Il salotto dei lettori discussion

note: This topic has been closed to new comments.
52 views
In lettura > TBR Dicembre 2018

Comments Showing 1-16 of 16 (16 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments

Ebbene sì, l'inverno è ufficialmente arrivato ed è quasi ora di mettere su tutti gli orpelli natalizi del caso!

Ma abbuffate e puntate all'ultimo minuto al centro commerciale per comprare l'ultimo regalo o il pandoro al cioccolato non devono distrarvi dalle vostre letture, anzi!
Regalati o ricevuti, i libri vi distrarranno nei momenti di noia o vi daranno un nascondiglio per un pisolino pre-caffè.

Quindi, mettetevi sotto e usate le vostre vacanze per completare la vostra reading challenge, se ancora non l'avete fatto :)
E segnate il migliore/peggiore del mese ;D


message 2: by Marianna (new)

Marianna | 901 comments Per me mezza tbr è roba che non ho avuto tempo di leggere il mese scorso, purtroppo, ma come attenuante ho almeno che sto leggendo un libro eterno (1100 pagine) e sono pure a metà. È molto bello, ma ci vuole tempo per finirlo, poi ultimamente alterno giorni in cui leggo 200 pagine a giorni in cui non apro proprio il libro. Spero di riuscire a leggere tutto, non vorrei rimandare addirittura a gennaio.

In lettura
🔹 Complex Analysis di Theodore Gamelin
🔹 Purgatorio di Dante Alighieri
🔹 Sarum di Edward Rutherfurd

Da leggere
🔹 Heart Scarab di Anna Butler: il primo mi aveva annoiata terribilmente, non vedevo l'ora di finirlo e qualche capitolo finale l'ho mezzo leggiucchiato. Perciò avrei serenamente abbandonato la serie, ma questo l'ho vinto, e soprattutto mi serve per una challenge in cui una task chiede di leggere un libro a tematica lgbt, e al momento a meno di rileggere Saffo non avevo grandi idee, perciò mi tocca. Quasi certamente non arriverò al quinto (!) libro, a meno di particolari riscatti, ma stiamo a vedere.
🔹 Il ladro di merendine di Andrea Camilleri
🔹 Scoundrels di Victor Cornwall e James Peak
🔹 Gwenpool Holiday Special: Merry Mix-Up #1 di Christopher Hastings: l'anno scorso per Natale ho provato un paio di letture ispirate, e benché non mi avessero entusiasmata nello specifico i libri che avevo scelto, come esperimento mi è piaciuto, quindi lo ripeto per questo 2018. Questo fumettino è brevissimo e costava veramente una sciocchezza, perciò l'ho preso e penso di usarlo per la chess challenge, per il libro <100 pagine.
🔹 Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling
🔹 Watersnakes di Antonio Sandoval
🔹 La scomparsa dell'Erebus di Dan Simmons: questo libro e questo autore non mi ispirano per niente, anche perché ho letto diversi pareri negativi sullo stile, ma è utile per ben due gruppi di lettura, quindi una possibilità provo a dargliela. Se poi vedo che è prolisso come sembra non mi faccio troppi scrupoli ad abbandonarlo.
🔹 La signora dei funerali di Madeleine Wickham: di solito verso Capodanno mi sento sempre molto warm hearted, perciò tendo a leggere chick-lit o robe sul genere, di buoni sentimenti e che in teoria dovrebbero strappare un sorriso. Sulla Kinsella ho pareri contrastanti, perché ho letto suoi libri orribili ma altri erano pure carini, quindi vedremo. Speriamo non sia troppo stupido ma al tempo stesso che sia un buon diversivo!


message 3: by Angela (new)

Angela (valiolet) | 180 comments Eccomi, buon dicembre a tutt*!

In lettura:
- Diario di un cinico gatto di Daniele Palmieri
- Due biciclette intorno al mondo: Da Torino a Torino, 1956-1958 di Rolando Valentino

Finiti:
- Le domestiche di Tanizaki Junichiro. Non mi è piaciuto granché, divagava troppo. Molte pagine sulle differenze linguistiche nei dialetti delle domestiche... Interessanti all'inizio, ma poi stufavano decisamente.
- Guardati dal beluga magico di Daniel Cuello. Carino! Mi piace lo stile di disegno e in molte situazioni mi ritrovo nel disagio di Daniel. :P

Da leggere:
- Tua per sempre, Lara Jean di Jenny Han
- Carrie di Stephen King
- Un'arida stagione bianca di André Brink
- Stelle o sparo di Nova
- La caduta di Gondolin di Tolkien
- Ombre giapponesi di Lafcadio Hearn


message 4: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments @Marianna: se hai bisogno per altre letture lgbt+, ne ho lette di molto interessanti quest'anno! Però la premessa Sci-fi di Heart Scarab sembra intrigante :)
Anche una mia amica sta leggendo, alla tarda età di 26 anni, HP! Per te è la prima volta o una rilettura?

