La Setta dei Libri discussion

441 views
Gennaio > Fine Primo Step - Zia Mame

Comments Showing 1-26 of 26 (26 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Marco (last edited Jan 08, 2020 08:07AM) (new)

Marco Cioni | 6 comments Mod
Adepti! Il primo step della Sacra Lettura di Gennaio è giunto al termine.
In queste prime pagine la cosa che mi ha più colpito è la figura di Zia Mame, non tanto per la sua parlantina irriverente o per il suo gusto artistico, ma per quello che secondo me nasconde sotto la superficie.
La famiglia di Mame, prima di accogliere Patrick, era composta essenzialmente dai suoi domestici, il rapporto con suo fratello era inesistente. Mame mi ha trasmesso sensazioni di profonda solitudine, quando Patrick è andato in collegio e Mame ha subito il suo lento tracollo finanziario in un turbinio di lavori sempre meno di prestigio, mi sono sentito davvero triste. Quella parte l'ho letta tutta di un fiato e arrivato alla fine, quando l'unica soluzione si è rivelata essere il matrimonio, mi sono sentito svuotato.
Voi? Che ne pensate? Vi è piaciuto questo primo step?
Zia Mame


message 2: by Laura (new)

Laura Mastracci | 8 comments Sono d'accordo, Zia Mame nasconde ben più di quello che si vede in superficie, sotto la sua corazza irriverente. Per quanto mi riguarda il matrimonio di cui si parla alla fine del terzo capitolo non toglie nulla al personaggio. Sarebbe stato bello pensare potesse farcela da sola, ma la necessità di sposarsi era stata ampiamente annunciata nelle pagine precedenti, sia dagli eventi sia da personaggi marginali.
Non so cosa aspettarmi dal prossimo step, ma sono abbastanza sicura che Mame resterà in character anche da sposata, sfruttando il matrimonio come un mezzo per un fine (l'indipendenza). Oppure il matrimonio sarà solo una parentesi, come uno dei tanti lavori finiti male!
Per quanto riguarda Patrick, dal mio punto di vista, almeno per il momento, sta avendo l'unica funzione di rendere ancora più paradossale ed eccentrico il personaggio di Mame perché filtrato dagli occhi e dalle parole di un bambino.


message 3: by Carmen (new)

Carmen Ursino (chemmi) | 37 comments Non mi era arrivata la notifica a questo giro!

Comunque: ciao a tutti!
Devo dire che questo libro mi sta piacendo molto, anche io trovo Zia Mame un personaggio che sembra mascherare molto i propri sentimenti dietro questa gioia di vivere che non credo falsa (anzi, del tutto spontanea) ma ho l’impressione che si tratti di una persona che cerca di non esternare le difficoltà, non per orgoglio ma per resilienza (passatemi questa parola che va di moda adesso).
Come dicevo nelle stories, Zia Mame fa di necessità virtù e infatti non si arrende di fronte alle difficoltà e apprezzo moltissimo la sua ostinazione nel cercare un lavoro anche quando le suggeriscono continuamente di sposarsi per avere una vita stabile e agiata. Il suo matrimonio mi ha per questo interdetta ma allo stesso tempo l’ho visto come un gesto totalmente impulsivo e ingenuo come un po’ credo sia lei.

Come ha detto una ragazza su instagram trovo interessante la storia narrata dal punto di vista di Patrick, un po’ come ne Il Diario di Adrian Mole tramite i suoi occhi di bambino e le sue descrizioni possiamo accorgerci prima noi di lui di quanto sta accadendo, forse perché di alcune cose non si rende ancora conto (nonostante sia diventato un po’ più sgamato rispetto all’inizio).

Non mi dilungo più sennò scrivo un papiro!

Buona serata a tutti!

