Goodreads Italia discussion

Il cucchiaino scomparso e altre storie della tavola periodica degli elementi
153 views
Gruppi di Lettura > GdL Saggistica Luglio-Agosto 2018 Il cucchiaino scomparso

Comments Showing 1-47 of 47 (47 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

Pierre Menard | 2350 comments Benvenuti nel XXIV gruppo di lettura saggistica, di durata bimestrale (luglio-agosto 2018), dedicato al tema della chimica.

Qui di seguito le informazioni sul tema:
https://www.goodreads.com/topic/show/...

Il libro scelto è invece Il cucchiaino scomparso e altre storie della tavola periodica degli elementi, suggerito da Roberta e votato da ben 65 utenti.

Sam Kean, circa 40 anni, è un giornalista scientifico statunitense, autore di alcuni best seller di divulgazione scientifica tradotti in Italia da Adelphi. Il saggio in questione (uscito nel 2010) racconta storie di scienziati e altri personaggi della storia della scienza e tecnica, e della storia tout-court, che ruotano attorno agli elementi della tavola periodica.

Vi ricordo infine le semplici "non-regole" dei nostri GdL:

Per partecipare ai Gruppi di Lettura non è necessario "iscriversi" da nessuna parte.
I nostri GdL sono un po' atipici: non ci sono scalette di lettura, né step da rispettare, semplicemente si legge insieme lo stesso libro durante l'arco di 2 mesi, ognuno con il proprio ritmo (e con il tempo che ha a disposizione). Chi vuole commenta in corso di lettura, altri preferiscono farlo a lettura terminata: il pericolo "spoiler" esiste più che altro per la narrativa, per i saggi gli spoiler non dovrebbero costituire un problema. Inoltre i topics rimangono "aperti", in modo che anche altri utenti (che magari si sono aggiunti al Gruppo in seguito) possano lasciare i loro commenti sulla lettura, anche a mesi di distanza dal termine del GdL.

Buona lettura!


Tintinnabula | 1051 comments L’ho preso in biblioteca questa settimana, nell’edizione con copertina color mattone, come quella linkata qua sopra.
Ho visto che c’è un’edizione più recente, ma non mi pare implichi alcuna revisione del testo (in caso contradditemi se sapete di più).

Conto di iniziarlo quando avrò finito il libro che ho in lettura ora, e comunque prima che mi scada il prestito bibliotecario!

L’ho sfogliato, e mi piace che sotto i titoli dei capitoli ci siano le caselle degli elementi di cui si parla.


message 3: by Daniela (new)

Daniela (danielag73) | 127 comments Io ho preso l'ebook dell'edizione recente, ma non ci sono commenti revisioni (mi pare :) ).


message 4: by Ily (new) - rated it 5 stars

Ily | 424 comments Ciao! Mi incuriosisce questo saggio e mi aggrego volentieri a voi. Buona lettura!!


message 5: by Cristina (new) - added it

Cristina | 203 comments L'ho cominciato anch'io anche se con qualche dubbio visto che la chimica degli elementi mi è sempre stata un po' ostica e faccio fatica a seguire i ragionamenti e spiegazioni su elettroni, nuclei e scambi... mi sono anche stampata una tavola periodica degli elementi per averla sott'occhio mentre leggo XD


message 6: by DarkMiryam (new)

DarkMiryam | 33 comments Faccio parte del club "Quelli che con la chimica non sono mai andati d'accordo" :) Questa lettura è una sfida. L'ho appena iniziato!


message 7: by Pierre (last edited Jul 09, 2018 12:05PM) (new) - rated it 3 stars

Pierre Menard | 2350 comments Niente paura, e benvenuti tutti!

Non credo si tratti di una nuova edizione, semplicemente di una ristampa con copertina differente e minori dimensioni, per un costo inferiore.

Se c'è qualche domanda tecnica, sono a disposizione!

Buona lettura.


Tintinnabula | 1051 comments Ho letto i primi due capitoli (una cinquantina di pagine), e per ora mi lascia un po’ freddina.