@Angela buon dicembre anche a te!:)
"Guardati dal beluga magico" è il titolo più bello di sempre ;D
Hai visto il film Netflix del primo della trilogia di Lara Jean? Perché è davvero adorabile, come il libro :)

Letti
-Uno strano duello di Riel: dopo La vergine fredda, una delusione. Non che sia orribile, anzi, ma questa raccolta di racconti semplicemente non tiene il passo con la precedente, per cui i racconti non mi hanno entusiasmato un granchè
-Vite immaginarie di Schwob: l'autore sintetizza un po' romanzando la vita di personaggi famosi, spesso avventurieri sregolati e particolari. Le ho trovate molto originali e di senso dell'umorismo sottile ed efficace
-Magonia di Headley: questo YA è davvero originale e la prima parte mi ha davvero spezzato il cuore, l'autrice ha descritto benissimo il lutto. Il world-building è molto complesso e originale, probabilmente avendolo letto in inglese mi sono persa qualcosa, ma in ogni caso mi ha sorpresa, anche perché lo possiedo da una vita e l'ho letto solo ora
-Doppio sogno di Schintzler: devo ammettere che non mi ha impressionato un granché la storia, con tutta questa atmosfera fumosa che non porta alla fine a nulla. Avevo letto il graphic novel di La signorina Else, quindi forse dovrei leggere il racconto stesso e farmi un'idea più precisa
-La svastica sul sole di Dick: presa dalla serie tv, ho deciso di provare ancora Dick, dopo la delusione di Ma gli androidi sognano pecore elettriche?, e devo dire che lui non sarà mai il mio autore preferito ma questo romanzo non è male, anche se effettivamente lascia tutto molto sospeso. Di certo la parte che affascina di più è la creazione di questo mondo dove il nazismo ha vinto.


message 5: by Marianna (new)

Marianna | 901 comments @Martina: Infatti sì, le premesse sembravano interessanti, ma aveva uno stile di scrittura noiosissimo con dei capitoli interminabili, e soprattutto non ho empatizzato col personaggio principale, quindi non ero nemmeno interessata alle sue paturnie e a quello che faceva. Se ti interessa, il primo si può scaricare gratis in ebook sul sito dell'autrice: https://annabutlerfiction.com/my-book...
A dir la verità poi io fino a poco tempo fa pensavo di gradire abbastanza la fantascienza, ma negli ultimi tempi ho letto una serie di 1 o 2 stelline sul genere, perciò ultimamente mi sono chiesta se per caso non sono io che ho cambiato gusti oppure sono solo stata sfortunata con le letture.
Accetto molto volentieri i tuoi consigli sui libri lgbt+, essendo tu una fantastica biblioteca vivente :D Ma in generale se qualcuno che sta leggendo vuole consigliarmi qualcosa a riguardo, sono contenta e prendo nota di ciò che mi ispira. Mi interessano molto queste tematiche, ma purtroppo non le incontro spesso e non so come cercare perché nelle listopie di Goodreads a volte mettono un po' di tutto e non mi fido. Mi piacciono i libri in cui la trama lgbt è trattata con delicatezza e naturalezza e non si insiste in continuazione sulla cosa.
Harry Potter per me è una rilettura, anzi, la serie ha fatto la mia infanzia e preadolescenza (come immagino tanti della nostra generazione), però ho deciso di rileggerla perché comunque dal liceo in poi non l'ho più aperto e nel tempo ho perso dei dettagli, non ricordo più così bene le battute divertenti e certe scene tagliate poi nelle trasposizioni. Però so che coi film (penso di saperli a memoria, ahah) dal quinto in poi si sarebbe potuto far di meglio, ancora ricordo lo sconcerto che ho provato al cinema quando ho visto che avevano totalmente cancellato i ricordi sulla vita di Tom Riddle! 😱

