Reading Challenges discussion

45 views
Consigli di Lettura > 2016 Luglio - COMMENTI

Comments Showing 1-11 of 11 (11 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Stefania (new)

Stefania (stefychi) | 5043 comments Mod
STEFANIA consiglia a PAOLA "La casa per bambini speciali di Miss Peregrine"
PAOLA consiglia a JESSY "All the Light We Cannot See"
JESSY consiglia a FESEVEN "Confessions"
FESEVEN consiglia a MARINA "Il padre di mia figlia"
MARINA consiglia a AUNTIE "Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano"
AUNTIE consiglia a TINTINNABULA "Il velo dipinto"
TINTINNABULA consiglia a ROSA "Steelheart"
ROSA consiglia a ROWI "Il mondo di ieri"
ROWI consiglia a CATERINA "La regina del deserto"
CATERINA consiglia a EMMA "Il buio oltre la siepe"
EMMA consiglia a PATTY "Per mano mia: Il Natale del commissario Ricciardi"
PATTY consiglia a STEFANIA "The widow"

buone letture a tutti!


message 2: by Jessy (new)

Jessy (jessytami) | 349 comments stavo aspettando il topic hihi

ho finito il libro. mi è piaciuto molto, anche se all'inizio mi sembrava un po' noioso, verso la metà mi sono innamorata di alcuni personaggi :D
non mi è piaciuto molto il finale, perché mi ha fatto piangere troppo, davvero commovente

bel consiglio! grazie!


message 3: by Paola (new)

Paola | 590 comments Jessy wrote: "stavo aspettando il topic hihi

ho finito il libro. mi è piaciuto molto, anche se all'inizio mi sembrava un po' noioso, verso la metà mi sono innamorata di alcuni personaggi :D
non mi è piaciuto ..."


Sono contenta ti sia piaciuto! :)


message 4: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Buongiornoooo!
Terminato di leggere Per mano mia: Il Natale del commissario Ricciardi.
Mi è piaciuta molto l'ambientazione negli anni '20-'30 in una Napoli brulicante di vita .
Bella lettura e grazie a Emma che mi ha dato la spinta per incontrare finalmente il commissario Ricciardi. Un consiglio che giro volentieri


message 5: by Tintinnabula (new)

Tintinnabula | 215 comments Eccomi! Ho finito il mio consiglio di Luglio, "Il velo dipinto". Una lettura triste ma non disperata, che parla d'amore (ma più che altro di rapporti umani in genere) senza mai scadere nel banale o nello sdolcinato.
Mi è piaciuto molto, soprattutto perché prediligo i libri in cui le vicende si svolgono in maniera pulita e non ci si sofferma troppo sui dettagli.
Grazie a Auntie per la spintarella!


message 6: by Feseven (new)

Feseven | 1446 comments Mod
Ho finito Confessione

Un bellissimo libro, una specie di giallo di cui sappiamo già chi ha fatto cosa ma non come si sono svolti gli eventi.
Partendo dal punto di vista di ognuno dei personaggi coinvolti si mettono insieme piano piano i tasselli di una vicenda inquietante che coinvolge principalmente la morta di una bambina di quattro anni, due studenti delle medie e la loro insegnante.
La Minato riesce a descrivere senza troppi fronzoli le angosce, le cattiverie e gli stati d'animo dei protagonisti fornendo ad ogni capitolo un nuovo scenario che in qualche caso stravolge le idee che ci si è fatti nel capitolo precedente.
Un libro scritto bene, diretto, freddo e distaccato ma comunque coinvolgente, una storia forse un po' ai limiti dell'assurdo ma non così lontana da quello che sentiamo al telegiornale tutti i giorni purtroppo.
I giapponesi non riescono mai a deludermi, grazie a Jessy per il consiglio :)


message 7: by Emma (new)

