Il salotto dei lettori discussion

note: This topic has been closed to new comments.
44 views
In lettura > TBR Giugno 2018

Comments Showing 1-12 of 12 (12 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Nadia (new)

Nadia Buongiorno Salottieri!
Puntuali nel compilare la nostra TBR ;)


message 2: by Nadia (last edited Jul 02, 2018 04:10AM) (new)


message 3: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments Letti:
Fidanzati dell'inverno di Dabos: un fantasy che mi ha preso molto, grazie alle sue peculiarità e a tutti gli intrighi e le avventure, nonostante poi io capisce coscientemente che abbia delle pecche, da un world-building ancora poco chiaro a un trattamento dei personaggi femminili non ideale. Però era da tanto che un libro non mi prendeva così tanto e proprio mi sono divertita a leggerlo
La stanza delle meraviglie di Selznick: è un ottimo libro per bambini e ho amato il fatto che le due storie venissero raccontate in modi diversi e che ci fossero protagonisti sordi. Penso che la fine sia un po' troppo sentimentale, però carino tutto sommato. Solo io probabilmente ho creduto che fosse un libro fantasy, per il titolo e la copertina

In lettura:
Le nozze di Cadmo e Armonia di Calasso: mi piace come unisca un attimo di riflessione e di analisi al racconto mitico, però non c'è da temere che sia un saggio, dato che si cambia argomento spesso e volentieri. Non scorre via in fretta ma deve essere centellinato
L'assassinio di Roger Ackroyd / Assassinio sull'Orient Express di Christie: ho finito da un po' di tempo Assassinio sull'Orient Express, che mi è sembrato molto meno appassionante del film. Vedremo cosa accadrà al povero Roger
Hogfather di Pratchett: non è che mi stia prendendo terribilmente tanto, addirittura è un po' che è in stand-by.

Da leggere:
Il tamburo di latta di Grass: è sulla guerra e su un nano? Non so altro :/


message 4: by Angela (new)

Angela (valiolet) | 180 comments @Martina: mi incuriosisce molto Fidanzati dell'inverno. Penso che lo leggerò!

Letti:
* Il mio nemico mortale di Willa Cather. Stupendo, ma ne parlerò meglio se ci sarà poi il topic del gruppo di lettura...
* L'uomo leopardo di Kaoru Kurimoto. Una bella scoperta grazie alla biblioteca di Modena che me l'ha esposto all'ingresso attirando la mia attenzione! Non conoscevo l'autrice e non avevo mai sentito nominare la saga. Come primo volume l'ho apprezzato molto e ho deciso di proseguire (anche se in italiano sono stati tradotti solo i primi 3 libri T_T).
* Per primo hanno ucciso mio padre di Loung Ung, per la Chess Challenge. So che suona brutto dirlo in questo modo, ma da un certo punto di vista è stato "interessante" il punto di vista interno alla guerra civile cambogiana. A livello umano però è straziante la storia di una bambina di 5 anni che viene strappata dalla propria città per finire anni e anni a soffrire la fame nei campi di lavoro. La famiglia di Loung ha dovuto subire tutto il peso del regime di Pol Pot.

In lettura:
* Dio odia il Giappone di Douglas Coupland. Me lo sto trascinando da un bel po' nonostante mi stia piacendo, quindi non comprendo. :D
* Il guerriero di Kaoru Kurimoto, il secondo della saga di Guin!

Da leggere:
* Un artista del mondo fluttuante di Kazuo Ishiguro, per la Chess Challenge. Ho letto 2 libri e nessuno dei 2 mi è piaciuto, eppure non demordo. :D
* Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas, per la Chess Challenge. Mia madre lo adora alla follia, è arrivato il momento di sperimentarlo.
* La battaglia di Nospherus di Kaoru Kurimoto, terzo e ultimo in italiano della saga di Guin. Se continua a piacermi, passerò all'inglese. :D Quando finiranno le traduzioni in inglese, mi attaccherò. XD Non so ancora abbastanza bene il giapponese da leggere romanzi... ^^'
* Sicuramente altri. :D


message 5: by Silvia (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 589 comments Mod
Oltre a qualche rilettura in vista degli esami, ho iniziato ieri La meccanica del cuore di M. Malzieu e ho quasi terminato la graphic novel Chernobyl' di Sanchez e Bustos.


