Reading Challenges discussion

66 views
Gara d'autore - 3ª Edizione > NOVEMBRE- Voto e Commento

Comments Showing 1-50 of 70 (70 new)    post a comment »
« previous 1

message 1: by Patty (last edited Nov 01, 2014 10:45AM) (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Ragazze e ragazzi diamo inizio alla gara vera e propria con la lettura, il voto e relativo commento del libro scelto.
Ebbene sì, via con la PRIMA MANCHE della gara d'autore e... chi prima finisce, con commento a carico ovviamente, ha il diritto di scegliersi l'autore da leggere per la manche successiva.
Avanti con le letture e soprattutto godiamoci questi incontri con la parola scritta.

Ecco il link al foglio di lavoro


message 2: by Floriel (new)

Floriel (florielmaree) | 17 comments Eccomi! E così sono la prima ad aver finito la lettura di questo mese... :3 ho appena terminato il libro che avevo scelto dall'autore assegnatomi, L'immortalità di Milan Kundera, e gli dò un bel sette. È un autore che non conoscevo, ed un genere che ho incontrato raramente nelle mie letture e che non adoro particolarmente. Non l'ho trovato per nulla pesante, anzi, però in alcune parti mi sono annoiata, anche perchè non c'è una vera continuità fra le parti ed i capitoli del romanzo - anche se fra di loro condividono dettagli che li accomunano. Ho avuto l'impressione che il libro, oltre al tema dell'immortalità e altri piccoli insegnamenti, volesse trasmettere un ulteriore messaggio portante, che però (probabilmente per immaturità da parte mia) non ho saputo cogliere. Nonostante questo è stata una lettura che mi ha sorpreso ed ha superato le mie aspettative :D


message 3: by Saretta (new)

Saretta (hex53617261) | 377 comments Finito Morte a Venezia di Mann a cui do un bel 10.
Non avevo mai letto nulla di questo autore e temevo fosse sul genere classico = palloso, invece mi sono ritrovata in una stupenda descrizione di una Venezia decadente.


message 4: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Che velocità ragazze!
Floriel, avendo terminato per prima la lettura in questa manche hai il diritto di scegliere l'autore che vorresti leggere per la manche del mese di dicembre.
Aspetto il nome dell' autore e del libro che vorrai leggere.
Complimenti!


message 5: by Paola (new)

Paola | 590 comments Saretta wrote: "Finito Morte a Venezia di Mann a cui do un bel 10.
Non avevo mai letto nulla di questo autore e temevo fosse sul genere classico = palloso, invece mi sono ritrovata in una stupenda descrizione di u..."


Sono davvero contenta che ti sia piaciuto! Al liceo l'avevo adorato (e letto in tedesco). In classe poi avevamo visto anche la trasposizione cinematografica di Luchino Visconti che ormai ricordo poco (son passati troppi anni), ma che era sicuramente interessante e di cui mi è rimasta impressa la scena finale della spiaggia.


message 6: by Floriel (new)

Floriel (florielmaree) | 17 comments Patty wrote: "Che velocità ragazze!
Floriel, avendo terminato per prima la lettura in questa manche hai il diritto di scegliere l'autore che vorresti leggere per la manche del mese di dicembre.
Aspetto il nome d..."


Grazie! Oddio, adesso è iniziato novembre e bisogna già pensare a dicembre D: comunque scelgoCharles Dickens con Le due città che avevo adocchiato già da un bel po' :3


message 7: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Perfetto Floriel!
Aspetto che Paciula regolarizzi l'iscrizione alla gara ( oddio scritto così sembra che debba versare un tot euro per l'iscrizione :-D !) e poi si parte con le assegnazioni di dicembre e una new entry tra i manager.


message 8: by lanalang (new)

lanalang | 186 comments Complimenti Floriel!
Saretta, Mann è grandioso! Appena puoi leggi I Buddenbrook.


message 9: by Chiara (new)

