Diogenes Club discussion

21 views
La biblioteca > Bilanci e sbilanci in libreria [Reupload]

Comments Showing 1-23 of 23 (23 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Quell'Uomo (new)

Quell'Uomo (quelluomo) | 55 comments Mod
L'ho cancellato per sbaglio. Chiedo scusa per l'inconveniente.
Ho cancellato due post di Mony76 e ho cancellato l'intero topic. Ops. =/
Potete continuare la discussione, e Monica, non pubblicare link a siti da cui scaricare materiale protetto da copyright.


message 2: by Devero (new)

Devero | 976 comments Quindi?
Di che si parlava?


message 3: by Renato (new)

Renato Vincenzo | 367 comments Del bilancio letture del 2012 e le prospettive (sempre in abito libri) per il 2013 :)


message 4: by Tintaglia (new)

Tintaglia | 1088 comments Mod
Ecco il mio:
Riassumo:
- ho letto meno del 2011
- letture complessivamente medie, con picchi di libri meravigliosi. Ma quel "complessivamente medie" mi deprime
- primo anno di GdL, fisso con YA e Dintorni e ogni tanto con amiche
- moltissimi libri per ragazzi, pochi classici, niente saggistica o quasi, pochissimi fumetti, poche riletture
- alcuni autori entrati nella mia scuderia: Shannon Hale, Gillian Flynn, J. Anderson Coats, Ken Liu
- ho scoperto le ARC. A volte mi dico "purtroppo", visto che in certi periodi mi sono trovata a leggere solo per recensire, che ne avessi voglia o meno
- alcune delusioni: De Mari, Carlotto, Vitali
- ricordi meravigliosi della lettura di Abraham
- ho riscoperto la poesia, grazie alla meravigliosa Wyslawa Szymborska

Propositi:
- riprendere una "dieta" più sana, con classici e un poco di saggistica
- riprendere gusto alla lettura: nell'ultimo periodo non l'ho amata quanto un tempo
- controllare l'avidità (e l'ansia) e richiedere meno ARC - che devo leggere e recensire in periodi ben definiti
- imparare a dire di no a qualche GdL
- smaltire un po' della mia coda di lettura

...insomma, tutte misure volte a disintossicarmi. Suggerimenti?


message 5: by Devero (new)

Devero | 976 comments Suggerimenti per te non ne ho, Azusina.
Quelli che avrei già so che non funzionerebbero. Del resto non funzionano nemmeno con me.

Nel 2012 ho assodato di avere una coda di lettura di oltre un centinaio di volumi; circa una sessantina di saggistica varia ed una quarantina di narrativa, per lo più fantascienza, qualche fantasy.
A questo proposito, un mammuth Newton come quello dedicato a Sherlock Holmes di ACDoyle, come lo conto? Vale per uno o vale per 4 (in fin dei conti raccoglie i 4 precedenti volumi tali e quali).

Ho letto soprattutto fumetti e saggi, e alcuni romanzi, nel 2012. Ho letto di più rispetto al 2011, o meno? Non ne ho idea. L'impressione è di aver letto meno romanzi e saggi e più fumetti, ma quantificare bene non mi è possibile.

Prospettive per il 2013?
Ridurre un poco la coda di lettura, e trovarmi un tema specifico per la seconda metà dell'anno, magari qualcosa che mi permetta di collegare alcuni dei miei interessi.
Oppure un campo per me totalmente nuovo.

Visto che il topic s'intitola anche "sbilanci in libreria" dirò anche che tra i buoni propositi per l'anno 2013 c'è la riduzione di spesa in cartaceo. Che sia qualcun altro a mantenere l'editoria, io non sopporto più lo sforzo di pagare e poi non avere tempo di leggere ciò per cui ho pagato.


message 6: by Tintaglia (new)

Tintaglia | 1088 comments Mod
Devero wrote: "Visto che il topic s'intitola anche "sbilanci in libreria" dirò anche che tra i buoni propositi per l'anno 2013 c'è la riduzione di spesa in cartaceo. Che sia qualcun altro a mantenere l'editoria, io non sopporto più lo sforzo di pagare e poi non avere tempo di leggere ciò per cui ho pagato. "

Questo è un proposito che facciamo tutti gli anni. Inutilmente. :P


message 7: by Devero (new)

Devero | 976 comments Sì, è vero.
Ma quest'anno sono intenzionato a farcela. A parte Le Scienze mensile con saggio allegato, ed una visita ad agosto nella sempre amata Libreria Grossi di Domo, non intendo fare spese.
A meno che non esca qualcosa di assolutamente irresistibile (cosa di cui dubito).
Allo stesso modo per i fumetti: a parte le serie regolari a cui sono abbonato, ed alcuni volumi speciali già prenotati, intendo stoppare qualsiasi acquisto.

