Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

note: This topic has been closed to new comments.
88 views
Sfida dei Buoni Propositi > COMMENTI e DUBBI

Comments Showing 1-50 of 386 (386 new)    post a comment »
« previous 1 3 4 5 6 7 8

message 1: by Anto_s1977 (last edited Jan 01, 2018 07:59AM) (new)

Anto_s1977 | 6412 comments In questo topic potete commentare, se volete, i libri che man mano andrete leggendo o esprimere i vostri dubbi su qualunque cosa.

Buone letture


message 2: by Antonia (new)

Antonia (anto83) | 12 comments ciao Anto, ho una domanda, quando aggiorniamo sul topic delle liste approvate dobbiamo fare un nuovo post oppure possiamo editare quello principale? grazie e buona sfida a tutti!


message 3: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments puoi editare quello originario, mettendo accanto al titolo FINITO e i punti. Alla fine della lista metti il totale accumulato


message 4: by Antonia (new)

Antonia (anto83) | 12 comments perfetto grazie ;)


message 5: by Amaranta (new)

Amaranta | 4162 comments Ma se editiamo sempre lo stesso post per vedere i progressi degli altri dobbiamo scorrere tutte le liste?


message 6: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments Certo!


message 7: by Amaranta (new)

Amaranta | 4162 comments uhm...non mi sembra molto comodo, non converrebbe aggiornare con un nuovo post?


message 8: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments siamo troppi @Amaranta


message 9: by Amaranta (new)

Amaranta | 4162 comments ma è più facile leggere i post nuovi, come nelle altre sfide


message 10: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments impossibile, sarebbe un'impresa andare a trovare l'ultimo post per chi aggiorna raramente. L'unica cosa consentita è aprire un topic personale


message 11: by Amaranta (new)

Amaranta | 4162 comments basta avere un file personale e incollare quello. io non cerco mai i post vecchi, aggiorno il mio e poi incollo.


message 12: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4043 comments @Amaranta non ha tutti i torti. I post sono numerati, basta segnarsi il numero e il gioco è fatto! ☺️


message 13: by Senny (new)

Senny | 449 comments Boh, secondo me verrebbe un macello, già con le sfidine di 3 mesi vengono fuori 20 pagine, immaginiamo con una sfida di un anno! Però l'idea dei topic personali non è male...


message 14: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments secondo me si può fare con un numero di partecipanti più ridotto. Avete contato quanti siamo? Siamo troppi


message 15: by Amaranta (new)

Amaranta | 4162 comments ma quale è il problema di fare tante pagine di aggiornamenti? non capisco


message 16: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments Non mi sembra una buona idea e comunque non si era discusso e risolto il problema così da tempo?


message 17: by Amaranta (last edited Jan 03, 2018 01:08PM) (new)

Amaranta | 4162 comments Si, vero ma al momento pratico sembra un po' meno agevole questa soluzione. Vediamo come va.


message 18: by Amaranta (new)

Amaranta | 4162 comments Ho completato la lettura in Sicilia. Caffè amaro di Simonetta Agnello Hornby.

Mi piace cominciare l’anno nella mia Sicilia e con una donna a raccontarmela.
Caffè amaro è la storia di una vita, di una giovinetta che diventa donna, in mezzo ad un mondo che cambia con lei, che scopre i piaceri della vita, li assapora come si fa con una pasta di mandorla morbida, prima la senti friabile sotto i denti, poi affondi quando prendi coraggio e poi la assapori per goderne il più a lungo possibile, quelle mandorle che rimangono un po’ lippose sui denti e continui a masticare finchè ogni pezzettino non è finito. Così Maria si gode la sua vita. Scopre con Pietro il piacere di un amore che è in qualche modo affetto, dovere, e poi con Giosuè quello che è passione, che brucia l’anima e che non dà tregua. I loro destini sono legati come i capelli in una treccia, una acconciatura semplice, da bimba ma con una sensualità per questo sublime perché nascosta e spontanea.
E la Sicilia la guarda, nei piccoli gesti che sono misura e insieme pazienza, coraggio e devozione, generosità e lentezza. Si raccontano sullo sfondo le vicende della Grande Guerra, le dinamiche delle ultime famiglie nobili siciliane, le difficoltà di un popolo orgoglioso, sfinito ma mai vinto. E la capacità di adattamento che una donna deve avere, in un po’ di zucchero negato per dispetto travestito da dimenticanza che diventerà un caffè amaro costante della vita.
Una scrittura piacevolissima, una storia semplice ma condita del sapore delle zagare del sole e del mare scintillante che la rende più cara.


