Il salotto dei lettori discussion

39 views
In lettura > TBR Aprile 2019

Comments Showing 1-11 of 11 (11 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments
Benvenuti a tutti/e!
Spero che con la pausa di Pasqua e del 25 Aprile avrete più tempo per leggere, magari addirittura all'aperto data la bella stagione :)
Indicate qui cosa avete letto, cosa state leggendo e cosa leggerete :)


message 2: by Angela (new)

Angela (valiolet) | 180 comments Ciao Martina e ciao a tutt*! :) Spero di leggere più libri "di piacere" e meno universitari questo mese... Anche se non devo lamentarmi, erano comunque interessanti. :)

Da finire:
- Diplomatici, banchieri e mandarini. Le origini finanziarie e diplomatiche della fine dell'Impero Celeste di Roberto Peruzzi, per un esame.
- L'assassino di corte di Robin Hobb, che per ora non mi sta piacendo quando il primo.

Da leggere:
- I colori delle stelle: L'avventura di Van Gogh e Gauguin di Marco Goldin, votato qua nel Salotto come libro del mese. :)
- La ragazza dai sette nomi: La mia fuga dalla Corea del Nord di Hyeonseo Lee
- A volte ritorno di John Niven
- Uccidi i tuoi amici di John Niven
- Arcadia di Lauren Groff
- La spada del destino di Andrzej Sapkowski


message 3: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments Angela wrote: "Ciao Martina e ciao a tutt*! :) Spero di leggere più libri "di piacere" e meno universitari questo mese... Anche se non devo lamentarmi, erano comunque interessanti. :)

Da finire:
- Diplomat..."</i>

Ciao anche a te, Angela ;D
Anche io sono in esami e ho dovuto leggere un sacco di saggi, ma sono stata meno fortunata di te ç.ç
Quando finisci Arcadia di Groff dii due parole, ho letto Fato e Furia, che è stupendo, e vorrei leggere anche questo :)
In ogni caso, buona fortuna con le letture

<b>Letti</b>
-[book:Noi
di Mason: per buona parte del libro ha una vibrazione alla Dark Academia, che amo, ma il finale è un flop gigantesco, l'autore non riesce a tenere costante la tensione e rivela una mediocrità che mi ha disgustata
-L'inviato speciale di Waugh: ogni tanto ci riprovo con Waugh, anche se so che non mi prende granché di solito. Questo buffo racconto mi ha divertito a tratti e penso sia ancora piuttosto attuale. Purtroppo troppi nomi e mi sono un po' persa

In lettura
-La città ai confini del cielo di Shafak: al momento la narrazione è molto semplice, i personaggi stessi non sono troppo approfonditi e tutto sommato è una storia carina, che mischia un setting non scontato (la Turchia del 500') con cliché ricorrenti (il povero ragazzo che fa amicizia e si innamora della figlia del Sultano). Al momento non mi dispiace

Da leggere
-Il piccolo amico di Tartt: gli altri due suoi libri mi hanno ossessionata, voglio davvero vedere se il suo romanzo di esordio, che è del tutto diverso dal resto, regge il confronto
- Lettura del Macbeth di Lombardo: è da una vita che non leggo saggistica per piacere personale. Questo è breve e parla di Shakespeare, dovrebbe fare al caso mio
-Il castello Rackrent di Edgeworth: non ho mai sentito molto parlare di questo libro, che dovrebbe aver ispirato l'opera di Walter Scott.
-Fosca di Tarchetti: sono rimasta affascinata da questa storia a letteratura italiana e sono sorpresa da quanto sia breve.
-Addio a Berlino di Isherwood: ho sempre voluto leggere questo libro ma non essendo mai disponibile ho finito per leggere un sacco di altri libri stupendi di Isherwood. Ho grandi aspettative



message 4: by Marianna (new)

