Goodreads Italia discussion

120 views
Gruppi di Lettura > GdL Narrativa Settembre 2019: Proletkult di Wu Ming - Commenti e discussione

Comments Showing 1-26 of 26 (26 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Kua (new)

Kua (kuaele) | 1877 comments Per partecipare ai Gruppi di Lettura non è necessario "iscriversi" da nessuna parte. I nostri GdL sono un pò atipici: non ci sono scalette di lettura, nè step da rispettare, semplicemente si legge insieme lo stesso libro durante l'arco del mese, ognuno con il proprio ritmo (e con il tempo che ha a disposizione). Chi vuole commenta in corso di lettura, altri preferiscono farlo a lettura terminata, in entrambi i casi è richiesto l'uso del tasto spoiler nei commenti, in modo da schermare eventuali rivelazioni sulla trama. Inoltre i topics dedicati alle letture mensili rimangono "aperti", in modo che anche altri utenti (che magari si sono aggiunti al Gruppo in seguito), possano lasciare i loro commenti sulla lettura, anche a mesi di distanza dal termine del GdL.

Per il mese di settembre abbiamo in scaletta Proletkult di Wu Ming, proposto da Nazzarena.
Buona lettura a tutti!


message 2: by -Notta. (new)

-Notta. (ilnotta) | 13 comments Avevo già fatto i miei programmi di lettura per Settembre ma sto in effetti rimandando da troppo il leggere qualcosa dei Wu Ming, che mi han sempre incurosito tantissimo!
A questo punto credo proprio che inserirò questo libro da qualche parte, grazie per avermi dato un'occasione :D


message 3: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2900 comments Mod
Io, naturalmente, ci sarò, ma prima devo finire la lettura per il club delle società alternative. Arriverò fra una settimana, penso.


message 4: by Paola Opi (new)

Paola Opi (paolapirola) | 350 comments Appena ritirato in biblioteca, oggi lo inizio.


message 5: by Luca (new)

Luca Masera (lucamasera) | 2 comments Ok, ci sono anche io... stasera lo inizio!!!


message 6: by -Notta. (last edited Sep 05, 2019 04:53PM) (new)

-Notta. (ilnotta) | 13 comments
Lo stato di Proletkult nelle biblioteche di Roma (dove il rosso sta a significare che è in prestito, ma forse è inutile spiegarlo).
A quanto pare molta Roma partecipa a questo gruppo di lettura! Io stesso ho fatto fatica a trovarlo, e sono riuscito ad averlo solo perchè a quanto pare qualcuno lo aveva prenotato ma non era mai passato a ritirarlo.
Mi sento quasi in colpa, son convinto di averlo rubato a qualcuno qui dentro! :D


message 7: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2900 comments Mod
Avviso ai naviganti: i libri dei Wu Ming sono sempre stati liberamente scaricabili, Proletkult lo trovate su Liberliber ;)


message 8: by Diabolika (new)

Diabolika | 1776 comments Nazzarena wrote: "Avviso ai naviganti: i libri dei Wu Ming sono sempre stati liberamente scaricabili, Proletkult lo trovate su Liberliber ;)"

Grazie 😍


message 9: by Vally (new)

Vally | 5 comments Voglio leggerlo anche io! ne ho letti un sacco dei wu ming....


message 10: by Massimo (new)

Massimo | 41 comments Finito, anche se stavo per smettere a metà della prima parte!
E' un libro fuori dagli schemi dove storia e ideologia si incrociano mostrando conflitti irrisolti. Il tutto con un tocco di fantascienza. All'inizio il racconto è un pò lento, ma poi prende ritmo ponendo il vero protagonista - Bogdanov - al centro dell'attenzione. La terza parte è la migliore e si vedono tutti i conflitti irrisolti di una ideologia che doveva cambiare il mondo, ma che si è persa nel processo. Realtà e immaginazione (l'altra protagonista - Denni - viene da un pianeta lontano, o forse è solo pazza) si alternano con continuità e spingono a riflettere. Sicuramente da leggere per la sua originalità.