Emma Costamagna | 113 comments Buongiornissimo! Appena tornata dal mare, dove in pochi giorni ho letto Il buio oltre la siepe. Ringrazio tantissimo Caterina per il suggerimento: pensavo fosse un mattone difficile da digerire, invece lo stile utilizzato dall'autrice fa sì che la lettura scorra piacevolmente. Soprattutto, mi sono ricreduta sulla mentalità femminile degli anni Trenta. Intendiamoci, l'idea dominante era che una ragazza sapesse comportarsi da signora quando ancora era in fasce, ma c'era già chi si ribellava (la protagonista) e che a nove anni non voleva assolutamente liberarsi dai suoi "calzoni": mai come in questo caso è valido il detto "Non fare di tutta un'erba un fascio"; così come c'era già, anche nel sud degli Stati Uniti, chi si batteva (anche se ancora nell'ombra) per i diritti civili degli Afroamericani.
Ammetto che all'inizio sono rimasta un po' infastidita dal non riuscire a collocare temporalmente i fatti narrati: da una parte, la narrazione raccontava di eventi durante la Depressione (e quindi collocavo il romanzo negli anni immediatamente successivi al 1929), dall'altra, la protagonista cita in un paio di passi un certo cugino del padre che pare ricordarsi la Guerra Civile come se l'avesse combattuta lui. Solo verso la fine, viene menzionato l'anno: 1935.
Nonostante ciò, cinque stelle meritatissime.


message 8: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 779 comments Ho appena finito di leggere il mio consiglio di luglio, Il padre di mia figlia di Nenad Veličković. Sinceramente non mi è piaciuto, non tanto perché la storia fosse brutta (anzi era tutto sommato abbastanza interessante), quanto perché non ho amato per niente il tipo di scrittura. Se volete, sul mio blog ho scritto una recensione più completa: https://sonnenbarke.wordpress.com/201...
Ringrazio comunque Feseven per il consiglio, perché leggere questo romanzo mi ha consentito di progredire nel mio personale giro del mondo coi libri, dato che l'autore è bosniaco :-)


message 9: by Stefania (new)

Stefania (stefychi) | 5043 comments Mod
Ciao a tutti!
vi lascio il link per le iscrizioni per agosto:
https://www.goodreads.com/topic/show/...


message 10: by Caterina (new)

Caterina | 1048 comments Ho terminato il bellissimo La regina del deserto.
Biografia di una donna straordinaria, di cui io ignoravo persino l'esistenza.
Geltrude Bell esplora i paesi arabi nei primi del 1900' una zona tristemente attuale, da sola, cavandosela con una buona dose di fortuna è un incredibile faccia tosta. Esploratrice, cartografa, agente segreto, esperta di politica mediorientale, una donna formidabile.
Al libro posso solo fare una critica, la mancanza di fotografie, curiosità che ho prontamente soddisfatto su Wikipedia.
Grazie a Rowi per lo splendido consiglio.


message 11: by Paola (new)

Paola | 590 comments Ho terminato la lettura di La casa per bambini speciali di Miss Peregrine e devo ammettere che avendone sentito parlare molto bene la mia aspettativa era molto alta. Data tale aspettativa alta, mi sono ritrovata, per 3/4 del libro, a chiedermi "Beh, ma dov'è l'azione?": ha, infatti, un'introduzione molto lunga; ogni volta che pensi che la storia stia per decollare e possa diventare azione pura ecco che si arena un po'.
Nel suo complesso è stata una bella lettura, scritta in modo semplice e quindi adatta anche ad un pubblico giovane (non per niente ricade nella categoria YA) e soprattutto leggera, che al suo interno mischia la persecuzione degli ebrei a dei giovani X-Men (ed infatti la figura di Magneto continuava ad apparirmi davanti durante la lettura).
Unica pecca: dover arrivare fino a quasi fine romanzo per poter avere vera azione e lotta tra eroi e anti-eroi.
Il finale è apertissimo per il secondo volume (non ricordo se per caso sia già uscito anche il terzo volume...); secondo volume che non so ancora se prenderò perché potrebbe essere più ricco d'azione, ma non mi fido per ora dato che la mia sensazione è stata di essermi trovata di fronte ad un volume introduttivo alla storia vera e propria.
Menzione d'onore per l'editing vero e proprio del libro: pagina divisoria tra un capitolo e l'altro in stile 1800, foto vecchie riprodotte, cartoline e/o lettere scritte a mano inserite all'interno del libro hanno reso l'esperienza sicuramente migliore (credo che senza queste "chicche" non gli avrei dato le quattro stelle).
Ringrazio Stefania per il consiglio perché comunque è stata una bella lettura che ho concluso in poco tempo e che terrò in serbo per qualche giovane mente (magari già per il nipote tredicenne, che sta leggendo Percy Jackson)!


back to top