Goodreads Italia discussion

45 views
Discussioni sui Libri > Colleen McCullough muore a 77 anni

Comments Showing 1-7 of 7 (7 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2332 comments http://www.bbc.com/news/entertainment...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/...

http://www.telegraph.co.uk/culture/bo...

http://www.theguardian.com/books/2015...

http://www.iodonna.it/attualita/primo...

I meno giovanissimi ricorderanno il famoso (e scandaloso!) sceneggiato con Richard Charmberlain e Rachel Ward... ma McCullough aveva scritto anche una serie di romanzi storici dedicati al tormentato passaggio dalla Repubblica di Roma all'Impero dei Cesari. Per un altro libro, The Independence of Miss Mary Bennet, fu coinvolta in una polemica con i fan di Jane Austen, del cui romanzo Pride and Prejudice aveva ripreso i personaggi principali.


message 2: by Monica (new)

Monica Boscolo | 204 comments Acc...mi ricordo di padre Ralph e uccelli di rovo è stato pure letto! Chissà che fine ha fatto! Ho alcuni romanzi della serie sui romani e anche l'indipendenza della signorina Bennet...dovrei leggerli


message 3: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1295 comments Io sono un Socio fondatore della Jane Austen Society of Italy e una fan di Colleen McCullough. Sì, confesso di non aver apprezzato il sequel di Orgoglio e pregiudizio The Independence of Miss Mary Bennet a causa di una sua interpretazione troppo letterale del romanzo di Jane Austen.
Tuttavia considero la sua serie dei Signori di Roma una delle migliori serie di romanzi storici mai scritte e ho apprezzato molti degli altri romanzi (ho da poco letto Angel, un esempio di realismo magico, a mostrare l'enorme versatilità di questa romanziera).
Che dire, un gran dispiacere!


message 4: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2332 comments Grazie, Georgiana, per il tuo contributo. Diverso tempo fa ho letto il primo volume della serie dei Signori di Roma: scorrevolissimo, piacevole da leggere, ma mi son chiesto se le azioni e le emozioni dei personaggi non fossero troppo moderne per l'epoca in cui vivevano... va bene che i motivi dell'agire umano sono sempre quelli (il potere, il denaro, il sesso), però quei Romani sembravano più nostri fratelli che nostri antichi progenitori. Questo naturalmente non deve essere visto come un difetto: un romanzo storico non è un saggio storico!


message 5: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2988 comments Mod
Mi spiace :(

Rimaneggiare la Austen è molto difficile, bisogna rimanerle fedeli ma non buttare fuori delle repliche troppo sputate, e soprattutto proporre un'ironia fresca che mantenga il tono dei romanzi originali, secondo me. Anche perché molte fan diventano dei nazisti del canon, a volte anche più del necessario.


message 6: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1295 comments Pierre wrote: "Grazie, Georgiana, per il tuo contributo. [...] mi son chiesto se le azioni e le emozioni dei personaggi non fossero troppo moderne per l'epoca in cui vivevano... va bene che i motivi dell'agire umano sono sempre quelli (il potere, il denaro, il sesso), però quei Romani sembravano più nostri fratelli che nostri antichi progenitori."

Chi ha letto Plutarco (non io) ha confermato che fossero molto fedeli alle sue opere. Se poi sono scritte con uno stile scorrevole e i personaggi sono ben caratterizzati meglio, no?


message 7: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1295 comments Rowizyx wrote: "Mi spiace :(

Rimaneggiare la Austen è molto difficile, bisogna rimanerle fedeli ma non buttare fuori delle repliche troppo sputate, e soprattutto proporre un'ironia fresca che mantenga il tono dei..."


Guarda, io non sono affatto una purista, tanto che il mio blog personale, Old Friends & New Fancies/Il Diario delle Lizzies, si occupa proprio di derivati austeniani. È un fatto che Orgoglio e Pregiudizio è il romanzo che può vantare più rimaneggiamenti al mondo e noi in Italia vediamo solo una piccolissima parte di quel che viene scritto. È logico che quando queste rivisitazioni/sequel vengono scritte da autori conosciuti è più facile che vengano tradotte. Ecco perché il romanzo della McCullough è stato tradotto, malgrado non fosse niente di che, anzi. Stesso discorso per P.D. James. Al contrario non è stata tradotta tanta roba davvero valida.
Comprendo però chi diventa nazista del canon, come tu dici. Per un Janeite vedere tutti questi derivati equivale a vedere un gruppo di persone che portano i fiori e poi apparecchiano la tavola sulla tomba di una zia adorata. Se in un primo momento può far piacere vedere chi rende omaggio alla zia, in seguito dà parecchia noia constatare le continue speculazioni e i plagi che non possono essere contestati.


back to top