Goodreads Italia discussion

171 views
VII gara di lettura gen-mar 2019 > *** IL BAR DEI LETTORI

Comments Showing 1-36 of 36 (36 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by gizard (new)

gizard | 737 comments Ciao a tutti, su suggerimento di Antonietta apriamo un nuovo topic nel quale potete scambiarvi opinioni e consigli sui libri letti per la gara.
Speriamo di farvi cosa gradita e ci auguriamo che l'iniziativa trovi un buon riscontro. A voi la parola! :-)


message 2: by Francyy (new)

Francyy | 812 comments Ottima idea. Dovendo moderare il mio gruppo ho avuto poco tempo per sbirciare gli altri e quindi attendo i vostri consigli.
Intanto ho visto ottimi commenti trasversali su Michel Bussi e ho preso nota


message 3: by Shan (new)

Shan | 239 comments Recensiamo il Treno di Simenon, questo romanzo senza Maigret mi ha fatto molto ricordare una puntata di Boris, dove gli autori della serie essendo senza idee e trovandosi in impasse tiravano fuori l'ideona "...ma allora famoli scopà, così senza un motivofamoli scopà". Ecco è quello che succede in questo romanzo lineare come il tragitto del treno che dalle Ardenne porta i protagonisti nella parte nord ovest della Francia per scappare dai bombardamenti.Siamo sul finire della seconda guerra mondiale, Il protagonista con moglie e figlio a carico ( o figlia non ricordo) incontra questa ragazza ebrea alla fermata del treno che lo accompagnerà per questo lungo viaggio, e già lì la adocchia con concupiscenza. Lei è sensuale, giovane, la moglie invece già avvizzita dall'età ( sempre meno di 30) e poi...è una moglie. Caso vuole che lui e lei finiscano nel vagone merci, mentre la moglie viene dislocata altrove in un vagone molto distante.Durante il viaggio il vagone dove alloggiava la moglie è stato scorporato dal treno ed ha preso un'altra strada. La quest a questo punto è ritrovare la moglie, ma questo sarà un problema che dovrà affrontare una volta arrivato a destinazione. La notte stessa fra afrori. vomiti e odori di escrementi scoppia la locura collettiva...tutti fanno 'allammore', inclusi i nostri due eroi. Qui si innesca un meccanismo interessante, molto realistico, e qui sta la grandezza di Simenon, il nostro protagonista applica una rimozione:dimentica di avere una famiglia, un po' per spirito di sopravvivenza, un po' per acquietare il dolore dato dalla preoccupazione della moglie e figlio lontani, e inizia a fare coppia fissa con questa ragazza, sola , molto accondiscendente e disponibile, si suppone con un passato difficile ( è stata detenuta in carcere).Nei pensieri del nostro protagonista la moglie ed il figlio sono al sicuro, sa che li ritroverà e i due viaggiatori attratti soprattutto da questa sensualità e sessualità condivisa, a tutti gli effetti sono una coppia riconosciuta dalla piccola comunità itinerante. Il finale riserverà una medaglia di disonore per il nostro protagonista ma lo scoprirete solo leggendo,cammin facendo.


message 4: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1284 comments Francyy wrote: "Ottima idea. Dovendo moderare il mio gruppo ho avuto poco tempo per sbirciare gli altri e quindi attendo i vostri consigli.
Intanto ho visto ottimi commenti trasversali su Michel Bussi e ho preso nota"


Sì, ancor più di Ninfee nere, che ha comunque il meraviglioso paesaggio di Giverny di sottofondo, consiglio Mai dimenticare, di cui non dico nulla (già è troppo quello che ho scritto per la richiesta punti!)
Bussi è diventato il mio giallista preferito, non tanto per i casi, che potrebbero essere banali se non fossero costruiti in modo così magistrale.

Poi ho intenzione di continuare con serie della Lackberg e anche di leggere altri romanzi di Eshkol Nevo.

Bello il ritorno a Camilleri - che non leggevo da un po' - da dimenticare la serie di Kati Hirschel, che per fortuna ho terminato...

