Goodreads Italia discussion

Il racconto dell'ancella
This topic is about Il racconto dell'ancella
157 views
Gruppi di Lettura > GdL Narrativa Febbraio 2015: Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood - Commenti e discussione

Comments Showing 1-50 of 94 (94 new)    post a comment »
« previous 1

message 1: by Kua (last edited Feb 01, 2015 07:57AM) (new) - rated it 4 stars

Kua (kuaele) | 1877 comments Per partecipare ai Gruppi di Lettura non è necessario "iscriversi" da nessuna parte.
I nostri GdL sono un pò atipici: non ci sono scalette di lettura, nè step da rispettare, semplicemente si legge insieme lo stesso libro durante l'arco del mese, ognuno con il proprio ritmo (e con il tempo che ha a disposizione). Chi vuole commenta in corso di lettura, altri preferiscono farlo a lettura terminata, in entrambi i casi è richiesto l'uso del tasto spoiler nei commenti, in modo da schermare eventuali rivelazioni sulla trama. Inoltre i topics dedicati alle letture mensili rimangono "aperti", in modo che anche altri utenti (che magari si sono aggiunti al Gruppo in seguito) possano lasciare i loro commenti sulla lettura, anche a mesi di distanza dal termine del GdL.

Siamo arrivati al GdL di Febbraio: questo mese in lettura c'è Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood, proposto da Caraliotiscrivo.
Buona lettura!


Martina | 535 comments Ho letto questo libro l'anno scorso e mi è piaciuto molto! Sono curiosa di leggere i vostri commenti.


Fran (franjsav) | 398 comments L'ho letto a dicembre seguendo un consiglio di lettura di un altro gruppo.
Anch'io, come Martina, aspetto i vostri commenti.


Bruna (brunacd) | 3302 comments Stranamente non lo avevo mai letto, chissà perché. Quando ho capito di che cosa si trattava, ho colto l'occasione al volo e l'ho preso in biblioteca. Questa è la mia prima volta con un gruppo di lettura e quindi sono anche curiosa per la nuova esperienza. Buona lettura a tutti.


message 5: by Monica (new) - added it

Monica Boscolo | 203 comments io l'ho letto per la mia tesi di laurea vent'anni fa ;) sarà un piacere rileggerlo!


Roberta (driope) | 6027 comments Mod
Letto l'anno scorso, non me la sento di rileggerlo a così breve distanza. Seguirò i commenti


message 7: by Rowizyx (new) - added it

Rowizyx | 2976 comments Mod
Letto l'anno scorso anche io, mi butto sul secondo classificato del sondaggio ;)


Esteb | 831 comments Non l'ho trovato, se non diventa disponibile in biblioteca salto il giro.....ho già finito il buget mensile per i libri.....mi avanzano pochi euro, sperando nelle offerte per Kindle o kobo....


Marina (sonnenbarke) | 1595 comments Io l'ho letto 2 anni fa e l'ho trovato stupendo! Anche io sono molto curiosa di leggere i vostri commenti.

Se vi interessa c'è anche il film, del 1990: https://www.youtube.com/watch?v=TMfsJ... ma vedetelo solo dopo aver letto il libro! (Inutile dire che il libro è MOLTO più bello).


message 10: by Lexa (new) - rated it 3 stars

Lexa (writingcarson) | 73 comments Sono impazzita per trovare questo libro, non l'ho trovato in nessuna libreria e alla fine anche io l'ho preso su Amazon (sia lodato). Mi unirò a voi al più presto :)


message 11: by Pierre (last edited Feb 01, 2015 01:32PM) (new) - rated it 4 stars

Pierre Menard | 2329 comments Stesso problema del libro di Williams: quando mi presento in biblioteca per prendere un libro che il database disponibile, questo sparisce... ora l'ho richiesto come prenotazione, vediamo se lo trovano. ;) Per fortuna che il libro di Roth del prossimo mese ce l'ho in casa.