L’autore ha calato subito un paio di assi: già in questi primi capitoli parliamo di configurazione elettronica, legami e cessione e condivisione di atomi. Non so, ma non mi è piaciuto il modo in cui sono stati buttati lì questi temi, con delle spiegazioni tipo “l’ossigeno è un bulletto, il carbonio invece è gentile e condivide gli elettroni”.
Ho paura che quando affronterà temi che non conosco per nulla (la chimica organica, questa sconosciuta) non ci capirò un fico secco.
Il fatto che in questo momento io non riesca a fare un riassunto mentale di quello che ho letto fin qui mi preoccupa un po’. Probabilmente non sono ancora entrata in sintonia con lo stile, cosa abbastanza frequente con i saggi.

Indipendentemente da tutto ciò, un appello disperato: Sam Kean mollami con ‘sti premi Nobel ogni mezza riga! Gli inframmezzi stile Wikipedia sugli sconosciuti inventori del transistor e il loro malvagio capo poteva anche risparmiarmeli.


message 9: by Pierre (last edited Jul 11, 2018 02:21PM) (new) - rated it 3 stars

Pierre Menard | 2350 comments Sconosciuti?! ;)

Per averlo ascoltato a Genova, ti dirò che Kean ha uno stile divulgativo molto americano... ma non è affatto male.


message 10: by Tintinnabula (new) - added it

Tintinnabula | 1051 comments Perdona questa miscredente!

Di elettronica se possibile capisco ancora meno che di chimica organica; quindi sarò scusata per la mia ignoranza, giusto Pierre?


Pierre Menard | 2350 comments Scherzo, Tintinnabula! :D

Comunque la storia dell'invenzione del transistor è piuttosto istruttiva e forse è un peccato che non si conoscano i nomi dei suoi ideatori e inventori, visto che ci hanno letteralmente cambiato la vita.


message 12: by DarkMiryam (new)

DarkMiryam | 33 comments Più o meno sono arrivata anche io dove si trova ora Tintinnabula. Ammetto che un libro del genere ai tempi dell'ITIS mi sarebbe stato molto utile, in chimica io non ci capivo un fico secco!
Pensavo di trovare molti più aneddoti legati agli elementi, a meno che questi non arrivino nelle prossime pagine.. Sono fiduciosa!


message 13: by Tintinnabula (new) - added it

Tintinnabula | 1051 comments Letti altri 3 capitoli (intorno a pagina 100).
Sì è realizzato in modo evidente quanto detto da Pierre: l’autore è “molto americano”.
Si continua con questo stile informale (gli elementi sono gentili o scortesi, magri o grassi) e l’autore butta lì un paio di commenti da vero cowboy.
Non credo si possa parlare di spoiler per i saggi, ma per non anticipare nulla nascondo comunque il seguito.
(view spoiler)
Il succo di questi commenti è anche condivisile, ma che noia quel tono da Yankee.


Roberta (driope) | 6507 comments Mod
Ho iniziato anche io. E' il suo secondo libro che leggo, in inglese, e non trovo un tono particolarmente da yankee. Ho sempre timore con le traduzioni di saggistica: sforzarsi di tradurre il tono leggero dell'autore può dare risultati indecenti.

Detto questo, faccio un po' di commentario.
Mendeleev, oltre a inventare la tavola periodica, ha stabilito i parametri per la vodka: 40 gradi.

https://www.gqitalia.it/news/2016/02/...

https://it.rbth.com/rubriche/2014/01/...


message 15: by Lu (new) - rated it 4 stars

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Poiché era da tempo che volevo affrontare Kean e Il cucchiaino, mi aggrego a questa lettura. Ho terminato la prima parte e devo ammettere che l'ho divorata! Amo l'ironia un po' scanzonata con la quale l'autore racconta la storia, e le storie, che si celano dietro ad atomi, elementi, neutroni, nomi, cognomi e fatti. Lo stile così confidenziale titilla mooolto la mia curiosità e ciò che non so, o che poco ricordo, mi porta a 'googolare' e ampliare così il mio bagaglio culturale.
Sto già consigliandone la lettura a tutti quelli che mi capitano a tiro.
Proseguo felice e fiduciosa.


Roberta (driope) | 6507 comments Mod
Lu wrote: "Poiché era da tempo che volevo affrontare Kean e Il cucchiaino, mi aggrego a questa lettura. Ho terminato la prima parte e devo ammettere che l'ho divorata! Amo l'ironia un po' scanzonata con la qu..."