Poi, per un colpo di fortuna, mi sono trovata a leggere Sunflowers, che avevo nella mia TBR da secoli e che aveva sia il nome che il celeberrimo quadro con i fiori gialli in copertina, così sono arrivata preparatissima a godere della Van Gogh Immersive Experience, che è nella mia città fino al 6 maggio. [Meravigliosa] 😍
Quindi, grazie Gizard per la task! 😊
Peccato solo che Van Gogh si fosse ritirato in Provenza e non in Normandia, come Monet, avrei fatto qualche punto in più... 😂

Ho letto molti libri di Georges Simenon, ma ho apprezzato più i romanzi non gialli, Hôtel del Ritorno alla Natura e Il treno che non i romanzi di Maigret.

Ma... voi moderatrici cosa avete letto nel frattempo? Sono curiosa di sapere in particolare com'è quell'Idda che ha letto Francyy, visto che è ambientato nel Salento!


message 5: by Erika (new)

Erika (fiorediren) | 124 comments Shan wrote: " questo romanzo senza Maigret mi ha fatto molto ricordare una puntata di Boris, dove gli autori della serie essendo senza idee e trovandosi in impasse tiravano fuori l'ideona "...ma allora famoli scopà, così senza un motivofamoli scopà"

Mi hai fatto morire dal ridere XD

Io tra i libri letti per questa gara consiglierei senza alcun dubbio Gli aquiloni di Romain Gary e Porte aperte di Sciascia, che sono quelli che ho apprezzato di più.
Mi è piaciuto proprio poco, invece, Colazione da Tiffany.


message 6: by Shan (last edited Mar 31, 2019 07:39AM) (new)

Shan | 239 comments Erika wrote: "Shan wrote: " questo romanzo senza Maigret mi ha fatto molto ricordare una puntata di Boris, dove gli autori della serie essendo senza idee e trovandosi in impasse tiravano fuori l'ideona "...ma al..."
Devo iniziare a leggere Gary, anche La vita davanti a sé mi manca. Grazie per il suggerimento.


message 7: by Patryx (new)

Patryx | 1042 comments Voglio segnalarvi Volti nella folla: l'ho iniziato senza grandi aspettative, scegliendolo solo perché abbastanza breve da essere letto in un giorno e mi ha conquistata.
Pone al centro della vicenda il rapporto tra un autore e i personaggi che crea, l'identificazione in questi ultimi al punto che diventa difficile distinguere realtà e finzione.


message 8: by Francyy (last edited Mar 31, 2019 10:49AM) (new)

Francyy | 812 comments Idda ha poco di Salento, scorre bene, come ci ha abituati la Marzano, ma non mi ha entusiasmato. Comunque una lettura veloce (dirlo a Georgiana mi fa sorridere) e piacevole.

Mentre moderavo leggevo Vita e destino, lo sto finendo ed è assolutamente uno dei libri più belli che abbia mai letto.

Ho acquistato scorrendo le vostre recensioni Addio fantasmi e sarà la mia prossima lettura, così come giace da mesi Gli aquilonii fra i to read e mi avete stimolato a prenderlo in mano


message 9: by Elena (new)

Elena Monfalcone | 78 comments ciao a tutte, bella idea questa del bar dei lettori. Un momento di riflessione è utile dopo la frenesia di questi mesi...
Posso dire che Zweig è sempre una conferma, anche se il migliore che ho letto resta La signorina Else, in ogni caso i due libri letti per la gara: Bruciante Segreto e Storia di una caduta confermano la capacità introspettiva e il talento per il romanzo breve o racconto lungo.

Le vere sorprese sono state soprattutto Come i tulipani gialli di Cristina Rava e Ti rubo la vita di Cinzia Leone.
Come i tulipani gialli l'ho letto solo per soddisfare la task, non conoscevo l'autrice e non avevo grandi aspettative (il giallo non è tra i generi che prediligo) e mi sono trovata invece tra le mani un testo godibilissimo, divertente, per niente scontato anzi direi intelligente, tanto che la mia prossima lettura sarà il seguito Se son rose moriranno.
Ti rubo la vita, poi, è veramente straordinario! Sono più di 600 pagine che però corrono veloci. Una storia intensa, ricca, sorprendente. Per me é un capolavoro.
Entrambi - Ti rubo la vita e Come i tulipani gualli - parlano di religione e cultura ebraica quindi li consiglio in particolare a Gizard.