Intendo risparmiare nel 2013 perché so già che il 2014 sarà duro, ed il 2015 cruciale.


message 8: by Renato (new)

Renato Vincenzo | 367 comments Azusina. Siamo bulimici delle lettere stampate. Possiamo cercare di disintossicarci ma finiremo per leggere a ripetizione le istruzioni per l'uso e la composizione di shampoo e detersivi.

Sul risparmiare sul cartaceo temo che Devero abbia ragione e che più che una scelta sia una neessità visti i tempi che si prospettano :(


message 9: by Tintaglia (new)

Tintaglia | 1088 comments Mod
Sarà che io spendo poco rispetto a quanto leggo (in tre giorni mi son portata a casa cinque libri dalla biblioteca. Disintossicarmi, eh...) e che comunque non scialo molto in altro (leggi scarpe, vestiti e cosmetici, anche se uno dei propositi dell'anno nuovo è badarci di più e curarmi meglio) ma non riesco a costringermi al pensiero di ridurre le spese cartacee.
Voglio dire, da qui a maggio escono tre libri che VOGLIO, ne va della mia sanità mentale, e poi Fables.
...mi vergogno di e stessa. =.=


message 10: by Horner (new)

Horner Dees (HornerDees) | 225 comments Sull'Autore più rappresentativo del 2012, devo rispondere Daniel Abraham. Pensavo di dargli l'ex aequo con Abercrombie, ma mi sto rendendo conto di aver spalmato le letture di Joe su due anni. Abraham è un narratore straordinario, che sa utilizzare i suoi personaggi con una sapienza pari a quella di Robin; mi ha fatto stare male spesso, ma è un genio.


Venendo al bilancio in generale, ho letto un po' meno degli altri anni, ma ciò si spiega con i vari impegni (laurea in primis) che sono andati accumulandosi. Ho letto ben 17 ebook in sei mesi.

Per fare qualche nome, ho letto tantissimo Alicia Gimenez-Bartlett: l'ho usata consapevolmente come riempitivo, ma di qualità; se all'inizio avevo alcuni dubbi su di lei, ora mi sono ricreduto.

Torna massiccia la presenza di Terry Brooks, con quattro inediti e nessuna rilettura.

Il reparto fantasy è arricchito dalla saga in sette libri di Michael Sullivan: come ho avuto modo di dire, non è un genio, ma un divertente narratore.

Si sono ampliati e di molto i miei interessi nella sci-fi: se l'autrice più letta rimane la fantastica Lois McMaster Bujold (4 titoli), si devono comunque considerare i veterani LeGuin, Herbert e Simmons, e il fenomeno della Collins.


Come propositi libreschi per il prossimo anno, ne ho solo uno: continuare a scegliere libri di qualità ove possibile, visto che il tempo è troppo poco per azzardati esperimenti

Ecco i miei quattro libri preferiti del 2012 in ordine sparso:
- Best served cold, Joe Abercrombie
- Guerra di Strategie, Lois McMaster Bujold
- Il manuale del cattivo, Francesco Dimitri
- The Price of Spring, Daniel Abraham


message 11: by Devero (new)

Devero | 976 comments Giusto, m'ero scordato l'autore.
Narrativamente, ho scoperto P.J.Farmer, ed avuto conferme da N. Kress.


message 12: by Prozac (last edited Jan 01, 2013 01:44PM) (new)