Caraliotiscrivo | 57 comments Libro pronto sul comodino... :) Finisco un libro che ho in lettura poi arrivo anch'io!


message 13: by Kua (new) - rated it 4 stars

Kua (kuaele) | 1877 comments Non ci credo nemmeno io, ma l'ho già finito o_O
Ora ci medito un pò sopra e aspetto che chi è in lettura vada un pò avanti. Di getto mi viene da dire che mi ha ricordato molto Persepolis di Marjane Satrapi.


Anna [Floanne] (floanne) | 621 comments Pierre wrote: "Stesso problema del libro di Williams: quando mi presento in biblioteca per prendere un libro che il database disponibile, questo sparisce... ora l'ho richiesto come prenotazione, vediamo se lo tro..."

Io sono riuscita a fare di meglio (o di peggio): l'ho ordinato ancora la scorsa settimana in biblioteca con l'interprestito e per una banale svista me lo sono fatta mandare nella biblioteca sbagliata!!! Adesso non so quando riuscirò a recuperarne una copia....


Pierre Menard | 2329 comments Sai, Anna, credo che dopo tutte queste disavventure, dovremmo scriverci un thriller, intitolato "Il libro perduto"... magari riusciamo a vendere più di Dan Brown!


Anna [Floanne] (floanne) | 621 comments Pierre wrote: "Sai, Anna, credo che dopo tutte queste disavventure, dovremmo scriverci un thriller, intitolato "Il libro perduto"... magari riusciamo a vendere più di Dan Brown!"

Ah! Ah! Quasi quasi ci potremmo provare Pierre!


Bruna (brunacd) | 3302 comments Io l'ho finito (anche se l'ho messo in lettura oggi, in realtà l'ho letto tra domenica e ieri sera).
Strano che io non l’avessi letto prima: ho l’età giusta e il background giusto per averlo letto quando fu pubblicato in Italia. Forse mi è sfuggito o in quel momento avevo altro da fare, chi se lo ricorda. Forse allora lo avrei apprezzato di più o magari, allora, lo avrei trovato esagerato. Il resto del commento lo metto sotto spoiler
(view spoiler)

In ogni caso, una lettura che valeva la pena fare e sono grata a questo GdL per avermene dato l’opportunità. Mi scuso per la lunghezza del mio intervento, ma non ho mai partecipato prima a un GdL (inoltre sono prolissa per natura)


Roberta (driope) | 6027 comments Mod
Bruna wrote: "Io l'ho finito (anche se l'ho messo in lettura oggi, in realtà l'ho letto tra domenica e ieri sera).
Strano che io non l’avessi letto prima: ho l’età giusta e il background giusto per averlo let..."


Ma complimenti Bruna, splendida analisi.


message 19: by Roberta (last edited Feb 03, 2015 01:36PM) (new) - rated it 4 stars

Roberta (driope) | 6027 comments Mod
Complimenti a chi l'ha finito così velocemente. Io ho faticato coi primi capitoli: mi rendevo conto fosse un argomento interessante ma non riuscivo a farmi coinvolgere. Però nel complesso (view spoiler)


message 20: by Bruna (last edited Feb 03, 2015 11:06AM) (new) - rated it 4 stars

Bruna (brunacd) | 3302 comments Grazie per l'informazione, Roberta: non avevo notato che l'autrice fosse canadese, in questo caso l'osservazione sul Canada che non vuole inimicarsi i potenti vicini è particolarmente maligna... In quanto (view spoiler)


Pierre Menard | 2329 comments Vai, ce l'ho fatta a ritirare la mia copia. Avevo già contattato Ethan Hunt per una missione di recupero...


Anna [Floanne] (floanne) | 621 comments Pierre wrote: "Vai, ce l'ho fatta a ritirare la mia copia. Avevo già contattato Ethan Hunt per una missione di recupero..."

Anch'io'! Dopo aver fatto il giro del mondo la mia copia è arrivata e inizio subito! :-)


Pierre Menard | 2329 comments Menomale. Io l'ho iniziato ieri sera, poche pagine... per il momento sembra piuttosto intrigante!


Sentierorobico | 17 comments Iniziato...mi piace come scrive la Atwood:"Nulla muta istantaneamente:in una vasca da bagno che si riscaldi gradatamente moriresti bollito senza nemmeno accorgertene." "Noi eravamo la gente di cui non si parlava sui giornali.Vivevamo negli interstizi tra le storie altrui." Solo alcuni esempi.