Chiara  (chiarafrezzotti) | 192 comments Rapidissime ragazze! Io, fra letture per la scuola (insegno, e sono sempre alla ricerca di titoli per i miei studenti... Anzi, se qualcuno ha dei titoli da consigliarmi - 2/3/4* liceo, ma con classi non proprio amanti della lettura - ben venga), gruppo di lettura della biblioteca, una lettura personale da terminare... Non ho ancora iniziato Dickens... Mi consola il fatto che tutti questi "impegni" non fanno altro che permettermi di LEGGERE, LEGGERE, LEGGERE


message 10: by Chiara (new)

Chiara  (chiarafrezzotti) | 192 comments Rapidissime ragazze! Io, fra letture per la scuola (insegno, e sono sempre alla ricerca di titoli per i miei studenti... Anzi, se qualcuno ha dei titoli da consigliarmi - 2/3/4* liceo, ma con classi non proprio amanti della lettura - ben venga), gruppo di lettura della biblioteca, una lettura personale da terminare... Non ho ancora iniziato Dickens... Mi consola il fatto che tutti questi "impegni" non fanno altro che permettermi di LEGGERE, LEGGERE, LEGGERE


message 11: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments EmmaBovary wrote: "Rapidissime ragazze! Io, fra letture per la scuola (insegno, e sono sempre alla ricerca di titoli per i miei studenti... Anzi, se qualcuno ha dei titoli da consigliarmi - 2/3/4* liceo, ma con class..."

EmmaBovary sei in buona compagnia. Non riuscendo a leggere più libri contemporaneamente ho una lista d'attesa da paura. Di questo passo non potrò iniziare Pirandello prima di metà novembre.
Ma io sono monogama di natura: due o più libri contemporaneamente proprio non riesco a gustarmeli!
E io voglio dalla lettura innanzitutto il piacere.


message 12: by Manua (new)

Manua (hipzania) Io sono in modalità studio al momento, quindi mi destreggio tra Primo Levi, Prévost e Rabelais... mi sono detta, perché studiare il riassuntino sui manuali, quando potrei leggere direttamente i romanzi? Mi sa che Hemingway dovrà aspettare almeno almeno due settimane ^^"


message 13: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments LOL, io sono terribilmente promiscua coi libri! XDDD


message 14: by Audrey (new)

Audrey | 34 comments Anche io! ^^'


message 15: by Chiara (new)

Chiara  (chiarafrezzotti) | 192 comments Patty wrote: "EmmaBovary wrote: "Rapidissime ragazze! Io, fra letture per la scuola (insegno, e sono sempre alla ricerca di titoli per i miei studenti... Anzi, se qualcuno ha dei titoli da consigliarmi - 2/3/4* ..."

Invece io Patty, fin da ragazzina, ho sempre amato alternare nelle letture (dal momento che, in tutto il resto, sono sempre stata ligia alle regole, purtroppo o per fortuna)... Ora però il mio cervello, seppur non vecchio, non è più elastico come un tempo e quindi il troppo finisce per stroppiare... Vorrei, a volte, fare un lavoro che non comporti la lettura, in modo da potermi dedicare solo a ciò che voglio e non anche a ciò che devo: spesso finisce che la sera non ho più la forza di concentrarmi sul libro che vorrei...


message 16: by Audrey (new)

Audrey | 34 comments Ho finito Zanna Bianca. Non lo avevo letto da bambina ed è stata l'occasione per riscoprire un bellissimo classico! Il mio voto è un 8 e ringrazio Heke per la proposta!
Devo aggiornare da sola il foglio?


message 17: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Audrey wrote: "Ho finito Zanna Bianca. Non lo avevo letto da bambina ed è stata l'occasione per riscoprire un bellissimo classico! Il mio voto è un 8 e ringrazio Heke per la proposta!
Devo aggiornare da sola il f..."


Va benissimo Audrey. Foglio aggiornato


message 18: by Luisa (new)

Luisa (lysya) | 160 comments E oggi comincio il mio "Gabriella garofano e cannella".
Vediamo un po'...


message 19: by Francesca (new)

Francesca | 476 comments nemmeno io ho ancora iniziato Simenon ma conto entro 2/3 giorni di riuscire ad iniziarlo!
Poi già lo so che Simenon mi piace parecchio.. quindi non vedo l'ora ;-)


message 20: by Heke (new)

Heke | 650 comments Audrey wrote: "Ho finito Zanna Bianca. Non lo avevo letto da bambina ed è stata l'occasione per riscoprire un bellissimo classico! Il mio voto è un 8 e ringrazio Heke per la proposta!
Devo aggiornare da sola il f..."


