Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

note: This topic has been closed to new comments.
40 views
Bianco, Rosso e Blu > BRB - 2^ tappa: vittoriani vs resto del mondo - libri pubblicati dal 1850 al 1899

Comments Showing 1-50 of 131 (131 new)    post a comment »
« previous 1 3

message 1: by LaCitty, web jumper (last edited Jun 09, 2018 07:54AM) (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
E’ tempo di cominciare a pensare alla seconda tappa di questa sfida e ai suoi autori di riferimento.



Partiamo dai "padroni di casa" ovvero dai britannici che danno il titolo a questa tappa:
Anthony Trollope
George Eliot
Elisabeth Gaskell
Thomas Hardy
Wilkie Collins
Lewis Carroll
Oscar Wilde
Charles Dickens (parte della produzione)
William Thackeray (parte della produzione)
Charlotte Bronte (parte della produzione)
Arthur Conan Doyle (parte della produzione)
Bram Stoker (parte della produzione)
Rudyard Kipling (parte della produzione)

Alcuni autori francesi di riferimento
Auguste de Villiers de L'Isle-Adam
Alphonse Daudet
Émile Zola
Guy de Maupassant
Gustave Flaubert (parte della produzione)
Victor Hugo (parte della produzione)
George Sand (parte della produzione)
Alexandre Dumas padre e figlio (parte della produzione)
Jules Verne (parte della produzione)
Théophile Gautier (parte della produzione)

Alcuni autori statunitensi di riferimento
Louisa May Alcott 
Harriet Beecher Stowe 
Stephen Crane
Nathaniel Hawthorne (parte della produzione)
Herman Melville (parte della produzione)
Mark Twain (parte della produzione)
Henry James (parte della produzione)

In questa discussione potrete:
1) fare domande e chiedere delucidazioni sui libri da sceglie;
2) comunicare la lista delle letture di tappa;
3) segnalare i vostri progressi di lettura completando i dati seguenti (li trovate anche nella discussione di ciascuna squadra) e inserendo un breve commento. Vanno bene anche poche righe.

Titolo:
Autore:
Anno di pubblicazione:
Voto:
Numero pagine:
Punti:
Eventuali bonus:

Le letture valide ai fini del punteggio sono quelle di:
- autori britannici, statunitensi e francesi pubblicati dal 1800 al 1849 a prescindere dalla vostra squadra di appartenenza (1 punto ogni 50 pagine arrotondate per difetto, punti tappa)
- tutti i libri di autori della nazionalità della vostra squadra a prescindere dall'anno di pubblicazione (1 punto ogni 100 pagine arrotondate per difetto, punti nazione)

Buon divertimento a tutti!!!


message 2: by Simona (new)

Simona Fedele | 3054 comments Ciao LaCitty. Per la tripletta di questa tappa posso leggere Il carteggio Aspern? Si tratta di un racconto. Inoltre, tu hai inserito James fra gli scrittori USA ma Wikipedia lo definisce americano naturalizzato UK.


message 3: by LaCitty, web jumper (last edited Jun 15, 2018 09:19AM) (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Giusto, @Simona, arrivano autori con doppia cittadinanza! In quel caso, li potete fare valere al bisogno per l'uno o per l'altro stato. Henry James può valere sia per gli USA che per UK. Scegliete saggiamente e strategicamente ^^
Controllo il libro che proponi e torno.
.... ... ...
Tornata. Il carteggio Aspern va bene per questa tappa perché è stato pubblicato per la prima volta nel 1888


message 4: by Simona (new)

Simona Fedele | 3054 comments Grazie mille!


message 5: by robylegge (new)

robylegge | 516 comments @LaCitty La lista dei libri della squadra deve essere pubblicata entro il 30 giugno?


message 6: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Sì, è ora di cominciare a pensare seriamente ai prossimi libri ^^


message 7: by Ladygiodesi (new)

Ladygiodesi (goodreadscomladygiodesi) | 517 comments Questa volta sono in alto mare, in settimana ci penso :-(


message 8: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Aspetto le vostre liste, ormai siamo quasi agli sgoccioli!!!


message 9: by Animus (last edited Jun 30, 2018 08:18AM) (new)

Animus Noir | 155 comments Squadra Statua della Libertà presente. Ecco i nostri titoli:

1. Claudia, Un lungo, fatale inseguimento d'amore, L.M. Alcott (1866)
2. Animus, Il segno rosso del coraggio, Stephen Crane (1895)
3. Margherita, The blue hotel-l'albero azzurro, Stephen Crane (1896)
4. Caterina, Piccole donne, L.M. Alcott (1868)
5. Mickdemaria, Uno yankee alla corte di Re Artù, Mark Twain (1889)


message 10: by Simona (new)

Simona Fedele | 3054 comments Squadra Big Ben pronta:

1) aithusa - Elizabeth Gaskell - Nord e Sud - 1855
2) AlleG - Thomas Hardy - Due occhi azzurri - 1873
3) Simona - George Eliot - Middlemarch - 1871
4) Chiara - Joseph Conrad - Cuore di tenebra - 1899
5) Anto_s1977 - Chiarlotte Bronte - Il Professore - 1857


message 11: by robylegge (new)

robylegge | 516 comments Squadra Torre Eiffel

1) Vabe----- HUGO, I Miserabili, 1862
2) Martina- VERNE, I cinquecento milioni della Bégum, 1879
3) Roberta-- DE MAUPASSANT, Una vita, 1883
4) LadyGiodesi--FLAUBERT Un cuore semplice, 1876
5) Acrasia--- ZOLA Teresa Raquin, 1867


message 12: by Simona (new)

Simona Fedele | 3054 comments Ho finito una lettura inglese fuori tappa.

Titolo: Chesil Beach
Autore: Ian McEwan
Anno di pubblicazione: 2007
Voto: 9
Numero pagine: 136
Punti: 1
Eventuali bonus: /

Si deve essere proprio bravi per essere così profondi e precisi in sole 136 pagine. L'argomento non è facile da comprendere, viste le numerose generazione che ci separano dagli anni '60 ma l'autore lo ha descritto con una cura nei dettagli notevole e con uno stile fluente e accattivante. È il secondo romanzo che leggo di McEwan e sicuramente andrò avanti a leggere altro.


message 13: by Margherita (new)

Margherita (modernmonkey) | 448 comments Prime due letture di questa tappa:
Titolo:The Blue Hotel- L'albergo azzurro
Autore: Stephen Crane
Anno di pubblicazione:1896
Voto: 6
Numero pagine:95
Punti:1
Eventuali bonus://
Di questo racconto breve mi sono piaciute le descrizioni dettagliate e suggestive dell'autore e più in generale il suo modo di scrivere, che rasenta la perfezione. A cominciare dalla descrizione dell'albergo azzurro per arrivare a quella della tempesta di neve in Fort Romper è come se l'autore ci mostrasse un dipinto iper-realistico più che un paio di pagine scritte neanche troppo fitte. Inoltre notevole è il fatto che in così poche pagine l'autore sia riuscito a rendere palesi le caratteristiche distintive dei cinque personaggi attraverso anche il più piccolo scambio di battute.
L'unica nota negativa di questo racconto è (view spoiler) .

Titolo: Il Braccio avvizzito
Autore:Thomas Hardy
Anno di pubblicazione:1888
Voto: 7
Numero pagine: 163 pg
Punti:3
Eventuali bonus://
Una raccolta di brevi racconti dell'orrore incentrati sul folklore e sulle superstizioni dell'epoca. Le descrizioni lunghe e puntuali dei luoghi, delle sensazioni e degli eventi atsmoferici contribuiscono a creare un'atmosfera tetra e lugubre che più che "puro terrore", genera nel lettore uno stato di ansia continua e perpetua.
L'unica nota negativa di queste storie è il fatto che tra "strane coincidenze", lievi allusioni dell'autore e un pizzico di conoscenza del suddetto folklore rendono il finale scontato e prevedibile per la maggior parte delle storie.


message 14: by Vabe (new)

Vabe | 879 comments Tour Eiffel

Titolo: Flatlandia
Autore: E. Abbott Abbott (inglese)
Anno di pubblicazione: 1884
Voto: 6.5
Numero pagine: 133
Punti: 2 punti
Eventuali bonus: -