message 6: by Simona (new)

Simona Favaroni (anomys) | 12 comments Anche io ho letto Fidanzati dell'inverno il mese scorso, ma a distanza di settimane ancora non ho chiaro se mi sia piaciuto o meno! XD Probabilmente avevo aspettative troppo alte, dato che le varie recensioni che ho letto/sentito ne parlavano molto bene! Ciò non toglie che leggerò i seguiti perché l'ambientazione e le dinamiche delle vicende mi piacciono e incuriosiscono! :)
Detto ciò passo alla mia lista!

In lettura:
- Epepe di Ferenc Karinthy, che ho cominciato gli ultimi giorni di maggio, e che purtroppo ho comprato la settimana prima che adelphi mettesse i tascabili al 25% perché #maiunagioia sempre! -.-' Comunque mi sta piacendo, anche se pensavo mi mettesse più ansia (non so, probabilmente perché al posto del protagonista avrei dato di matto!), e ho una mia teoria sul luogo dove è finito, ma vedremo col proseguire del libro!
- la trilogia di Hunger Games di Suzanne Collins, per la quarta volta (ebbene si!). Sono una fan di questa serie e la rileggo volentieri ogni volta, e sebbene sia una lettura "veloce" ormai, mi appassiona come la prima volta! Sono al capitolo finale, Il canto della rivolta

Da leggere:
- Uomini che odiano le donne, che volevo leggere da tempo ma non avevo mai avuto l'occasione. Probabilmente lo comincerò finito Epepe!
- Dracula, nella mia tbr dallo scorso anno praticamente! E' ora di leggerlo, anche perché vorrei sfruttarlo per la Classic Challenge.

E per il momento basta, ma conto di andare in libreria entro la settimana e spero di comprare qualcosa di nuovo! :)


message 7: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments @Angela: a me è piaciuto molto perché è riuscito ad intrattenermi come pochi libri ultimamente e non vedo l'ora di leggere le altre avventure dell'Attraversaspecchi! Aspetto con ansia la tua opinione, allora :D
@Simona capisco la tua incertezza, anche se per motivi diversi, dato che io avevo visto il libro dalla vetrina di una libreria e mi aveva affascinata la copertina. Oggettivamente ci sono delle questioni problematiche che spero vengano eliminate nei sequel e non vedo l'ora di esplorare meglio questo mondo, i cui elementi sono stati solo tratteggiati per ora