Ylenia (yleniaadelasia) | 25 comments Anch'io iniziato ieri sera. Lo stile è davvero curato, mi piace.


Sentierorobico | 17 comments "Meglio non significa mai meglio per tutti.Ma sempre,per alcuni,significa peggio."


Bruna (brunacd) | 3302 comments Sentierorobico wrote: "Meglio non significa mai meglio per tutti. Ma sempre, per alcuni, significa peggio."

Questa frase la avevo notata anch'io.


Sentierorobico | 17 comments Purtroppo è un concetto sempre attuale non solo in questa storia...


message 29: by Lu (new) - rated it 3 stars

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Sono appena giunta al capitolo 13, intitolato, nella versione che sto leggendo, Il Sonnellino. Sinceramente non so che dire, lo stile della Atwood è scorrevole e ricco al contempo, ma non ho provato alcuna empatia nè con i personaggi nè con la storia sino ad ora raccontata. Percepisco tutto molto freddo e distante e, in quelle rare occasioni in cui sento qualcosa affacciarsi alla porta, è solo una sorta di iniziale claustrofobia che si piega subito in fastidio e poi un attimo dopo torna alla semplice sterilità. Saranno i primi capitoli? O la trama che ancora non ho ben afferrato? Per ora proseguo, anche se la curiosità ahimè non è molta.


Bruna (brunacd) | 3302 comments Non posso dire nemmeno io di aver provato molta empatia per i personaggi, però questo non mi ha impedito di divorare il libro. Ripensandoci ho interpretato questa distanza come indice di un generalizzato stato di anestesia emotiva tra i personaggi, stato dovuto indubbiamente alla loro condizione. Più le scene sono dure e difficili da "mandar giù" più la narratrice le descrive con freddezza. O almeno è questa l'impressione che ne ho avuto.


Pierre Menard | 2329 comments Io sono ancora agli inizi, ma mi piace molto questo lento dispiegarsi della trama e della descrizione di questa società distopica, di cui a poco a poco si precisano le caratteristiche. La particolare versione di supermercato che si ha in questa società secondo me è assolutamente da mettere in pratica. ;)


Sentierorobico | 17 comments Non l'ho ancora finto...secondo me la storia dopo un inizio visionario,surreale è diventa volutamente prevedibile come,in fondo,è la natura umana.


Marina (sonnenbarke) | 1595 comments Sono d'accordo con Bruna, penso che la freddezza e la mancanza di empatia coi personaggi siano volute dall'autrice. Il suo stile è chirurgico, il che secondo me è perfetto per descrivere una situazione del genere. A me il libro è piaciuto tanto anche per questa sua glacialità.


Ylenia (yleniaadelasia) | 25 comments io sono arrivata al cap.16; lo stile effettivamente è molto distaccato ma rende l'idea di quello che vuole trasmettere, una voce narrante che può permettersi di cedere all'emozione solo quando è sola o quando dorme. Devo dire che lo sto trovando davvero disturbante.


Roberta (driope) | 6027 comments Mod
C'è un sito americano, Reddit, che spesso coinvolge le celebrità in un AMA (ask me anything - chiedimi qualunque cosa). I lettori fanno domande e l'ospite di turno risponde.
Qui la Atwood

http://www.reddit.com/r/books/comment...

http://www.reddit.com/r/IAmA/comments...


message 36: by Anna [Floanne] (last edited Feb 09, 2015 11:26PM) (new) - rated it 5 stars

Anna [Floanne] (floanne) | 621 comments Ieri pomeriggio ero in ospedale per una visita. Erano le 4, solo visite private, corridoi vuoti e solo io in sala d'attesa. Ascoltando i Massive Attack mi sono letta d'un fiato il capitolo VIII Nascita ed è stato angosciante come poche altre esperienze letterarie in vita mia. A me questo libro fa paura!!!

@Ylenia: ecco, disturbante è un aggettivo decisamente appropriato!