@Angela: Vedo che hai deciso di leggere Carrie! Fammi sapere, allora. Sembra che alla fine nel GdL a cui ho partecipato solo a me non sia piaciuto, sarà che mi aspettavo un horror più tradizionale anziché un mezzo splatter. Dicono che il film sia piuttosto fedele al romanzo, perciò se Carrie è uno dei tuoi film preferiti, penso lo sarà anche il libro. Si legge veramente in fretta!


message 6: by Silvia (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Gli esami si avvicinano e le mie letture aumentano, buffo eh?
I libri che spero di leggere e terminare questo mese sono:

- Ricordami così: lo sto leggendo da diverso tempo, alternandolo ad altre letture. Mi sta piacendo molto, ma purtroppo i miei sforzi si concentrano su libri che hanno la priorità e questo, per forza di cose, resta fermo. Questo mese spero però di terminarlo!

- Americanah: lettura per un esame, al momento ho letto solo una settantina di pagine ma mi sta prendendo.

- Cuore di tenebra: altro libro per lo stesso esame di cui sopra, spero vivamente di iniziarlo questo mese. Non so molto della storia, né di pareri a riguardo, staremo a vedere.

- Giorni di Natale: libro trovato nella biblioteca di famiglia, pare essere una raccolta di racconti legati al Natale e quale miglior periodo dell'anno per leggerli?


Elena BigBookworm (elenabigbookworm) | 23 comments Prima certezza: al momento ho finito Gridalo forte di James Baldwin.
Seconda e ultima certezza: sto leggendo Dracula in originale.
Avrei parecchi altri libri, ma farò quel che potrò...


message 8: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments Elena BigBookworm wrote: "Prima certezza: al momento ho finito Gridalo forte di James Baldwin.
Seconda e ultima certezza: sto leggendo Dracula in originale.
Avrei parecchi altri libri, ma farò quel che potrò..."


Ahahah, mi sembra giusto! Io sono fra esami, quindi da un lato voglio leggere, dall'altro già passo troppe ore a guardare carta stampata per trovarlo piacevole.
Com'è Gridalo forte? Vorrei leggere altro di Baldwin dato che La stanza di Giovanni non mi ha impressionato come doveva


message 9: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 739 comments Letti
-Uno strano duello di Riel: dopo La vergine fredda, una delusione. Non che sia orribile, anzi, ma questa raccolta di racconti semplicemente non tiene il passo con la precedente, per cui i racconti non mi hanno entusiasmato un granchè
-Vite immaginarie di Schwob: l'autore sintetizza un po' romanzando la vita di personaggi famosi, spesso avventurieri sregolati e particolari. Le ho trovate molto originali e di senso dell'umorismo sottile ed efficace
-Magonia di Headley: questo YA è davvero originale e la prima parte mi ha davvero spezzato il cuore, l'autrice ha descritto benissimo il lutto. Il world-building è molto complesso e originale, probabilmente avendolo letto in inglese mi sono persa qualcosa, ma in ogni caso mi ha sorpresa, anche perché lo possiedo da una vita e l'ho letto solo ora
-Doppio sogno di Schintzler: devo ammettere che non mi ha impressionato un granché la storia, con tutta questa atmosfera fumosa che non porta alla fine a nulla. Avevo letto il graphic novel di La signorina Else, quindi forse dovrei leggere il racconto stesso e farmi un'idea più precisa
-La svastica sul sole di Dick: presa dalla serie tv, ho deciso di provare ancora Dick, dopo la delusione di Ma gli androidi sognano pecore elettriche?, e devo dire che lui non sarà mai il mio autore preferito ma questo romanzo non è male, anche se effettivamente lascia tutto molto sospeso. Di certo la parte che affascina di più è la creazione di questo mondo dove il nazismo ha vinto.
-Philip K. Dick di Matteuzzi: era da tanto che non leggevo un graphic novel e devo dire che questo è piuttosto carino, anche se davvero poco utile per chi, come me, non conosce per nulla la biografia di Dick.Ho molto apprezzato il tentativo di non solo descrivere la sua vita ma di mostrare come la vivesse lui, dal suo punto soggettivo. Mi ha fatto molta tenerezza il rapporto con la sorella
- The New Hunger di Marion: ho odiato Warm Bodies, di certo non potevo apprezzare anche questa sorta di prequel/spin-off. Ci sono un sacco di incongruenze e la violenza sembra essere messa lì a bella posta. Non amo molto le storie di zombie ma questo proprio non va
-La Peste di Camus: purtroppo non era il momento giusto per leggerlo, tanto che è come se l'avessi solo sfogliato e pure in maniera disinteressata. Qua e là ho visto frasi che mi piacevano ma la mia testa era altrove e dovrò riprovare.
-Meno di zero di Ellis: strano ma vero, questo libro mi è piaciuto, nonostante sia molto simile a Il giovane Holden strafatto e pieno di soldi e sia pieno di parti ripetitive e vuote.
-Maledetto Dostoevskij di Rahimi: ho trovato molto interessante questo "Delitto e Castigo" in Afghanistan, anche se è più simile al Processo di Kafka, per il circolo assurdo in cui si trova il protagonista. Mi è piaciuto come l'autore abbia inserito elementi culturali essenziali nel suo racconto
-La versione di Barney di Richler: non mi sarei mai aspettata un romanzo così spassoso, cattivo e tenero! Barney racconta la sua storia, in modo molto ondivago, e non è uno con i peli sulla lingua. Davvero merita tanto