Letti:
Fidanzati dell'inverno di Dabos: un fantasy che mi ha preso molto, grazie alle sue peculiarità e a tutti gli intrighi e le avventure, nonostante poi io capisce coscientemente che abbia delle pecche, da un world-building ancora poco chiaro a un trattamento dei personaggi femminili non ideale. Però era da tanto che un libro non mi prendeva così tanto e proprio mi sono divertita a leggerlo
La stanza delle meraviglie di Selznick: è un ottimo libro per bambini e ho amato il fatto che le due storie venissero raccontate in modi diversi e che ci fossero protagonisti sordi. Penso che la fine sia un po' troppo sentimentale, però carino tutto sommato. Solo io probabilmente ho creduto che fosse un libro fantasy, per il titolo e la copertina
L'assassinio di Roger Ackroyd / Assassinio sull'Orient Express di Christie: L'Orient Express mi è sembrato molto meno appassionante e drammatico del film, che avevo davvero adorato e Ackroyd non mi ha colpito molto, forse il colpo di scena ormai è un po' datato come tipologia, però è stata una lettura scorrevole e carina.
Il sesso delle ciliegie di Winterson: boh? Non so bene cosa dire di questo libro, è troppo onirico e strano per essere facilmente comprensibile. Lo stile è fantastico e il capitolo delle dodici principesse è strepitoso, avrebbe potuto fare un libro solo con quello. Di certo non è il meglio di questa autrice
Delitto al pepe rosa di Glasar: a me non piacciono i gialli tedeschi, ormai l'ho capita. Questo è terribilmente insulso, ha una risoluzione assurda dal punto di vista lavorativo e scientifico, la protagonista rischia ustioni terribili a causa della mancanza di professionalità sua e della sua collega e le storie d'amore non hanno proprio feeling. L'ho letto per la road con Francesco e per fortuna che era corto e che è un libro da spiaggia
[Le nozze di Cadmo e Armonia_438566] di Calasso: mi piace come unisca un attimo di riflessione e di analisi al racconto mitico ed è riuscito proprio a prendermi soprattutto verso la fine. Penso che l'inizio sia un attimo meno organico e i vari pezzetti siano legati molto più tenuamente, ma è davvero una lettura fantastica, che però deve essere fatta da chi conosce già un po' la mitologia greca, perché non c'è glossario
Trilogia della Fondazione di Asimov: ebbene sì, eccomi di nuovo con lui e con la trilogia originale della Fondazione. Penso che sia meglio leggerli tutti insieme, perché in particolare il secondo si legge come vari episodi di una saga. Il primo è certamente il migliore e il terzo è fantastico, ma il secondo è stato proprio un po' lento e noioso, anche se con il Mule sono riuscita a rimanere almeno interessata.
Firebird: La Caccia di Gray: penso sia una sorta di Ya fantascientifico, con tutti i salti interdimensionali, ma la parte migliore rimane quella da romance russo ottocentesco. La premessa è interessante ma è solo una scusa per metterci più generi possibili e moltissimo romance. La prima parte si sente proprio come troppo costruita e la protagonista sa troppo di falso, la sua pretesa di vendicare il padre uccidendo il presunto assassino non sta in piedi nemmeno un attimo. Come lettura è davvero scorrevole e dopo un po' anche carina
Il filo del rasoio di Maugham: non riesco mai a prendere in biblio Il velo dipinto così ripiego sempre su altro e devo dire che questa volta mi reputo estremamente fortunata, dato che quasi fino alla fine ho meditato di dargli 5 stelline piene. Ho amato i personaggi, la premessa e la ricostruzione degli eventi. L'ho trovato molto originale, tenero e appassionato, peccato mi abbia perso con quel discorso di filosofia orientale. Lo consiglio vivamente

In lettura:
Il tamburo di latta di Grass: appena iniziato, non mi sta prendendo un granchè, ma al momento si tratta solo di storia famigliare, quindi è ok
Hogfather di Pratchett: non è che mi stia prendendo terribilmente tanto, addirittura è un po' che è in stand-by.

Da leggere:
Il mio nemico mortale di Cather: è da una vita che voglio leggere qualcosa di questa autrice e questo libro mi ispira tantissimo, sono contenta sia stato scelto per i gld!
La passione di Artemisia di Vreeland: anche questo libro è da tanto nella mia tbr e si è visto ovunque, in più è per recuperare un gdl di qualche mese fa. Spero in bene, non leggo molti romanzi con artisti
Poeti simbolisti francesi: c'è un po' di tutti e va proprio bene per leggere della poesia, cosa che faccio davvero troppo raramente
Hyperion di Simmons: per la road con Francesco, ancora fantascienza! Così capisco se è solo Asimov o se è il genere che mi può piacere


message 8: by Paolina (new)

Paolina Daniele | 3 comments Io ho letto
Origin
Cuore d'inchiostro
Il simbolo perduto
Il visionario
Le leggende del mare
La farmacia di Platone.
Ora sto leggendo Cospirazione Monna Lisa e leggerò le notti bianche.


message 9: by Simona (new)

