Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

20 views
La Sfida dei desideri > GDL: Zanna bianca di J. London

Comments Showing 1-39 of 39 (39 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 2: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4805 comments Ah beh! Sono già quasi a metà!!!! Ma carooooooo!!!


message 3: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Io ti raggiungo tra qualche giorno. Contenta che sia bello


message 4: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4805 comments È molto dolce, la scrittura è semplice, ma incisiva!


message 5: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4805 comments Vedrai ti piacerà 🤗


message 6: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4805 comments Ecco. Lo sapevo. Inevitabilmente mi sono commossa. Uffa!!!


message 7: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4805 comments L’ ho finito ma metto il mio commento sotto spoiler!
(view spoiler)


message 8: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Ooh. London per me è una recente scoperta. Ma quello che ho letto finora mi ha sempre entusiasmata. Sto leggendo L'ibisco viola, ma appena lo finisco, parto con Zanna bianca. Il tuo commento ovviamente lo leggo dopo.


message 9: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Finalmente ho iniziato anche io. Ne ho letto un centinaio di pagine, ma finora mi piace molto (sono poco dopo la nascita dei cuccioli). Mi affascina il Wild di London (nella mia edizione, il traduttore ha deciso di mantenere questa parola invece di tradurla con natura selvaggia o simili) e la fame di vita (anche in senso letterale a volte) delle creature che lo popolano.


message 10: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4805 comments Ben arrivata! ☺️ hai già fazzoletti a portata di mano?


message 11: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Per ora non servono, ma mi preparo la scorta :))))


message 12: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments vi seguo nel giro di questa settimana. :)


message 13: by Acrasia (new)

Acrasia | 4352 comments Anch'io arrivo a breve! :)


message 14: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments Prima del previsto, partita. @LaCitty anche nella mia Wild non è tradotto, scelta interessante.


message 15: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Anche secondo me è una scelta interessante lasciare Wild in originale anche perché riecheggia il Call of the Wild (titolo originale di Il richiamo della foresta) in cui il wild non è solo la foresta come è stato tradotto, ma è anche un ritorno alla natura selvaggia di Buck, alla libertà, al branco di lupi.
In questo senso Zanna Bianca da un certo punto di vista potrebbe essere il seguito di Il ritorno della foresta.


message 16: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments in effetti io ho letto che è il seguito ideale. Ma non ho letto il richiamo della foresta, spero vada bene leggerlo anche dopo. Wild si, anche io lo tradurrei come spirito selvaggio della Natura, che sembra acquisti vita propria.


message 17: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Sono due storie autonome, ma non ti nascondo che Zanna Bianca idealmente potrebbe essere il "nipote" di Buck. Cmq se ti capita, leggi Il richiamo della foresta è breve, ma bellissimo e anche molto più duro a tratti (ma sono circa a metà di Zanna Bianca quindi aspetto ad esprimermi in modo definitivo :)


message 18: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments Grazie cara, è già in lista, manca il tempo per tutti quelli che vorremmo leggere!!!! :)


message 19: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Mi mancano 6 pagine e l'ho finito, ma sono arrivata al lavoro, nooooooooo
Devo trovare il modo di imboscarmi da qualche parte per 10 minuti. Cmq ho pronti i fazzoletti perché ho capito dove si va a finire. Mi ha già commossa (view spoiler). Ho il cuore come un budino


message 20: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
E si finì!
Premetto che il mio giudizio è influenzato dal fatto di avere letto e amato tantissimo Il richiamo della foresta: Ediz. integrale. Zanna Bianca ne è il seguito ideale, ma come quasi tutti i secondi capitoli di una serie o di una saga non è all'altezza del primo.
Intendiamoci, è scritto benissimo e il wild come lo descrive London, lo descrivono in pochi, ma...
C'è un 'ma' e anche grande. La storia mi sembra tirata per le lunghe. Quante volte viene ripetuto che Zanna Bianca è un animale incredibilmente forte e veloce? Quanti combattimenti tra i cani della tribù tutti tra loro simili ci descrive? Quante volte racconta la sua natura solitaria e rabbiosa? Tante. Ci sono stati momenti, soprattutto nella parte centrale della vita di Zanna Bianca con gli indiani che avrei voluto dire: "Jack, abbiamo capito. Adesso avanti con la storia".
E il passaggio da creatura rabbiosa a creatura amorosa? Mmm, forse per quanto raccontato, è stato un po' sbrigativo.
Mi ha divertito che nella mente del lupo gli uomini fossero dei, è interessante da un punto di vista storico-culturale che l'uomo bianco sia un dio di serie A, gli indiani di serie B (forse se fosse scritto oggi i ruoli sarebbero invertiti).
Insomma è un buon libro, ma London ha scritto di meglio. (E adesso vado a nascondemi in attesa che qualcuno mi tiri una sassata ^^)


message 21: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments Sarà che London mi ha colpito al cuore...ma per me sono 4 stelline. Completata la lettura, scrivo con calma qualcosa di più.


