo cieco, fatto solo di primi piani. È anche una macchina dei pensieri, che offre al tuo scrivere il ritmo giusto dell'andare. È un mantra che rende il racconto più musicale, dunque ascoltabile.”
Paolo Rumiz, Tre uomini in bicicletta

“I treni sono come l’estate, avvicinano le persone per la durata di un tempo fuggitivo e insolito”
Federico Pace, La libertà viaggia in treno

Thomas Mann
“Era voglia di viaggiare, nient'altro; ma sopraggiunta davvero come un accesso e cresciuta fino alla passione, addirittura all'inganno dei sensi.”
Thomas Mann

“Quando ci si avvicina alla meta il viaggio, per una qualche ragione che ha a che fare coi meandri del pensiero, dell'attesa e della sopportazione, diventa sempre più faticoso”
Pace Federico

“L'ultimo tratto di ogni viaggio è sempre il più complesso, il più lungo, anche quando è il più breve”
Pace Federico

Paolo Cognetti
“Avrà imparato di più chi ha fatto il giro delle otto montagne, o chi è arrivato in cima al monte Sumeru?”
Paolo Cognetti, Le otto montagne

Paolo Rumiz
“Cedo le armi. L'idea di Roma come spazio franco e rifugio di banditi: ecco qualcosa di affine. C'è qualcosa di antico nell'immagine del fuggiasco che viaggia nella tempesta, vede una capanna, bussa e viene accolto. Il templum. Il sacro perimetro che ti salva. Il luogo rifugio che nelle lingue del Mediterraneo d'Oriente ha lo stesso nome della santità. Barak. La baracca. Che poi sta alla radice di Barka, la gens di Annibale, e di Barcellone. Il vino ha chiuso il cerchio.”
Paolo Rumiz, Appia

Olivier Föllmi
“Mantenete lo stesso atteggiamento di quando siete in viaggio. L'intera vostra vita è un viaggio. Restati fedeli al vostro percorso.”
Olivier Föllmi

Jean-Claude Izzo
“comme beaucoup de Marseillais, les récits de voyages me comblaient plus que les voyages eaux-mêmes / come molti marsigliesi, i racconti di viaggi mi incantavano più dei viaggi stessi.”
Jean-Claude Izzo, Chourmo

All Quotes | My Quotes | Add A Quote