Simona Favaroni (anomys) | 12 comments @Martina scusa se rispondo solo adesso ma non avevo fatto caso alla parte prima della tua lista dei libri! Concordo in pieno sulla copertina: è magnifica, e non nego che è stata una delle motivazioni che mi ha spinto a comprarlo! In più adoro il formato del libro :)
Io avevo voglia di leggere un fantasy e non avendo trovato Il circo della notte, ho deviato su Fidanzati dell'inverno! Ogni tanto mi prende voglia di leggere questo genere ma trovo molto difficili trovarne di originali oramai! Per certi aspetti Fidanzati dell'inverno non mi ha colpito molto, ma ci sono alcuni elementi che invece mi hanno affascinato (per esempio il fatto che la magia non è "universale" ma che cambia da persona a persona e da famiglia a famiglia, quasi come fosse un aggettivo, un modo per descrivere un personaggio), perciò leggerò sicuramente i sequels!

Poi volevo aggiornare e concludere la mia lista del mese, dato che siamo alla fine! :)

Letti:
- Il canto della rivolta di Suzanne Collins. Rilettura della trilogia per la quarta volta, sempre piacevole, e lo trovo ideale per una lettura tranquilla da "compagnona"
- Epepe di Ferenc Karinthy. Mi è piaciuto molto, sicuramente il mio preferito del mese! Un libro quasi distopico, che fa riflettere sull'importanza della comunicazione e su come la spinta delle città a diventare metropoli e la spinta verso il progresso e la grandezza possano andare a discapito dell'umanità delle persone. (recensione)
- Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson. Un libro che avevo voglia di leggere da tempo ma che non ho mai avuto in mano fino ad adesso. Bel giallo, è riuscito a tenermi incollata sebbene avessi visto il film e conoscessi già il finale. Tematica della violenza sulle donne che trovo sempre attuale e che mi interessa molto. Sicuramente meritati il successo e la fama che lo ha circondato. (recensione)
- Le braci di Sándor Márai. Un libro dalla scrittura squisita, elegante e poetica: meriterebbe di essere letto anche solo per questo! Non mi ha entusiasmato come immaginavo, ma mi è rimasto impresso per diversi giorni dopo averlo finito. Sicuramente mi ha lasciato la voglia di leggere altro di Márai! (recensione)

Ancora in lettura:
Dracula di Bram Stoker. Un classico da leggere che non ho mai letto, ed è giunto il momento di farlo. Sono al capitolo 5 quindi non credo che riuscirò a finirlo per giugno.


message 10: by Angela (new)

Angela (valiolet) | 180 comments @Martina appena lo leggo ti faccio sapere! :D

Ecco che tiro le somme del mese.


Letti:
* Il mio nemico mortale di Willa Cather
* L'uomo leopardo di Kaoru Kurimoto
* Per primo hanno ucciso mio padre di Loung Ung, per la Chess Challenge
* Dio odia il Giappone di Douglas Coupland
* Il guerriero di Kaoru Kurimoto
* Un artista del mondo fluttuante di Kazuo Ishiguro
* La battaglia di Nospherus di Kaoru Kurimoto
* Ranocchio salva Tokyo di Haruki Murakami
* La linguistica: un corso introduttivo per l'università T_T
* La diversità linguistica per l'università T_T
* Fondamenti di tipologia linguistica per l'università T_T
* Profumo di ghiaccio di Yoko Ogawa


Ancora in lettura:
* Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas, per la Chess Challenge
* 1Q84 Libro 3: Ottobre-Dicembre di Haruki Murakami, per la Chess Challenge

Migliore: se la giocano Profumo di ghiaccio e Il mio nemico mortale!
Peggiore: Dio odia il Giappone, che ha finito con l'essere troppo pretenzioso.


message 11: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments @Simona: tranquilla! Non è che comunque questa discussione sia il meglio per avere lunghe discussioni e non la controllo molto nemmeno io :)
Anche io con i fantasy sono un po' in rotta, sono tutti molto simili e si vede proprio che ogni tipo ha il suo archetipo e tutti lo seguono (tipo per l'high fantasy c'è Tolkien, per il paranormal c'è Twilight ecc), però a volte qualcosa di carino si trova e sia Fidanzati dell'inverno che Il circo di notte sono molto originali e carini. Se riesci a trovarli, Gli inganni di Locke Lamora e La battaglia delle tre corone mi sono piaciuti davvero tanto e ci stanno come lettura :)

