Goodreads Italia discussion

Ognuno muore solo
This topic is about Ognuno muore solo
106 views
Gruppi di Lettura > GdL Narrativa Dicembre 2018: Ognuno muore solo di Hans Fallada - Commenti e discussione

Comments Showing 1-20 of 20 (20 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Kua (new)

Kua (kuaele) | 1877 comments Per partecipare ai Gruppi di Lettura non è necessario "iscriversi" da nessuna parte. I nostri GdL sono un pò atipici: non ci sono scalette di lettura, nè step da rispettare, semplicemente si legge insieme lo stesso libro durante l'arco del mese, ognuno con il proprio ritmo (e con il tempo che ha a disposizione). Chi vuole commenta in corso di lettura, altri preferiscono farlo a lettura terminata, in entrambi i casi è richiesto l'uso del tasto spoiler nei commenti, in modo da schermare eventuali rivelazioni sulla trama. Inoltre i topics dedicati alle letture mensili rimangono "aperti", in modo che anche altri utenti (che magari si sono aggiunti al Gruppo in seguito), possano lasciare i loro commenti sulla lettura, anche a mesi di distanza dal termine del GdL.

In lettura per dicembre abbiamo Ognuno muore solo di Hans Fallada, proposto da Nazzarena.
Buona lettura!


Nazzarena | 2911 comments Mod
Io arrivo a fine mese.


Marina (sonnenbarke) | 1610 comments Stavolta mi unisco anch'io, ma non so quando inizio :)


Gaetano (gaetanolau) | 1256 comments Io mi unisco tra poco.


Roberta (driope) | 6226 comments Mod
Sono a poco meno di metà, devo iniziare il 28° capitolo ella seconda parte, ed è molto interessante. Confesso di avere un certo interesse per la letteratura della seconda guerra mondiale e per le storie di persone comuni che resistono come possono ai regimi. Per oraa il racconto è particolarmente e piacevolmente lento. Lo shock iniziale diventa un dolore sordo e trattenuto, molto dignitoso. Le figure femminili, specie le donne più anziane, sono forti, mentre gli uomini appaiono spesso miseri e pronti a vendersi per i loro vizi.
Per ora ci leggo di gente normale che tenta di andare avanti in una Berlino bombardata subito dopo la presa di Parigi. L'entusiasmo per la capitolazione dei francesi è lontana e i protagonisti ne sono abbastanza indifferenti, più preoccupati a sbarcare il lunario che a pensare alla guerra.
Abbiamo avuto il primo assaggio della crudeltà delle SS abbastanza presto nel racconto. La gestapo è una presenza costante che influenza il comportamento delle persone anche quando non è presente.
Ovviamente mi aspetto che tutte queste vite si incontrino prima o poi, ed in parte ne ho già avuto conferma.


message 6: by Moloch (last edited Dec 13, 2018 04:11AM) (new) - rated it 4 stars

Moloch | 7081 comments Mod
Io sono rimasta sconvolta nel leggere (nella Postfazione) che il romanzo è stato scritto in poco più di 20 giorni. 20 giorni! Sì, ho notato qua e là qualche scollamento che può essere dovuto alla fretta, ma nel complesso è un libro bellissimo. In 20 giorni. Un momento di ispirazione veramente notevole.


message 7: by Gaetano (last edited Dec 13, 2018 04:34AM) (new) - rated it 4 stars

Gaetano (gaetanolau) | 1256 comments Ho finito da poco la lettura dell'opera di HF, a quanto pare tratta da una storia vera, ancora più significativa perché scritta quasi "in diretta" rispetto agli avvenimenti narrati.

L'impressione che mi è rimasta è quella di un senso diffuso di paura e di perdita di umanità, forse pesantemente correlate tra loro.

Non voglio anticipare nulla a chi lo deve ancora finire, ma per me (view spoiler).

Giudizio sicuramente positivo, aspetto qualche giorno per il commento e le stelle.


message 8: by Erika (new)

Erika (fiorediren) | 124 comments I vostri commenti mi stanno facendo venire davvero voglia di leggerlo.

Ce l'ho in wishlist da un bel po', solo che in biblioteca qui da me non lo trovo e volevo evitare di comprare altri libri per questo mese, ma mi sa che alla fine mi tocca... :)


Francyy | 826 comments Vi seguo, è uno dei libri più belli che abbia letto nella mia vita, a fine mese posto il commento che a suo tempo avevo messo per giustificare la quinta stella, raggiunta con le ultime 150 pagine


Marina (sonnenbarke) | 1610 comments L'ho iniziato oggi, ma ho letto solo poche pagine. Lo sto leggendo in lingua originale.