Allora a seguire ti consiglio caldamente Il duello dei neurochirurghi


message 17: by Lu (new) - rated it 4 stars

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Roberta wrote: "Allora a seguire ti consiglio caldamente Il duello dei neurochirurghi"

Già in lista assieme al Il pollice del violinista.


message 18: by Tintinnabula (new) - added it

Tintinnabula | 1051 comments Finito questa sera.
Mi ha preso un po’ per disperazione, nel senso che non vedevo l’ora di arrivare alla fine e spuntarlo dalla lista.

Andando avanti con la lettura il tono informale mi ha infastidita meno (classico effetto da saggio: una volta che mi abituo allo stile dell’autore non ci faccio più caso). Però adesso non so assolutamente che valutazione dargli.
Mi è mancata un po’ di omogeneità, o forse un’eterogeneità meglio organizzata. Avrei preferito trattasse meno argomenti ma in modo più approfondito, senza esagerare, visto che non si tratta di un testo specialistico. In questo suppongo di essere controcorrente: probabilmente è proprio questo suo carattere aneddotico a rendere il libro popolare, e lo capisco.

Comunque, grazie a Roberta per averlo proposto, e buona lettura a tutti!
Seguirò i vostri commenti, magari capirò che cosa mi è mancato in questa lettura.


Roberta (driope) | 6507 comments Mod
Sono a circa un quarto, sotto i gas tedeschi. Continuo a fare paragoni con Il duello dei neurochirurghi e Il cucchiaino scomparso e altre storie della tavola periodica degli elementi ci perde un po', ma penso sia perché avevo già un interesse nel leggere una storia del cervello che non è pari al voler leggere di elementi chimici.

Tuttavia trovo che la narrazione sia avvincente e mi abbia passato molte nuove conoscenze. Tra queste la più importante è sicuramente la storia di Clara Immerwahr. Per coincidenza ho letto di recente Marie Curie e i parallelismi tra le due donne mi sono molto chiari. Consiglio di guardare nelle vostre biblioteche se la graphic novel sulla Curie fosse disponibile: si legge in un'ora.


Nazzarena | 2959 comments Mod
Per fortuna il GdL saggistica è bimestrale, quindi me voici.
Comincio oggi o domani.


message 21: by Ily (new) - rated it 5 stars

Ily | 424 comments Sto proseguendo poco per volta, in modo da assorbire le informazioni nel mio scarso bagaglio di chimica: fino ad ora - devo attaccare con la terza parte - mi ha entusiasmata parecchio! Mi aspettavo un tomone pedante e soporifero e invece mi incuriosisce sempre più, l'autore sparge qua e là chicche e curiosità che mi motivano a proseguire la lettura.


Roberta (driope) | 6507 comments Mod
Inizio la parte quarta. Mi ha interessato molto questo excursus alla fine della parte terza riguardo a come gli elementi interagiscono con il nostro corpo, specie la parte in cui si può ingannare il sensio del gusto. E la parte quarta continua alla grande, con una discussione tra locatore e locatario sulla qualità della cucina. Non so quanto mi rimarrà a fine lettura, ma continuo a gustarmela.

Poi mi piace vedere i nomi impersonali dei libri di chimica, come Rutherford o Bohr, ridiventare persone, con pregi e difetti.


message 23: by DarkMiryam (new)

DarkMiryam | 33 comments Ragazzi io sono rimasta incagliata.. sto andando a rilento con le letture, luglio lavorativamente parlando mi ha massacrata :/ spero questa settimana di riuscire a riprendere, sono ancora molto molto indietro. Non sono abituata a leggere saggi quindi sto arrancando anche per quello!


message 24: by Lu (new) - rated it 4 stars

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Sto affrontando la Parte Quarta - Elementi umani, troppo umani, e mi sta piacendo moltissimo! AMO lo stile amichevole con cui l'autore snocciola millemila storie riguardanti gli elementi ed i loro ricercatori/scopritori. Kean strizza l'occhio link e mi fa venir voglia di saperne di più.
Lettura che si sta rivelando splendida!


Roberta (driope) | 6507 comments Mod
Finito. Sto già pensando a quale altro suo libro leggere dopo.
Mi è piaciuto tantissimo vedere la chimica contestualizzata, le storie di come si sia scoperto un tale elemento e di quanto umani siano anche gli scienziati che hanno contribuito alla tavola periodica.
L'ultimo capitolo, quello con gli scenari futuri, è stato il più difficile da seguire, per me.