Carmen


message 4: by Mariad (new)

Mariad | 11 comments era da parecchio che nn leggevo un libro così scorrevole se nn fosse per gli step credo che l' avrei già finito di leggere. C'è qualcuno che sappia come mai lo scrittore ha deciso di pubblicare il libro con lo pseudonimo del protagonista del libro?


message 5: by Carlotta (new)

Carlotta Calderoni | 4 comments Buongiorno a tutti!
A me la lettura di gennaio sta piacendo molto. L'ambientazione anni '20-'30 mi riporta al Grande Gatsby e mi sta trasmettendo un po' lo stesso senso di decadenza della società, quella che cerca di mascherare sapientemente il declino.
Mame non è da meno: anche quando la crisi economica bussa alla sua porta, lei non smette di comprare abiti alla moda. Certo, poi le cose peggiorano ed è costretta a vendere un quadro per fare un regalo a Patrick (una scena che mi ha veramente commosso, sia in senso positivo che negativo)...
Comunque, condivido con ognuno di voi: sotto queste piume, questi visoni e gingilli, c'è una donna molto fragile che chiede solo di poter essere libera e non "solidificarsi" in una moglie qualsiasi.
Mi ha colpito, infine, il suo rapporto col bambino. Pensavo che lui avrebbe odiato lei e che Mame sarebbe stata asfissiante per certi versi, invece sembrano fatti l'uno per l'altra. E così ci si affeziona sempre un po' di più a questa zia che sembra la zia di tutti.

P.s. Anch'io avevo notato la correlazione tra pseudonimo dell'autore e nome del bambino, infatti pensavo a un legame autobiografico. A una prima, superficiale ricerca, non ho trovato spiegazioni


message 6: by Mara (new)

Mara Gorini | 16 comments Buongiorno a tutti, adepti e Gran Sacerdoti!

Per quanto mi riguarda questo step di Zia Mame mi ha molto entusiasmata, sia per quanto riguarda la modalità di scrittura dell’autore sia per la storia che ci viene narrata.

La figura di Zia Mame la trovo molto sfaccettata, ma la cosa che mi ha colpito maggiormente di lei (oltre all’ironia che adoro) è stata proprio la costante volontà di indipendenza: nonostante tutte le persone che la circondavano le suggerissero di sposarsi con un uomo ricco, lei si è sbarazzata dei suoi averi e si è rimboccata le maniche. Cosa questa che nell’epoca in cui viene narrata la storia non è banale.
Ho trovato infatti molto commovente la scena dello scambio dei regali per Natale. Questa è la dimostrazione del legame che si è instaurato tra Zia Mame e il piccolo Patrick.

Infine trovo che la narrazione da parte di Patrick si molto ben azzeccata perchè attraverso io sui occhi riusciremo, secondo me, a vedere molto bene tutte le sfaccettature del carattere di Zia Mame. dopotutto solo le persone a cui vogliamo veramente bene sanno come descriverci meglio.


message 7: by Will (new)

Will | 5 comments Inizialmente non mi ha convinto molto questo libro più che altro per lo stile di scrittura che non mi fa impazzire...però da quando è apparsa Zia Mame mi ha preso molto di più perché il suo personaggio mi piace veramente tanto! In un certo senso mi riconosco anche in lei per alcuni atteggiamenti.


message 8: by Sgabri22 (new)

Sgabri22 | 2 comments Zia Mame (letto rigorosamente come scritto) è un personaggio che non riesco ad inquadrare, non riesco a decidere cosa ne penso. È sicuramente una persona complessa, sfaccettata. Alcune sue scelte mi hanno stretto il cuore (come vendere il quadro per il regalo a Patrick), altre mi hanno delusa, il matrimonio ad esempio, mi ha lasciato interdetta, non me lo aspettavo; mi ha sorpresa leggere del suo matrimonio, che ha tanto il sapore della convenienza in un momento difficile come quello che attraversa Mame, donna che dall’inizio del libro si figura paladina dell’indipendenza.
In ogni caso Mame rappresenta l’emblema dei “Roaring Twenties”, almeno inizialmente, e la crisi di fine decennio si abbatte su di lei facendole perdere la carica che l’ha caratterizzata fin dall’inizio.

