Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

18 views
La Sfida dei desideri > GDL: L'avversario di E. Carrère

Comments Showing 1-17 of 17 (17 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 2: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments grazie Anto :)

Sono curiosa di leggerlo perchè Limonov mi era piaciuto molto!!


message 3: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments Lo inizio oggi perchè è stato un weekend di fuoco °_°


message 4: by Lelena (last edited May 14, 2018 06:56AM) (new)

Lelena | 3508 comments Domani copio e incollo il mio commento. La storia mi ha preso molto, meno lo stile, ma è sicuramente il primo di altri Carrere che leggerò!


message 5: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments A me piace il suo stile, e come intramezza le storie degli altri con piccoli racconti della sua vita.
E si parla di "La settimana bianca", romanzo che Carrère scrive proprio prima di incontrare Romand, e che è stato da lui tanto apprezzato... Pensa che l'ho appena comprato, perchè volevo leggere un 'romanzo' di Carrère!


message 6: by Lelena (new)

Lelena | 3508 comments Ce l'ho anch'io! Se vogliamo leggerlo in un'altra sfida dei desideri.... :))))


message 7: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments Siiiii aggiudicato ^_^


message 8: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments Finito, non riuscivo a staccarmi!
La storia è agghiacciante, un episodio che è accaduto realmente (come ne capitano molti) ma che si fa sempre fatica a capire e immaginare. E il dopo, il processo, il castello di menzogne, la sua buona condotta in carcere...
Tutto ciò raccontato con lo stile asciutto di Carrère.
E' anche significativo il titolo (che prima di leggere il libro non capivo)!!!


message 9: by Lelena (last edited May 15, 2018 05:17AM) (new)

Lelena | 3508 comments Non ti ha dato fastidio la parte finale? Quella in cui carrere critica chi è diventato "amico" del mostro, prendendone le distanze?
Io l'ho trovata una parte superflua e decisamente egocentrica


message 10: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments Devo ammettere che le ultime pagine mi sono piaciute meno rispetto a tutto il resto; però non l'ho visto come un giudizio, ma un raccontare attraverso le persone (che è comunque difficile) che hanno conosciuto Romand prima, durante e dopo i fatti avvenuti, quindi una personalità complessa.
Mi piace come Carrère stesso ammetta che scrivere questo libro non poteva essere altro che un crimine o una preghiera...


message 11: by Margherita (new)

Margherita (modernmonkey) | 448 comments Finito anche io!
La storia di Romand, la vicenda in sé con la sua fitta rete di bugie e mezze verità mi ha preso moltissimo, invece il modo di Carrere di trattare i fatti con un resoconto freddo e distaccato (come a voler prendere le distanze da Romand e dalla tragedia) un po' meno. Insomma, su un fatto simile c'era tantissimo da dire e lui alla fin fine mi sembra che abbia detto poco o nulla (forse quello era il suo obiettivo finale, o forse non mi sono accorta io che lui qualcosa ha detto?), tranne forse qualche domanda retorica ed inutile posta direttamente al lettore, o qualche paternale di troppo su chi alla fine è diventato amico di Romand in seguito alla faccenda.


Per il momento di Carrere ho apprezzato molto più i romanzi (la settima bianca l'ho letto qualche mese fa e merita tantissimo) più che le biografie o i true crime.


message 12: by Lelena (new)

Lelena | 3508 comments Direi che lo stile vuol ricordare (se non ricopiare) A sangue freddo di truman capote, altro libro che, pur non dispiacendomi, non mi ha entusiasmato.
Bellissimo invece Una stanza piena di gente che vi consiglio caldamente di leggere!


message 13: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments Non li ho ancora letti, anche se sono entrambi nella mia infinita lista ^_^


message 14: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4783 comments Non ho letto i vostri commenti temendo lo spoiler.
Ho letto solo trenta pagine. Per ora tutto intrigante, ma m’infastidisce la continua autocelebrazione del libro su Dick: Io sono vivo voi siete morti.
Era proprio il caso?


message 15: by kris1980 (new)

kris1980 | 485 comments è vero... tra l'altro quello è il libro di Carrère che mi ispira di meno ;)
forse perchè non ho mai letto nulla di Dick!!


message 16: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4783 comments Qualcuno sa se esiste una traduzione in italiano del libro citato Le malheur des autres di Kouchner?


message 17: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 4783 comments Finito!
Trovo un po’ noioso Carrère non è tra i miei scrittori preferiti, perché troppo distaccato. Già avevo letto sua la biografia di Dick e non mi aveva entusiasmata. Certo il caso è interessante, ma se ne avesse fatto un romanzo avrei preferito. Dite che posso abbandonarlo o gli offro un’altra chance?
Veniamo al tema del libro.
Non lo giustifico, ma guardiamo la storia dalla parte del Lupo: che genere di vita conduce Jean-Claude Roman? Senza amicizie profonde o legami intensi? Una vita di superficie di una tristezza senza paragoni! Come si può condurre un’ esistenza doppia tra imbrogli e sotterfugi?
Mi è venuto in mente il caso di omicidio di Defilippi nei confronti dell’ insegnante Rosboch e come allora anche adesso mi chiedo: è davvero così ingenua la gente?


back to top