@Angela: aspetto con ansia allora ;D


Letti:
Fidanzati dell'inverno di Dabos: un fantasy che mi ha preso molto, grazie alle sue peculiarità e a tutti gli intrighi e le avventure, nonostante poi io capisce coscientemente che abbia delle pecche, da un world-building ancora poco chiaro a un trattamento dei personaggi femminili non ideale. Però era da tanto che un libro non mi prendeva così tanto e proprio mi sono divertita a leggerlo
La stanza delle meraviglie di Selznick: è un ottimo libro per bambini e ho amato il fatto che le due storie venissero raccontate in modi diversi e che ci fossero protagonisti sordi. Penso che la fine sia un po' troppo sentimentale, però carino tutto sommato. Solo io probabilmente ho creduto che fosse un libro fantasy, per il titolo e la copertina
L'assassinio di Roger Ackroyd / Assassinio sull'Orient Express di Christie: L'Orient Express mi è sembrato molto meno appassionante e drammatico del film, che avevo davvero adorato e Ackroyd non mi ha colpito molto, forse il colpo di scena ormai è un po' datato come tipologia, però è stata una lettura scorrevole e carina.
Il sesso delle ciliegie di Winterson: boh? Non so bene cosa dire di questo libro, è troppo onirico e strano per essere facilmente comprensibile. Lo stile è fantastico e il capitolo delle dodici principesse è strepitoso, avrebbe potuto fare un libro solo con quello. Di certo non è il meglio di questa autrice
Delitto al pepe rosa di Glasar: a me non piacciono i gialli tedeschi, ormai l'ho capita. Questo è terribilmente insulso, ha una risoluzione assurda dal punto di vista lavorativo e scientifico, la protagonista rischia ustioni terribili a causa della mancanza di professionalità sua e della sua collega e le storie d'amore non hanno proprio feeling. L'ho letto per la road con Francesco e per fortuna che era corto e che è un libro da spiaggia
[Le nozze di Cadmo e Armonia_438566] di Calasso: mi piace come unisca un attimo di riflessione e di analisi al racconto mitico ed è riuscito proprio a prendermi soprattutto verso la fine. Penso che l'inizio sia un attimo meno organico e i vari pezzetti siano legati molto più tenuamente, ma è davvero una lettura fantastica, che però deve essere fatta da chi conosce già un po' la mitologia greca, perché non c'è glossario
Trilogia della Fondazione di Asimov: ebbene sì, eccomi di nuovo con lui e con la trilogia originale della Fondazione. Penso che sia meglio leggerli tutti insieme, perché in particolare il secondo si legge come vari episodi di una saga. Il primo è certamente il migliore e il terzo è fantastico, ma il secondo è stato proprio un po' lento e noioso, anche se con il Mule sono riuscita a rimanere almeno interessata.
Firebird: La Caccia di Gray: penso sia una sorta di Ya fantascientifico, con tutti i salti interdimensionali, ma la parte migliore rimane quella da romance russo ottocentesco. La premessa è interessante ma è solo una scusa per metterci più generi possibili e moltissimo romance. La prima parte si sente proprio come troppo costruita e la protagonista sa troppo di falso, la sua pretesa di vendicare il padre uccidendo il presunto assassino non sta in piedi nemmeno un attimo. Come lettura è davvero scorrevole e dopo un po' anche carina
Il filo del rasoio di Maugham: non riesco mai a prendere in biblio Il velo dipinto così ripiego sempre su altro e devo dire che questa volta mi reputo estremamente fortunata, dato che quasi fino alla fine ho meditato di dargli 5 stelline piene. Ho amato i personaggi, la premessa e la ricostruzione degli eventi. L'ho trovato molto originale, tenero e appassionato, peccato mi abbia perso con quel discorso di filosofia orientale. Lo consiglio vivamente