Il racconto di un mondo a due dimensioni estremamente gerarchizzato, dove le Donne sono linee rette senza cervello e la classe più alta è costituita dai Circoli. La voce narrante è un intellettuale di forma Quadrata che farà una scoperta importante, che potrebbe cambiare le sorti del mondo in cui vive.
Ho apprezzato l'idea e la riflessione di fondo che ne scaturisce. Interessante.


message 15: by Claudia (new)

Claudia (clagr) | 779 comments Titolo: L'uomo che odiava Sherlock Holmes
Autore: Graham Moore
Anno pubblicazione:2012
Voto:8
Numero pagine:368
Punti:3
Bonus:/

Anche se non è un libro tappa, ho letto questo titolo di Moore e mi è davvero tanto piaciuto. La storia narra 2 linee temporali: una in cui Conan Doyle e Stoker indagano su un caso verso la fine dell’800 e un altra ambientata ai giorni nostri dove un Sherlockiano e una giornalista indagano su un omicio. Entrambe le linee temporali hanno un loro perché è quindi per me sono 4⭐️


message 16: by Margherita (new)

Margherita (modernmonkey) | 448 comments Titolo:Robin Hood. Il principe dei ladri
Autore: Alexandre Dumas
Anno di pubblicazione:1873
Voto: 6
Numero pagine:293
Punti:5
Eventuali bonus:10 (bonus tripletta).

Se non si calcola la batosta del "Oh mio Dio, manca un pezzo del libro!!!" (per poi scoprire che no, non manca un pezzo, semplicemente hanno stampato la "fine" altrove) e del trovare un Robin Hood sostanzialmente diverso sia dalla figura leggendaria sia da quella cinematografica, quasi marginale rispetto agli altri millemila personaggi qui descritti, questo libro è stato un piacevole primo incontro con Dumas.
Le pagine scorrono veloci tra saccheggi, scontri, svenimenti vari ed eventuali ed una versione dello sceriffo di Nottingham fin troppo simile alla Regina Rossa di Alice nel Paese delle meraviglie per collera e bipolarismo (al suo "tagliateli la testa!" il barone/sceriffo potrebbe rispondere con un "Impiccateli!"), ma c'è qualcosa che mi lascia perplessa. Sarà forse il fatto che i capitoli sembrano storie a sé e mancano di coesione o di un filo conduttore, sarà che i personaggi maschili sono Dei scesi in terra (belli, forti, invincibili!), mentre quelli femminili svengono, si innamorano e piangono in un loop degno di un girone infernale, o sarà forse per quel paragrafo sulla presunta bruttezza di William per colpa dei suoi capelli rossi che non posso perdonargli. Per tutte queste (infime) ragioni il libro scorre veloce, è divertente leggerlo, ma mi aspettavo un qualcosina in più.


message 17: by robylegge (last edited Jul 06, 2018 11:06AM) (new)

robylegge | 516 comments Fuori tappa
Titolo: U4. Koridwen
Autore: Yves Grevet
Anno di pubblicazione: 2015
Voto: 7,5
Numero pagine: 293
Punti: 2 punti
Eventuali bonus:

Pensavo che questo post-apocalittico mi sarebbe piaciuto di più. Da un lato l'ambientazione e la trama sono classici (virus che ha decimato la popolazione, guerriglie, strategie di sopravvivenza, alleanze ecc), dall'altro l'aggiunta di elementi folkloristici bretoni ha dato quel tocco in più che mi ha fatto apprezzare di più il romanzo. Anche la protagonista mi è piaciuta molto.
Peccato che l'aspetto che più mi interessava (view spoiler) non ha avuto lo spazio che speravo avrebbe avuto.
Da quello che ho capito la saga è composta di 4 libri, ognuno scritto da un autore diverso e con un protagonista diverso. Sono curiosa di leggere il progetto per intero per apprezzare di più la storia.


message 18: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6524 comments Titolo: Il Professore
Autore: Charlotte Brontë
Anno di pubblicazione: 1857
Voto: 9
Numero pagine: 315
Punti: 6
Eventuali bonus: /