Anch’io ho notato l’omonimia tra l’autore e il personaggio, ed ho subito pensato ad un racconto biografico 🤔


message 9: by Carmen (new)

Carmen Ursino (chemmi) | 37 comments Tra le varie notizie sull’autore ho letto che si è vagamente ispirato ad una sua zia, forse per quello ha deciso di dare al protagonista il suo nome!


message 10: by Lucrezia (new)

Lucrezia Torre | 6 comments Breve commento: odi et amo.
Zia Mame è evidentemente una donna eccezionale e dalle mille risorse, ma mi da estremamente sui nervi il fatto che le vada sempre tutto bene alla fine della fiera. Andiamo avanti e vedremo se la fortuna la abbandonerà prima o poi.


message 11: by Stefania (new)

Stefania (stefyofscots) | 20 comments Buongiorno a tutti!

Allora, trovo il libro scorrevole nella lettura e adoro l'ambientazione anni 20'-30', un po' meno zia Mame (letto come è scritto ovviamente!). Forse andrò controcorrente, ma il suo carattere lo trovo fin troppo esuberante. Apprezzo la sua capacità di far fronte alle difficoltà che le si presentano di volta in volta, ma al tempo stesso mi irrita il suo buttarsi a capofitto in queste avventure senza pensarci minimamente, ferma nelle sue convinzioni (il che può essere un bene ma anche un male, appunto). La storia in sé è comunque apprezzabile, anche se siamo all'inizio, e mi piace che sia narrata da Patrick, che è un narratore a mio parere oggettivo ed innocente.


message 12: by Sara (new)

Sara B (saracinesca) | 5 comments Ciao a tutti! Per il momento non sto trovando difficoltà con la storia, anche se non riesco a inquadrare bene il personaggio di Mame. È molto eccentrica, certo, forse troppo ed io ho un problema con i personaggi [troppo] eccentrici. Non so, mi sembrano scritti apposta per essere amati dal lettore o resi simpatici a tutti i costi. “Zia Mame credeva davvero che una scuola che mandava i bambini in giro nudi (ho ancora i brividi, ok) fosse rivoluzionario e sensato, che tipo!” “Zia Mame combina un disastro dietro l’altro dimostrando di non saper stare al mondo, che ridere!” “Zia Mame pensava che fosse una buona idea indossare 400 braccialetti procurando scampanellii esagerati ad ogni suo passo, da sbellicarsi!”
Non so, non riesco proprio ad andare a braccetto con questo tipo di situazioni, troppo surreali, non riesco ad immergermici dentro e mi dispiace per questo.
D’altro canto, l’ho apprezzata molto quando ha mostrato la sua fragilità, piangendo sì, per dei braccialetti, ma soprattutto per quello che significavano. E nonostante tutte le assurdità, mi ha fatto tenerezza: per quanto provasse a tenersi un lavoro non ne combinava mezza giusta. Ho cominciato ad empatizzare con lei, diciamo. Proprio per questo spero che la storia da qui prenda una strada molto più profonda e meno assurda/comica riguardo il suo personaggio.


message 13: by Fibi (new)

Fibi | 38 comments Zia Mame è una di noi! Questo è il primo pensiero che ho avuto! La filastrocca per sapere quanti giorni ha un mese? Sempre! 🤣 Considerare le 9 l’alba? Eccoci! 🙋🏽‍♀️ Il tema che mi sta più a cuore è sicuramente quello dell’indipendenza femminile. I consigli di tutte le persone che la circondano è: “Vuoi risolvere i tuoi problemi? Sposati!” Ma lei va dritta per la sua strada e prova ad applicarsi (a modo suo). Resto perfino un po’ delusa alla fine del terzo capitolo quando scopro che si è sposata all’insaputa di tutti. Vedremo come andrà a finire!
Piccola nota di merito anche per Ito, che è degno servitore della sua padrona!
Ho solo una domanda! La famosa “zitellina indimenticabile”, di cui Dennis adulto parla all’inizio di ogni capitolo, è un personaggio di qualche libro esistente? O solo uno stratagemma?


message 14: by Mariad (new)

Mariad | 11 comments stasera sono riuscita a trovare il film un consiglio per chi nn ha ancora visto il film di guardarlo se si ha intenzione di vedere a libro finito nn fate il mio sbaglio


message 15: by Angela (new)