Prozac (prozacnation) | 331 comments Grazie alla funzione cronologia del mio Kindle, ho traccia di tutti gli ebook che ho letto. Sul cartaceo faccio molta più fatica a ricordare cosa ho letto e quando, considerando prestiti e cose varie.
E' stato il primo anno intero con un lettore ebook, visto che ce l'ho da estate 2011. Questo fulgido apparato tecnologico mi ha aiutato tantissimo a recuperare il piacere di leggere. La praticità è tanta e vari siti mettono a disposizione ebook anche a costi zero, comodissimi per provare qualcosa di nuovo senza dover rimpiangere spese inutili.
Quest'anno sono stato piuttosto eclettico, con una predilizione per i grandi libri a tematica omosessuale (La casa del sonno, La stanza di Giovanni, Un uomo solo, Un giorno questo dolore ti sarà utile, La statua di sale, Sure of you - letto in originale ma quasi tutto su kindle, nonostante avessi il cartaceo, per la funzione dizionario - Alla fine di questo libro la mia vita si autodistruggerà, La corsa di Billy).
Va detto a mio onore di avere tentato anche un genere che non mi è stato mai molto congeniale, il fantasy. Sono andato meglio con la Flewelling, grazie alla sua sapiente gestione dei protagonisti; però ho provato anche L'apprendista assassino, e non mi è dispiaciuto, anche se non mi è venuta voglia di continuare (per ora).
Poi ho anche letto Hunger games che non era affatto male; poi la Zia Mame, una delusione dalla Evanovich, la Nothomb, insomma per il resto ho spaziato.
Anche la mia coda di lettura è alquanto varia, con Cunningham, Von Arnim, Céline, Shirley Jackson, Camus, McEwan, Gaiman, Trevi, Douglas Adams. Fortunatamente è quasi tutta coda elettronica e ho pochissimo cartaceo.
Tutto sommato è stato un buon anno di letture, direi.


message 13: by Tintaglia (new)

Tintaglia | 1088 comments Mod
Prozac wrote: "Grazie alla funzione cronologia del mio Kindle, ho traccia di tutti gli ebook che ho letto. Sul cartaceo faccio molta più fatica a ricordare cosa ho letto e quando, considerando prestiti e cose varie."

Oh, bè, io posso essere così precisa solo grazie a Goodreads. Appena inizio un libro lo metto in libreria, appena lo finisco lo archivio con data e votazione; ho quindi a disposizione sia le statistiche di anno in anno che una panoramica di quel che ho letto (e quanto mi è piaciuto di media).
Ho però notato (scorrendo la mia libreria per rispondere a questo topic) che ho la tendenza ad abbassare i voti, a distanza di qualche tempo; in pochi casi ad alzarli. OO


message 14: by Ylenia (new)

Ylenia (yleniaadelasia) | 36 comments Il mio anno è stato abbastanza dominato (specie nella seconda parte) da letture e riletture austeniane.
Come riletture ho avuto: Persuasione, Emma e Orgoglio e pregiudizio (quest'ultimo prima in italiano poi in inglese).
Come letture Austen-inspired ho avuto: Mr Darcy broke my heart, La vita secondo Jane Austen e Lost in Austen (sì, ho sposato Darcy. Però non mi sarebbe dispiaciuto sposare Lefroy).
La scoperta dell'anno è stata Robin Hobb: L'apprendista assassino non mi aveva impressionata mentre L'assassino di corte e Il viaggio dell'assassino mi hanno conquistata. Nel reparto fumetti invece la scoperta è stata Chew (di cui però esce un numero nuovo ogni sei mesi -.-').
Il mio primo Nobel per la letteratura (Il mio nome è Rosso, di Orhan Pamuk) ha suscitato solo un grande disappunto: troppa prolissità, troppo autocompiacimento.
Le scrittrici vincono sugli scrittori (sia quantitativamente sia qualitativamente) e i romanzi sui saggi (13 a 2).