Marina (sonnenbarke) | 1595 comments Anna, questo libro FA paura, senza ombra di dubbio :-)


message 38: by Moloch (new)

Moloch | 6512 comments Mod
Roberta wrote: "C'è un sito americano, Reddit, che spesso coinvolge le celebrità in un AMA (ask me anything - chiedimi qualunque cosa). I lettori fanno domande e l'ospite di turno risponde.
Qui la Atwood

http://w..."


Purtroppo c'è scritto che "non accetta più nuove domande", altrimenti si potevano fare anche qui su Goodreads: ecco le domande che le hanno fatto qui i lettori e le sue risposte

https://www.goodreads.com/author/3472...


message 39: by Bruna (last edited Feb 10, 2015 02:35AM) (new) - rated it 4 stars

Bruna (brunacd) | 3302 comments Floanne wrote: Ascoltando i Massive Attack mi sono letta d'un fiato il capitolo VIII Nascita ed è stato angosciante come poche altre esperienze letterarie in vita mia.

Come la protagonista si allontana da quel suo maledetto davanzale, sappiamo già che ci immergeremo in un'esperienza angosciante. A me anche quell'andare in giro appaiate e paludate le due Ancelle a fare la spesa mi dà un gran segno d'angoscia. Come due Cappuccette Rosse con i loro cestini... Mi fa pensare alle città occupate durante la guerra mondiale, dove a ogni angolo potevi incappare in un posto di blocco e venir fatto sparire dalle SS. Per contrasto, pensavo all'andare in giro a fare la spesa com'è descritto nei libri di Mary Poppins: un'esperienza banale che diventa magica e meravigliosa.


Roberta (driope) | 6027 comments Mod
Moloch wrote: "Roberta wrote: "C'è un sito americano, Reddit, che spesso coinvolge le celebrità in un AMA (ask me anything - chiedimi qualunque cosa). I lettori fanno domande e l'ospite di turno risponde.
Qui la ..."


Anche Reddit è un po' datato, mi sa che al momento si è ritirata a vita privata.

Sapete che ha anche inventato la LongPen?
http://en.wikipedia.org/wiki/LongPen


Alfonso D'agostino (alfonso76) | 27 comments Anche io lo avevo letto tempo fa, recuperandolo dalla celeberrima lista dei 1001 libri da leggere. Ed era stata una esperienza di lettura incredibilmente totalizzante.

Da lì è nato il mio recente amore per la Atwood. "L'altra Grace" è andato un mesetto fa, sto finendo or ora "L'assassino cieco", altro mezzo capolavoro.

Ah, bellissimo l'accostamento di Kua a Persepolis, proprio azzeccato.


Anna [Floanne] (floanne) | 621 comments Alfonso wrote: "Anche io lo avevo letto tempo fa, recuperandolo dalla celeberrima lista dei 1001 libri da leggere. Ed era stata una esperienza di lettura incredibilmente totalizzante.

Da lì è nato il mio recente..."


Ho intenzione di seguirti, nel tuo amore. Ho in lista tutti i suoi libri e sono determinata a dar loro la priorità. Peccato che molti siano difficili da reperire se non in biblioteca.
Anch'io inoltre concordo on Kua: l'atmosfera di Persepolis è palpabile, ma qui non c'è traccia dell'ironia che la Satrapi usa per sdrammatizzare e cercare di dare un senso alla svolta estremista che il suo paese ha preso da un giorno all'altro. Qui è tutto spaventosamente, drammaticamente asettico, lucido, calcolato, algido. Tutto, tranne i ricordi, ma sono troppo dolorosi.
Una lettura estremamente inquietante ma che mi ha fatto riflettere non poco su come la condizione della donna in determinati Paesi non sia poi tanto lontana dalla realtà immaginata dalla Atwood trent'anni fa. Spiegare le molteplici sensazioni che mi ha lasciato addosso è troppo difficile. sicuramente però cerchero una copia da possedere, leggere e rileggere. Grazie a chi proposto questo titolo per il gdl. Senza questa occasione, non l'avrei probabilmente mai letto e sarebbe stato un grave errore.


Pierre Menard | 2329 comments Sono poco oltre la metà. Davvero bello, anch'io ringrazio il proponente, è stata un'ottima idea. E' una distopia ben strana quella che ci viene raccontata: (view spoiler)

Come dice giustamente Floanne, alcuni elementi del vissuto descritto da Atwood non sono poi così estranei a molte culture attualmente esistenti.