Le delusioni sono state Il Fondamentalista riluttante verso cui probabilmente avevo aspettative eccessive visti i commenti entusiastici di tutti quelli che me ne hanno parlato, capiamoci non è che sia così male ma mi aspettavo di più e anche da Nulla, solo la notte di Jhon Williams mi aspettavo di più, in questo caso soprattutto per la fama dell'autore.

Ora sto leggendo Cose nostre: Malavita che si ambienta in Normandia (non ho fatto in tempo a finirlo entro il termine della gara), mi ha incuriosita perché Luc Besson ne ha tratto un film con due dei miei attori preferiti, Michelle Pfeiffer e Robert de Niro, sono circa a metà e per ora mi sta decisamente piacendo.


message 10: by Elena (new)

Elena Monfalcone | 78 comments Nel commento sopra ho fatto un errore in realtà La signorina Else è di Arthur Schnitzler, austriaco come Zweig e a sua volta profondo conoscitore della psiche, che avrei voluto leggere per la gara essendo medico ma non ho fatto in tempo.


message 11: by Francyy (new)

Francyy | 812 comments Elena wrote: "ciao a tutte, bella idea questa del bar dei lettori. Un momento di riflessione è utile dopo la frenesia di questi mesi...
Posso dire che Zweig è sempre una conferma, anche se il migliore che ho let..."


Come potrai vedere molti consigli già "catturati"!


message 12: by Elena (new)

Elena Monfalcone | 78 comments Poi mi dirai;)


message 13: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1284 comments Francyy wrote: "Idda ha poco di Salento, scorre bene, come ci ha abituati la Marzano, ma non mi ha entusiasmato. Comunque una lettura veloce (dirlo a Georgiana mi fa sorridere) e piacevole."

Cerco libri ambientati nel Salento, magari proprio a Lecce, ma non sono molto fortunata: i pochi che ho letto sono spesso scritti da persone non salentine, e quindi poco credibili. Ora leggerò Idda, quello di Catena Fiorello ambientato nel Salento (mi sembra che sia L'amore a due passi) e Il bacio della tarantola, nessuno scritto da salentini, quindi... boh? Non so cosa aspettarmi.

Elena wrote: "Come i tulipani gialli l'ho letto solo per soddisfare la task, non conoscevo l'autrice e non avevo grandi aspettative (il giallo non è tra i generi che prediligo) e mi sono trovata invece tra le mani un testo godibilissimo, divertente, per niente scontato anzi direi intelligente, tanto che la mia prossima lettura sarà il seguito Se son rose moriranno."

Lo avevo visto anch'io durante la gara, e quando lo hai letto mi hai incuriosito. Sicuramente lo leggerò. 😊
A proposito, visto che ami leggere i libri con tua figlia, ti consiglio anche Streghetta mia di Bianca Pitzorno! Troppo divertente! 😉

Ora mi è rimasto un carico di libri che coprono le task di questa gara, ma che non avrebbe senso leggere (anche se mi sto gustando In fuga Il mio romanzo con gli eroi della bici di Davide De Zan, che mi ricorda il periodo in cui seguivo il ciclismo, interrotto bruscamente con il Giro d'Italia del 1999. A proposito, il libro di Pantani che ho letto per questa gara è stata un'altra delle letture che mi ha davvero "spettinato". Ringrazio ancora una volta Gizard per la task!)


message 14: by Antonietta (new)

Antonietta | 145 comments Bene, bene, sto prendendo appunti e molti dei libri segnalati stanno finendo tra i libri da leggere.

Per quanto mi riguarda in questa gara non sono andata molto lontano dalla mia confort zone, e ho apprezzato maggiormente alcuni grandi classici che non avevo mai letto: A ciascuno il suo di Sciascia e Appunti di un giovane medico di Bulgakov. Entrambi sono piccoli gioielli, si leggono facilmente e sono adatti a qualunque tipo di lettore secondo me.

Il romanzo di Sciascia è un giallo e allo stesso tempo un racconto di denuncia sulla mafia.
Appunti di un giovane medico è una raccolta di racconti sull'esperienza dell'autore come medico condotto nella campagna della Russia di un secolo fa: roba per stomaci forti, ma attenzione che potrebbe commuovervi fino alle lacrime.