Prego! Sono contenta che ti sia piaciuto :)


message 21: by Heke (last edited Nov 07, 2014 03:10PM) (new)

Heke | 650 comments Finito Tokyo Blues di Murakami.

Voto: 5.

Faccio un copia/incolla qui sotto del commento che ho scritto per la gara a squadre:

So che sto per andare controcorrente, ma a me questo romanzo non è piaciuto quasi per niente. Credetemi, la prima a esserne rimasta stupita sono io, sono anni che ho voglia di leggere Murakami.
Ma in questo romanzo ci sono troppe cose che non mi sono andate giù. A tratti mi sembrava di leggere Fabio Volo. Altre volte mi sembrava di star guardando una puntata di Dawson's Creek.
È eccessivamente sentimentale e lirico, in un modo un po' fastidioso perché sembra voler dire al lettore "ma hai visto quanto sono intellettuale e originale e drammatico" mentre a me sembrava solo banale.
I dialoghi sono assolutamente irreali. Nessuno al mondo parla così.
Questa gioventù giapponese che ascolta Mozart e passa le serate al jazz bar e legge Gatsby e Hesse ed è perfettamente a proprio agio con il sesso parlandone come se fossero tutti sessuologi, beh, non esiste, e mi ha infastidito. E se esistesse la troverei comunque un sacco noiosa quindi mi infastidirebbe ancora di più. (Anche qui mi sembrava di sentire l'autore che diceva: "ma hai visto quanto è figo il mio personaggio che ascolta Coltrane e legge Fitzgerald").
Ma la cosa che mi ha infastidito di più è stato questo punto di vista assolutamente maschile/macho, dove le donne sono tutte carine e dolci, gli uomini tutti meno belli ma interessanti, le donne fedeli, gli uomini donnaioli, le donne si interessano solo ai complimenti sul proprio taglio di capelli... Insomma, se devo contare le volte in cui si è detto di Naoko che era carina e aveva un corpo stupendo e di Midori che era carina e aveva delle gambe stupende e di Reiko che era carina e aveva delle rughe stupende (ah, sì, lui sì che è originale, ha fatto un personaggio donna che era carina pur avendo le rughe!...) e di Hatsumi che era carina e aveva le labbra stupende... basta, mi sto annoiando da sola anche a scrivere il commento.

Scusatemi sono un po' arrabbiata.

P.S. Caro Murakami, sappi che ti perdono e che leggerò altri tuoi libri, sono certa che sai fare di meglio.

P.P.S. Cara Martina, spero tu non me ne voglia anche se il romanzo non mi è piaciuto... sono comunque molto contenta di averlo letto (anche perché era tra i miei to-read da secoli!).


message 22: by Manua (new)

Manua (hipzania) Ho finito di leggere il romanzo di Hemingway e, seppur a malincuore, il mio giudizio su di lui non è cambiato, rispetto a quando ho letto il celebre "il vecchio e il mare": non riesco proprio a digerirlo, e questo romanzo "di là dal fiume e tra gli alberi" non ha fatto eccezione. Mi sono meravigliata nel vedere quanto Hemingway conoscesse bene l'Italia e Venezia (e mi sono stupita ancora di più quando ha nominato addirittura la cittadina dove ho fatto il liceo) ma il romanzo in sé non mi ha riservato nessuna emozione, né ha stimolato in me un qualche interesse. Anzi, mi sono davvero annoiata. Ho trovato il tutto piuttosto piatto, tranne per rari momenti in cui invece mi sono colta a riflettere su quanto mi fosse detestabile il Colonnello, quanto sterili fossero i discorsi amorosi tra lui e Renata e su quanto, fondamentalmente, io non apprezzi l'autore. Forse in futuro farò un ultimo tentativo con "Per chi suona la campana", ma passerà un bel po' di tempo, temo :) voto: 2, mi dispiace!


message 23: by lanalang (new)

lanalang | 186 comments @Heke, io l'ho letto lo scorso anno e l'ho detestato con tutta me stessa. Ancora sono qui che mi domando come mai in tanti lo considerano un capolavoro.


message 24: by Anna [Floanne] (last edited Nov 08, 2014 03:27AM) (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4444 comments Mod
Grazie ragazze! È il mio autore del mese prossimo....