Se ho tempo voglio infilare subito I bottoni di Napoleone: Come 17 molecole hanno cambiato la storia, che potrebbe rivelarsi un'ottima lettura complementare.
Qualcuno vuole seguirmi e fare un'appendice al GdL?


message 26: by Tintinnabula (new) - added it

Tintinnabula | 1051 comments Roberta wrote: ".Se ho tempo voglio infilare subito I bottoni di Napoleone: Come 17 molecole hanno cambiato la storia, che potrebbe rivelarsi un'ottima lettura complementare.
Qualcuno vuole seguirmi e fare un'appendice al GdL?"


A me ovviamente interessa! Però verso la fine del mese, perché anche se volessi non potrei recuperarlo prima.


Roberta (driope) | 6507 comments Mod
Tintinnabula wrote: "Roberta wrote: ".Se ho tempo voglio infilare subito I bottoni di Napoleone: Come 17 molecole hanno cambiato la storia, che potrebbe rivelarsi un'ottima lettura complementare.
Qualcuno vuole seguirm..."


No no, va benissimo. Dimmi tu quando ci sei. Io ce l'ho già, l'avevo comprato in offerta per il Kindle.


message 28: by Tintinnabula (new) - added it

Tintinnabula | 1051 comments Così a spanne potrei recuperalo nella settimana del 20. Devo farlo arrivare col prestito interbibliotecario, e in questo periodo immagino abbiano ridotto i transiti. C'è quindi la possibilità che impieghi un po' più del solito.


Esteb | 862 comments ciao, mi sono unita anche io! E mi sta divertendo molto costui! Ottima proposta, potrei anche seguirvi coi bottoni di Napoleone, preso in offerta lampo senza neppure leggere la sinossi (c'era Napoleone e tanto mi bastava)


Claudia Santi | 112 comments In ritardissimo, ho iniziato anche io a leggerlo qualche giorno fa, e nonostante sia il mio primo saggio (ho sempre pensato che non fossero nelle mie corde) questo mi sta piacendo molto, e ammetto che tanto è dovuto proprio allo modo scanzonato di affrontare un argomento - almeno per me - così difficile.
Anche io googlo spesso per approfondire un tema o capirlo meglio.
Unico appunto, mi sarei aspettata più aneddoti divertenti...


Pierre Menard | 2350 comments Aperto il topic per le nuove proposte per la saggistica nel bimestre settembre-ottobre 2018:

https://www.goodreads.com/topic/show/...

Tema: la bufala o hoax!


Dario (obione_tdg) | 33 comments Letto e apprezzato. Mi aspettavo la solita americanata sensazionalistica, invece e' a un livello adeguato e si puo' rivelare interessante anche per lettori europei o asiatici (si solito ad un livello culturale superiore rispetto agli americani e anglosassoni). Mi ha fatto piacere scoprire diversi aspetti di cui non ero a conoscenza oppure non avevo approfondito abbastanza, incluso il leggero gossip (che nella scienza funziona sempre e spesso e' importante).

Qualche appunto sull'organizzazione del testo, la sequenza dei capitoli e' un po' confusa in effetti, e non ne ho compreso il filo logico. Cosi' come in alcune parti l'autore cambi argomento un po' troppo spesso confondendo il lettore. Ma lo ritengo comunque un testo divulgativo da consigliare.


message 33: by Je (new) - rated it 4 stars

Je | 468 comments Anche per me è stata una lettura assolutamente positiva e divertente a parte l'argomento che già mi interessa parecchio l'ho trovato ben scandito e mai pedante, anzi, mi è sembrato il saggio perfetto da portare in spiaggia, affianca alle nozioni il giusto quantitativo di aneddoti così che la lettura non diventi mai troppo pesante.


message 34: by Esteb (last edited Jan 16, 2019 02:41AM) (new) - rated it 4 stars

Esteb | 862 comments Sono alla parte sulla scienza patologica. Interessante. Oltretutto sul megalodonte c'è stato pure un documentario fake, o meglio, un finto documentario, ritrasmesso in Tv non molto tempo che mi ha fatto discutere con mio marito, fino ai titoli di coda, dove veniva spiegato che era un'opera di fantasia.


message 35: by Lu (new) - rated it 4 stars

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments L'ho terminato il giorno di Ferragosto e confermo le sensazioni iniziali. Un testo divulgativo che sa coinvolgere, che risulta snello e interessante nonostante le 400 pagine. Kean usa un linguaggio amichevole, quasi da compagno di bevute che narra vecchie storie seduto dinnanzi ad un bel fuoco scoppiettante.
Gli aneddoti poi sono stupendi! Quelli su Mark Twain mi erano sconosciuti e mi hanno fatto fare una bella risata.
Bellissima lettura, grazie a chi l'ha consigliata.