message 10: by Silvia (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Breve aggiornamento della mia TBR: ho concluso proprio ieri Americanah e sono ancora alle prese con Ricordami così, anche se sono decisa a finirlo entro il 31.
Sto per iniziare Cuore di tenebra, ma credo proprio che me lo trascinerò anche nel mese di gennaio.


message 11: by Marianna (new)

Marianna | 901 comments Vado di aggiornamento finale, perché tra feste e cose varie non penso di riuscire ad aggiornare o di fare altre letture se non di finire quella che ho in corso.
Un sereno 2019 e buone feste a tutte/i voi! :)

Letti
🔹 Watersnakes di Antonio Sandoval: mi è piaciuta molto la parte lgbt perché trovo sia stata trattata con una delicatezza e una comprensione veramente insolite, però alla fine non è stata sfruttata al massimo e il finale sembrava un po' una presa in giro. Non male comunque.
🔹 Gwenpool Holiday Special: Merry Mix-Up #1 di Christopher Hastings: fumetti tranquillamente evitabile e dimenticabile, sarebbe stato il peggiore del mese se non avessi trovato di ancora peggio.
🔹 Complex Analysis di Theodore Gamelin
🔹 You Are Deadpool di Al Ewing: ennesima rilettura, mi diverto sempre un casino, ahah. E come si sarà evinto dal resto della tbr, mi ha fatto venire voglia di leggere tanti Deadpool.
🔹 Scoundrels di Victor Cornwall e James Peak: anche questo abbastanza brutto, certe scene umoristiche non erano male ma a me non fanno ridere le solite battute sessuali o i disagi fisici, le malattie, le morti accidentali. Un umorismo becero e molto alla buona.
🔹 Lady Oscar: Le rose di Versailles, Vol. 01 di Riyoko Ikeda: ci sono rimasta malissimo perché il manga è veramente orrendo! L'anime era uno dei miei preferiti quando ero piccola, ma questo è veramente demenziale e sicuramente non prenderò gli altri tankobon.
🔹 Sarum di Edward Rutherfurd: una piacevole sorpresa. Consigliatissimo a chi ama la storia e i romanzi storici, ma anche le saghe familiari.
🔹 Il ladro di merendine di Andrea Camilleri: questo è stato il mio preferito del mese! Per adesso il migliore della saga di Montalbano, ho apprezzato sia la trama gialla ben ingarbugliata e commista ad elementi di attualità, sia, come al solito, lo stile tutto particolare di Camilleri.
🔹 Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling: beh, che dire, è Harry, anche se rileggendolo da adulti si notano dei difettucci che vanno correggendosi verso gli ultimi della saga. Proverò di incastrare qualche altro volume nel 2019.
🔹 Venom 2 di Mark Bagley ed altri: mi è sembrato molto fumo e poco arrosto, però non era così male, un fumetto nella media diciamo. I disegni sono spettacolari, non è facile fare i simbionti.
🔹 Potenza di fuoco di Scott Hepburn ed altri: la prima storia era stupenda, ho riso davvero tanto dall'inizio alla fine e non mi ero accorta di essere arrivata all'ultima pagina. La seconda non l'ho tanto capita, ma perché è la ventinovesima parte di una saga e mi mancano tutti gli episodi precedenti.
🔹 Deadpool: La sfida di Dracula parte 1 di Brian Posehn: bello, ma è costato una fortuna e mi sono persa la seconda parte, quindi ora non saprò come andrà a finire a meno di non riuscirla a recuperare come arretrato. Proverò.