Marianna | 901 comments Ciao, ragazze! :D Anche io questo mese purtroppo o per fortuna sono parecchio impegnata, infatti mi sono tenuta bassa con le aspettative, anche se spero vivamente di aggiungere qualche titolo alla mia lista. Ecco qua i miei progressi attuali:

Letti
▪️ La vendetta veste Prada di Lauren Weisberger: mi è piaciuto davvero, mi ha strappato più di un sorriso e mi ha fatta divertire. È un po' stupido come libro, essendo un chick-lit diciamo insomma che non è alta letteratura, ma mi ci voleva e l'ho trovato delizioso. Meglio del primo libro, ora aspetto di leggere il terzo.
▪️ Il libro di zaffiro di Gilbert Sinoué: non l'ho proprio finito, ma mi mancano solo tre capitoletti perciò lo terminerò in serata sicuramente, una volta tornata a casa. Mi sono annoiata dall'inizio alla fine, la caratterizzazione dei personaggi è tremenda e la trama super prevedibile, quando esula un po' dalle dissertazioni teologiche.

Da leggere
▪️ Kiki consegne a domicilio di Eiko Kadono: se riesco guardo anche il cartone animato relativo, a lettura conclusa.
▪️ Rise of the Hearts: Rebirth di Antoine Bonner: ho letto il primo della saga l'anno scorso di questi tempi, e ho deciso di provare anche questo perché sto trascurando le letture in inglese (anche se per lavoro lo mantengo comunque) e perché tutto sommato la storia mi aveva incuriosita e mi era sembrato originale. Lo stile faceva accapponare la pelle, ma dalle recensioni ho letto che l'autore ha un po' migliorato, magari si è deciso ad assumere un editor.
▪️ Paradiso di Dante Alighieri (da cominciare)


message 5: by Silvia (last edited Apr 16, 2019 02:16PM) (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Ciao a tutt*, finalmente ho un attimo di tempo da dedicare alla TBR di questo mese. Al momento sto scegliendo le letture in base all'umore, senza seguire una lista precisa, perciò credo che per questo mese mi limiterò a commentare i libri che sarò in grado di portare a termine (speriamo che le vacanze di Pasqua mi aiutino nell'impresa).

- Alaska di Brenda Novak: thriller per cui avevo aspettative molto alte, ma che purtroppo non è riuscito a soddisfare come speravo. Trama sicuramente accattivante, ma la storia è tutt'altra cosa. Sebbene risulti scorrevole, a mio parere l'autrice (nota soprattutto per i suoi romanzi rosa) ha inserito troppo romance nella storia, creando divagazioni inutili, oltre a scene assurde e imbarazzanti. Il finale, sebbene più movimentato e coinvolgente, non basta a farmi dimenticare i difetti e gli scivoloni presenti nel libro.
Alaska è il primo di una trilogia, ma per me termina con questo primo volume.

Attualmente in lettura: Trainspotting di Irvine Welsh, che sembra promettere bene!


message 6: by Marianna (new)

Marianna | 901 comments @Silvia: Cavoli, Alaska mi ispirava e volevo leggerlo! Mi sa allora che punterò prima su altri libri, ma dovrei comunque provarlo per una challenge. Grazie per il tuo feedback, così almeno so a cosa non dare la priorità :D


message 7: by Silvia (last edited Apr 21, 2019 09:21AM) (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
@Marianna Purtroppo mi ha deluso molto, però non è detto che abbia lo stesso effetto su di te. Se lo hai in lista per una challenge, ti consiglio di leggerlo (almeno si legge bene!), così puoi farti un'idea della storia. Sicuramente non gli darei priorità assoluta. Sarò felice di leggere un tuo commento a riguardo, una volta finito :)


message 8: by Marianna (new)

Marianna | 901 comments @Silvia: Grazie, penso di leggerlo quest'estate se sarò ancora in vena di paesaggi ghiacciati :D

Siccome ho iniziato un libro di non-fiction che non prevedo di finire entro il mese, pubblico il mio resoconto:

Letti
▪️ La vendetta veste Prada di Lauren Weisberger: ne ho già parlato a inizio mese, aggiungo solo che lo ha letto anche mia sorella ed anche a lei è piaciuto. Avendo gusti molto diversi direi che forse tutto sommato non è un libro così orrendo come il rating medio farebbe pensare.
▪️ Il libro di zaffiro di Gilbert Sinoué: anche di questo ho già scritto cosa ne penso.
▪️ Kiki consegne a domicilio di Eiko Kadono: carino per un bambino, però secondo me il film d'animazione è di molto superiore, molto più godibile anche per un adulto e decisamente più elaborato.
▪️ Rise of the Hearts: Rebirth di Antoine Bonner: tutto sommato non ci ho capito moltissimo perché la trama è un po' confusionaria, ma l'autore è molto migliorato dal primo volume, ha seguito i consigli che gli sono stati dati dai vari recensori e il risultato si vede, quindi ho voluto dare 3* d'incoraggiamento perché comunque l'idea è originale.
▪️ Il grande inverno di Kristin Hannah: l'ho amato. 💛 Ho pianto come una bambina più o meno dal 30% alla fine, avevo veramente il cuore a pezzi e di solito non mi capita con i libri. Non leggo spesso young adult quindi magari è prevedibile e stucchevole (anche se non credo), però a me è piaciuto davvero tanto tanto tanto.
▪️ Smoke Bellew di Jack London: questo è abbastanza dimenticabile, non mi ha lasciato molto però è stata una lettura piacevole e dato che l'inglese non era modernissimo ho imparato tante parole nuove attinenti alla sfera ambientale o del fai-da-te, perciò sono contenta anche se non entusiasta.
▪️ Artico: L'Ultimo Paradiso di Barry Lopez: ha delle parti interessantissime e delle parti che io avrei bellamente tagliato, perché sono noiose e troppo tecniche, bisogna saperne già prima di leggere e soprattutto bisogna avere uno specifico interesse per affrontarle senza noia. Bellino comunque, a tratti sembrava di vedere un documentario sugli animali.

In lettura
▪️ Paradiso di Dante Alighieri
▪️ The Worst Journey in the World di Apsley Cherry-Garrard: ho letto ancora troppo poco per capire com'è (l'introduzione dura più di 50 pagine), ma come resoconto di viaggio sembra più coinvolgente di quello di Lopez, anche se la storia delle peregrinazioni che racconta nel prologo un po' la so già perché la parte sull'Artico l'ho appena letta nel libro suddetto. Non so bene quanto tempo mi ci vorrà per finirlo, è abbastanza lungo e lo leggo in inglese, ma non ho fretta.

Migliore del mese: Il grande inverno
Peggiore del mese: Il libro di zaffiro


message 9: by Angela (new)

Angela (valiolet) | 180 comments Ma ciao a tutt* sono qua per completare il sunto delle letture di aprile. :)