Claudia Santi | 112 comments Appena finito di leggere. Do 5 meritatissime stelle! Nonostanteil tema non proprio semplicissimo (almeno per me), devo dire che mi è piaciuto molto. La lettura scorre facilmente, senza cadere nel soporifero.


Pierre Menard | 2350 comments Aperto il sondaggio per il titolo di saggistica da leggere nel bimestre settembre-ottobre 2018:

https://www.goodreads.com/poll/show/1...


message 38: by Ily (new) - rated it 5 stars

Ily | 424 comments Finito or ora! Non pensavo mi sarebbe piaciuto così tanto! Quante storie interessanti dietro agli elementi della tavola periodica! Le parti terza e quarta mi sono rimaste particolarmente impresse! Grazie a chi ha scelto questo libro!! 😁


Roberta (driope) | 6507 comments Mod
Ily wrote: "Finito or ora! Non pensavo mi sarebbe piaciuto così tanto! Quante storie interessanti dietro agli elementi della tavola periodica! Le parti terza e quarta mi sono rimaste particolarmente impresse! ..."

Prego. Sono contenta quando un libro che mi piace piace anche alle persone a cui l'ho consigliato.


Nazzarena | 2959 comments Mod
Anche a me sta piacendo tantissimo, adoro questi saggi aneddotici. Purtroppo sono indietro, molto indietro...


message 41: by Pierre (last edited Sep 17, 2018 06:09AM) (new) - rated it 3 stars

Pierre Menard | 2350 comments Sono a p. 200, più o meno.

Indubbiamente è molto divertente e scritto con brio e semplicità. Buona l'idea di rendere gli elementi i protagonisti dei singoli capitoli raggruppandoli per aree tematiche e giocando sull'aneddotica, stramberie degli scienziati comprese. Ha il pregio di chiarire come la chimica sia fondamentale per tutti noi, anche nel quotidiano.

D'altra parte le spiegazioni di Kean (che ho ascoltato un paio di anni fa a Genova, un intervento molto piacevole e divertente) dal lato chimico sono veramente troppo approssimative e in qualche caso un po' fuorvianti: non spiega molto chiaramente la differenza tra peso atomico e numero atomico, non cita mai il numero di massa, e lega un po' affrettatamente il numero di elettroni alla posizione sulla tavola periodica e quindi alla natura elementare (e gli ioni, allora?).

Le escursioni storiche sono ancora più rischiose... occhio che il buon Kean ogni tanto spara qualche proiettile pesante, in stile Dicke Bertha, come quando a proposito degli esordi della guerra chimica attribuisce agli Ateniesi la vittoria nella Guerra del Peloponneso...


Nazzarena | 2959 comments Mod
Pierre wrote: "attribuisce agli Ateniesi la vittoria nella Guerra del Peloponneso..."

Va be', ha sbagliato di poco XD

Colpevolmente in ritardo (ho finito qualche giorno fa) dico che il libro è piacevole per chi come me non capisce un'acca di chimica o di fisica. Ho apprezzato molto l'aneddotica e le curiosità sui vari studiosi, ma negli ultimi capitoli (alfa, struttura fine) mi sono un po' persa, da buona ignorante qual sono.
Ho dato 4* piene.


Pierre Menard | 2350 comments Online il topic con le proposte per il prossimo bimestre:

https://www.goodreads.com/topic/show/...


Pierre Menard | 2350 comments Pronto il sondaggio per il prossimo (questo, in realtà) bimestre:

https://www.goodreads.com/poll/show/1...


Pierre Menard | 2350 comments Aperto il topic per il GdL per l'ultimo bimestre 2018:

https://www.goodreads.com/topic/show/...


Pierre Menard | 2350 comments Per gli interessati: inizia la selezione del nuovo saggio da leggere nel primo bimestre 2019.

https://www.goodreads.com/topic/show/...


Pierre Menard | 2350 comments Pronto il sondaggio saggistica per il primo bimestre del 2019:

https://www.goodreads.com/poll/show/1...


back to top