Goodreads Italia discussion

32 views
Spazio Autori > Lo scrittore e il "coraggio" delle idee

Comments Showing 1-9 of 9 (9 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Silvio (new)

Silvio Donà (silviod) | 161 comments Leggi, rileggi, riscrivi, rileggi, correggi.
Sta venendo proprio bene questo racconto. Una bella storia forte su questo scrittore quarantenne in crisi che improvvisamente ritrova l’ispirazione innamorandosi della figlia sedicenne di una sua vecchia fiamma.
Si, vabbè, lo so che fa un pochino Lolita di Nabokov, ma qui c’è il tema del rapporto contemporaneo con la madre della ragazzina, il fatto che in realtà lui si innamori sia della donna, nella quale trova risposta al suo desiderio di un confronto profondo e maturo, sia della figlia, che lo stordisce con l’attrazione fisica e con la sua freschezza di adolescente. E poi c’è l’evoluzione drammatica, il fatto che a un certo punto madre e figlia scoprono di andare a letto con lo stesso uomo per cui si scatena una gelosia morbosa e omicida che spinge la ragazzina a uccidere la madre per poi…
Ehm… Non è che è un pochino troppo forte questa storia?
Sono davvero sicuro di voler scrivere una storia in cui c’è un quarantenne che se la fa con una minorenne, proprio in questo periodo in cui ci sono tutte queste polemiche sul tema della pedofilia? Sì, insomma, qui si tratta di una ragazza, non di una bambina, per cui tecnicamente il quarantenne non è un pedofilo, che poi a ben vedere nella maggior parte dei paesi non occidentali una sedicenne è considerata una donna in età da marito! Però è anche vero che il racconto io lo devo pubblicare in Italia, mica in Ruanda.
Non sarebbe meglio allora dire che la ragazza ne ha 18 di anni, oppure anche 20?
Anche se così, però, viene meno gran parte dell’impatto dirompente della storia; non c’è più l’elemento dell’attrazione fisica cieca e irrazionale e, insomma, di ventenni che se la fanno coi quarantenni, specie se hanno un po’ di soldi, sono pieni i locali il sabato sera.
E’ anche vero che quando mia moglie leggerà di questo scrittore quarantenne che si scopa la ventenne chissà cosa può pensare. E se si convince che attingo a qualche esperienza personale? Ma no, dai, è una donna intelligente, lo sa che uno scrittore non deve per forza attingere a esperienze personali per scrivere di qualcosa, sennò tutti quelli che scrivono thriller dovrebbero essere dei serial killer!
Però a volte… sai com’é… la gelosia…
Che poi questo fatto che lo scrittore si fa sia la madre che la figlia…
Non sarebbe meglio dire che la ragazza è orfana e che vive con la zia? Farsi zia e nipote è un po’ meno grave, no? Però il fatto che una delle due protagoniste ammazza l’altra, non è eccessivo anche questo? E se fosse invece un tentato omicidio? O meglio ancora, se alla fine si scoprisse che è stato solo un sogno, che non c’è stato nessun omicidio e che…
Leggi, rileggi, smorza, taglia, riduci, normalizza.
Ma alla fine cosa mi resta tra le mani? Una cagata!
Una cagata di racconto senza capo né coda di questo cretino di scrittore quarantenne che non si scopa nessuno e ritrova la voglia di scrivere non si capisce come: per opera dello Spirito Santo o magari perché ha fatto un viaggio a Lourdes!
Sai che c’è? Quasi quasi cancello tutto.
Ehi! Potrei scrivere invece un bel racconto su due adolescenti innamorati che si regalano involontariamente l’AIDS per San Valentino!
Ma che sto a dire? L’AIDS? Non sarà troppo forte?
Non è meglio se invece si regalano un IPHONE e un tubo di Baci Perugina?



... scherzi a parte... non capita anche a voi di tanto in tanto di scrivere e poi di fare - vigliaccamente - un passo indietro? ;-)


message 2: by Kua (new)

Kua (kuaele) | 1877 comments Un nuovo capitolo del tuo manuale dello scrittore dilettante :))) Bene... prima o poi ci sarà abbastanza materiale per un libro.
Che io comprerò, ad esempio.


message 3: by Silvio (new)

Silvio Donà (silviod) | 161 comments Per la verità poi ci sono scrittori che fanno il ragionamento opposo: "sarà abbastanza efferata questa trama o devo metterci un po' più di sangue & perversione?"
Certe volte guardando le classifiche pare si venda solo quello.
Comunque il vero coraggio è quello di raccontare le debolezze e le vigliaccherie delle persone normali (e, attraverso queste, le debolezze e le vigliaccherie della società in cui si vive) piuttosto che le mirabolanti efferatezze di personaggi chiaramente inventati.


message 4: by Patryx (new)

Patryx | 1042 comments adesso però io voglio sapere cosa fanno il quarantenne, la sedicenne e la di lei madre: spero quindi che escano da questa pagina e finiscano dentro un libro/racconto, meglio ancora se in formato ebook! :)


message 5: by Silvio (new)

Silvio Donà (silviod) | 161 comments @Patrizia: ma già questo post nella memoria del mio pc l'ho riscritto e modificato un paio di volte :-P
Comunque, comunque... chissà... ma non dipende da me, dipenderà dal mio editore e da quanto gli piacciono le disavventure degli aspiranti scrittori :-)


message 6: by Patryx (new)

Patryx | 1042 comments Silvio wrote: "@Patrizia: ma già questo post nella memoria del mio pc l'ho riscritto e modificato un paio di volte :-P
Comunque, comunque... chissà... ma non dipende da me, dipenderà dal mio editore e da quanto g..."


Incrociamo le dita quindi... (view spoiler)


message 7: by Silvio (new)

Silvio Donà (silviod) | 161 comments @Patrizia: come scrivo nel post per fortuna non c'è bisogno di avere (drammatiche) esperienze personali per scrivere di un argomento, sennò tutti quelli che scrivono di Berlusconi sarebbero di Forza Italia :-))
Stupidate a parte, diciamo che gli argomenti "estremi" si prestano a scrivere storie che hanno una certa "potenza", per così dire. E a me sono sempre piaciute (anche da leggere) le storie potenti, quelle con dentro drammi e sentimenti forti (anche negativi).
Per cui spesso mi nascono in testa storie più o meno estreme che poi mi tormentano fino a quando non riescono a venire fuori dalla punta delle mie dita.
Penso che succeda a tutti quelli che scrivono ;-)


message 8: by chiara (new)

chiara | 6 comments Flannery O'Connor "Chiunque sia sopravvissuto all'infanzia ha abbastanza materiale su cui scrivere".


message 9: by Silvio (new)

Silvio Donà (silviod) | 161 comments @chiara: concordo...


back to top