Infine due parole su Madame Bovary, che credevo fosse un racconto alquanto melenso e invece, nonostante una narrazione a volte prolissa, ho trovato delle scene veramente magistrali. Sono felice che la vicenda si svolga in Normandia, così ho avuto l'opportunità di leggerlo.

Dei racconti più moderni mi ha deluso Stoner, di cui avevo letto un gran bene nelle recensioni. Il racconto dell'uomo banale alla fine mi è parso... banale appunto.


message 15: by Elena (new)

Elena Monfalcone | 78 comments Grazie Georgiana per il consiglio! Particolarmente azzeccato perché le piacciono moltissimo le streghe e non abbiamo ancora mai letto Bianca Pitzorno:)


message 16: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1284 comments La deve leggere assolutamente, allora. 😊


message 17: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
Streghetta mia è un libro stupendo <3


message 18: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1284 comments La Pitzorno è sempre deliziosa, a tutte le età.
Sono curiosa di sapere invece come hai trovato L'assassinio di Florence Nightingale Shore, @Rowi. Ho visto che ci sono pareri contrastanti e penso che prima o poi lo leggerò, ma volevo sentire degli altri giudizi.


message 19: by gizard (new)

gizard | 737 comments Elena wrote: "Ti rubo la vita e Come i tulipani gualli - parlano di religione e cultura ebraica quindi li consiglio in particolare a Gizard"

E io raccolgo con piacere il consiglio! Ora sono "in montagna" con Messner e Bonatti, ma appena finisco vado a saccheggiare la biblioteca :-)))


message 20: by gizard (new)

gizard | 737 comments Georgiana wrote: " A proposito, il libro di Pantani che ho letto per questa gara è stata un'altra delle letture che mi ha davvero "spettinato". Ringrazio ancora una volta Gizard per la task!"

Eccone un altro da aggiungere :-))) grazie


message 21: by Shan (last edited Apr 02, 2019 02:42AM) (new)

Shan | 239 comments Per chi ancora non lo avesse letto, segnalo A sangue freddo, da un 'inchiesta giornalistica di Truman Capote e Harper Lee che diventa romanzo, nasce così con lui la non fiction novel, un fatto di cronaca (nera in questo caso) rielaborato in con la tecnica del romanzo. Una coppia di criminali uccide parte di una famiglia benestante delle campagne americane, la famiglia del pastore Herbert Clutter. Tutto è narrato. Cosa accadde a questa brava famiglia americana prima del massacro? Cosa pensò, cosa scrisse sul suo diario la quindicenne Nancy poche ore prima di essere trucidata. Tutto è descritto nei minimi particolari: le vittime, i criminali, l'inchiesta. Tutto ciò che non stato rilevato dagli atti e dalle interviste è stato romanzato ,e badate che questo è il processo più difficile per chi si cimenta nella non fiction novel, perchè ogni passaggio finzionale deve avere una sua logica. Qualcosa di immensamente tragico esploso in un luogo qualunque, nella casa di una qualsiasi brava famiglia americana, che avrebbe potuto essere l'archetipo di quelle che saranno le famiglie americane delle fictions televisive e soprattutto delle sit com. Citato nella classifica dei 100 libri che, si ritiene, ognuno dovrebbe leggere nella propria vita. Ve lo consiglio vivamente.


message 22: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
Georgiana wrote: "La Pitzorno è sempre deliziosa, a tutte le età.
Sono curiosa di sapere invece come hai trovato L'assassinio di Florence Nightingale Shore, @Rowi. Ho visto che ci sono pareri contra..."


Mi piace molto il periodo storico e l'ambientazione, il giallo forse era in parte prevedibile... appena mi riprendo dalla cimice morta nella risguardia commento meglio, sono un po' provata.


message 23: by Antonietta (new)

Antonietta | 145 comments Shan wrote: "Per chi ancora non lo avesse letto, segnalo A sangue freddo, da un 'inchiesta giornalistica di Truman Capote e Harper Lee che diventa romanzo, nasce così con lui la non fiction novel, un fatto di c..."