message 22: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments Eccomi.
“La vita è sempre felice quando può esprimersi.” .
Mi viene da pensare che i libri per ragazzi sono quelli più difficili da scrivere. Perché devi mostrare loro le brutture del mondo ma allo stesso tempo dargli una speranza. Con “Zanna Bianca” London riesce perfettamente nell’intento. Un lupetto amorevole con la sua mamma, felice di affrontare l’ignoto del suo mondo, lottando con la parte “wild” della natura, si ritrova sottomesso al dio uomo, si incattivisce, ha nostalgia della quiete e del silenzio della sua caverna, impara le regole dure della vita: dimenticare la madre, obbedire, lottare e uccidere per vendere cara la pelle e sottostare alla cattiveria gratuita dell’uomo per il suo tornaconto. Castoro Grigio, Henry, Bill, Beauty Smith, sono solo da contorno alla crescita di un lupo e alla natura sconfinata che emerge dalle pagine. Buio, silenzio, luce accecante riflessa dalla neve, freddo, gelo, bianco che pulisce i pensieri e fa risaltare l’unica cosa importante: è l’ambiente che ti forma, con chi stai, cosa vedi, come vivi, le emozioni che senti. Zanna nella prima parte della sua vita conosce solo l’odio. Non sa relazionarsi con chi non alza le mani o il bastone su di lui. Si aspetta sempre il peggio. Solo con Scott, conosce la fiducia, la dolcezza, la libertà di potersi lasciare andare in una corrispondenza di amore nuovo e reciproco.
Una lettura semplice, ma con una grande lezione di vita.


message 23: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Per fortuna che sono l'unica criticona :))))


message 24: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments Ma no dai...io subisco il fascino London!


message 25: by Acrasia (last edited Jun 20, 2018 08:05AM) (new)

Acrasia | 4352 comments L'ho cominciato ieri, ho passato notti al freddo e all'erta con Bill e Henry a causa dei lupi che ci circondano...
forse mi sto immedesimando troppo? :D
A parte gli scherzi è una lettura davvero coinvolgente e sono solo all'inizio...


message 26: by Acrasia (new)

Acrasia | 4352 comments Sono nati i cuccioli e io mi sto già sciogliendo... :)
Le descrizioni del paesaggio sono bellissime, così minuziose che sembra di esserci.


message 27: by Acrasia (last edited Jun 22, 2018 07:42AM) (new)

Acrasia | 4352 comments Amaranta wrote: "Mi viene da pensare che i libri per ragazzi sono quelli più difficili da scrivere"

Amaranta concordo.
Mi piace il modo in cui London descrive le situazioni e gli oggetti con gli occhi inesperti del lupetto e il lettore capisce di cosa parla l'autore ancor prima che lui lo dica, per esempio la scena del fuoco nel campo indiano, i rametti, il fumo che sale piano piano... e poi Zanna Bianca che si scotta perché ancora non sa che quella cosa brucia.
Veramente un bel romanzo di formazione perché il protagonista è giovane come i suoi lettori, almeno all'inizio. :)


message 28: by Acrasia (new)

Acrasia | 4352 comments Man mano che leggo commento altrimenti mi perdo :)
Ho notato che London umanizza molto il lupetto, sia perché gli attribuisce dei sentimenti che sono prettamente umani e poi anche quando parla del suo fisico, piedi anziché zampe.


message 29: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments Mai avrei pensato di amare così tanto un libro e in particolare un libro sulla natura, sul Wild...
Anche le parti per me più difficili da leggere (perchè sono molto sensibile sugli animali ^_^) sono scivolate via.
Che bello, sono proprio contenta di averlo letto!!!


message 30: by Acrasia (new)

Acrasia | 4352 comments Io sto odiando Smith Bellezza, mi si accappona la pelle ogni volta che leggo di bastonate e frustate... :(


message 31: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Beh, Smith Bellezza è il personaggio peggiore del libro. Ma passa :)))


message 32: by Mickdemaria (new)