Stranamente il protagonista di questo romanzo vittoriano è un giovane uomo, William Crimsworth.
E' il figlio minore di una aristocratica inglese e di un ricco commerciante che, rimasto orfano è allevato dal ramo aristocratico della famiglia. Quando dichiara di voler intraprendere il mestiere del padre, rompe i rapporti con gli zii e si trasferisce dal fratello, scelta questa che non si rivelerà particolarmente azzeccata.
Il fratello di William è un despota e il rapporto di lavoro tra i due è destinato a concludersi presto. Grazie ad una sorta di angelo custode, un giovane che lo ha preso a ben volere, William trova lavoro come insegnante in Belgio.
Ed è qui che inizia una vita nuova per il nostro protagonista. Si dimostra un abile insegnante, che tiene in riga le indisciplinate allieve di Mademoiselle Reuter.
Quest'ultima è una donna carismatica e Willian si infatua di lei. Nonostante egli sia più giovane della donna, per un momento riesce a concepire l'idea di condividere la propria vita con lei.
Ma si tratta solo di una illusione: Mademoiselle Reuter è una vipera intrigante.
Ma la donna della sua vita non è poi così lontana...basta guardarsi un po' attorno!
Un libro che mal si concilia all'idea dei romanzi vittoriani. Non ci sono donne che si struggono d'amore, non ci sono donzelle povere accolte in famiglie ricche e non ci sono i balli, le visite tra vicini e i pettegolezzi a cui ci ha abituati la Austen.
Ma sapete che vi dico? A me è piaciuto molto e con piacere ho seguito l'evoluzione di William, da giovane ed ingenuo diciottenne a sereno insegnante e padre di famiglia.


message 19: by Acrasia (new)

Acrasia | 4355 comments Titolo: Cirano de Bergerac
Autore: Edmond Rostand
Anno di pubblicazione: 1897
Voto: 9
Numero pagine: 282
Punti: 5
Eventuali bonus: /

Conoscevo Cirano per via del suo naso ma non conoscevo esattamente la storia.
E' stata una bella sorpresa, una lettura vivace e un personaggio integerrimo che non si piega alla logica dei favoritismi e che è disposto a rinunciare alla sua amata pur di renderla felice.
Un uomo perfetto che sa usare in modo impeccabile sia la spada che le parole, se non fosse per quel naso che lo fa sentire ridicolo e su cui proprio non riesce ad ironizzare.


message 20: by Big (new)

Big Dreamer | 977 comments Finito il primo libro

Titolo: Cuore di tenebra
Autore: Joseph Conrad
Anno di pubblicazione: 1899
Voto: 5
Numero pagine: 120
Punti: 2
Eventuali bonus: /

*Ho segnato 120 pagine (invece delle 150 di cui è composta la mia edizione) perché le ultime 30 sono una serie di lettere scritte da Conrad durante i suoi viaggi e dopo aver finito a fatica il romanzo, proprio non ce la facevo a leggerle...

Nonostante l'argomento forte e interessante, l'ho trovato lento e a tratti noioso. Peccato, poteva essere sviluppato meglio


message 21: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6524 comments Libro fuori tappa

Titolo: Arancia meccanica
Autore: Anthony Burgess
Anno di pubblicazione: 1962
Voto: 6,5 (se i mezzi punti valgono)
Numero pagine: 235
Punti: 2
Eventuali bonus: /

Alex è un giovane teppista, leader di una gang. L'occupazione preferita dei giovani è la violenza in tutte le sue sfumature, dall'aggressione, ai furti, allo stupro, all'omicidio.
Alex parla una sorta di slang, ama la musica classica e riesce a comandare anche i genitori, i quali sono terrorizzati dall'atteggiamento del quindicenne, tanto da essere sollevati quando Alex è arrestato e condannato a molti anni di carcere.
Il Governo, intanto, ha messo a punto una sorta di programma di correzione per fermare la delinquenza ed Alex è il primo ad esservi sottoposto. La "cura" consiste nell'essere immobilizzato davanti ad un teleschermo che mostra immagini di violenze sempre più forti, dopo la somministrazione di farmaci che scatenano nausee e malesseri terribili. Lo scopo è quello di indurre il corpo e la mente ad associare il malessere alla violenza e di costringere le persone al bene. Per intensificare le sensazioni, oltre alle immagini visive è associata la musica, quella musica che Alex amava da tutta una vita.
La cura dura 15 giorni, al termine dei quali Alex viene reintrodotto in società. Sarà molto difficile adeguarsi alla nuova situazione...
All'inizio la lettura risulta complicata dai termini utilizzati dai giovani, non sempre facilmente associabili all'immagine correta, ma poi si incomincia ad abituarsi e a seguire meglio il tutto.
Idea di base azzeccata e sicuramente vincente. Non sono stata, però, pienamente conquistata.