message 19: by Phuong (last edited Jan 03, 2018 03:29PM) (new)

Phuong | 323 comments Io ho finito Bonjour tristesse di Francoise Sagan, lettura a piacere.
Un libricino breve ma intenso. Poca empatia per i personaggi, ma tanto trasporto nel leggere delle loro vicende. Con pochi tratti, Sagan sa delineare figure precise, nette geometrie esterne entro cui è racchiuso un caos di contraddizioni che fanno capolino più o meno spesso a seconda dei personaggi. Rimane in testa per la trama sottilmente malsana, per i temi, per una protagonista e voce narrante complessa e inquietante, per una libertà impudica eppure elegante nel trattare di certi argomenti. Rimane in testa ma soprattutto rimane nella pelle.


message 20: by Simona (new)

Simona Fedele | 2440 comments Ho finito il libro con meno di 150 pagine: La leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving.
Libro molto "bucolico" e indubbiamente molto poco terrificante. Chi ha visto il film "Il mistero di Sleepy Hollow" sappia che leggerà un libro completamente diverso.


message 21: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments Simona wrote: "Ho finito il libro con meno di 150 pagine: La leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving.
Libro molto "bucolico" e indubbiamente molto poco terrificante. Chi ha v..."


Simona, purtroppo un libro di 44 pagine non dà diritto a nessun punto. Per favore, riporta il tuo totale a 0 appena possibile


message 22: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments Cassifica aggiornata (mi raccomando controllate)


message 23: by aithusa (new)

aithusa | 517 comments Finito Mastro Don Gesualdo di Giovanni Verga (libro ambientato in Sicilia)

Se l'avessi letto qualche anno fa probabilmente non lo avrei apprezzato tanto quanto l'ho apprezzato oggi, Verga, infatti, è uno di quegli autori che, ai tempi del liceo, ho proprio odiato. Provando a leggere "I Malavoglia" più volte, altrettante volte l'ho abbandonato dopo pochissime pagine. Negli ultimi anni però ho provato a rivalutarlo, prima con "Storia di una capinera" e adesso con "Mastro-don Gesualdo", un romanzo molto godibile con protagonisti ben descritti, quasi vivi, e inseriti in un contesto molto realistico, con descrizioni che non risultano pesanti. Una Sicilia che viene messa a nudo con tutti i suoi pregi, difetti e contraddizioni. Mastro-don Gesualdo non è un personaggio che risulta molto simpatico ma gli ci si affeziona lo stesso, lui che ha un grande successo negli affari e con la "roba" ma che fallisce miseramente a livello di affetti e dei rapporti con gli altri, una famiglia che lo sfrutta per le sue ricchezze, che viene disprezzato dal suo ceto d'origine perché arricchito ma mai accettato dai ceti più alti, e lo dimostra l'appellativo di "mastro-don" che sottolineano la natura del personaggio, non più muratore ma nemmeno un borghese. Una vita dedita completamente agli affari fino al triste epilogo.
Una fine che lascia l'amaro in bocca.


message 24: by Simona (last edited Jan 06, 2018 01:37PM) (new)

Simona Fedele | 2440 comments Anto_s1977 wrote: "Simona wrote: "Ho finito il libro con meno di 150 pagine: La leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving.
Libro molto "bucolico" e indubbiamente molto poco terrifi..."