Mickdemaria | 1086 comments Finito anche io
Il bastardo avventuriero London ci strappa dalle nostre comode poltrone e ci scaraventa tra le nevi dello Yukon, nella ... saggezza autoritaria e incomunicabile dell'eternità quando deride il futile sforzo della vita, nel feroce e gelido cuore del Selvaggio Nord. Nel Wild..
Molto azzeccata a mio vedere la scelta del traduttore di lasciare intradotto il termine "Wild" che all'orecchio del lettore moderno riesce a far risuonare chiaramente la connotazione tremenda ed ancestrale di un luogo che è luogo di origine e di morte, dove la vita assume massimamente significato perché è massimamente effimera e la morte è la sua inseparabile gemella. Pensato come romanzo-compagno de "Il richiamo della foresta" Zanna Bianca segue però il percorso inverso: Dal selvaggio al domestico, dallo Yukon alla California. Ed è durante questo viaggio che seguiamo il nostro eroe con un quarto di sangue canino e tre quarti di lupo, dalla caverna quasi platonica della nascita alla scoperta del fuori, del gusto del sangue, del dio Uomo, attraverso le aggressioni e le angherie, le guerre fratricide, le corse a perdifiato, la fame, le slitte ed i bastoni, l'orrore di Beauty Smith fino all'incontro con Weedon Scott che attraverso la gentilezza tenterà di redimere il genere umano dal torto fatto a Zanna Bianca. Chissà perché pensando a Zanna Bianca pensiamo spesso ad un romanzo per ragazzi... Forse perché il protagonista è un cagnolino. Eppure se un insegnamento c'è in questo romanzo è un insegnamento universale, rivolto a tutti gli esseri umani "civilizzati". A noi che facciamo finta di aver dimenticato la nostra natura selvaggia London ricorda che a parte il codice civile, quello penale, quello stradale, il regolamento condominiale e quello della palestra c'è un'altra legge che ci insegna che per ogni individuo ci sono due generi di vita: il suo e l'altro. Che il forte vince, il debole soccombe. Che la gentilezza e la comunione sono l'unica speranza di uscire dal Wild. Salvo poi cedere al suo richiamo...
Avevo già letto il romanzo da bambino, arrivato all'ultima pagina dissi: Niente male!
A qualche decade di distanza dico: Che romanzo!!! Che autore!!! E già che ci sono ululo anche un pochino.
Voto:9


message 33: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments Bravo Mick, bel commento!


message 34: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
Leggete Il richiamo della foresta e poi ne riparliamo :)))))

Dai, da selvaggio a addomesticato. Dove sta il fascino???
Buck va passa da addomesticato a selvaggio. Voglio dire, sarà paragonabile?!
:-PPPP


message 35: by Mickdemaria (new)

Mickdemaria | 1086 comments LaCitty wrote: "Leggete Il richiamo della foresta e poi ne riparliamo :)))))

Dai, da selvaggio a addomesticato. Dove sta il fascino???
Buck va passa da addomesticato a selvaggio. Voglio dire, sarà paragonabile?!..."


Il richiamo della foresta, che già lessi da bambino, l'ho appena iniziato a rileggere :)


message 36: by Acrasia (last edited Jun 29, 2018 09:10AM) (new)

Acrasia | 4352 comments Mi mancano due capitoli!!
Comunque torno ad insistere sull'umanizzazione di Zanna Bianca, questo suo continuare a trattenersi, a dominare il proprio istinto solo per far contento il padrone mi sembra troppo razionale, non è comportamento da animale.
Certo ci può stare che piuttosto che prenderle un cane si fermi prima di combinarne qualcuna ma lui pensa troppo.

Il richiamo della foresta l'ho letto l'anno scorso ed effettivamente ha qualcosa in più rispetto a questo, magari se l'avessi letto dopo avrei avuto un'opinione diversa :)


message 37: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11625 comments Mod
@Acrasia :)))

@Mick, allora aspetto il tuo commento a Il richiamo :)


message 38: by (new)

Lù (ldovica) | 956 comments L’ho appena finito anche io e devo dire che è piaciuto moltissimo! Non ho mai letto Il richiamo della foresta (ma rimedierò) e non conoscevo minimamente neanche la trama di Zanna Bianca ma è stata una bellissima scoperta! La prima pagina di descrizione del Wild mi aveva lasciato un po’ perplessa per lo stile piuttosto artefatto, ma poi sono stata catturata dal gelido inverno, la carestia, i lupi, la corsa della slitta e da tutto quello che è seguito! L’uscita dalla grotta del lupacchiotto credo sia stata una delle cose che mi è piaciuta di più: London secondo me è stato straordinario nel farci riscoprire il mondo attraverso gli occhi di chi lo vede per la prima volta. Un bellissimo romanzo di formazione da leggere a qualsiasi età e che ci ricorda quanto sua fondamentale l’ambiente in cui si cresce.


message 39: by Acrasia (last edited Jun 29, 2018 02:51PM) (new)

Acrasia | 4352 comments Sono d'accordo con te Lù sull'importanza dell'ambiente in cui si cresce.
Zanna Bianca fin da piccolo ha dovuto cavarsela da solo, poi ha conosciuto solo le botte, ci credo che sia stato sempre diffidente e aggressivo, doveva difendersi pure dai suoi simili!
Poi nonostante le carezze si aspettava comunque la fregatura dietro l'angolo.

Sì, un bel libro che però mi ha fatto anche soffrire, la crudezza di alcuni passaggi ho fatto fatica a digerirla, ma nonostante ciò mi ha appassionato.


back to top