Il mio nemico mortale di Cather: era da una vita che volevo leggere qualcosa di questa autrice e questo libro mi ispirava tantissimo. Stranamente le mie aspettative non sono rimaste deluse dato che la Wilella (sì, è il nome completo) scrive in maniera deliziosa, come se dipingesse una miniatura, riuscendo a far immergere il lettore nelle atmosfere sfavillanti e poi deprimenti in cui abitano i protagonisti. Lettura aperta a molte interpretazioni, non vedo l'ora di leggere le vostre opinioni nella discussione apposita ;D
Il tamburo di latta di Grass: ehhhh, non so cosa dire di questo libro, dato che non l'ho proprio capito io di base. Nonostante probabilmente sia altamente metaforico e chiunque sia più ferrato di me in storia tedesca probabilmente lo apprezzerà, faccio fatica a capire come abbia fruttato un Nobel all'autore e come abbia avuto tutto questo successo. Stranissimo e noioso per me.
La passione di Artemisia di Vreeland: davvero fantastico! Ho faticato a convincermi ad iniziarlo, poi l'ho letto tutto in una botta unica, non riuscivo davvero a fermarmi. Mi è piaciuta la protagonista, davvero forte e caparbia, che riesce ad affrontare il suo trauma in maniera davvero coraggiosa, ho amato l'ambientazione (di solito l'ambientazione rinascimentale è un grosso no per gli autori stranieri) e in genere è un libro davvero scorrevole, interessante, che riesce a dare voce al desiderio di fare arte della protagonista in maniera deliziosa.
Giuda di Oz: questo romanzo sembra un po' il vestito di Arlecchino, perché è palese che i pezzi siano stati cuciti insieme, non che stonino però ci si chiede davvero cosa c'entri Giuda con la storia d'amore del protagonista e gli eventi dopo la creazione dello Stoto d'Israele. Per lo più una lettura carina, divertente, poi inizia davvero a stagnare e a mostrare cose già viste duecento volte.
Il richiamo delle spade di Abercrombie: letto per la road con Francesco. Devo dire che mi aspettavo di meglio, dopo aver letto la trilogia de Il Mezzo Re, ma è un solido primo romanzo fantasy, che si appoggia molto sui canoni e non li innova per nulla. Troppo lungo per quello che aveva da dire però si è letto in fretta. Devo leggere il secondo per capire se bocciare o no questa quadrilogia
Hogfather di Pratchett: ci ho messo un mese per leggerlo, quindi direi che non è andata tanto bene. L'ho trovato molto al di sotto degli standard di PTerry, nonostante ci fosse Morte come protagonista, che è sempre una garanzia. Forse leggendolo in lingua ho perso molto, ma la storia non andava avanti e le battute non sono riuscite a risollevare nulla, purtroppo.
Indiana di Sand: veramente peso e noioso, con personaggi bidimensionali, degli sviluppi piatti e prevedibili. Anche questo è un primo romanzo e capisco che dovesse ricalcare le trame dell'epoca, però proprio non avevo empatia per nessuno dei protagonisti e la storia proprio non prendeva, anche quando si faceva assurda.
Isola di Jacobsen: è nebbioso ed è sia una qualità che un difetto. Ho amato come ciò che si raccontasse fosse assolutamente lontano da me e avesse quasi un alone mitico, dall'altro lato mi sembrava di sbirciare un mondo completamente estraneo da me dal buco di una serratura, capendoci quindi poco e nulla. Probabilmente avrebbe avuto bisogno di editing e di capire se raccontare la storia dei nonni o il ritorno della terza generazione di immigrati alle terre d'origine, perché questo miscuglio non ha fatto bene a nessuno dei due filoni.

Migliore: Le nozze di Cadmo e Armonia
Peggiore: Il tamburo di latta


message 12: by Silvia (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 589 comments Mod
Aggiornamento letture giugno 2018:
ho terminato La meccanica del cuore e la graphic novel Chernobyl - La zona, di cui sono molto soddisfatta!


back to top
This topic has been frozen by the moderator. No new comments can be posted.