Libri dal mondo discussion

50 views
Letture in gruppo - USA > Maggio-giugno 2019 - Indiana

Comments Showing 1-44 of 44 (44 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Marina (last edited Aug 26, 2019 04:02AM) (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod


Nel bimestre maggio-giugno inizieremo il nostro viaggio negli USA! Il generatore random.org ha scelto per noi l' Indiana . Come negli altri nostri viaggi letterari, sarà possibile leggere libri di un autore originario di questo stato o libri di altri autori ma ambientati qui.

Cosa leggerete? Io, lo ammetto, devo ancora studiare la situazione.

EDIT: libri ambientati in Indiana e autori provenienti dall'Indiana: https://www.goodreads.com/topic/show/...


message 2: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Se non l'avete ancora letto, vi consiglio Raccontami di un giorno perfetto, ambientato in Indiana, a cui io ho dato 5 stelle. È uno young adult ma secondo me potrebbe piacere anche a chi non ama il genere... anche se, certo, i protagonisti sono due ragazzi, ma il tema è universale secondo me.


message 3: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Lalalah wrote: "Io avevo iniziato a dare un'occhiata l'altra sera, e... ci è nato Rex Stout! Non lo sapevo (e ho tipo settordicimila libri suoi in attesa). Ciò detto, devo ancora studiare, magari trovo altro."

Grande, grazie per la segnalazione! Io ricordo di aver letto qualcosa di suo da ragazzina, non è affatto una cattiva idea riprendere questo autore! (Comunque piano piano faccio un bel post con libri e autori...)


message 4: by Genny (new)

Genny | 131 comments Anche Kurt Vonnegut e John Green sono nati nell'Indiana.


message 5: by LaCitty (last edited Apr 15, 2019 01:31PM) (new)

LaCitty | 36 comments L'Indiana... certo che il dio random è stato carogna!!!
Per l'ambientazione in Indiana, vi segnalo questi due: Perle ai porci: o Dio la benedica, Mr. Rosewater e Io mi chiamo Zippy reperiti grazie al grande web ^^


message 6: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
@Lalalah, per quanto riguarda l'ambientazione multipla direi che vale il principio del "quanta parte è ambientata in quello stato". È vero che non lo puoi sapere prima di leggerlo, ma io consiglio in tutti i casi di leggere un libro che ci interessi, poi se va bene per la lettura di gruppo ottimo, altrimenti avremo comunque letto un bel libro.


message 7: by Abc (new)

Abc | 85 comments Io approfitterò dei vostri suggerimenti perché con l'Indiana brancolo proprio nel buio.


message 8: by Emanuela (new)

Emanuela (emanuelalt) | 195 comments Mi hanno detto che dovrebbe andar bene anche La ferrovia sotterranea<\b>, non ho controllato però 😬


message 9: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Emanuela wrote: "Mi hanno detto che dovrebbe andar bene anche La ferrovia sotterranea, non ho controllato però 😬"

Non l'ho letto, ma a occhio e croce non credo, perché da quello che ho capito dovrebbe essere ambientato nei vari stati attraversati dalla ferrovia.


message 10: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Ecco un brevissimo elenco di libri ambientati in questo stato e autori provenienti da qui: https://www.goodreads.com/topic/show/...


message 11: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Io penso che leggerò I magnifici Amberson perché in inglese è gratuito, essendo un classico. Però mi ispirano moltissimo anche due thriller di Michael Koryta: Il fiume perduto e Last Words (che mi pare non sia stato tradotto in italiano).


message 12: by Lilirose (new)

Lilirose | 125 comments "La ferrovia sotterranea" ha un pezzo del libro abientato effettivamente in Indiana, però appunto è una parte.
Ci sono capitoli ambientati anche in Tennessee, Carolina del Nord, del Sud, Georgia ecc...

Quindi non so se può contare come libro ambientato in quello stato


message 13: by Patryx (last edited Apr 16, 2019 03:53AM) (new)

Patryx | 175 comments Io non ho ancora deciso: potrei leggere qualcosa di Kurt Vonnegut (come mi riprometto da tempo) oppure Tumulto di Booth Tarkington. Comunque è una decisione da prendere tra un po' perché al momento ho già troppe letture in coda :)


message 14: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
@Lalalah, sì anche The Turmoil (Tumulto) si trova gratuito in inglese. Ho visto che su Goodreads viene indicata come trilogia, ma dici che vanno letti in ordine? Io pensavo che potessero essere letti anche singolarmente... mumble...


message 15: by Jessy (new)

Jessy (jessytami) | 270 comments io leggerò Ciudades de papel


message 16: by Abc (new)

Abc | 85 comments Ho deciso di leggere Raccontami di un giorno perfetto


message 17: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
@Lalalah, di solito anch'io faccio così, non so perché stavolta mi sono voluta fidare dell'istinto :D

@Abc, buona lettura, è un libro meraviglioso, però prepara i fazzoletti...


message 18: by InsolitaMente (new)

InsolitaMente | 49 comments Leggerò Indizio N° 1 che indagando nel web ho scoperto essere ambientato proprio in Indiana, speriamo bene...