Acc...Scusate. Ho riportato il mio punteggio a zero. Posso cambiare il titolo?
Rettifico: ho riletto il regolamento e ho visto che la lista, una volta che è stata approvata, non si può cambiare. Quindi quella sezione resterà "inevasa"?


message 25: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments Non ti dà punti per le pagine, ma comunque contribuisce a completare la categoria e a farti guadagnare i 20 punti dopo che avrai letto gli altri sei


message 26: by Mickdemaria (new)

Mickdemaria | 892 comments Finto Un ragazzo di Nick Hornby

Un uomo rimasto ragazzo, un bambino che diventa ragazzo, una madre maniaco depressiva, una giovane ribelle, vite che si incrociano nella londra degli anni '90, tra bullismo, famiglie allargate e riflessioni esistenziali, tutto accompagnato dal sound ruvido dei Nirvana sotto lo sguardo profondo del profeta suicida Cobain che occhieggia da una t-shirt.
Un romanzo di formazione (e ri-formazione) dal tono leggero e gradevole, una riflessione sulla possibilità di trovare la felicità nonostante le difficoltà, le insicurezze, le idiosincrasie che ci accompagnano sempre, a qualsiasi età, un invito ad accettare con un sorriso tutte quelle trasformazioni, quegli incidenti, quelle sorprese che chiamiamo "vita".
Hornby è un autore nascosto dietro le sue storie che sviluppa con fare sicuro, tono leggero, e una bella capacità di presa trasversale su una gran varietà di lettori. Una scrittura "popolare" in senso buono, che non dà mai l'impressione di trovarsi davanti a grande letteratura ma che si legge molto volentieri e può anche suscitare qualche riflessione. Magari può non entusiasmare, ma difficile che non piaccia.
Voto:7

Finito anche La sovrana lettrice di Alan Bennett

Bennett parte da un semplice interrogativo: In che modo la lettura cambia le persone? Da capace prosatore e drammaturgo di livello risponde a suo modo, prendendo un'idea e portandola alle estreme conseguenze. In questo caso siamo di fronte a nientemeno che Her Majesty che, com'è come non è, si ritrova ad 80 anni a scoprire la gioia della lettura. Sarà una scoperta tutt'altro che priva di conseguenze.
Bennett narra come al solito con mestiere sicuro e prosa leggera, il libro è breve, agile e veloce, adatto ad una vasta varietà di lettori. Ciò che colpisce è l'amore sincero per la letteratura che traspare da ogni pagina. Ci vediamo passare davanti agli occhi autori ed autrici più o meno famosi, abbiamo la possibilità di ripensare alle loro opere, di confrontare le nostre opinioni con quelle di Bennet/Elizabeth, di vedere come piano piano, pacatamente, queste opere agiscono nella coscienza della lettrice, lasciano una traccia e modificano.
"E' possibile che io mi stia trasformando in un essere umano. Non sono convinta che si tratti di un cambiamento auspicabile",
La lettura come strada per la crescita e l'evoluzione. La lettura come grande strumento democratico. Un libro si dà a tutti alla stessa maniera, un libro non è deferente, non è interessato, non è di parte, scavalca le barriere sociali, ci rende fratelli in un metamondo letterario. Ed è anche possibile che una regina ed uno sguattero diventino migliori amici.
Ma in ogni dramma che si rispetti (Bennett ne sa qualcosa) serve un conflitto. Che c'è di conflittuale nel leggere? Molto! La lettura è sempre e comunque uno sguardo personale sul mondo, è una porta verso la comunione, è una piccola molotov in formato paperback da portare sempre nella borsa e quindi è un atto sovversivo, perché un governo si basa su leggi che la letteratura è sempre pronta a superare e a mettere in discussione (ricordate Fahrenheit 451?)
Trama intrigante, prosa sicura e amore per la letteratura racchiuse in un'oretta di lettura.
Per me un libro da consigliare.
Voto: 7,5


message 27: by Simona (new)

Simona Fedele | 2440 comments Anto_s1977 wrote: "Non ti dà punti per le pagine, ma comunque contribuisce a completare la categoria e a farti guadagnare i 20 punti dopo che avrai letto gli altri sei"