Mariafrancesca di natura viperesca sta con gli ultimi della terra | 86 comments Intervengo per dire che questo è stato il mio anno Bogdanovic: grazie a loro, i Wu, ho conosciuto questo importante personaggio oscurato dalla propaganda comunista dei miei tempi e ora l'ho ritrovato pure in "Lo stradone", la cui lettura raccomando fervidamente.😉


message 12: by Jordy.88 (new)

Jordy.88 | 68 comments Iniziato oggi. Gli do una possibilità anche se l'argomento non è tra le mie corde


message 13: by Vally (new)

Vally | 5 comments io inizierò a giorni, mi mancano un centinaio di pagine del libro che sto leggendo. non so come fa chi legge più cose insieme :)


message 14: by -Notta. (new)

-Notta. (ilnotta) | 13 comments Eeeee ho iniziato oggi!


message 15: by Je (new)

Je | 428 comments L'ho finito e amato profondamente inserendolo sicuramente nella top three dei Wu Ming. L'ho trovato un libro molto dolce nonostante la durezza dell'argomento, mostra gli uomini dietro i fatti e le contraddizioni e le difficoltà che sono spesso dimenticate quando si studia la storia.


message 16: by Gaetano (new)

Gaetano (gaetanolau) | 1242 comments L'ho iniziato anch'io.


message 17: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2900 comments Mod
Finito stanotte tardi, dopo una tirata di qualche ora, perché gli ultimi capitoli erano meravigliosi e non riuscivo a mollarlo. Perché esce a poco a poco l'aspetto umano della trama, che equilibra alla perfezione l'aspetto storico-politico.
Ammetto che la pancia del libro ha qualche problema di ritmo e la storyline principale va un po' sullo sfondo rispetto alla presentazione delle correnti bolsceviche e della creazione della proletkult.
Ho trovato questo libro un amalgama di generi, e davvero ben riuscito: narrativa storica e biografica, saggio politico, manifesto intellettuale, fantascienza (che secondo alcuni resta troppo sullo sfondo, ma secondo me è accennata il giusto).
Neanche discuto lo stile dei Wu Ming, ormai per me una certezza.

Ora non mi resta che leggere i titoli di coda, e stuprimi della precisione con cui gli autori scovano e utilizzano le fonti.


message 18: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2329 comments Se si volesse descrivere questo libro con un termine solo, io proporrei "ingegnoso"... non è ovviamente un capolavoro, né uno dei testi fondamentali della premiata ditta Wu Ming (ormai ridotta a 3 membri), ma è un bel romanzo, storicamente fondato, che affascina, intriga e diverte, con al centro una figura poliedrica, che ha molti punti di contatto con il dottor Orphée D'Amblanc de L'armata dei sonnambuli, altro personaggio di cui mi ero innamorato a suo tempo.


message 19: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2900 comments Mod
Pierre wrote: "il dottor Orphée D'Amblanc"

Che amo pure più di Gert.


message 20: by Giovanni84 (new)

Giovanni84 | 205 comments Pierre wrote: "Se si volesse descrivere questo libro con un termine solo, io proporrei "ingegnoso"... non è ovviamente un capolavoro, né uno dei testi fondamentali della premiata ditta Wu Ming (ormai ridotta a 3 ..."

3? Io pensavo fossero ancora 5!


message 21: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2329 comments Lo sono stati fino al 2008, poi WM3 (Luca Di Meo) ha abbandonato il collettivo. Nel 2016 è uscito anche WM5 (Riccardo Pedrini) con una coda di violente polemiche:

https://bologna.repubblica.it/cronaca...


message 22: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2900 comments Mod
Pierre wrote: "Lo sono stati fino al 2008, poi WM3 (Luca Di Meo) ha abbandonato il collettivo. Nel 2016 è uscito anche WM5 (Riccardo Pedrini) con una coda di violente polemiche:
https://bologna.repubblica.it/cro..."


Che però non sono chiare nel contenuto, solo nei modi. Cioè astio.


message 23: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2329 comments A leggere l'articolo sembra che si sia trattato di una vicenda simile a quella dei Beatles e di Yoko Ono.


message 24: by Filomena (new)

Filomena (filomenascrive) | 63 comments Iniziato oggi, spero sia all'attezza delle mie aspettative!


message 25: by Luca (new)

Luca Masera (lucamasera) | 2 comments Finito! bene ma non benissimo:

https://www.goodreads.com/review/show...


message 26: by Lilirose (last edited Nov 22, 2019 03:22PM) (new)

Lilirose | 262 comments ho recuperato questa lettura qualche giorno fa e sono rimasta abbastanza delusa.
Avevo letto "L'armata dei sonnambuli" l'estate scorsa e lo avevo apprezzato molto, nonostante qualche difettuccio, ma stavolta mi pare che qualcosa non funzioni.
Ho fatto veramente fatica a finirlo per via della lentezza e dello stile prolisso e contorto, pieno di sbalzi temporali e digressioni.
Chapeau per la ricerca storica ovviamente, su quello inappuntabili come sempre.

Il commento in cui ne parlo meglio è qui:
https://www.goodreads.com/review/show...


back to top