Antonella Imperiali | 597 comments Diavoletto, diavoletto 👿 @InsolitaMente... il tuo titolo ce l’ho anch’io... vedrò di che si tratta; due mesi sono lunghi.


message 20: by comablack (new)

comablack (dancerinthedark) | 80 comments Credevo ci fossero più autori dell'Indiana....
Per ora inizio Cercando Alaska di John Green: non proprio il mio genere ma Colpa delle stelle mi era piaciuto abbastanza, se non altro so che scrive in modo diretto e fluido (cosa che non sto trovando molto nelle ultime letture, quindi ne sento il bisogno).
Siccome poi 2 mesi sono lunghi potrei aggiungerne un altro: con Kurt Vonnegut non vado d'accordo, gli altri non li conosco proprio. A prima vista potrebbe per ispirarmi Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven...


message 21: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
comablack wrote: "Credevo ci fossero più autori dell'Indiana....
Per ora inizio Cercando Alaska di John Green: non proprio il mio genere ma Colpa delle stelle mi era ..."


Raccontami di un giorno perfetto secondo me è meraviglioso, però prepara i fazzoletti...


message 22: by comablack (new)

comablack (dancerinthedark) | 80 comments Tranquilla Marina, ho il raffreddore cronico per cui i fazzoletti sono sempre con me ahahaha


message 23: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Lalalah wrote: "I commenti vanno qui? (Se no cancello, non c'è problema.)

Io ho finito or ora La traccia del serpente, di Rex Stout (nato nell'Indiana), e...

Delusione massima. Perfino Archie Goo..."


Yes, vanno qui :) Mi dispiace che il libro non ti sia piaciuto :( Speriamo che arrivino presto letture migliori!


message 24: by comablack (new)

comablack (dancerinthedark) | 80 comments Finito Cercando Alaska, voto 3 meno meno. Non ha nulla a che vedere con Colpa delle stelle (purtroppo), continuo però ad apprezzare la scrittura leggera e scorrevole di questo autore.
Ora inizio Vergogna per il gruppo di maggio, vediamo se più avanti ripasso per l'Indiana... =)


message 25: by Jessy (last edited Aug 28, 2019 07:15AM) (new)

Jessy (jessytami) | 270 comments Appena finito Ciudades de papel (versione italiana: Città di carta). La storia non è male, ma Margo non mi è piaciuta per niente. Che voglia di prenderla a schiaffi! Ben e Radar sono stati i miei preferiti, e Quentin mi è piaciuto, ma che noia la sua ossessione per Margo! Comunque tutta la ricerca intorno alla ragazza è stata davvero interessante. E anche la storia delle "Città di carta" mi è piaciuta, non me l'aspettavo.


message 26: by InsolitaMente (last edited May 07, 2019 09:23AM) (new)

InsolitaMente | 49 comments Confermo l'ambientazione in Indiana per il mio libro, per l'esattezza si svolge quasi interamente a Shelby Mills.
Indizio N° 1
Un buon thriller, parte lento ma poi il ritmo diventa incalzante trascinando il lettore fino all'ultima pagina e alla soluzione del caso. Leggermente imperfetto in alcuni punti ma ho apprezzato molto la caratterizzazione di Dana e John che sono i personaggi più complessi, un po' meno gli altri che, per quanto importanti nella storia, sono più abbozzati e finiscono per fare da contorno.
Non avevo letto il capitolo che lo precede ma leggerò volentieri altro di Tami Hoag, mi piacerebbe ritrovare questi due personaggi, chissà.


message 27: by Abc (new)