Ok. Grazie Anto. Lo sostituisco allora con La casa sfitta di Dickens, libro di 138 pagine che mi è finalmente arrivato.


message 28: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments @Simona, non mi sono spiegata. Non puoi sostituire un libro della lista già approvata. Semplicemente non ti dà punti, ma non è grave :-)


message 29: by Simona (new)

Simona Fedele | 2440 comments Anto_s1977 wrote: "@Simona, non mi sono spiegata. Non puoi sostituire un libro della lista già approvata. Semplicemente non ti dà punti, ma non è grave :-)"

Ce la posso fare, Anto!
Allora, La leggenda di Sleepy Hollow vale come libro letto ai fini del completamento della categoria ma non mi darà punti pagina.
Rimetto a posto la candela...cioè la mia lista.
Grazie per la pazienza


message 30: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments Simona wrote: "Anto_s1977 wrote: "@Simona, non mi sono spiegata. Non puoi sostituire un libro della lista già approvata. Semplicemente non ti dà punti, ma non è grave :-)"

Ce la posso fare, Anto!
Allora, La legg..."


;-)


message 31: by Phuong (new)

Phuong | 323 comments Finito La donna della domenica, primo dei 3 libri per la categoria B (investigatore come protagonista).

Non avrei mai pensato che un giallo potesse piacermi così tanto. E infatti è vero quello che dicono in molti, che "La donna della domenica" è molto più che un giallo, è un romanzo di costume che traccia alla perfezione l'ambiente torinese ai suoi piani medio-alti. Ed è bello, ma proprio bello. Nella ridondanza di dettagli quotidiani che ti fanno immergere nella storia, nella reticenza con cui vengono ritratti ad arte i pensieri dei personaggi, sempre il necessario per darci uno spaccato complesso della loro personalità e mai abbastanza per escluderli dalla lista dei sospetti, negli indimenticabili caratteri di alcuni di questi personaggi, così umani nelle loro impressioni e così ben resi che sembrano persone vere. E poi l'ironia sottile che compare discretamente, le miriadi di spunti di riflessione, il realismo tangibile di ogni scena. Il delitto e la sua risoluzione sono solo il contorno di un piatto già saporitissimo di suo.


message 32: by LauraT (new)

LauraT (laurata) | 1721 comments Io invece ho appena finito Cannery Row di John Steinbeck.

Quest'autore, uno dei preferiti di mio padre, io invece l'ho scoperto tardi. E mi stupisco. Oltre ad affrontare temi di sofferenza sociale, l'uomo scrive benissimo - non avrà preso il Nobel e il Pulitzer per caso!
Come esempio: "Mary came softly in, for the blue-gray color of his gloom had seeped out under the door and through the keyhole" ....


message 33: by Senny (new)

Senny | 449 comments Ho letto Ragazze elettriche di Naomi Alderman: mi è piaciuto come idea e svolgimento della trama, un po' meno come narrazione e stile di scrittura, diciamo che si poteva fare di meglio, ma la storia è interessante e originale, e mi sono anche riapprocciata al genere distopico, dopo le passate delusioni con altri classiconi dello stesso genere.

Ho letto anche Una passeggiata nei boschi di Bill Bryson:

Un resoconto spassoso di un'avventura dell'autore attraverso l'Appalachian Trail, un sentiero che percorre un sacco di stati negli U.S.A. ed è lungo una marea di km. Mi piace molto lo stile dell'autore, trovo che non ecceda mai né nell'umorismo becero, né negli spiegoni apocalittici (anche se a volte si lasciava prendere la mano e a me partiva il tema di SuperQuark mentre leggevo, ma almeno ciò di cui parla è interessante e non annoia).


message 34: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments classifica aggiornata
https://www.goodreads.com/topic/show/...

Per favore, aggiungete il numero di pagine accanto ai libri letti, il totale alla fine e i punti delle sfidine (se le avete concluse). Questo per facilitarmi i controlli. Grazie


message 35: by Senny (new)

Senny | 449 comments Altro aggiornamento; ho finito anche Assassinio sull'Orient Express, di Agatha Christie.