Edit: ah no. Scusate! Pensavo parlaste di Hemingway! (Che comunque mi sembra di capire che susciti sentimenti contrastanti...)


message 25: by Francesco (new)

Francesco (thekaspa) | 711 comments Finito Tempo fuor di sesto. Voto 6.5

Dick, al di là del cognome idiota che gli è toccato, è un maestro nel creare ambientazioni fantascientifiche molto interessanti e che sono capaci di restare attuali anche molti anni dopo.
Nonostante questo, Tempo fuor di sesto non mi ha appassionato, ma la colpa credo che sia dipesa da due fattori fondamentali: essermi spoilerato il colpo di scena leggendo altre recensioni, e il fatto di essermi aspettato inutilmente che il "sospetto" si manifestasse sin dai primi momenti della storia (come in Truman Show, che ha preso ispirazione - pare - anche da qua).
Di conseguenza non sono riuscito ad immedesimermi nel protagonista come avrei dovuto fare per poter godere appieno della storia.


message 26: by Phuong (last edited Nov 09, 2014 12:32PM) (new)

Phuong | 414 comments Finito "A pale view of hills". Voto: 8.
Davvero un bel libro. L'altr'anno mi ero approcciata ad Ishiguro con "Quel che resta del giorno" e anche se quest'altro libro non ne è all'altezza, ho comunque riconosciuto alcune delle caratteristiche che tanto mi avevano fatto apprezzare quest'autore, in primis il suo modo particolare di rendere le psicologie dei personaggi. Se c'è qualcosa che non mi è piaciuto erano i dialoghi, che mi sembravano molto artificiali, e come alla fine non si capiscano bene i ruoli di Mariko e Sachiko. Le ultime pagine prima della fine, all'inizio mi hanno lasciato perplessa e poi, rileggendole una seconda volta, agghiacciata. Tutta la storia è permeata da un senso d'angoscia, ti aspetti la tragedia da un momento all'altro quando invece (view spoiler). All'inizio ero per dargli un sette e mezzo, ma ripensando in retrospettiva a tutto il romanzo sotto la luce del finale mi sono decisa per l'otto. Davvero bello, mi riconferma che Ishiguro è un ottimo scrittore.


message 27: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Foglio aggiornato.
Che bello leggere delle recensioni così ben articolate.
E credo che questa sia la prima volta che un autore si becchi addirittura un 2!
Sorprendente che alcuni miti siano stati completamente demoliti.
Evviva la gara d'autore!


message 28: by Paola (new)

Paola | 590 comments Ho terminato ora "Sotto la pelle" di Michel Faber. Mi prendo una giornata o due per dare voto e commento perché per ora sono sicura che mi sia piaciuto, ma non riesco ancora a capire quanto! ;)


message 29: by Paola (new)

Paola | 590 comments Come promesso, eccomi qui per voto e commento di Sotto la pelle.
Come scritto ieri appena terminato il romanzo, devo confermare il fatto che il libro mi è piaciuto e mi ha tenuta incollata per parecchio tempo con in testa la domanda: "Dove diavolo vuole andare a parare?".
Mi è piaciuta la storia di Isserley (view spoiler) sappiamo che ciò che fa non le piace, ma sicuramente le piace più che l'essere inviata a lavorare nelle miniere. A mio avviso non c'è un vero e proprio cambio di coscienza in Isserley: (view spoiler) ma nemmeno nella realtà a volte si riesce ad avere questo tipo di evoluzione.
Secondo me, i personaggi che si intrecciano con la vita di Isserley sono delle mere tappe per condannare alcuni aspetti della vita odierna: il potere delle grandi aziende sulla vita dell'intera umanità e sul fatto che chi ha i soldi non riesce a vedere come i propri stili di vita rendano sempre peggiore la società che li circonda.
Detto questo: ribadisco il fatto che ho trovato il romanzo avvincente soprattutto perchè fino a poche pagine dalla fine non si capisce se l'intento dello scrittore sia sorvolare sopra queste tematiche lasciando al lettore ogni singola riflessione o se, invece, ci debba essere qualcosa di più.
Unica nota stonata dal mio punto di vista è che il finale lascia un po' l'amaro in bocca (view spoiler).
Voto: 8,5


message 30: by Anastasia (new)

