Sfide lunatiche per lettori eclettici discussion

43 views

Comments Showing 1-2 of 2 (2 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Sara (last edited Oct 01, 2020 05:55AM) (new)

Sara Mazzoni | 122 comments Obiettivo: 36 libri
Traguardo 1 --> La fonte magica di Natalie Babbitt
Ho trovato la storia poco coinvolgente, lo stile di scrittura pesante. Insomma, un libro noioso, pur essendo rivolto ai ragazzini.
Traguardo 2 -->Tira fuori la lingua. Storie dal Tibet di Ma Jian.
Mi è piaciuto tantissimo: si tratta di una raccolta di 5 racconti ambientati nella parte di Cina del Tibet. L'autore ha descritto molto bene i paesaggi; mi sembrava proprio di essere lì. Ha raccontato le tradizioni della cultura tibetana e buddista, e mi ha fatto capire che non è tutto così "romantico" come forse io da occidentale, mi immaginavo,
Traguardo 3 --> La valle dell'Eden di John Steinbeck.
Un libro meraviglioso, di quelli di cui non mi scorderò facilmente. Si parla del bene e del male, dei buoni e dei cattivi, del rapporto tra padri e figli, delle aspettative dei genitori nei confronti dei figli, del senso di colpa per non aver soddisfatto i desideri della famiglia, e tanto altro... Un libro intenso, che consiglio a tutti. Credo che faticherò a trovare una nuova lettura che sia all'altezza di questa.
Traguardo 4 --> Carnaio di Giulio Cavalli.
Mi è stato consigliato da tantissimi booktuber che seguo. Un libro davvero sorprendente, che mette in luce tutte le nostre bassezze, le nostre ipocrisie, le nostre paure. Mi ha colpito lo stile dell'autore, le sue parole arrivano come ondate, proprio come le ondate di cadaveri che si imbattono nel paese di DF. Consigliatissimo.
Traguardo 5 --> Welcome Home di Lucia Berlin.
Lucia Berlin è un'autrice di cui ho sempre sentito parlare molto bene, ma non ho ancora avuto l'occasione di leggere i suoi racconti. Ho voluto iniziare da questo volume, che è una raccolta dei suoi scritti, curata dal figlio Jeff, dopo la morte della madre. Mi ha colpito la forza di questa donna, che nella sua vita ha dovuto affrontare tante difficoltà ( malattia, dipendenze), ma ha saputo anche affermarsi come scrittrice e insegnante. Ora che ho conosciuto qualcosa in più di lei e della sua vita, leggerò ancor più volentieri i suoi racconti. Di questo volume ho apprezzato anche il fatto che è impreziosito dalle tante foto dell'autrice, della sua famiglia, e dei luoghi che ha visitato o che sono stati per un periodo la sua casa.
Traguardo 6 --> Edison. Il mistero del tesoro scomparso di Torben Kuhlmann,
Questo libro è stato ricevuto in regalo da mia figlia per Natale: l'ho voluto leggere anche io, e sono rimasta veramente incantata dalle bellissime illustrazioni che accompagnano il racconto delle avventure di due topini alla ricerca di un tesoro scomparso. Bellissimo.
Traguardo 7--> La piccola farmacia letteraria di Elena Molini.
Non mi ha entusiasmato, anche se la lettura è stata molto scorrevole e veloce. La trama mi è parsa poco verosimile. L'aspetto però che ho apprezzato molto di questo libro, è il fatto che è farcito di tantissimi consigli libreschi, non solo classici, ma anche opere molto recenti.
Traguardo 8 --> Lo zoo di vetro di Tennessee Williams,
Questa opera ha ispirato film ed opere teatrali. Una lettura veloce e gradevole, che però per i temi trattati mi ha lasciato con un sentimento di tristezza. Sono curiosa di recuperare il film e l'opera teatrale.
Traguardo 9 -->Ali d'argento di Camilla Läckberg.
Ho trovato questo testo molto deludente: sebbene la lettura sia stata molto veloce e scorrevole, la storia è scontata ed esagerata. Non mi è piaciuto.
Traguardo 10--> L'anno della lepre di Arto Paasilinna,
Era da tanto tempo che volevo affrontare questo autore, di cui ho sentito parlare sempre molto bene. E' stata una lettura molto piacevole, a tratti divertente, a tratti malinconica. Sono curiosa di leggere altre opere di questo autore.
Traguardo 11-> La vita bugiarda degli adulti di Elena Ferrante.
Ho adorato la tetralogia dell'amica geniale, e avevo moltissime aspettative da questo libro. Mi è piaciuto, ma l'ho trovato meno intenso e coinvolgente rispetto agli altri.
Traguardo 12 --> Mogli e concubine di Su Tong.
Non conoscevo nulla dell'autore, nè avevo visto il film Lanterne rosse, tratto dal libro. Ma questo libro mi ha appassionato subito dalla prima pagina. E' un romanzo breve, si legge in poche ore, ma è molto intenso e malinconico. Mi sono avvicinata da poco alla letteratura cinese, che non conoscevo, e devo dire che la sto apprezzando molto!
Traguardo 13 --> Noi, bambine ad Auschwitz: La nostra storia di sopravvissute alla Shoah di Andra Bucci.
Questo libro racconta la storia di Andra e Tatiana Bucci, che da bambine furono deportate nel campo di concentramento di Auschwitz, e che poi per fortuna riuscirono ad essere liberate. Un libro doloroso, che tutti dovrebbero leggere, per non dimenticare.
Traguardo 14 -->Neve, cane, piede di Claudio Morandini.
Sinceramente non mi ha entusiasmato. La lettura è stata scorrevole, ma a parte qualche aspetto divertente, come i dialoghi tra l'uomo e il cane, non mi ha trasmesso tante emozioni.
