Goodreads Italia discussion

39 views
eBook & eBook reader > La mia esperienza dopo l'acquisto

Comments Showing 1-9 of 9 (9 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by ⚔️Kelanth⚔️, Quod scripsi, scripsi. (last edited Jun 30, 2011 02:22AM) (new)

⚔️Kelanth⚔️ (kelanth) | 1004 comments Mod
Interrompo brevemente le mie ferie, per esprimere quello che è il mio giudizio sulla mia esperienza ebookiana.
Tenendo conto che sono proprio nel momento più propizio per testarlo, cioè pochissimo ingombro e massima comodità posso dire che gli ebook, imho, sono una cagata pazzesca (per citare un famoso film).
Un libro deve essere fatto di carta, deve cambiare forme e volumi e colori.
Chi si riduce alla lettura su questi aggeggi, autoconvincendosi della comodità, del risparmio, di motivi ecologici, perde l'esperienza sublime della lettura.
Mai e poi mai quest'aggeggio potrà sopprimere i miei libri cartacei e rimpiango con dolore la scelta di non aver come al solito riempito la valigia di libri.
Stare sotto un albero con un pezzo di plastica in mano è quanto mai triste.
Non contando del fatto che sto leggendo un libro con molte note e devo continuamente cambiare pagine, ed è fastidiosissimo farlo con questo oggetto. Per non dire la bellezza di quando ti si scarica su un rifugio a 2.500 mt.
Un libro non si scarica MAI.
Io penso di essere abbastanza tecnologico, amo le novità, possiedo molti terminali fissi e mobili, ora sto scrivendo da un iPad e sono stato aperto anche a questa esperienza, che per quanto mi riguarda è una bocciatura secca.
Amo troppo la natura e reprimo la bellezza sublime del lancio da una vetta altissima per vederlo sfracellarsi sulle rocce.
Questo è quanto. Niente sostituirà MAI i miei libri cartacei.


message 2: by eleonora - (new)

eleonora -  | 92 comments Io penso che quasi tutti preferiscono il cartaceo: io lo preferisco anche viaggiando in pullman, anche se ho una borsa che pesa sempre più di 8 chili.
Però bisogna ammettere che una persona che studia e non lavora e vive solamente di borse di studio si fa l'esame di coscienza e rinuncia al cartaceo se non può permettersi di comprarsi libri al momento, ma grazie agli ebook può non rinunciare comunque al piacere di una buona lettura. Io ad esempio compro i libri che ritengo 'importanti' esclusivamente in cartaceo anche a costo di aspettare settimane per trovarli in super sconto su amazon, mentre quelli che voglio leggere solo per curiosità o perché m'incuriosiva la copertina mi accontento di averli in ebook, nel caso li voglia rileggere acquisto poi il cartaceo ^^


message 3: by Lys (new)

Lys | 58 comments Dopo averlo provato, io non rinuncerei MAI all'ebook. Il 90% delle mie attuali letture avviene su ebook, e quel 10% riguarda libri introvabili in formato elettronico.

De gustibus.

(PS: Magari il libro non mi si scarica quando sono su un rifugio a 2500 mt, ma di certo faccio molta meno fatica a portarmi appresso 150 g scarsi di peso che non il chilo e passa per un solo volume corposo. Compromessi.)


message 4: by Data79 (new)

Data79 | 187 comments Kelanth, ammettilo, tu hai bisogno del contatto fisico e del possesso di un libro ;).

Io mi ci sto trovando bene, viene incontro le mie esigenze di lettura, ma non per questo abbandono il cartaceo!


message 5: by La.Silbia (new)

La.Silbia (la_silbia) | 12 comments Posso fare l'altra campana? Posso? ;)
Io invece non potrei mai farne a meno, ormai compro e leggo quasi esclusivamente in ebook, infastidendomi anche molto quando trovo qualcosa solo in cartaceo (e rinunciando anche a comprare). E lo faccio per la comodità, ma non nel senso che posso portarmelo dietro etc etc, ma perché è talmente comodo da usare e di poco impiccio che posso godermi il sublime piacere della lettura in qualsiasi posizione e situazione. Leggo di più, leggo meglio, perché riesco a concentrarmi meglio proprio sulla lettura e basta, senza i problemi collaterali che l'oggetto-libro comporta.
(4 cartacei comprati da un quando ho il kindle, ovvero più di un anno)


message 6: by Marco (new)

Marco (yotsit) | 27 comments mi accodo a chi nn puo piu farne a meno.... l'idea di stare sdraiato e tenere di nuovo in equilibrio un tomo da 700 o piu pagine mi fa stanchezza solo a pensarci

poi ovvio che ognuno puo avere le proprie opinioni... i gusti son gusti,, ma solo una puntualizzazione: il problema della batteria che si scarica NON esiste.. la batteria dura varie settimane se usi un reader e-ink.... se e sei su un rifugio a piu di 2500m per un mese e passa senza corrente, ti servono due bauli di libri per non rimanere mai senza qualcosa da leggere


message 7: by mauchiz (last edited Jul 01, 2011 06:10AM) (new)

mauchiz | 146 comments Penso che difficilmente in futuro inserirò un nuovo libro di carta alla ormai stipata libreria di casa. Premesso questo, credo che sia scorretto fare confronti fra ebook e libro di carta.

Esistono differenze notevoli anche fra libro di carta e libro di carta, fra l'edizione con copertina rigida, quella in brossura il tascabile e il minitascabile scritto con caratteri microscopici con poco bordo bianche e pagine che si scollano già alla seconda lettura, la differenza è notevole pur rimanendo nella stessa categoria dei libri di carta.

Nel campo del libro digitale la differenza la fa l'ebook reader, non si può pensare che tutti i lettori siano identici perché gli stessi formati.
Io ritengo (ma è solo un parere personalissimo) che la lettura sul kindle sia più piacevole che su altri lettori.


message 8: by Enrico (new)


message 9: by ⚔️Kelanth⚔️, Quod scripsi, scripsi. (last edited Jul 07, 2011 12:49AM) (new)

⚔️Kelanth⚔️ (kelanth) | 1004 comments Mod
Marco wrote: "il problema della batteria che si scarica NON esiste.. la batteria dura varie settimane se usi un reader e-ink.... se e sei su un rifugio a piu di 2500m per un mese e passa senza corrente, ti servono due bauli di libri per non rimanere mai senza qualcosa da leggere "

Ah, dunque tu possiedi un lettore con una batteria a fusione atomica? :)
Tutte le batterie si scaricano, a seconda dell'uso che uno ne fa e della carica che uno ha prima di salire a 2.500 mt.
Un libro non si scarica mai, questo è il concetto.

Per quanto riguarda invece tutti gli altri interventi, ovviamente io ho espresso una mia opinabile ed personalissima opinione.
Essendo di stampa tecnologica ho voluto provare questa esperienza di lettura e come già detto la trovo impersonale, plasticosa, completamente insoddisfacente, totalmente disaffascinante.
Il peso di "Guerra e Pace" che sto leggendo ora lo porto volentieri dappertutto, l'odore delle pagine dove mi piace immergermi con tutto il viso, la bellezza di mettermelo sulla faccia e farci una bella dormita sotto.
La luce di chi entra in casa mia e vede la mia libreria e ne rimane affascinato. Lo scorrere delle dita su tutte le coste di varie dimensioni e colori.
Il momento della scelta del prossimo libro davanti a tutte quelle pagine.
Tutto questo è inappagabile e solo un libro di carta lo può dare. ;)


back to top