In lettura
🔹 La signora dei funerali di Madeleine Wickham: l'ho quasi finito ma proprio non riesco a leggere le ultime pagine, mi sta salendo il nervoso. È brutto e superficiale, va bene che si tratta di un romanzo leggero ma non è una scusa per far passare certi messaggi.

Migliore del mese: Il ladro di merendine
Peggiore del mese: Lady Oscar vol.1 (ma anche il libro che sto leggendo ora non scherza)


message 12: by Angela (new)

Angela (valiolet) | 180 comments Ciao a tutt*! Mi sono un po' persa causa vacanze, quindi ho letto infinitamente meno di quanto avrei voluto. ç_ç Ma si sa, con i parenti in giro... :)


Finiti:
- Le domestiche di Tanizaki Junichiro
- Guardati dal beluga magico di Daniel Cuello
- Diario di un cinico gatto di Daniele Palmieri. Molto carino, sinceramente rispetto ad altri romanzi "con gli animali" mi ha appassionato, perché alla fine succede effettivamente qualcosa, è anche avventuroso! (view spoiler)
- Due biciclette intorno al mondo: Da Torino a Torino, 1956-1958 di Rolando Valentino. Molto interessante!
- Stelle o sparo di Nova. Lo aspettavo con grande curiosità e mi è piaciuto. All'inizio ho solo dovuto abituarmi un attimo allo stile di disegno un po' particolare. Per il resto, veramente stupendo.
- La caduta di Gondolin di Tolkien. Che dire? L'ho visto in biblioteca come "novità" e l'ho arraffato subito. Molto interessanti i passaggi in cui Christopher Tolkien spiega le varianti della storia. Per il resto, il racconto in sé mi è piaciuto abbastanza!
- The Passenger: Giappone. Stupendo, lo consiglio vivamente! Il format di The Passenger è ottimo, quindi se non siete interessati al Giappone, hanno fatto anche Olanda e Islanda e ne usciranno altri. Gli articoli scelti sono pregevoli e interessanti, il tutto è veramente ben curato e di altissima qualità.
- Racconti di Natale di Charles Dickens. Che dire? Classiconi delle feste. :) Letto per il gruppo di lettura del Salotto!
- Limonov di Emmanuel Carrere. Estremamente affascinante il modo in cui si oscilla nel giudizio nei confronti di Limonov mentre si prosegue con la lettura.
- Tokyo. Ritratto di una città di Manuel Tardits. Stupende le illustrazioni e le fotografie! Molto interessanti le considerazioni su Tokyo dell'architetto Tardits.
- Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood. Ecco, a me non è piaciuto per niente... Molto interessanti la distopia dipinta e la condizione delle donne, ma per il resto non l'ho trovato un racconto entusiasmante. Anzi, a tratti mi ha fatto venire ansia senza alcun motivo, ma senza lasciarmi granché in ricordo.

Migliore del mese: The Passenger Giappone
Peggiore del mese: Il racconto dell'ancella


message 13: by Marianna (new)

Marianna | 901 comments @Angela: Io La caduta di Gondolin l'ho prenotato in biblioteca e dovrebbe arrivarmi ai primi di gennaio, sperando che quella che se l'è acciuffato prima di me sia una brava persona e lo riporti in tempo :D Se poi è carino compro anche il libro, di Tolkien ho tanta roba.
A proposito, visto che mi sembri molto ferrata sulla letteratura giapponese, e io a parte i manga non ho mai letto nulla. Con che autore mi consiglieresti di cominciare e con quali libri?


message 14: by Silvia (new)

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Ultimo aggiornamento per questo mese:
- Ricordami così di Johnston (terminato)
- Americanah di Adichie (terminato)
- Cuore di tenebra di Conrad (in lettura)


message 15: by Angela (new)

Angela (valiolet) | 180 comments @Marianna fammi sapere se poi La caduta di Gondolin ti piace! :)
Per quanto riguarda la letteratura giapponese, avrei diverse cose da consigliarti, spero di non fare una lista troppo lunga. :D