Come mai solo così pochi commenti fin qui? Peccato che non ci sia più discussione.


Nazzarena | 2911 comments Mod
Marina (Sonnenbarke) wrote: "L'ho iniziato oggi, ma ho letto solo poche pagine. Lo sto leggendo in lingua originale.

Come mai solo così pochi commenti fin qui? Peccato che non ci sia più discussione."


Vero, peccato.
È pur vero che io non ho ancora iniziato... ormai credo che non ce la farò per dicembre, a meno di mettere in pausa il duo Quijote/Sancho.


Marina (sonnenbarke) | 1610 comments Ti capisco, Nazzarena. Io sono appena al 7%, mi dà l'impressione di un libro che richiede impegno. Non perché sia complicato, ma forse più che altro per la tematica. Anch'io ho qualche dubbio di riuscire a finirlo per fine mese.


Paola Opi (paolapirola) | 367 comments Io l'ho letto e ne sono contenta. Non avevo ancora letto nulla sulla resistenza tedesca durante il terzo Reich.
Per chi non l'ha ancora iniziato o è all'inizio consiglio comunque di leggerlo anche se termina il mese del gdl.


Marina (sonnenbarke) | 1610 comments Finito ieri sera, mi è piaciuto tantissimo. 4,5 stelle arrotondate a 5. Qui c'è la mia recensione per chi fosse interessato: https://www.goodreads.com/review/show...

Non sono d'accordo con alcune recensioni (non in questo gruppo, ma comunque qui su Goodreads) che dicono che l'autore scrive male. L'ho letto in lingua originale e l'ho trovato molto ben scritto, forse è un problema di traduzione. Probabilmente Fallada non era da premio Nobel (infatti non lo è stato), ma a me il suo modo di scrivere è piaciuto.

Il libro è bellissimo secondo me, le parti finali sono le migliori, molto angoscianti. A tratti un po' didascalico, ma ci sta, considerando che il libro è stato scritto pochissimo dopo la fine della guerra e che l'autore voleva far capire bene le sue idee a proposito della (non)-resistenza tedesca e della paura dilagante in Germania.

Peccato non ci sia stata praticamente discussione, comunque non posso che essere d'accordo con Paola al messaggio qui sopra e suggerire di leggerlo comunque anche se il GdL è ormai terminato.


Lilirose | 262 comments sto recuperando questo libro, che ho scoperto proprio grazie a questo gruppo di lettura
Sono a poco meno di metà e per ora lo trovo.... sorprendente.
Nel senso che io ho letto molte opere su questo periodo storico, ma sempre dal punto di vista dei perseguitati; non avevo mai considerato il punto di vista della gente comune, di chi non era nazista, ebreo o politicamente impegnato.
Non sono ancora riuscita a capire bene dove voglia andare a parare, però mi pare un'opera di valore.


Nazzarena | 2911 comments Mod
Vengo dall'altro mattone ambientato nella WWII (Vita e destino del GdXL in corso) e in teoria distaccarmi dal tema e dalle ambientazioni sarebbe una buona idea, invece ho deciso che mi fiondo qui, con un ritardo imperdonabile.


Lilirose | 262 comments secondo me hai fatto bene, io l'ho finito ieri notte ed è veramente un gran bel romanzo.
Profondo, mai retorico, che non fa sconti a nessuno.
L'ultima parte in particolare è meravigliosa.


Marina (sonnenbarke) | 1610 comments Concordo con Lilirose, fai bene a buttarti su questo libro, per me è stupendo.


message 19: by Je (new) - rated it 4 stars

Je | 441 comments Sono riuscita a finirlo, è stata una lettura molto impegnativa sia a livello emotivo che a livello tecnico. E devo ammettere che subito non mi era piaciuto per niente, anzi proprio c'era antipatia, mentre condivido che nell'ultima parte tocca dei vertici davvero alti. La storia di quello che ha subito anche il popolo tedesco che si trova ad essere carnefice e vittima ad un tempo è sicuramente uno degli aspetti più controversi e meno spiegati del regime nazista, un argomento che merita di essere approfondito.


Nazzarena | 2911 comments Mod
Finalmente ho finito. 5*, naturalmente, non potevo esimermi, questo libro è di una potenza allucinante. È stato impegnativo, come dite voi, non perché difficile o chissà che, ma perché trasparente e del tutto irriguardoso nei confronti di tutti: HF ha scritto con una sfacciataggine incredibile, che fino agli ultimi capitoli sembrava solo cronaca, e alla fine BOOM! I personaggi sono tutti indimenticabili, ma l'ultimo capitolo... sigh!, l'ultimo capitolo mi ha fatto singhiozzare, lacrimoni a non finire.


back to top