Ho adorato questo libro, breve ma estremamente brillante e ben scritto, personaggi ben caratterizzati e alcuni davvero memorabili; Hercule Poirot poi mi fa ammazzare sempre dalle risate coi suoi modi strani, da anti-Sherlock Holmes per eccellenza, con le sue mollette piega-baffi e le sue frecciatine al re dei detective ("A me non me ne frega nulla delle impronte o della qualità delle ceneri delle pipe, io mi attengo alla psicologia, quella mi interessa, con quella risolvo i casi" semi-cit.). Il mistero poi è interessante e ben congegnato, mi ha davvero intrigata.


message 36: by Lalluz (new)

Lalluz | 300 comments ho finito Sleeping Beauties di Stephen e Owen King
mi è piaciuto molto.. incollata alle pagine..
qualche parola in più qua: https://www.goodreads.com/review/show...


message 37: by Amaranta (last edited Jan 13, 2018 04:48PM) (new)

Amaranta | 4162 comments Ho letto una delle letture consigliate: Raccattacadaveri di Juan Carlos Onetti.

Una storia curiosa per il mio primo Onetti. Un paese immaginario, Santa Maria in cui viene aperto un bordello da Larsen, meglio conosciuto come Raccattacadaveri. E tutto il paese gira intorno a tale decisione, oltranzisti del no e tolleranti. Alcune figure emergono dalle pagine, sono accennate come schizzi di matita ma con contorni ben definiti: il dottor Diaz Grey nei sui vestiti fiammanti, il laido Raccatta con la sua pseudo donna Maria Bonita, il diciassettenne Jorge che sostituisce anche nel letto il fratello morto, il curato Bergner e Marquitos fumatore e ubriacone incallito, entrambi a favore della chiusura della casa azzurra, la povera Julita che si aggira per la casa come un moscone contro un vetro.
Il ritmo è discontinuo, spezzato ma credo che questa sia proprio la caratterizzazione di un personaggio complesso, fuori dagli schemi che affronta i temi del decadimento fisico, morale e della morte volendoli in qualche modo esorcizzare.


message 38: by Margherita (new)

Margherita (modernmonkey) | 448 comments Finito il Mago di Oz;

Tralasciando la trama, che più o meno già si conosce, quello che mi è piaciuto di questo libro è la "morale".
Ognuno ha le carte in regola per riuscire nei propri obiettivi, basta credere in sé stessi e nella propria forza per alzare la testa e continuare a combattere. Senza naturalmente dimenticare che abbiamo sempre bisogno di qualcuno che ci incoraggi.
Magari potrebbe sembrare scontata e "trita e ritrita" ai nostri occhi da adulti, ma credo che in alcune fasi della nostra vita sia quasi terapeutico leggere questo (o altri libri simili) e per una volta far finta di crederci realmente.


message 39: by Mickdemaria (last edited Jan 17, 2018 03:08AM) (new)

Mickdemaria | 892 comments Finito Una stanza piena di gente

"

- Com'è fatto? Cosa vedi realmente quando sei sul posto?
- E' un grande fascio di luce bianca che illumina il pavimento. Tutti stanno lì intorno o sono nei loro letti lì vicino nel buio. Qualcuno sta a guardare, altri dormono o sono impegnati nelle loro attività. Ma chiunque faccia un passo avanti sul posto prende il controllo della coscienza.