message 22: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Io ci ho provato anni fa con Arancia meccanica. Credo di non essere andata oltre pagina 10. Troppa violenza, per di più completamente gratuita, avevo la nausea (letteralmente).
E lì ho capito, fuori di ogni dubbio, che ho lo stomaco debole ^^


message 23: by AlleG (new)

AlleG | 4462 comments Titolo: Due occhi azzurri
Autore: Thomas Hardy
Anno di pubblicazione: 1873
Voto: 8
Numero pagine: 500
Punti: 10
Eventuali bonus: /

Questo libro mi è piaciuto molto! Ci sono sempre, come epoca vuole, le convenzioni da seguire, le apparenze da salvare, gli scandali pronti a scoppiare, le classi da non mescolare, e poi questi innamoramenti fatali dopo un solo sguardo...
Ben strutturato, non scontato e non eccessivamente prolisso nei quadri rupestri, anche se alcune descrizioni sono un po' noiose.


message 24: by Big (new)

Big Dreamer | 977 comments Titolo: Senza famiglia
Autore: Hector Henry Malot
Anno di pubblicazione: 1878
Voto: 7
Pagine: 313
Punti: 6
Eventuali Bonus: /


La storia di Remì è semplice, ma piena di emozioni, proprio come il cartone con cui sono cresciuta... Che ricordi!!


message 25: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6524 comments LaCitty wrote: "Io ci ho provato anni fa con Arancia meccanica. Credo di non essere andata oltre pagina 10. Troppa violenza, per di più completamente gratuita, avevo la nausea (letteralmente).
E lì ho capito, fuor..."


forse il film mi avrebbe fatto impressione. Il libro l'ho letto tranquillamente :-D


message 26: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6524 comments Titolo: Il miniaturista
Autore: Jessie Burton
Anno di pubblicazione: 2014
Voto: 8
Numero pagine: 444
Punti: 4
Eventuali bonus: /

Petronella è una giovane donna che sposa un ricco mercante della Amsterdam del '600. Lascia, quindi, la sua povera casa in campagna che condivide con la madre e i fratelli e si trasferisce nella casa del marito in città.
Ad attenderla al suo arrivo c'è la cognata, Marin.
Marin è una donna fiera e dai modi spicci e bruschi, che incutono un certo timore nella giovane Nella.
La vita nella nuova casa si rivela da subito complessa: una cognata con un caratteraccio, una domestica impicciona, un tuttofare di colore e un marito che, pur trattandola con gentilezza, non la sfiora quasi nemmeno con lo sguardo.
Come regalo di matrimonio Nella riceve dal marito una copia della casa in miniatura, costituita soltanto dalle stanze vuote. E' compito di Nella riempire quelle stanze.
Inizia quindi ad ordinare al miniaturista i primi oggettini ma poi, pian piano cominciano ad arrivare sempre più miniature, mai ordinate da Nella, che rappresentano i membri di questa strana famiglia allargata e ognuna di esse permette alla nostra protagonista di svelare uno dei tantissimi segreti che si nascondono tra quelle mura e in quei cuori...
Un bel libro, decisamente appassionante e misterioso.
Anche se avrei preferito che (view spoiler)


message 27: by Claudia (last edited Jul 14, 2018 07:40AM) (new)

Claudia (clagr) | 779 comments Titolo:un lungo, fatale inseguimento d’amore
Autore:Louisa May Alcott
Anno pubblicazione:1866
Pagine:185
Punti:3
Voto:4

Non ci siamo. Odio questo tipo di letture. La storia parla di Rosamunde, giovane inglese rimasta orfana dei genitori che vive col nonno, uomo burbero e poco affettuoso. La vita della ragazza è abbastanza piatta e noiosa fino a quando non arriva nella casa un ospite, tale Philip Tempest. Basta. Da questo momento in poi la storia diventa un racconto di cronaca nera, dove lo “stalkeraggio” la fa da padrone. Poche pagine, scritte bene ma il cui soggetto ho trovato noioso e al limite della sopportazione.