Abc | 85 comments Ho letto Raccontami di un giorno perfetto.
Traspare da ogni pagina il suo essere un young adult e questo, a mio parere, è un grande difetto.
La storia è importante, parla di adolescenza, di depressione, di gestione del lutto, di adulti spesso distratti o violenti verso i figli. Tematiche profonde che meritavano una trattazione più seria.
In questo romanzo, ahimè, ci sono un sacco di frasi ad effetto. Lo stesso personaggio di Finch è costruito per risultare sopra le righe sempre e comunque, nel bene e nel male. L'ho trovato esagerato sotto ogni punto di vista e proprio per questo non sono riuscita a provare una particolare empatia nei suoi confronti.
Più verosimile il personaggio di Violet col suo dolore, i sensi di colpa e la difficoltà di gestire il lutto.
Il libro si lascia leggere, la storia d'amore che nasce tra i due protagonisti risulta, a mio parere, la parte più riuscita, proprio perchè adeguata al livello della narrazione. Il tema del suicidio e della sofferenza psichica, invece, li lascerei ad autori con una narrazione più significativa e approfondita.


message 28: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Abc wrote: "Ho letto Raccontami di un giorno perfetto.
Traspare da ogni pagina il suo essere un young adult e questo, a mio parere, è un grande difetto.
La storia è importante, parla di adolesc..."


Mi dispiace che non ti abbia convinto :( Io l'ho adorato... anche perché secondo me è bene che anche i ragazzi si avvicinino a tematiche come la sofferenza psicologica, e quale modo migliore di uno young adult? Comunque, i gusti non si discutono :)


message 29: by Abc (new)

Abc | 85 comments Marina (Sonnenbarke) wrote: "Abc wrote: "Ho letto Raccontami di un giorno perfetto.
Traspare da ogni pagina il suo essere un young adult e questo, a mio parere, è un grande difetto.
La storia è importante, parl..."


Certo che certe tematiche devono raggiungere anche un pubblico adolescenziale. Il fatto è che ho trovato che fossero trattate in modo un po' superficiale.


message 30: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Possibile, ma secondo me era voluto, nel senso che se avesse approfondito molto forse gli adolescenti non si sarebbero interessati più di tanto alla storia. Però non so, è una mia opinione personale.


Antonella Imperiali | 597 comments Proprio poco fa ho iniziato Obbedienza di Will Lavender. Traccia intrigante, speriamo lo sia anche il testo.


message 32: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Finalmente sono riuscita a finire The Magnificent Ambersons (I magnifici Amberson) di Booth Tarkington. Il libro non è brutto, anzi, ma è di una lentezza esasperante, soprattutto all'inizio. Belle le descrizioni del passaggio da un'America opulenta e aristocratica (perlomeno nelle famiglie importanti) a una dominata dalla working class, dalla fuliggine delle fabbriche, che non ha più spazio per quelle famiglie importanti e così snob. Bello, in realtà, anche il personaggio di Georgie Amberson Minafer, il protagonista, che si aggiudica la palma del personaggio (forse) più odioso della storia della letteratura. Ma nonostante sia così odioso che mi sia moltissime volte venuta voglia di prenderlo a schiaffi, è caratterizzato da dio: poche volte ho visto un personaggio così antipatico caratterizzato così bene. Avevo davvero voglia (nonostante la lentezza del romanzo) di sapere come sarebbe proseguita la vita per Georgie. Tutto sommato si fa leggere, e capisco anche come mai abbia vinto il Pulitzer, dato che ben rappresenta un determinato periodo storico "di transizione".


message 33: by Emanuela (new)

Emanuela (emanuelalt) | 195 comments Ho letto La lega degli uomini spaventati di Rex Stout.
Decisamente inferiore agli altri due libri che ho letto della serie di Nero Wolfe, sempre presenti i colpi di scena, ma questo giallo a tratti mi ha annoiato, cosa che non era accaduta con gli altri. Molto divertenti i battibecchi tra Nero ed il povero Archie, costretto, come al solito, a fare il lavoro più pesante e pericoloso.


Antonella Imperiali | 597 comments Finito Will Lavender e Il suo Obbedienza.
Affastellato, intricato, a volte assurdo e noioso. E pensare che la traccia lasciava supporre un buon thriller.
O almeno un thriller originale, diverso.
Lascio qui il link alla mia recensione:

https://www.goodreads.com/review/show...

Ciao 👋


message 35: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Antonella wrote: "Finito Will Lavender e Il suo Obbedienza.
Affastellato, intricato, a volte assurdo e noioso. E pensare che la traccia lasciava supporre un buon thriller.
O almeno un thriller originale, diverso.
La..."


Ouch, mi spiace!


