Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

15 views
La Sfida dei desideri > GDL Un complicato atto d'amore

Comments Showing 1-7 of 7 (7 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 2: by Lelena (new)

Lelena | 3508 comments È il secondo libro che leggo dell'autrice. Il primo mi aveva intrigato come argomento ma poi molto deluso nell'esecuzione. Anche questo, ahimè, ricalca lo stesso andamento 😣
Sono a metà, trovo che ci sarebbero mille cose da dire sulla società mennonita ma il taglio che viene dato alla storia è monotono e confusionario: il continuo alternarsi di presente e flashback senza che si sviluppi attorno ad una trama lo rende stancante


message 3: by Klela (new)

Klela | 1180 comments Invece per me è il primo libro dell'autrice e devo dire che l'ho trovata congeniale alle mie preferenze, tanto che l'ho divorato e gli ho dato 5 stelle!
I continui flashback per me hanno funzionato nel farmi sentire questa ragazzina continuamente in due "momenti" diversi: nel passato e nel presente (soprattutto nel passato), ma mai nel futuro.
Ho sentito "veri" e vicini tutti i personaggi: Nomi, Tash, Trudie e Ray, ma anche Travis e pure La Bocca!
E' vero che, forse, qualcosina in più sui mennoniti si poteva dire però penso che probabilmente sarebbe stato troppo "finto", messo lì giusto per dare spiegazioni al lettore ma non coerente con il personaggio e la storia che voleva raccontare. E io quella società di repressione e colpa l'ho sentita tutta lo stesso.


message 4: by Lelena (new)

Lelena | 3508 comments Mi mancano pochi minuti di lettura, alla fine c'è una svolta, ma il fatto che la narrazione non sia lineare continua a disturbarmi.
@klela sì, l'apatia, la repressione e la schizofrenia della società mennonita si percepiscono chiaramente, però è tutto un po' troppo esagerato, forse meritava una spiegazione. Nomi si "stona" di droga sigarette e alcol fin da piccolissima e i genitori si girano dall'altra parte? O non lo sanno? Il papà è scemo o lo fa?
L'unica per cui ho provato compassione è l'amica curata a succo di pomodoro...


message 5: by Klela (new)

Klela | 1180 comments Io credo che la mamma fosse molto concentrata sul suo dolore e su quello della figlia maggiore, da non vedere quello della figlia minore. C'è un passaggio tra Nomi e il papà in cui lui le prende la mano e dice una roba tipo che lei è cresciuta nell'indifferenza. Nomi poi dice che fino a quando va via la sorella lei è devota, tanto che è spaventata che la sorella finisca all'inferno e che non possano essere più tutti insieme in Paradiso, Credo che cambi nel momento in cui va via la madre e lì il padre non tiene insieme più niente, chiuso pure lui nel suo dolore.
(view spoiler)


message 6: by Klela (new)

Klela | 1180 comments Che bella discussione che sta uscendo!


message 7: by Lelena (new)

Lelena | 3508 comments L'ho terminato, il finale riscatta parzialmente il libro nel senso che disvela qualcosa oltre ad essere molto poetico.
La figura naif del padre, così poco presente a se stesso e in realtà sensibilissimo a tutto, mi è piaciuta molto.
La narrazione è rimasta caotica ma tutto sommato posso accettarla considerato che segue il punto di vista parziale e non lineare di una ragazzina.
Mi resta però in bocca il retrogusto amaro dell'occasione sprecata di raccontare di più e approfondire di più certe dinamiche familiari e sentimentali


back to top