Dall'autore dell'acclamato racconto di fantascienza "Fiori per Algernon" un romanzo ancora più fantastico eppure vero dall'inizio alla fine, un viaggio in un microcosmo neurale, una vacanza nella piccola Milligan City alla scoperta dei suoi stravaganti abitanti. Basta la lista dei personaggi all'inizio del libro per farci sbarrare gli occhi e inchiodarci alle 541 pagine fatte di colpi di scena, prigioni, riformatori, stupri, tribunali, pittura, politica, geografia, accenti, regole, faide, viaggi in macchina, elettronica, musica, famiglie, stupefacenti... Abbastanza per tirarne fuori 24 storie, 24 biografie, una saga familiare arrotolata tra le spire di una sostanza grigia e molliccia, un'esplosione di neuroni e sinapsi come in un capodanno della psiche, un inferno nel quale non si è mai soli.
Se non ci credete venite a conoscere i Milligans, ne scoprirete delle belle!
Voto: 8


message 40: by Patty_pat (new)

Patty_pat | 2876 comments Finito il mio primo buon proposito!

L'uomo di Londra di Georges Simenon

Il mio primo Simenon. Almeno credo, non ho ricordi di averne letti altri nella mia vita. La parte thriller di questo breve romanzo è molto leggera, mentre il personaggio principale, un uomo che provvede agli scambi ferroviari al porto-stazione di Dieppe è approfondito in ogni suo dettaglio, scandagliato in tutti i suoi pensieri. Proprio il suo pensiero è il filo conduttore di tutto il romanzo. Un uomo proveniente da Londra sbarca a Dieppe, non prima di aver lanciato in mare una valigetta. Maloin, il nostro protagonista vede la scena e assiste all'omicidio dell'uomo. Recupera la valigetta e da quel momento si trasforma, da uomo noioso, monotono che pensa alla sua famiglia e al suo quotidiano, in un uomo tormentato da quello che trova nella valigetta fino ad arrivare a perdere se stesso, confondendo questo suo smarrimento con una rinnovata dignità. Credo che questo libro vada lasciato sedimentare nella memoria, perché al momento ti lascia smarrito e triste, ma pian piano capisci cosa ci ha raccontato Simenon: la trasformazione di un uomo.


message 41: by Lalluz (new)

Lalluz | 300 comments finito qualche giorno fa La mia Africa di Karen Blixen.

Libro decisamente deludente, insapore e scialbo...
https://www.goodreads.com/review/show...


message 42: by (new)

Lù (ldovica) | 819 comments Ho finito il mio primo libro: Le nostre anime di notte di Kent Haruf di cui ora voglio assolutamente vedere il film!

L'ho appena finito! Ho sorriso, mi sono arrabbiata, mi sono intenerita... il giudizio quindi è sicuramente positivo, ma per me invece è inevitabile fare il paragone con gli altri suoi libri e, beh, la trilogia è la trilogia. Probabilmente se avesse avuto più tempo il libro sarebbe risultato un po' più "perfetto", ma la vita ha spesso piani diversi da quelli che vorremmo.

Mi dispiace tantissimo non poter leggere altro di suo. Non ho dubbi però sul fatto che sarà un autore di cui rileggerò.

Devo dire poi che quando si è autocitato mi è piaciuto moltissimo!


message 43: by Ale (new)

Ale | 2577 comments Ho letto La canzone di Achille, di Madeleine Miller, ovvero la storia di Achille narrata da Patroclo, dal loro primo incontro fino alla morte di durante la guerra di Troia. L’autrice è una classicista che evidentemente conosce bene la materia, e infatti il libro abbonda di dettagli interessanti sulla vita dell’epoca, ma il romanzo in sé a dire il vero non mi ha entusiasmata se non nella prima parte che racconta la giovinezza dei due protagonisti.


message 44: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments finito Via Castellana Bandiera di Emma Dante