Traguardo 15 --> (connesso ai punti 2 e 12 perchè autori cinesi) Brothers, prima parte di Yu Hua.
Mi è piaciuto tantissimo, anche se è diverso da come me lo ero immaginato. Pensavo che fosse una lettura divertente e spassosa: in parte lo è anche stata, ma è anche stata molto commovente e a volte anche cruda. Lo stile dell'autore è molto particolare, diverso dagli altri autori cinesi che ho letto. Nel bel mezzo di una scena
Traguardo 16 --> In verità è meglio mentire di Kerstin Gier.
Una lettura leggera, ma che non mi ha entusiasmato. E' uno di quei libri di cui ti scordi subito.
Traguardo 17 --> Vita su un pianeta nervoso di Matt Haig.
Sono molto contenta di aver letto questo libro, mi ha offerto degli spunti di riflessione interessanti sul vivere nel nostro tempo. Mi ha insegnato ad accettarmi di più, ad apprezzare ciò che ho e a liberarmi delle cose inutili. Consigliato.
Traguardo 18 --> Finché il caffè è caldo di Toshikazu Kawaguchi.
Era da un po' di tempo che non mi capitava di leggere un libro così brutto. Noioso, ripetitivo, inutilmente contorto. Sono stata tentata più volte di abbandonarlo. Una lettura da dimenticare.
Traguardo 19 -->Residenza Arcadia di Daniel Cuello.
Avevo tanto sentito parlare di questo graphic novel, e finalmente sono riuscita a leggerlo. Una lettura molto piacevole, divertente, ma che mi ha lasciato anche un velo di malinconia. Consigliato.
Traguardo 20-->Salvare le ossa di Jesmyn Ward,
Una bella lettura, coinvolgente. E' stata anche una lettura intensa e dolorosa. In questo momento difficile, di incertezza, di paura verso questa epidemia che si sta espandendo, è stato doloroso leggere di una famiglia che si prepara per affrontare un uragano. Mi sento di consigliare questo libro, e credo che leggerò anche il seguito.
Traguardo 21 --> Incantesimo di Rachel Hawkins.
Non sono abituata a leggere libri appartenenti a questo genere, ma è stata una lettura tutto sommato piacevole. Sicuramente sono un po' fuori target di età....da ragazzina avrei apprezzato sicuramente molto di più questo romanzo, ma è stato comunque un piacevole intrattenimento.
Traguardo 22 --> Quello che alle donne non dicono: La salute al femminile di Salvo Di Grazia.
Ho letto praticamente tutti i libri di questo autore, che per me è una garanzia. Un testo dedicato alle donne, alla loro salute. Consigliatissimo a tutti.
Traguardo 23 --> La scienza delle verdure di Dario Bressanini.
Ho scelto questo libro per questo traguardo, perchè essendo appassionata di cucina, e amando la scienza, l'argomento può andare bene per i momenti più duri. Il libro è pieno zeppo di informazioni interessanti e utili, di belle ricette che sicuramente replicherò. Però a mio parere è anche confusionario e dispersivo, e per questo la lettura a volte è stata un po' lenta e faticosa.
Traguardo 24 -->La cena degli addii di Ito Ogawa.
Una raccolta di racconti che hanno come comune denominatore il cibo. Il cibo è protagonista in momenti di saluto, di inizio o di fine di una amore, durante un lutto o una malattia. I racconti sono carini, ma secondo me tutti un po' troppo simili. Ho apprezzato molto i continui rimandi alla cucina giapponese.
Traguardo 25 --> Fratelli d'anima di David Diop.
Un libro che racconta la guerra, la sofferenza e l'amicizia. Lo stile di scrittura è molto particolare ed è molto efficace nel rendere lo stato d'animo del protagonista.
Traguardo 26 --> Amore a prima vista di Wisława Szymborska.
Ho trovato questa raccolta di poesie un po' ostica per me, sicuramente è perchè non sono abituata a questo genere letterario. Alcune poesie mi sono piaciute, ma altre le ho trovate di difficile comprensione.
Traguardo 27 -->Organizzati e felici: Come affrontare in famiglia le principali sfide educative dei figli, dai primi anni all'adolescenza di Daniele Novara.
Una lettura molto interessante, che da mamma di una bimba di 5 anni, mi è sicuramente utile. Nel testo sono presenti tantissimi esempi, casi pratici. Sono spiegati anche gli errori che noi genitori facciamo: avrei apprezzato qualche esempio di soluzione in più, però, La lettura è stata piacevole, ma a tratti anche un po' pesante, per il tono a volte un po' troppo paternalistico dell'autore.
Traguardo 28 --> Olive, ancora lei di Elizabeth Strout.
Avevo amato Olive Kitteridge e ho apprezzato ancor di più questo seguito. Ho voluto leggerlo lentamente per gustarmi ogni racconto, e ora che l'ho terminato, avrò sicuramente nostalgia di quella vecchia signora scontrosa, irascibile ma anche così vera e simpatica, Olive. Questi racconti mi hanno dato tanti spunti di riflessione su vari temi: la malattia, la solitudine, la vecchiaia, la maternità. Consigliatissimo.
Traguardo 29--> La ragazza del Kyūshū di Seichō Matsumoto.
Mi sono appassionata molto alla storia di Kiriko, giovane donna il cui fratello viene accusato ingiustamente di omicidio. Questo romanzo mi ha tenuta incollata alle pagine, l'autore ha saputo descrivere bene le personalità dei protagonisti, e i loro sentimenti. Sono curiosa di leggere altre opere di questo autore.