Angela | 10 comments Fine primo step ed io sto amando questo libro. Amo lo stile di scrittura e amo il periodo in cui è ambientato. Zia Mame è ben inserita in quel periodo, meglio direi che è lo specchio di quel periodo. Anche io ho l'impressione che la sua eccentricità nasconda una profondità, d'altronde sappiamo bene che le apparenze ingannano. Amo molto il fatto che non si conformi, che non sarà mai come la vogliono gli altri, anche se questo la porta a perdere qualsiasi tipo di lavoro :) Credo con molta onestà che il matrimonio con cui si chiude il terzo capitolo sia solo una parentesi come ogni lavoro svolto da zia Mame fino a quel momento. Sarà un momento di respiro che le permetterà di ripartire più forte di prima. Non vedo l'ora di vedere come si evolverà la storia .


message 16: by Erica (new)

Erica | 4 comments Ciao! Non ho ancora le idee molto chiare, la curiosità c’è ma devo ammettere di non essere abituata a leggere libri di questo genere.
Premetto infatti che se non fosse stato per la setta, non mi sarei mai avvicinata a “Zia Mame”, per cui grazie perché credo possa avere un grande potenziale.

Parlando del personaggio della zia, penso che per quanto a volte sia svampita o per quanto abbia le sue debolezze, sia una donna estremamente forte. Non dobbiamo dimenticarci che il contesto storico in cui vive sia profondamente diverso dal nostro. La sua eccentricità , talvolta eccessiva, la salva dall’omologazione che avrebbe senz’altro avuto in quanto donna, vittima del suo tempo. Ha sicuramente una visione della vita tutta sua e probabilmente non saremmo potute essere amiche ma la ammiro per la sua forza e spero non mi deluda! Non so cosa abbia in serbo per noi, ma spero che non molli la sua indipendenza 🤞🏻


message 17: by Beatrice (new)

Beatrice (semplicelettrice) | 9 comments Ciao a tutti gli adepti e le adpte!!
Ho votato per questo libro per il periodo storico in cui è ambientato e perchè incuriosita dal personaggio di Zia Mame. Come Lucrezia, anche io alterno momenti in cui la amo ad altri in cui la prenderei a schiaffi. Abituata ad una vita agiata e spensierata si ritrova a doversi reinventare e ad imboccarsi le maniche. Vive seguendo solo i suoi principi. Ma cosa fa? Tutte le volte riesce a combinare qualche guaio, si piange addosso per giorni finchè qualcuno non le da un'altra possibilità (ancora, ancora ed ancora!) e continua a vivere al di sopra delle sue possibilità!!
Vedremo cosa combinerà nel secondo step!!


message 18: by Maria (new)

Maria | 23 comments Io la odio. Giuro. La prenderei a schiaffi. Mi fa venire un nervoso. È troppo scema e ha solo la fortuna di cadere sempre in piedi.
Almeno Allan sapeva costruire bombe atomiche!


message 19: by Laura (new)

Laura | 7 comments Ciao a tutti!
Devo dire che io non nutro tutto questo grande amore per Zia Mame, ma neanche disprezzo. Il capitolo 3 mi ha un po' destabilizzata in questo: davvero non è riuscita ad imparare come si fa una ricevuta? E davvero non è riuscita a trovare un compromesso tra l'arte secondo i suoi gusti e secondo i gusti dei clienti?
Il suo vivere fuori da qualsiasi schema mi dà a volte sui nervi, ma è anche vero che è tutto coerente con il personaggio che ci viene presentato fin da subito. Sono sicura che il non riuscire a disprezzarla completamente sia dato anche dal tipo di scrittura e dalle descrizioni fatte dal piccolo Patrick. Lo stile così veloce (in un capitolo ha fatto un resoconto di un anno intero) e anche amorevole (è vero, come ha detto già qualcuno, che c'è proprio amore fra i due) mi rende difficile non giustificare Zia Mame in alcune occasioni.. solo alcune, però.