Propositi per il nuovo anno:
-dare una chance ad almeno un'altra sorella Brontë
-smaltire le ultime catene di lettura di aNobii e cercare di non cominciarne altre
-riprendere in mano un libro di Brooks
-leggere abbastanza fantascienza da rimediare alla sua vergognosa mancanza nella lista di quest'anno
-comprare un dignitoso supporto per e-book e non aver più bisogno di scroccare l'I-pad di mio padre
-mettere alla prova le biblioteche catanesi (quella della mia città è più che altro una biblioteca fanasma: vaga da un punto all'altro del comune, non ci stanno bibliotecari dentro e bisogna cercarli in giro, i libri si polverizzano al tocco. Andarci serve solo a farmi arrabbiare parecchio).


message 15: by Tintaglia (new)

Tintaglia | 1088 comments Mod
Ylenia wrote: "-dare una chance ad almeno un'altra sorella Brontë"

Anne! Anne! dai una chance ad Anne, in particolare con
The Tenant of Wildfell Hall! *___*

-comprare un dignitoso supporto per e-book e non aver più bisogno di scroccare l'I-pad di mio padre

Questa è cosa buona e giusta. poi scoprirai le meraviglie del Progetto Gutemberg, e non ne potrai più fare a meno.

-mettere alla prova le biblioteche catanesi (quella della mia città è più che altro una biblioteca fanasma: vaga da un punto all'altro del comune, non ci stanno bibliotecari dentro e bisogna cercarli in giro, i libri si polverizzano al tocco. Andarci serve solo a farmi arrabbiare parecchio).
...affascinante.*

*Leggi: le cose che mi fanno in**zzare a morte.


message 16: by Ylenia (last edited Jan 02, 2013 09:12AM) (new)

Ylenia (yleniaadelasia) | 36 comments Tintaglia wrote: "Ylenia wrote: "-dare una chance ad almeno un'altra sorella Brontë"

Anne! Anne! dai una chance ad Anne, in particolare con
The Tenant of Wildfell Hall! *___*"


Era mia intenzione ma Assassinuccia spinge per Emily e Cime tempestose. Vediamo se riesco a provare entrambe :)


message 17: by Tintaglia (new)

Tintaglia | 1088 comments Mod
Io detesto Cime tempestose, quindi non faccio testo. ^^'


message 18: by Tanabrus (new)

Tanabrus Ho letto meno che in passato... nella prima parte dell'anno a causa di studio e corsi, negli ultimi mesi per pura mancanza di tempo.
Prevedo un'ulteriore diminuzione del tempo per la lettura in questo 2013, motivo per cui ho deciso di muovere guerra alla coda di lettura e di limitare al massimo gli acquisti... devo sfoltire i libri in attesa!

Nel 2012 ho letto pochissimo fantasy, e ho scoperto come autori Moore e Eschbach.


message 19: by Quell'Uomo (new)

Quell'Uomo (quelluomo) | 55 comments Mod
Nel 2012 ho letto esponenzialmente più degli altri anni.
Prevalentemente a causa di obblighi accademici ma non solo.
Ho digerito di tutto. Poesia a casse, copioni teatrali, non-fiction, saggi, fumetti, romanzi rosa, flash fiction.
Ho letto così tanto da non ricordarmi nemmeno tutto.


message 20: by Devero (new)

Devero | 976 comments A bèh, se è per questo capita anche a me di non ricordarmi se ho letto certe cose nel 2012 o nel 2011 o nel 2010 o prima ancora. Alcuni testi restano tanto impressi che sembra di averli letti poche settimane fa, invece sono trascorsi anni. Altri, letti magari un paio di mesi fa ad una verifica, nella mia memoria erano cose lette almeno uno o due anni fa.


message 21: by Renato (new)

Renato Vincenzo | 367 comments Io purtroppo ho letto pochissimo. Non ho la testa per farlo. Il tempo libero che ho preferisco ammazzarlo facendo attività meno impegnativo (videogiochi, telefilm, film).

spero di riprendermi, leggere è essenziale (e dovrei iniziare a farlo anche in altre lingue :) ) per la mia crescita culturale e non.


message 22: by Tintaglia (new)

Tintaglia | 1088 comments Mod
Quello che non si ricorda di aver letto non merita di essere ricordato, IMHO.


message 23: by Sage (new)

Sage | 274 comments Quell'Uomo wrote: "Nel 2012 ho letto esponenzialmente più degli altri anni.
Prevalentemente a causa di obblighi accademici ma non solo.
Ho digerito di tutto. Poesia a casse, copioni teatrali, non-fiction, saggi, fume..."


a parte la poesia sottoscrivo ogni singola parola.
da quando, causa spostamenti sui mezzi pubblici per raggiungere l'ufficio, faccio un'ora e mezza abbondante al giorno sull'autobus ho incrementato tantissimo le mie letture.


back to top