Lo devo assolutamente leggere! Grazie del suggerimento :)


message 24: by Shan (new)

Shan | 239 comments Antonietta wrote: "Shan wrote: "Per chi ancora non lo avesse letto, segnalo A sangue freddo, da un 'inchiesta giornalistica di Truman Capote e Harper Lee che diventa romanzo, nasce così con lui la non fiction novel, ..."
Prego :D Tu Antonietta cosa suggerisci fra i libri che hai letto, hai dritte per me?


message 25: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1284 comments Rowizyx wrote: "Mi piace molto il periodo storico e l'ambientazione, il giallo forse era in parte prevedibile... appena mi riprendo dalla cimice morta nella risguardia commento meglio, sono un po' provata."

😖🤢


message 26: by nadiii (new)

nadiii | 620 comments Shan wrote: "Per chi ancora non lo avesse letto, segnalo A sangue freddo, da un 'inchiesta giornalistica di Truman Capote e Harper Lee che diventa romanzo, nasce così con lui la non fiction novel, un fatto di c..."

e io vi consiglio anche il film del 2005 se ancora non lo avete visto, con un grandissimo Philip Seymour Hoffman! Un oscar strameritato!


message 27: by Shan (new)

Shan | 239 comments nadiii wrote: "Shan wrote: "Per chi ancora non lo avesse letto, segnalo A sangue freddo, da un 'inchiesta giornalistica di Truman Capote e Harper Lee che diventa romanzo, nasce così con lui la non fiction novel, ..."

Lo devo ancora vedere. Che peccato che Philip Seymour Hoffman si sia tolto la vita, la sua mancanza si sente


message 28: by Elena (new)

Elena Monfalcone | 78 comments Film meraviglioso! assolutamente merita


message 29: by Ily (last edited Apr 04, 2019 11:02AM) (new)

Ily | 410 comments Ciao a tutti!! Mi piace questa discussione! :D Ho letto tutti i commenti e ho preso nota di molti titoli, per la gioia del mio portafogli!

Delle mie undici letture per questa gara, quattro sono stati gli autori che ho scoperto:
-Thackeray e La fiera delle vanità, che consiglio perché godibilissimo ed attuale romanzo denunciante una società legata all'immagine e dedita alle frivolezze, sottolineate con ironia e compostezza, mi ha ricordato la penna della Austen;
-Fusconi con Volo di paglia in cui si intrecciano i vissuti di più generazioni: all'inizio non ho capito dove andasse a parare, ma piano piano il cerchio si chiude e nel complesso è un buon romanzo che mi sento di consigliare;
-Kirby con I messaggi segreti dei fiori, una raccolta dei significati dei principali fiori e dei loro colori molto interessante!
-Batuman con L'idiota, per il quale avevo grandi aspettative solo in parte poi deluse... ho avuto la stessa sensazione di quando lessi "Stoner": una trama normale, quasi banale, con personaggi normali, con vite che seguono un certo tipo di routine. Poi quando la lettura si è sedimentata ho realizzato che è proprio quella normalità che fa la differenza perché è tutto il mondo del personaggio e ciò mi ha fatto apprezzare meglio il romanzo: forse è proprio lì che risiede il suo successo.

Le altre letture si sono concentrate su autori che già conoscevo e dunque sono state più delle conferme che scoperte. Tra questi scrittori a tutto tondo sicuramente approfondirò Dumas, Murgia e Zweig.


message 30: by Shan (new)

Shan | 239 comments Ho letto l'anno scorso Stoner, è stato un libro che mi ha segnato, so che è una parola un po' inflazionata, Stoner è uno di quei libri che quando lo termini ti manca il protagonista della storia, vorresti sentir parlare ancora di lui , vorresti essere lì nella storia e fare qualcosa per cambiargli la sorte.
Ho comprato il libro La fiera delle Vanità ad un mercatino, ho visto che è un bel volumazzo non so inserirlo fra i libri da leggere di quest'anno.


message 31: by gizard (new)

gizard | 737 comments ...io intanto zitta, zitta mi segno tutto... :-DDDD


message 32: by Francyy (new)

Francyy | 812 comments ...di chi è stata idea....non resisto e segno....la mia to read lievita....il problema è che poi da lì escono perché ....li compro!