Anastasia (universe_beats) | 870 comments Sono molto contenta, Paola! :-D Un libro molto particolare..
(view spoiler)

Difficile da inquadrare, è proprio vero, anche io ci ho messo un po' per capire quanto mi fosse piaciuto. Lascia il segno!


message 31: by Auntie (new)

Auntie Pam | 1746 comments finito Misery di King

Non è di sicuro il mio libro preferito di King ma di sicuro ci va vicino. E' a dir poco geniale! Nonostante l'inizio non mi avesse preso molto e nonostante la storia di Misery non mi fosse davvero mai piaciuta, la trama è andata via via migliorando e nulla è sembrato scontato o già letto. King riesce a descrivere situazioni meglio di quello che potrebbe fare un regista sul set. Io mi aspettavo un altro finale, ma per fortuna mi sono sbagliata così sono rimasta attaccata al libro fino alla fine. Anche se avrei preferito il finale che io avevo in mente.. merita comunque un buon voto: 8!


message 32: by Anna (new)

Anna (anny91) | 211 comments Con un po' di lentezza causa Laurea ci sono anche io :) Terminato "Il leone, la strega e l'armadio"...e purtroppo non ha raggiunto le mie aspettative. Era tra i miei "to-read" ed avevo sentito solo ottime valutazioni, e invece credo che sia un po' sopravvalutato come libro, come stile e come trama. Bello il mondo magico che si viene a creare nell'intersecarsi delle parole, ma non mi ha coinvolto come credevo e non penso andrò avanti a leggere la saga.
Voto: 6.


message 33: by Je (new)

Je | 52 comments Finito La ragazza dai capelli strani, non avevo mai letto Wallace ed è stato un impatto un po' traumatico, alcuni racconti ho faticato tanto a digerirli, specialmente quello che dà il titolo al libro. Probabilmente molte cose non le ho capite, è stato come intrattenere una conversazione con un uomo che ti hanno detto essere terribilmente intelligente e non riuscire a coglierne appieno l'intelligenza. Mi sono sentita piuttosto inadeguata, e poi sono partiti interminabili pipponi riguardo alla possibilità che magari l'autore voleva proprio suscitare questa sensazione. Ringrazio Andrea perché comunque mi ha fatto venire voglia di approfondire la questione. Voto: 7


message 34: by Anastasia (last edited Nov 16, 2014 03:50AM) (new)

Anastasia (universe_beats) | 870 comments Finito Il giardino di cemento di McEwan.
Non sono digiuna dell'autore, avendone già letti un po' e avendolo adorato quasi sempre, ma questa è una delle poche eccezioni in cui sono rimasta fredda alle atmosfere del libro. Sicuramente ho avvertito sottilmente il costante clima sinistro e disagiato di questo nucleo familiare in preda ad una rovinosa autogestione. Ho apprezzato anche le immagini usate da McEwan per rendere ciò che è sepolto nel sottosuolo ma che in realtà è sempre presente, come la stessa idea di intitolare il libro "Il giardino di cemento". Però rimane un apprezzamento più "concettuale" che vissuto sulla pelle, al contrario di altre letture a cui invece ho partecipato molto più attivamente come i bellissimi Espiazione e Chesil Beach.
Voto: 7


message 35: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Eccomi di ritorno dopo giorni piuttosto caotici. Scusatemi.
Avevo concordato con *Giulia* che si sarebbe presa cura del gioco qualora io fossi assente, ma evidentemente anche lei sarà stata occupata malgrado mi avesse assicurato il contrario...

Ok riprendiamo da dove ho lasciato: aggiornato il foglio di lavoro e invito tutti a esaminare con attenzione i dati che trascrivo, potrei fare errori e incasinare tutto ;))

E da oggi inizio la lettura del mio Pirandello, finalmente!


message 36: by Martina (new)

Martina | 511 comments Ho finito Gatti molto speciali.