message 28: by Claudia (last edited Jul 14, 2018 07:40AM) (new)

Claudia (clagr) | 779 comments Titolo: racconti di Natale
Autore: Louisa May Alcott
Anno pubblicazione:1875
Pagine:128
Punti:2
Voto:7

Molto carino. Fuori stagione (di certo si apprezzano di più davanti ad un bel camino) questo libro è in realtà una raccolta di racconti natalizi, tutti a lieto fine, tutti che in qualche modo sottolineano il vero spirito che caratterizza il Natale (o che dovrebbe caratterizzarlo).


message 29: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
@Claudia, manca il voto ad entrambi i libri della Alcott. Poi come faccio a fare le statistiche? ^^
Racconti di Natale, sono solo 2 punti :)


message 30: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Attenzione, sfidomani di BRB. Sto preparando il secondo quizzone di questa sfida. Nei prossimi giorni arrivano le domande!!!
E, come la volta scorsa, se tutti i membri della squadra risponderanno correttamente avrete un bonus!
Hi-hi, suspence e mistero in corso!!! :)))


message 31: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6524 comments 😱


message 32: by Claudia (new)

Claudia (clagr) | 779 comments LaCitty wrote: "@Claudia, manca il voto ad entrambi i libri della Alcott. Poi come faccio a fare le statistiche? ^^
Racconti di Natale, sono solo 2 punti :)"


Corretto tutto!


message 33: by LaCitty, web jumper (last edited Jul 15, 2018 12:19AM) (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Se per voi va bene, per il quizzone farei come l'altra volta, pubblicherei le domande giovedì e vi lascio tempo di rispondere fino a domenica.
Se qualcuno ha problemi, è via, ecc. fatemelo sapere così mi organizzo diversamente


message 34: by robylegge (new)

robylegge | 516 comments Per me va bene!


message 35: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6524 comments Io sto qua


message 36: by Claudia (new)

Claudia (clagr) | 779 comments ok!


message 37: by Acrasia (new)

Acrasia | 4355 comments Va bene anche per me.


message 38: by Animus (new)

Animus Noir | 155 comments Ok anche per me.
Con l'occasione pubblico anche qui le mie prime due letture per questo mese

Titolo: La Cicciona
Autore: Guy de Maupassant
Anno di pubblicazione: 1880
Voto: 10
Numero pagine: 102
Punti: 2
Eventuali bonus: /
Un capolavoro. Un racconto lungo che ha la precisione e la perfezione di un meccanismo ad orologeria ed un andamento circolare dalla logica implacabile.

Titolo: Il capitano Bravocore
Autore: Charles Dickens
Anno di pubblicazione: 1867
Voto: 7
Numero pagine: 168
Punti: 3
Eventuali bonus: /
Simpatico racconto per ragazzi, che vede un novenne trasformarsi in pirata per vendicarsi del professore di latino. Il sogno di ogni bambino!


message 39: by Simona (new)

Simona Fedele | 3054 comments Ok anche per me sul quizzone.

Intanto ho finito la mia lettura di tappa.

Titolo: Middlemarch
Autore: George Eliot
Anno di pubblicazione: 1871
Voto: 9
Numero pagine: 727
Punti: 14
Eventuali bonus: /

Questo "romanzone" vittoriano mi è piaciuto molto, mi sono appassionata a seguire le vicende dei personaggi, soprattutto quelle di Dorothea. La maggior parte di costoro sono davvero pessime persone ma tutte sono descritte in maniera perfetta


message 40: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Come finirà questa sfida, è presto per dirlo, nel frattempo complimenti alla squadra francese che ha vinto il mondiale 🤗🤗🤗


message 41: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 455 comments il quizzone è ok anche per me ;D


message 42: by Acrasia (new)

Acrasia | 4355 comments LaCitty wrote: "Come finirà questa sfida, è presto per dirlo, nel frattempo complimenti alla squadra francese che ha vinto il mondiale 🤗🤗🤗"

Anche se io ho tifato Croazia, ma facciamo finta di niente... :D


message 43: by AlleG (new)

AlleG | 4462 comments Titolo: Due ragazze
Autore: Anthony Trollope
Anni di pubblicazione 1882
Voto: 7
Numero pagine: 112
Punti: 2
Eventuali bonus: /