Antonella Imperiali | 597 comments Figurati, @Marina; ho letto anche di peggio... capita! 🤷‍♀️


message 37: by Arybo ✨ (new)

Arybo ✨ | 144 comments Buonasera! Mi sono scordata di aggiornare le mie letture per l'Indiana. A maggio ho finito Perle ai porci: o Dio la benedica, Mr. Rosewater di Vonnegut (molto interessante, pieno di punti di riflessione e ricco di frasi da sottolineare) e Tartarughe all'infinito, con il quale ho rivalutato John Green. Il motivo è semplice: ho trovato una tematica molto vicino a me e devo dire che l'autore l'ha trattata in un buon modo. Inoltre, al libro mancano la maggior parte degli stereotipi johngreeniani.


message 38: by Diabolika (new)

Diabolika | 110 comments Era tanto che volevo iniziare la serie di Nero Wolfe. Così l'Indiana capita a fagiuolo... 😉

Ho iniziato da poco Fer-de-Lance.


message 39: by Emanuela (new)

Emanuela (emanuelalt) | 195 comments Per questo stato ho già letto l’autore, Rex Stout, questo mese se riuscirò leggerò anche un libro per ambientazione.


message 40: by Lilirose (new)

Lilirose | 125 comments anche io mi sono buttata su Rex Stout, ho letto il primo della serie di Nero Wolfe: La traccia del serpente

devo dire che sono rimsta un po' delusa, sia dal punto di vista del giallo vero e proprio che per lo stile.
Si vede che è un'opera prima e che l'autore doveva ancora trovare la sua strada

commento qui: https://www.goodreads.com/review/show...


message 41: by Emanuela (last edited Jun 22, 2019 04:35AM) (new)

Emanuela (emanuelalt) | 195 comments Ho letto Tartarughe all'infinito di John Green
Chissà, forse ho rovinato tutto. Ma se non l’avessi fatto, chissà quale sarebbe adesso il mio chissà. La vita è una serie di scelte tra chissà.
Un YA, dove vengono trattati temi importanti, quali l’amicizia, la perdita dei genitori ed, in primo piano, il delicato problema della salute mentale in adolescenza, il merito dell’autore sta proprio nel narrarlo in modo riguardoso, avvalendosi, elegantemente, anche dell’ironia.
Il problema della spirale è che se la segui all’interno non finisce mai. Continua a stringersi, all’infinito.
...
Quando i miei pensieri prendevano la spirale, io ero la spirale, io ero nella spirale, e della spirale.

Un’attenta descrizione dei personaggi e di Indianapolis, la città in cui si svolge la storia.
Mi è piaciuto lo stile narrativo di Green, anche se a tratti ho trovato la lettura un po’ noiosa e ripetitiva.
"Credo che forse sono come il White Ranger. Non navigabile.”
“Ma non è questo il senso della storia Holmesy. Il senso della storia è che la città l’hanno costruita comunque, capito? Uno si arrangia con quello che ha. Loro avevano questo fiume di merda, e sono riusciti a costruirci attorno una città normale. Non sarà una grande città. Però non è male. Tu non sei il fiume. Tu sei la città.


message 42: by Diabolika (new)

Diabolika | 110 comments Anche io ho letto il primo della serie di Nero Wolfe, Fer-de-Lance.

A differenza di Lilirose, il libro mi è piaciuto, anche se non lo considero un capolavoro. Sono d'accordo sul fatto che il giallo è sotto-tono perché viene dato più spazio agli elementi di contorno, risultando un po' dispersivo. Invece mi sono piaciute le caratterizzazioni sia di Wolfe che di Archie.

Confesso, tuttavia, che leggendo non potevo evitare di fare il confronto con la più recente mini-serie televisiva (lasciamo perdere quella storica con Tino Buazzelli), dove uno strepitoso Francesco Pannofino interpreta NW insieme ad un altrettanto strepitoso Pietro Sermonti nei panni di AG. Peccato che ne abbiano fatto pochissimi episodi perché meritava veramente... 💛💛💛


message 43: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 2743 comments Mod
Ecco l'elenco dei libri letti a maggio-giugno per l'Indiana: https://www.goodreads.com/group/books...


message 44: by Genny (new)

Genny | 131 comments In super ritardo ho terminato il libro scelto per l'Indiana: Alice Adams di Booth Tarkington.
Ritratto impietoso della middle-class americana nell'epoca antecedente la Grande Depressione. A farla da padrona tra i personaggi sono l'ambizione e il desiderio di riuscire a scalare i gradini della gerarchia sociale, tanto da indurre la protagonista a costruire un castello di bugie pur di riuscire a conquistare un degno partito. Mi è piaciuto molto questo romanzo, sia per l'incisività dello stile che per l'approfondimento psicologico dei personaggi. Spicca su tutti la protagonista, Alice, personaggio che subisce un'evoluzione davvero notevole e per la quale, alla fine, non si può fare a meno di provare tenerezza.


back to top