Il libro è una raccolta di storie e aneddoti sui gatti che hanno accompagnato Doris Lessing durante tutta la sua vita. Ho apprezzato anche le pagine iniziali più ciniche e crude proprio perchè non ha cercato di autocensurarsi nascondendo quelle che erano pratiche abitudinarie all'epoca. Forse si sente un po' la macanza di conclusione di alcune storie infatti non sappiamo cosa succede alla fine alla gatta nera e alla sua rivale grigia. Voto 7


message 37: by Andrea (new)

Andrea Gabban | 95 comments Asimov... Che dire? Non me l'aspettavo. Cioè, sapevo fosse bravo, ne avevo sentito parlare, ma non avevo ancora letto niente. "Neanche gli dei" mi è piaciuto moltissimo. L'idea di fondo è molto intelligente, serve anche a criticare la scienza sempre più rappresentante della verità assoluta e per questo, secondo il parere di certe persone tipo Odifreddi, incriticabile. Ma è na critica che proviene da chi la scienza la ama ed in essa crede profondamente.
Dal punto di vista letterario, è scritto molto bene, con colpi di scena ad una frequenza tale da stupire sinceramente senza rendere il romanzo stucchevole. Molto interessante anche la scelta di cambiare personaggi in ogni parte del romanzo, quasi a voler indicare che la scienza non è fatta solamente dai grandi geni che lavorano per proprio conto, ma da persone sinceramente interessate a ciò che fanno che lavorano, anche se in tempi e luoghi diversi, ad un unico scopo.

Voto finale: 10, con un ringraziamento a chi l'ha messo in lista.


message 38: by Saretta (new)

Saretta (hex53617261) | 377 comments *_* Sono molto contenta che ti sia piaciuto!
Asimov ha scritto molte belle cose di fantascienza, tutte approcciabili molto tranquillamente (oltre a libri divulgativi di fisica).


message 39: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Andrea wrote: "Asimov... Che dire? Non me l'aspettavo. Cioè, sapevo fosse bravo, ne avevo sentito parlare, ma non avevo ancora letto niente. "Neanche gli dei" mi è piaciuto moltissimo. L'idea di fondo è molto int..."

Queste sì che sono soddisfazioni!
Evviva la Gara d'Autore!


message 40: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Neanche gli dei è uno dei miei preferiti... Cioè, e se penso che l'ha scritto per dimostrare che si deve dare un senso agli elementi scientifici che si decidono di utilizzare... "Ehi, vuoi usare un isotopo di un elemento che in natura non troviamo? Ok, ma trova il modo di spiegarlo scientificamente!"
È geniale. E alla fine della parte centrale ho pianto... Stupendo <3


message 41: by Audrey (new)

Audrey | 34 comments Martina wrote: "Ho finito Gatti molto speciali.

Il libro è una raccolta di storie e aneddoti sui gatti che hanno accompagnato Doris Lessing durante tutta la sua vita. Ho apprezzato anche le pagine iniziali più ci..."


Sono contenta che ti sia piaciuto. E' un libro un po' diverso ma lo stile della Lessing si nota subito!


message 42: by Francesca (new)

Francesca | 476 comments un po' in ritardo ma ho terminato la mia lettura.
L'uomo che guardava passare i treni di Georges Simenon.
Simenon è sempre una garanzia, non mi ha mai (ancora) delusa.

Kees Popinga è un uomo comune, che fa una vita comune, impiegato di una famosa azienda olandese, ha una moglie, una figlia, un figlio...la sua vita scorre uguale a se stessa, finché una notte non trova il suo principale ubriaco in un locale notturno. L'azienda è in fallimento, da quel momento, come se non avesse aspettato altro per 40 anni, Popinga manda tutti al diavolo, prende e se ne va a Parigi, dove viene cercato dalla polizia, finisce sui giornali, ma non abbastanza per esserne soddisfatto. Finalmente può comportarsi come un folle, sentendosi libero.