E' uno di quei giorni estivi in cui l'afa e lo scirocco avvolgono la Sicilia, costringendo i suoi abitanti a boccheggiare alla ricerca di un po' di sollievo.
Rosa e Clara sono a Palermo per partecipare ad un matrimonio di amici e, durante la ricerca di
un indirizzo dalle parti della Fiera, si ritrovano a percorrere uno stretto vicolo a doppio senso che non permette il passaggio di due auto contemporaneamente. Sono costrette, pertanto, a bloccarsi nel bel mezzo di Via Castellana Bandiera perchè si ritrovano di fronte la Punto della famiglia Calafiore.
I Calafiore sono una famiglia numerosa e dedita a piccoli traffici; alla guida dell'auto c'è Samira, la suocera del capofamiglia Saro, di origine albanese che si impunta e si rifiuta di fare marcia indietro per lasciar passare le "milanesi".
A questo punto anche Rosa decide che di lì non la smuoverà nessuno.
Trascorre tutto il giorno in questo pittoresco vicolo e poi anche la notte intera, ma le due donne rimangono ferme nelle loro posizioni, mentre attorno si dipanano scommesse e vicende familiari.
Poi...il tragico epilogo.
Ho trovato questo libro molto bello, nonostante la vicenda leggermente surreale. L'autrice riesce a trasmettere la sicilianità dei personaggi in modo perfetto.


message 45: by Mickdemaria (new)

Mickdemaria | 892 comments Finito uno dei miei libri che hanno ispirato un film, Il momento di uccidere di John Grisham

Anno 1987, dopo qualche anno di lavoro in tribunale il giovane John Grisham, dopo cena, nel portico della sua casetta di Southaven, Mississipi sta sorseggiando una Coors direttamente dalla bottiglia e si gode i primi refoli di vento che finalmente portano un po' di sollievo alla fine di una calda, calda giornata nel profondo sud degli Stati Uniti. Una folata improvvisa trascina il lamento lontano di una sirena della polizia chissà dove, le voci di un notiziario fuggono dalla finestra del vicino, un grasso bianco repubblicano con una bandiera dei confederati che occhieggia da un balcone e un ghigno fisso sulla faccia come se avesse un perenne mal di piedi. due bambine di colore corrono sul marciapiede ridendo e gridandosi dietro, John si chiede: E se utilizzassi un po' delle cose che ho visto in tribunale, le mischiassi con un po' delle cose che vedo per strada e le buttassi in un bel romanzo?
Dopo quella serata (inventata ma vi sfido a dimostrare che non è andata così) il mondo della letteratura d'intrattenimento si arricchirà di un nuovo appassionante genere, il Legal Thriller, che incatenerà alle pagine milioni di lettori, invaderà gli schermi di cinema e tv e riempirà le tasche del nostro simpatico avvocato di provincia.
Il momento di uccidere è il primo romanzo di Grisham, quello che darà la stura a tutti i successivi. Già da questo esordio Grisham dimostra mente lucida, struttura solida e facilità di scrittura. Inutile cercare bellurie letterarie, non è questo il luogo giusto. Ma se avete voglia di un bel tomo che accompagni le vostre giornate sotto l'ombrellone o le vostre serate rannicchiati sul divano sotto un plaid potrebbe fare al caso vostro. Grisham fa una gran fatica per impostare tutta la situazione, farci affezionare ai personaggi e confezionare una storia con molti chiaroscuri, nella quale i "buoni" sono chiaramente dalla parte del torto. Forse non all'altezza dei suoi capolavori ma si legge volentieri.
Voto:7


message 46: by Emanuela (new)

Emanuela (emanuelalt) | 3113 comments Domandina, come ci regoliamo con il calcolo delle pagine degli eBook? Ci regoliamo con quanto riportato nella scheda GR e non nel numero di pagine del nostro eBook vero?


message 47: by Cic (new)

Cic il ciclista stanco (ilcicpedalator) | 1150 comments DOMANDA: che "tag" usate per evidenziare in colore una parola (ad es. il titolo dei libri letti)?


message 48: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6412 comments i link al libro?


message 49: by Amaranta (new)

Amaranta | 4162 comments Cic wrote: "DOMANDA: che "tag" usate per evidenziare in colore una parola (ad es. il titolo dei libri letti)?"

sullo spazio per scrivere clicca add a book.


message 50: by Margherita (new)

Margherita (modernmonkey) | 448 comments Finito Lo hobbit di Tolkien.
Commento (con qualche spoiler vario ed eventuale) qui: https://www.goodreads.com/review/show...


« previous 1 3 4 5 6 7 8
back to top
This topic has been frozen by the moderator. No new comments can be posted.