Classiconi con cui iniziare:
- Kitchen di Banana Yoshimoto, personalmente il mio preferito di questa autrice. Ha scritto moltissimo, tuttavia alla lunga i suoi libri si somigliano un po' tutti, come tematiche. Kitchen è uno dei migliori, a mio avviso.
-Norwegian Wood di Haruki Murakami. Il mio primo autore giapponese, quando ancora l'idea di studiare queste cose all'università neppure esisteva! :) A detta di molti, il migliore per iniziare è questo, Norwegian Wood. Devo dire che a me è piaciuto, ma non quanto altre opere di Murakami. Comunque è un'ottima partenza per capire se ti possa piacere o meno il suo stile e il suo immaginario :D

Cose un po' meno "classiche":
- Tokyo Express di Seicho Matsumoto. Se ti piacciono i gialli, assolutamente questo. L'ho trovato veramente interessante, perché fonda tutta la risoluzione del caso su minuzie e dettagli.
- Il giovane robot di Yosuke Sakumoto. Per me è stata una rivelazione nell'anno passato. Non voglio dire troppo, inizia in modo molto carino, fa sorridere e incuriosire per la peculiarità del protagonista, il "giovane robot". Poi, però, ha una svolta assolutamente stupenda che lo rende ancora più bello.


La mia autrice preferita è Natsuo Kirino.
- Una storia crudele e Le quattro casalinghe di Tokyo se gradisci storie crime. Il secondo è il più apprezzato della Kirino, l'ha portata alla fama mondiale, con merito.
- L'isola dei naufraghi, questo invece se preferisci il drama. Specialmente in Giappone è stato criticato, perché la Kirino viene vista come "autrice di gialli" e si è fatto fatica ad apprezzare il suo cambio di genere letterario. Tuttavia a me è piaciuto, racconta di alcune persone rimaste bloccate su un'isola sconosciuta e di come venga a costruirsi una società con gerarchie particolari seppur lontano dalla civiltà. La protagonista ha un ruolo centrale di grande potere, in quanto unica donna sull'isola.

Volendo ho da consigliare dal 712 a oggi, praticamente. :P


message 16: by Elena BigBookworm (last edited Jan 16, 2020 02:51AM) (new)

Elena BigBookworm (elenabigbookworm) | 23 comments Finiti Gridalo forte e Dracula.

@Martina: Gridalo forte mi è piaciuto molto. Narrando i contrasti all'interno di una famiglia afroamericana nella prima metà del Novecento, affronta diversi temi che negli anni '50 erano considerati più spinosi di adesso: razzismo, questioni di genere, omosessualità, e il rapporto tormentato tra questi e la religione. La Chiesa protestante a cui i personaggi appartengono è dipinta in modo impietoso: Baldwin critica magistralmente il suo implacabile bigottismo, incarnato dal padre del protagonista, il tipico "pastore di anime" che lancia sermoni infuocati contro quelli che definisce "peccatori" quando, invece, dovrebbe farsi un enorme esame di coscienza. Ciò che più ho apprezzato di questo giudizio assai negativo è che non viene espresso esplicitamente dall'autore, ma lo si evince facilmente dai dialoghi tra i personaggi e dalle loro azioni.
Come scrittura l'ho trovato molto scorrevole. Per me è bellissimo lo stile biblico di alcuni passaggi e i frequenti richiami alle Scritture, sempre inseriti in maniera appropriata e a volte anche sorprendente (in senso positivo).
Nonostante tutto l'orrore della realtà raccontata in questo libro, esiste sempre la speranza ed emerge chiaramente la posizione di Baldwin: non è odiando i bianchi tout court che si combatte il razzismo.
Alla luce di quel che so su di lui, mi convinco sempre di più che mi sarebbe piaciuto conoscerlo personalmente.

La lettura di Dracula (in originale), senza tanti giri di parole, è stata un parto. Il mio rapporto con questo romanzo è conflittuale, specialmente per quanto riguarda l'antisemitismo, il razzismo e il sessismo di cui è impregnato fin nel midollo. Ovviamente queste caratteristiche vanno contestualizzate; da un'opera del periodo vittoriano certo non ci si può attendere qualcosa di diverso. Comunque, a parte alcuni brani un po' pallosi, la difficoltà a capire il cockney parlato da alcuni personaggi minori e il finale deludente, devo dire che la scrittura è magnifica, soprattutto nei primi capitoli, dove vengono descritti i paesaggi della Transilvania. Affascinante anche scoprire di più sulle teorie e le prassi mediche dell'epoca.


back to top
This topic has been frozen by the moderator. No new comments can be posted.