Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

18 views
La Sfida dei desideri > GDL: Le intermittenze della morte di J. Saramago

Comments Showing 1-8 of 8 (8 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 2: by Ale (last edited May 16, 2018 04:15AM) (new)

Ale | 2874 comments Grazie Anto, io inizio stasera allora e ho grandi aspettative. Di Saramago ho letto Cecità, Saggio sulla lucidità e Il Vangelo secondo Gesù Cristo e mi sono piaciuti tantissimo


message 3: by Lupurk (new)

Lupurk | 2456 comments Dovrei riuscire a leggerlo anche io, spero! :)


message 4: by Daniela (new)

Daniela (danielag73) | 1442 comments @Anto: grazie :)

Io spero di iniziarlo oggi, questo mese vado a rilento :(

Di Saramago ho letto e amato: Memoriale del convento, Cecità, Saggio sulla lucidità e Tutti i nomi. Dovrei andare sul sicuro con questo libro :)


message 5: by Daniela (new)

Daniela (danielag73) | 1442 comments Ho iniziato il libro e subito ritrovato la scrittura fluida e precisa di Saramago. Al momento sono ancora ai problemi generali causati dall'assenza della Morte.


message 6: by Ale (last edited May 18, 2018 10:32PM) (new)

Ale | 2874 comments Io procedo un po' lentamente perché sto leggendo anche altro ma effettivamente anch'io mi sono subito "ritrovata" con lo stile di Saramago. Mi sono addirittura commossa al racconto (view spoiler)


message 7: by Daniela (new)

Daniela (danielag73) | 1442 comments Un Saramago che mescola i Saramago che conosco, quello che immagina delle situazioni irreali (come in Cecità) e quello che racconta storie (come in Memoriale del convento).
Nella prima parte di questo libro abbiamo un "immaginiamo che..." la morte decida di non fare più il suo lavoro, che conseguenze ci sarebbero? Nella seconda parte, racconta la storia della morte che ricomincia a lavorare ma si trova ad affrontare dei problemi con un violoncellista.
La scrittura fluida e precisa. E' un Saramago che fa pensare, ma in maniera leggera.


message 8: by Ale (last edited May 31, 2018 10:50AM) (new)

Ale | 2874 comments Ho finito Le intermittenze della morte di Saramago. Mi è piaciuto molto questo racconto un po' assurdo sulla morte che decide di smettere di "lavorare", un po' perché mi piace lo stile di Saramago, un po' perché gli sviluppi della storia sembrano allo stesso tempo improbabili ma logici, perché si passa del registro politico a quello sociale e a quello personale, sempre con un tocco di ironia. Non sarà un capolavoro come "Cecità" o "Il Vangelo secondo Gesù Cristo" ma sono molto molto contenta di questa lettura.


back to top