Un serio punto di forza del romanzo è la chiave femminile in cui è scritto: (view spoiler)


message 44: by Lu (new) - rated it 3 stars

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments L'ho finito, ma non mi ha lasciato una buona sensazione.
Ho trovato importante il messaggio di fondo, la donna vista nelle varie epoche e nelle varie culture, ma non il mezzo con il quale esso è stato trasmesso. Un mezzo che ho trovato talmente poco empatico, così sterile e distaccato da dare quasi fastidio.


Pierre Menard | 2329 comments Secondo me lo stile distaccato è estremamente funzionale al tipo di società che la Atwood vuole mettere in scena: una società dove i sentimenti e le manifestazioni emotive sono stati messi fuori gioco dalla svolta autoritaria politico-religiosa. E in effetti ogni tentativo della protagonista di ricostruire il passato, che nella realtà non è nemmeno molto remoto ma sembra lontanissimo, si configura come un tentativo di recuperare odori, sapori e sensazioni (ad esempio, (view spoiler)).


Ylenia (yleniaadelasia) | 25 comments Pierre wrote: "E in effetti ogni tentativo della protagonista di ricostruire il passato [...] si configura come un tentativo di recuperare odori, sapori e sensazioni.
"


Vero, non ci avevo fatto caso ma spesso i sensi sembrano innescare i ricordi o i ricordi si accompagnano a un'attenzione particolare alle percezioni sensoriali. Comunque, ho finito e (view spoiler)


message 47: by Kua (new) - rated it 4 stars

Kua (kuaele) | 1877 comments Pierre wrote: "Secondo me lo stile distaccato è estremamente funzionale al tipo di società che la Atwood vuole mettere in scena: una società dove i sentimenti e le manifestazioni emotive sono stati messi fuori gi..."

Concordo con Pierre, lo stile freddo è parte del racconto, un modo per rendere l'estremo distacco (e l'autocontrollo anche) che queste donne sono costrette ad avere nei confronti del mondo che le circonda. Per non fare passi falsi, per non crollare. Per salvarsi la vita. Dicevo all'inizio che il primo impatto con il libro è stato quello di confrontarlo con Persepolis. Il libro di Marjane Satrapi, per chi non lo conoscesse, racconta il capovolgimento improvviso che hanno subito le donne dopo la rivoluzione islamica in Iran. Le scuole straniere vengono chiuse, le classi miste abolite, viene reintrodotto lo chador. La libertà delle donne viene drasticamente ridotta. La sensazione di estraniamento è simile, con la differenza che dall'Iran è ancora possibile andarsene abbastanza facilmente. La domanda che mi è sorta durante la lettura è questa: come mai, ogni volta che sale al potere un regime di stampo dittatoriale o teocratico, uno dei bersagli preferiti sono le donne? Si combatte e si tenta di reprimere ciò che fa più paura, quindi presumo che nell'immaginario maschile la parola strega (con tutti i relativi connotati) sia ancora fortemente presente. ; )


Roberta (driope) | 6027 comments Mod
Per coincidenza stasera Buzzfeed celebra i 30 anni del romanzo con 23 motivi per cui bisogna leggerlo:

http://www.buzzfeed.com/krystieyandol...


message 49: by Kua (last edited Feb 18, 2015 10:40AM) (new) - rated it 4 stars

Kua (kuaele) | 1877 comments Roberta wrote: "Per coincidenza stasera Buzzfeed celebra i 30 anni del romanzo con 23 motivi per cui bisogna leggerlo:

http://www.buzzfeed.com/krystieyandol......"


Carino!


Pierre Menard | 2329 comments Stasera dovrei riuscire a terminarlo, magari mi prendo l'incarico di tradurre i 23 motivi in italiano!

La domanda di Kua è davvero molto difficile, se non si vuole cadere nel banale. Forse il potere, soprattutto quello autoritario, tende a basarsi su una struttura gerarchica fortemente verticalizzata in opposizione alla tipica struttura matriarcale che invece appare più orizzontale...


« previous 1
back to top