Un racconto più che un romanzo. Molto carino. Affronta con ironia e sarcasmo le convenzioni sociali dell'Inghilterra vittoriana in merito alle classi sociali, discendenze familiari e rendite sicure da prendere in considerazione prima di acconsentire al matrimonio di una figlia


message 44: by Martina (new)

Martina (karamazovsister) | 455 comments Titolo: Notre-Dame de Paris
Autore: Hugo
Anno di pubblicazione: 1832
Voto: 7 ½
Numero pagine: 541
Punti: 5
Eventuali bonus:\

Finalmente ho letto questo libro che, con I miserabili, era uno di quei classici che mi rendevano davvero titubante a leggerli. Nonostante un inizio piuttosto noioso, che non c'entra quasi con la trama, le cose sono andate meglio e la storia, con alcune eccezioni, è piuttosto bella. Ho amato molto Frollo, un antagonista pieno di buone qualità e penso che il personaggio di Quasimodo sia stato molto sacrificato, se fosse stato approfondito avrebbe potuto davvero fare scintille.


message 45: by Animus (new)

Animus Noir | 155 comments @LaCitty, forse ne hai già parlato, ma come ci comportiamo con autori come Henry James nato in Inghilterra e naturalizzato statunitense? Per quale delle due nazioni vale?


message 46: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
@Animus, @tutti, nel caso di autori con doppia cittadinanza come Henry James, potete scegliere voi per quale stato farli valere. Dato che questa è una facilitazione che usata con buon senso può aiutarvi con il bonus tripletta, vi chiedo di dichiarare quando ne registrate la lettura quale dei due stati avete scelto (che ovviamente non si può cambiare!!!). Vi faccio un esempio sotto

Titolo: Giro di vite
Autore: Henry James (USA)
Anni di pubblicazione 1898
Voto: xxx
Numero pagine: xxx
Punti: xxxx
Eventuali bonus: xxx


message 47: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11662 comments Mod
Siamo al conto alla rovescia: è in arrivo il quizzone del mese di luglio e vi anticipo che sarà a tema storico!

Domani pubblicherò nella discussione di ciascuna squadra un quiz composto da 5 domande, ciascuna associata ad un partecipante, ogni risposta giusta vale 2 punti. In più, se tutti risponderanno correttamente, avrete un bonus per il mese di agosto la cui lettura vi darà 1 punto ogni 10 pagine. Sappiate che sarà diverso dal bonus per la prima tappa.
Per ora non vi dico di più! A domani mattina ^^


message 48: by Anto_s1977 (last edited Jul 18, 2018 12:57AM) (new)

Anto_s1977 | 6524 comments E certo, così si fa! Lanci la bomba e poi scappi 🤣


message 49: by Acrasia (new)

Acrasia | 4355 comments Sì però @LaCitty non ci puoi lasciare con tutta 'sta curiosità addosso! :P


message 50: by Anto_s1977 (new)

Anto_s1977 | 6524 comments Titolo: Una ragazza da sposare
Autore: Madeleine Wickham
Anni di pubblicazione 1999
Voto: 7
Numero pagine: 284
Punti: 2
Eventuali bonus: /

Milly e Simon sono giunti alla vigilia delle nozze. Sarà un matrimonio fastoso con moltissimi invitati e curato nei minimi dettagli dalla stessa madre della sposa, la quale è particolarmente eccitata all'idea che la figlia sposi il rampollo di Harry Pinnacle.
Ma quando alla porta di casa si presenta il fotografo, Milly ne rimane sconvolta...il suo segreto, custodito per ben 10 anni, potrà rimanere tale? Ovviamente no!
Si mette in moto un meccanismo incontrollabile che porta alla luce molte verità su tutti i personaggi di questo romanzo. Ma non è necessariamente un male poichè si può ricominciare tutto daccapo e con sentimenti più puri!
Pensavo che questo libro fosse "leggero", una di quelle letture brevi che d'estate sono particolarmente gradite, e invece affronta temi importanti senza appesantire la storia: l'apparenza, la pericolosità della routine quotidiana, l'omosessualità e il difficile rapporto genitori-figli.
Ammetto che mi è piaciuto più di quanto avessi pensato leggendo il plot.


« previous 1 3
back to top
This topic has been frozen by the moderator. No new comments can be posted.