Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

18 views
La Sfida dei desideri > GDL: Il piccolo popolo dei grandi magazzini di T. Pratchett

Comments Showing 1-4 of 4 (4 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 2: by Gaglioz (new)

Gaglioz | 1617 comments Finito. Molti aspetti pregevoli (la cosmogonia consumistica e il sottotesto con variazioni sul tema biblico sono molto divertenti), ma il libro si chiude in modo precipitoso.


message 3: by Mickdemaria (new)

Mickdemaria | 1086 comments Mi era capitato in passato di sentire il nome di Terry Pratchett senza mai però preoccuparmi di
approfondire la conoscenza in alcun modo, quando ho iniziato questo "Il piccolo popolo dei grandi magazzini" non avevo alcuna idea di quello che stavo per leggere ed ho scoperto che:
1) È un libro per bambini/ragazzi
2) Terry Pratchett è un mestierante che sa quello che fa
3) C'è un punto di vista divertente ed una certa fantasia tutto sommato gustosa
4) Funzionerebbe meglio come film Disney/Pixar che come romanzo grazie ad una serie di meccanismi di scrittura, di equivoci, di tormentoni molto cinematografici.
5) Decisamente non è la letteratura che fa per me.... Mea culpa (come dicono i cattolici)
6) È il mio ultimo Pratchett.
Se avete dai 5 ai 13 anni potreste passare qualche bella ora con questo romanzetto, altrimenti a mio modestissimo parere meglio leggere altro.
Voto:6


message 4: by Margherita (new)

Margherita (modernmonkey) | 448 comments Di Pratchett ho letto solo Good Omens (scritto insieme a Gaiman che potrebbe benissimo essere il mio "Fratelli Arnold (dal 1905)", perché ci manca poco che lo venero come un dio...) e mi era piaciuto ovviamente tanto (?), questo un po' meno.
Apprezzo tantissimo il suo humour, le sue frecciatine implicite o meno contro il consumismo, la religione e l'essere umano in generale, ma la storia in sé ed i personaggi descritti (tranne nonna Morkie, lei è forse uno dei pochi personaggi riusciti nel libro, almeno per me) non mi hanno convinto più di tanto.

Per questo motivo non credo che continuerò nella lettura della trilogia e continuerò ad idolatrare Gaiman :)


back to top