Sapevo che mi sarebbe piaciuto, sono contenta mi sia capitato proprio nella prima manche, avevo questo libro sul comodino da troppo tempo, era ora che lo smarcassi!

voto finale: 8


message 43: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4444 comments Mod
Ho terminato anch'io il mio libro di Baricco. Sono pienamente consapevole del fatto che questo autore susciti in molti sentimenti contrastanti ma io non posso farci niente: a me Baricco piace, e anche parecchio! C'è qualcosa nei suoi personaggi e nelle atmosfere che sa creare che riesce sempre a rapirmi, a portarmi lì, sul ciglio di una strada di campagna mentre rombano i motori della Mille Miglia, o affossata in una trincea nel bel mezzo della disfatta di Caporetto. "Questa Storia" per me non ha solo qualche frase ad effetto buttata qua e là, per me é una storia ad effetto, o almeno su di me l'effetto della meraviglia l'ha lasciato. Ringrazio il manager per aver proposto questo titolo che mi mancava. Voto: 9


message 44: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Francesca wrote: "un po' in ritardo ma ho terminato la mia lettura.
L'uomo che guardava passare i treni di Georges Simenon.
Simenon è sempre una garanzia, non mi ha mai (ancora) delusa.

Kees Popinga è un uomo comun..."


Simenon è...Simenon!


message 45: by Anna (new)

Anna (anny91) | 211 comments Anna [Floanne] wrote: "Ho terminato anch'io il mio libro di Baricco. Sono pienamente consapevole del fatto che questo autore susciti in molti sentimenti contrastanti ma io non posso farci niente: a me Baricco piace, e an..."

Sono contentissima ti sia piaciuto!Non saprei scegliere a dire il vero tra i suoi titoli uno migliore dell'altro, ma sono pienamente d'accordo con te....suscita meraviglia in ogni sua frase questo autore e so che non sembre viene compre o apprezzato, quanto venga scambiato per uno sdolcinato da quattro soldi :) Sono molto contenta di averti fatto conoscere qualche nuova sfaccettatura di Baricco!


message 46: by Sayuri (new)

Sayuri | 113 comments Ho finito "I figli della mezzanotte" di Salman Rushdie. Non si tratta di un libro facile o scorrevole. Non lo è stato per me almeno. Ma da quando me ne sono distaccata mi ritrovo a ripensare alle vicende, ai personaggi...Questo significa che questa lettura qualcosa mi ha lasciato. Non so bene che cosa però. Tante suggestioni e l'impressione, che forse, la protagonista del libro è l'India.
Il mio voto è 8.


message 47: by Luisa (new)

Luisa (lysya) | 160 comments Ma caso mai non riuscissimi a terminare il libro entro il 30 novembre,cosa succede?
Ricevo qualche penalità?


message 48: by Patty (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Luisa wrote: "Ma caso mai non riuscissimi a terminare il libro entro il 30 novembre,cosa succede?
Ricevo qualche penalità?"



Come da regolamento:
Per spronare alla lettura nei tempi giusti e premiare la lettura dei cosiddetti "mattonazzi", verranno assegnati 0,5 punti ogni 100 pagine lette + 1 punto lettura, nessun punto se il libro non viene terminato.

Quindi nessun punto-pagina per il manager che non ha completato la lettura entro la fine del mese


message 49: by Luisa (new)

Luisa (lysya) | 160 comments Ok ok,non credo che lo abbandonerò,forse mi servirà solo qualche giorno in più :)


message 50: by Patty (last edited Nov 26, 2014 07:52AM) (new)

Patty (pattyredqueen) | 989 comments Terminata la mia lettura di Uno, nessuno e centomila.
Voto: 8.5

Libro decisamente inquietante da leggere con una certa cautela...
Poggia, a mio avviso, su due cardini del pensiero novecentesco: la crisi di identità e il relativismo. La mia è stata una lettura non certo veloce, dovuta a un testo denso ma nello stesso tempo pieno di umorismo quasi a voler smorzare la gravità del pensiero.
Un libro da gustare e per meditare, senza però esagerare, altrimenti si rischia di diventare consapevolmente folli come il buon signor Moscarda perché...
"Una realtà non ci fu data e non c'è, ma dobbiamo farcela noi, se vogliamo essere: e non sarà mai una per tutti, una per sempre, ma di continuo e infinitamente mutabile."


« previous 1
back to top