message 33: by Shan (new)

Shan | 239 comments Ieri ho visto il film suggerito da Nadiii:"Truman Capote, a sangue freddo" devo dire che l'approccio al fatto di cronaca è diverso rispetto al libro. Nel film molto spazio è dato a Truman, alla sua vita mondana, agli innumerevoli drinks e sigarette fumate ed al suo rapporto con l'amica di una vita Nelle Harper Lee. Il film è molto interessante perchè spiega come è stato possibile scrivere un libro del genere con Nelle che era ben voluta dalla gente di Holcomb nel Kansas e riusciva a farsi intervistare senza problemi mentre era riottosa nei confronti di Truman. A Truman invece fu riservata la parte più emotivamente difficile, l'intervista ai due killers. Intervistando Richard Hickock e Perry Smith, Truman inizialmente viene preso da un moto compassionevole non indifferente, cercando per loro un avvocato per il processo d'appello ( che non ci sarà) e immedesimandosi nel dolore e nella vita piena di privazioni di Perry. Vi è un incantamento vero e proprio verso Perry e per chi non ha letto il libro sembrerebbe che questa compassione, questo compiacimento verso il carnefice sia stato riportato nel romanzo, invece non è assolutamente così. Anzi nel finale quando Perry gli racconterà nel dettaglio di come è avvenuto il massacro, la banalità della successione delle azioni, Truman avrà uno shock emozionale, una sorta di dissonanza cognitiva, e cambierà il proprio punto di vista, senza perdere il legame emotivo con l'assassino e con questa storia che lo accompagnerà fino alla fine dei suoi giorni. Tutto viene riportato in assenza di morale o misericordia, solo fatti e racconti della cittadinanza. Inoltre guardando il film si può pensare che il libro sia un collage di interviste e che sia narrato in prima persona da Truman, in realtà il romanzo ha un continuum organico ed la narratore è onnisciente con focalizzazione zero, questo significa che non è Truman che narra e che conosciamo tutte le informazioni-flussi di coscienza, dati, fatti, dialoghi - di cui potremmo essere a disposizione. Ho notato che nel film alcune intuizioni riguardo al delitto vengono dalla mente di Truman, come per esempio l'aver posto cuscini o cartoni sotto alla testa delle vittime per farle stare meglio prima dell'esecuzione, ecco nel libro queste intuizioni sono frutto ora del poliziotto Alvin Dewey ora di altri inquirenti. La conclusione è che sono due opere diverse, ed il film è una sorta di making of del libro, quindi consiglio la visione e la lettura di entrambi.


message 34: by Georgiana (new)

Georgiana 1792 | 1284 comments nadiii wrote: "e io vi consiglio anche il film del 2005 se ancora non lo avete visto, con un grandissimo Philip Seymour Hoffman! Un oscar strameritato!"

Esiste anche un altro film, del 2006, Infamous - una pessima reputazione che tratta l'argomento.
Comunque in nessuno dei due casi il libro da cui è tratto il soggetto è il libro di Truman Capote, in effetti.
Ricordo che mi riproposi di vederli quando lessi il libro - un paio di anni fa - ma non l'ho ancora fatto.

Riguardo al genere true crime, comunque, io ho letto nel corso della gara Un estraneo al mio fianco di Anne Rule, che è stato un vero pugno nello stomaco. Tanto più perché l'autrice conosceva molto bene l'assassino, Ted Bundy, con cui aveva lavorato, e con cui si sentiva spesso.
Questo genere mi piace molto, ma la lettura è sempre un po' traumatica per me, quindi la prendo a piccole dosi.


message 35: by Ily (new)

Ily | 410 comments @Shan: esatto, mi ritrovo in quello che scrivi. Stoner resta impresso e una volta terminata la lettura ho avuto nostalgia di quel personaggio che in corsa avevo valutato così ordinario.

La fiera delle vanità scorre piuttosto speditamente, non è scritto in modo ostico, non lasciarti spaventare dalla mole. Io ne ho rimandato molto la lettura e poi nel giro di un paio di mesi l'ho terminato.


message 36: by Shan (new)

Shan | 239 comments Ok Illy, allora questo é un grande sprone per la fiera delle vanità


back to top