Reading Challenges discussion

22 views
Il Gioco della Catena > Catena 9/19

Comments Showing 1-21 of 21 (21 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Anna [Floanne] (last edited Sep 16, 2019 01:12PM) (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Eccomi! Rientrati dalle vacanze, ricomincia il nostro appuntamento mensile con il gioco della catena. Le regole le conoscete già, in caso di dubbi, potete dare un’occhiata qui.
https://www.goodreads.com/topic/show/...

Chi prima arriva, sceglie il titolo con cui iniziare.
Commenti sempre in questo post.
Buona caccia all’aggancio!


1. Antonella Lena e la tempesta di Alessia Gazzola
2. Arybo On the Come Up di Angie Thomas (2019)
3. Rowi All'ombra del melograno di Tariq Ali (iniziali AT)
4. Lalalah Le braci di Sándor Márai (gen. Historical fiction)
5. Marina Liberazione di Sándor Márai (autore)
6. Autunno tedesco di Stig Dagerman (periodo storico)
7. Alberto L'ultima estate di Klingsor di Hermann Hesse
8. Genny Il paese delle prugne verdi di Herta Müller (Premio Nobel)


Antonella Imperiali | 367 comments Ciao e bentornata!
Inizio con questo:
https://www.goodreads.com/book/show/4...
Lena e la tempesta - Alessia Gazzola.
Buon aggancio!


message 3: by Arybo ✨ (new)

Arybo ✨ | 141 comments Hello 🌚
Mi collego con On the Come Up di Angie Thomas, stesso anno di pubblicazione (2019).

https://www.goodreads.com/book/show/3...


message 4: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Anna [Floanne] wrote: "Eccomi! Rientrati dalle vacanze, ricomincia il nostro appuntamento mensile con il gioco della catena. Le regole le conoscete già, in caso di dubbi, potete dare un’occhiata qui.
https://www.goodread..."



Batterti in velocità è impossibile Antonella! ;D


Antonella Imperiali | 367 comments 😊


message 6: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3196 comments All'ombra del melograno, stesse iniziali autore AT

(volevo attaccarmi con Figli di sangue e ossa con lo stesso criterio, ma l'avevo già messo nella catena di marzo X°°°°D)


message 7: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Lalalah wrote: "Le braci: stesso genere, historical fiction"

Bellissimo!
Nessuno rilancia? Io avrei un Marái in lista ma con la biblioteca chiusa in questo periodo faccio fatica a recuperare titolo che non possiedo già.


message 8: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 779 comments Rilancio io con Liberazione, stesso autore.


message 9: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 799 comments Marina (Sonnenbarke) wrote: "Rilancio io con Liberazione, stesso autore."

Mi aggancio con Autunno tedesco, stessa tematica: il primissimo dopoguerra. Dagerman racconta Berlino nel '46.


message 10: by Alberto (new)

Alberto (mezzolitro) | 148 comments Mi aggancio con assonanza Autunno-Estate,
L'ultima estate di Klingsor di Hesse


message 11: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 779 comments Alberto wrote: "Mi aggancio con assonanza Autunno-Estate,
L'ultima estate di Klingsor di Hesse"


Bellissimo 😍


message 12: by Genny (new)

Genny | 286 comments Torno anch'io a giocare...vorrei agganciarmi al libro di Alberto con Il paese delle prugne verdi di Herta Müller (entrambi gli autori hanno ricevuto il Nobel).


message 13: by Genny (new)

Genny | 286 comments Ho terminato Il paese delle prugne verdi di Herta Müller.
Come si può raccontare il terrore, quello strisciante che si annida dappertutto, che porta le persone a scegliere in quale modo suicidarsi? La Muller sceglie di farlo con un linguaggio davvero particolare, evocativo ed ermetico, come se raccontare in modo più diretto fosse troppo doloroso anche solo da leggere. In questo libro c'è la Romania degli anni '80, quella del regime spietato di Ceausescu, forse la più cruenta delle dittature dell'Europa dell'Est, responsabile di vite vissute nella disperazione e di moltissime vittime. In questo romanzo la disperazione, l'incertezza e l'ansia dovute a quel tipo di vita ci sono tutte, la lettura è "scomoda" perchè la Muller riesce a trasfigurare queste sensazioni nel linguaggio adottato e a far calare il lettore in una realtà grigia e terrificante. Ho fatto fatica a leggere, non sono sicura di aver compreso appieno tutto ciò che l'autrice intendeva comunicare, tutte le metafore e i sottintesi, ma sicuramente ritengo che si tratta di un'opera necessaria e di cui far tesoro.


Antonella Imperiali | 367 comments Ho appena finito di leggere Lena e la tempesta di Alessia Gazzola.
Una storia banale, forse, ma raccontata con semplicità e con una certa delicatezza.
Lascio il link alla mia recensione:

https://www.goodreads.com/review/show...

Ciao!


message 15: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 779 comments Ho finito Liberazione di Sándor Márai.

Siamo a Budapest alla fine della seconda guerra mondiale, Erzsébet deve nascondere suo padre, uno scienziato che si è sempre interessato solo delle sue stelle ma è comunque ricercato dai nazisti. Lo nasconderà per dieci mesi, parte dei quali sarà costretto a trascorrere murato in una cantina insieme ad altre cinque persone. Erzsébet stessa si nasconde in un altro scantinato sotto falso nome, e la maggior parte del libro racconta la storia di queste persone in questo scantinato durante l'assedio di Budapest e la conseguente liberazione da parte dei russi.

Un libro molto toccante, anche se le parti più orribili sono raccontate con un distacco che ha del dissociativo, e forse in realtà è proprio per questo che sono tanto più terribili. È il terzo che leggo di questo autore e finora è quello che ho preferito, di gran lunga.


message 16: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Grazie Marina, lo aggiungo!


message 17: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 779 comments Anna [Floanne] wrote: "Grazie Marina, lo aggiungo!"

Prego! Spero che ti piaccia :)


message 18: by Alberto (last edited Oct 03, 2019 12:36AM) (new)

Alberto (mezzolitro) | 148 comments Ho finito L'ultima estate di Klingsor di Hesse, con un po' di fatica.

Mi e' piaciuto molto all'inizio, il tema e' molto interessante, pero' nella parte centrale del racconto temo di non essere stato all'altezza. Hesse presenta l'approccio alla vita di Klingsor senza aiutare il lettore, sicuramente non lo influenza ma io ho fatto fatica ad approfondire la mia riflessione. E in questo modo le giornate di Klingsor le ho trovate pesantine, e il ritmo del racconto troppo lento.
Per fortuna nell'ultima parte ho ripreso interesse, forse perche' sono riuscito a cogliere alcuni spunti... insomma, e' stata una lettura impegnativa.

A costo di sembrare blasfemo mi e' venuto in mente un testo di Vasco:

Sensazioni sensazioni
Vogliono tutti provare
Non ci bastano le solite emozioni
Vogliamo bruciare
Sensazioni sensazioni
Sensazioni forti
Non importa se la vita sarà breve
Vogliamo godere
Sensazioni sensazioni
Non sono mai abbastanza
Troppo presto ci si abitua
Ci si stanca
Ma è impossibile impossibile
Far senza

Klingsor e' questo, anche se lui non si abitua, ma viene bruciato, e finira' consumato, dalla quantita' di sensazioni che insegue, e delle quali e' impossibile far senza.


message 19: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 799 comments A ottobre si gioca?


message 20: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Si Roby, adesso preparo il post e vi lascio il link qui sotto


message 21: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Iscrizioni per Ottobre qui

https://www.goodreads.com/topic/show/...


back to top