Non so, sono estremamente confusa per il momento. Spero che i prossimi step mi rendano la visione più chiara!!


message 20: by Miriana (new)

Miriana _my.reading.journal_ | 1 comments Buongiorno a tutti!
Fin ora zia Mame sta provocando anche a me una specie di amore/odio. Amore perché è una donna che non si da mai per vinta, una donna che lotta per andare avanti e che non si tira indietro davanti a nessun lavoro, anche se poi non riesce a tenersene mezzo. È una donna spiritosa e piena di passione e ama godersi la vita.
Odio perché a volte esagera veramente troppo ed è deleteria per Patrick in alcuni momenti. Farebbe di tutto per lui, è ovvio che gli vuole bene, però a volte non esita a metterlo nei guai pur di soddisfare le proprie idee assurde, tipo quando si intestardisce sulla scelta della scuola.
Non accetta mai di scendere a compromessi, o le cose si fanno come dice lei o da di matto.
Però come leggevo in un altro commento qui nella discussione, alla fine tutto le va sempre bene.
Per questo a me personalmente il matrimonio non ha sconvolto più di tanto, perché io non l’ho visto come un arrendersi all’idea che era l’unica soluzione per andare avanti. Secondo me, come tutto quello che fa Mame, è stato un seguire l’impulso del momento, si è veramente “innamorata” e ha agito di conseguenza. Il fatto che lui fosse pure ricco è solo l’ennesima dimostrazione che alla fine qualsiasi cosa lei faccia in un modo o nell’altro le va di fortuna. Che per carità, in questo caso se lo meritava anche un pochino dopo aver tentato con qualsiasi lavoro, ma in altri casi non se la merita proprio tutta questa fortuna.


message 21: by Lidia (new)

Lidia Maltese | 1 comments Finito adesso il primo step (si lo so, non sono degna di questa setta). Zia Mame irriverente e sincera, troppo per essere solo il 1930. Nonostante abbia tardato questo primo step sono molto felice di voler continuare la lettura di questo romanzo.
La storia è leggera e avvincente allo stesso tempo e ti mente di fronte a delle tematiche che spesso diamo per scontate. Una di queste, per esempio, è il modo in cui sono cambiate le cose e di come oggi non somiglino ne al prototipo che voleva zia Mame ne a quello di mr Babbitt (come lo chiama lei).
Oggi continuerò la lettura con l’inizio del secondo step e ci becchiamo la prossima settimana per i commenti!


message 22: by Fabiana (new)

Fabiana (fabianaitaly) | 18 comments Ciao! Finalmente vi ho raggiunto! Il libro è molto piacevole e zia Mame è un personaggio molto divertente, la definirei una donna moderna d'altri tempi. Il suo entusiasmo nel buttarsi in 1000 avventure è contagioso... vado a buttarmi sul GRA :D


message 23: by Fibi (new)

Fibi | 38 comments Rileggendo i primi due step per prepararmi alla discussione di domani mi chiedevo il perché del titolo del terzo capitolo! Proprio non capivo cosa volesse dire “Zia Mame nel Tempio di Mammona”. Ho trovato questo interessante quanto per me sconosciuto significato: “Il termine Mammona viene usato nel Nuovo Testamento per personificare il profitto, il guadagno e la ricchezza materiale, generalmente con connotazioni negative, e cioè accumulato in maniera rapida e disonesta ed altrettanto sprecato in lussi e piaceri.”
Fonte Wikipedia
Voi lo sapevate? ☺️


message 24: by Beatrice (new)

Beatrice (semplicelettrice) | 9 comments Fibi wrote: "Rileggendo i primi due step per prepararmi alla discussione di domani mi chiedevo il perché del titolo del terzo capitolo! Proprio non capivo cosa volesse dire “Zia Mame nel Tempio di Mammona”. Ho ..."

Noo!! Ottima osservazione!! Direi che il titolo del capitolo è perfetto!!


message 25: by Fabiana (new)

Fabiana (fabianaitaly) | 18 comments Fibi wrote: "Rileggendo i primi due step per prepararmi alla discussione di domani mi chiedevo il perché del titolo del terzo capitolo! Proprio non capivo cosa volesse dire “Zia Mame nel Tempio di Mammona”. Ho ..."

Molto interessante! Grazie per aver condiviso con noi questa scoperta!


message 26: by Fibi (new)

Fibi | 38 comments @Beatrice @Fabiana 🥰


back to top