Letti:
- Diplomatici, banchieri e mandarini. Le origini finanziarie e diplomatiche della fine dell'Impero Celeste di Roberto Peruzzi, per un esame. Davvero molto interessante, tra l'altro scritto così bene che l'ho praticamente studiato solo leggendolo e riassumendolo. Molto chiaro, nonché interessante. Questo professore scrive molto bene e riesce a non rendere pesante un argomento che comunque non è dei più frizzanti. :P
- L'assassino di corte di Robin Hobb. Carino, ma non mi è piaciuto quanto il primo. Non ho sopportato l'introduzione prepotente della storia d'amore del protagonista.
- I colori delle stelle: L'avventura di Van Gogh e Gauguin di Marco Goldin, libro del mese del Salotto. Non mi è piaciuto, mi è sembrato un po' pretenzioso e non mi è rimasto particolarmente impresso.
- La ragazza dai sette nomi: La mia fuga dalla Corea del Nord di Hyeonseo Lee. La lettura di questo libro mi ha lasciato davvero senza parole. Avevo già letto La mia lotta per la libertà di Park Yeonmi, ma questo libro è ancora più toccante e rende ancora di più l'idea della particolarità del regime nordcoreano.
- A volte ritorno di John Niven. Molto molto divertente, questa nuova veste di Gesù che torna sulla terra e partecipa a una specie di X-Factor è geniale. Tra l'altro Niven fa morir dal ridere praticamente a ogni frase.
- Uccidi i tuoi amici di John Niven. Forse mi è piaciuto meno dell'altro, ma è comunque divertente e molto particolare, perché tratta di un periodo particolare della storia della musica, dal punto di vista di chi lavora all'interno dell'industria discografica. Caustico e brillante.
- Arcadia di Lauren Groff. Mi spiace dirlo perché Martina mi aveva parlato bene di Lauren Groff, ma a me non è piaciuto. :( Non mi piace lo stile in cui è scritto, mi ha confusa in parecchi passaggi e la storia mi ha ricordato semplicemente la comune che aveva creato Osho in Oregon (se non erro).
- La spada del destino di Andrzej Sapkowski. Bello, finalmente nella serie di libri compare un personaggio che aspettavo e che mi intriga molto, anche se non vedo l'ora che si trasformino in romanzi veri e propri e smettano di essere solo raccolte di racconti. :)
- Aiko sul Vulcano di Roberto Morgese. Veramente tenero, me ne sono innamorata al salone del libro del mio paesino, già solo guardando la copertina e le illustrazioni, così l'ho comprato. Molto dolce.
- Volevo diventare una ballerina di Jin Xing. Interessante e toccante racconto di una ragazza nata in un corpo maschile, in un paese come la Cina in cui non è che ci siano così tante libertà. La protagonista si arruola nell'esercito per entrare a far parte del corpo di ballo e solo dopo molti anni, trascorsi anche all'estero, riesce finalmente a coronare il suo sogno ed essere operata per sentirsi veramente a proprio agio nel suo corpo.
- Captain Marvel, Vol. 1: Re-Entry di Kelly Thompson. Carino, ma brevissimo, giusto un accenno per introdurre il personaggio che ha avuto un boom dopo il nuovo film.
- La banalità del male: Eichmann a Gerusalemme di Hannah Arendt. Estremamente interessante.

Ancora in lettura:
- Il Paradiso di Dante
- A cercar la bella morte di Carlo Mazzantini

Migliore del mese: La ragazza dai sette nomi
Peggiore del mese: I colori delle stelle


message 10: by Silvia (last edited May 01, 2019 10:23AM) (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Aprile è volato, ma mi ritengo soddisfatta per le letture che sono riuscita a portare a termine:
- Alaska di Brenda Novak (vedi sopra per il commento)
- Trainspotting di Irvine Welsh: nonostante l'avessi provato a leggere anni fa, abbandonandolo dopo sole 20 pagine, ho deciso che era giunto il momento di riprovarci e devo ammettere che ho fatto proprio bene! La storia la conoscevo già grazie al film, che risulta molto fedele al libro. Lo stile crudo e asciutto di Welsh mi ha coinvolta molto, infatti credo che il suo stile sia il punto forte di tutto il libro - senza quello non sono sicura che sarebbe stato così piacevole.
- Il catino di zinco di Margaret Mazzantini: dato che sono in vena di riletture, ho deciso di riprovarci anche con questa autrice, che non mi ha mai convinta. Al momento sono a metà, conto di terminarlo nel giro di qualche giorno.

Migliore del mese: Trainspotting
Peggiore del mese: Alaska


Elena BigBookworm (elenabigbookworm) | 23 comments Finito Stoner, che avevo abbandonato per alcune settimane (sob), anche se non era colpa sua. Sono contenta di averlo letto :-)


back to top