message 2: by Sara (last edited Sep 08, 2020 10:01PM) (new)

Sara Mazzoni | 122 comments Traguardo 30 --> Il piccolo popolo dei grandi magazzini di Terry Pratchett,
Non mi ha entusiasmato, credo che questo autore non faccia per me. Ho trovato il libro piuttosto noioso, non vedevo l'ora che finisse. Probabilmente l'avrei apprezzato di più da ragazzina.
Traguardo 31 --> Acqua di mare di Charles Simmons
Un lettura molto breve, ma piacevole. Un romanzo sull'amore e sulle delusioni che spesso la vita di riserva. Consigliato.
Traguardo 32 --> Cosa farebbe Frida Kahlo?: Lezioni di vita da cinquanta donne coraggiose di Elizabeth Foley e Beth Coates.
Avevo molte aspettative su questo libro. Il tema è interessante, ma sono rimasta abbastanza delusa perchè ho trovato che le autrici lo abbiano trattato in modo un po' superficiale. Avrei preferito che avessero approfondito di più. Deludente.
Traguardo 33 --> I miei sette figli di Alcide Cervi,
la storia dei fratelli Cervi, uccisi dai fascisti il 28 dicembre 1944, raccontata dal padre Alcide. La famiglia Cervi visse in un paese a pochi km da casa mia, Gattatico. Per tutta la loro vita lottarono per la libertà, per i diritti dei lavoratori, per il progresso. La loro casa, "Casa Cervi", è divenuta nel tempo un luogo simbolo dei valori della Resistenza, e da tradizione, per tanti anni ho trascorso la giornata del 25 aprile a Casa Cervi, partecipando a vari concerti ed eventi. Quest'anno non ho potuto farlo, e mi è sembrato giusto rendere omaggio ai valori della Resistenza, della libertà, dell'antifascismo, proprio con la lettura di questo libro. Lo consiglio davvero a tutti.
Traguardo 34 --> La luna è tramontata di John Steinbeck.
La lettura, nonostante si tratti di un libro breve, è stata piuttosto lenta e faticosa. Non ho ritrovato lo Steinbeck di Uomini e topi, Furore, La valle dell'Eden, che per me sono dei capolavori. Ho intenzione comunque di leggere altre opere di questo autore.
Traguardo 35 -->Le Alpi nel mare di W.G. Sebald.
Una lettura piacevole, che mi ha portato a viaggiare in Corsica, almeno virtualmente.
Traguardo 36--> Parità in pillole di Irene Facheris.
Sono sempre molto interessata ai temi della parità di genere, delle discriminazioni, del femminismo. Proprio per questo avevo alte aspettative su questa lettura... In realtà è stata una lettura molto deludente. Gran parte dei concetti illustrati li conoscevo e li condividevo già, ma mi ha infastidito il tono dell'autrice, troppo colloquiale, troppo "da amicona". E poi il continuo spiegare e rispiegare il medesimo concetto, come se il lettore non fosse in grado di comprenderlo subito, alla lunga mi ha irritato. Mi spiace, ma deludente.


back to top