Colosseum. Sfide all'ultima pagina discussion

19 views
La Sfida dei desideri > GDL: Il Vampiro di J. W. Polidori

Comments Showing 1-15 of 15 (15 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 2: by Nadia (new)

Nadia Finito.
Breve ma intenso, scritto benissimo e scorrevole, lo considero uno dei più bei classici a tema "vampiro".
4 stelle.


message 3: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11605 comments Mod
Wow! Non vedo l'ora di iniziarlo a questo punto :)


message 4: by Nadia (new)

Nadia Io l'ho letto in un pomeriggio :)


message 5: by aithusa (new)

aithusa | 517 comments Cominciato anch'io... sono già a metà!


message 6: by aithusa (new)

aithusa | 517 comments Cominciato a finito due giorni fa.

Nel 1816 durante una riunione organizzata da Lord Byron a Villa Diodati venne proposta una gara: scrivere un racconto di paura. E' durante questa riunione che prendono vita il "Frankenstein" di Mary Shelley e "Il vampiro" di John Polidori, pubblicato poi nel 1819, questo racconto rappresenta l'archetipo della figura del vampiro come un aristocratico, un uomo perfettamente inserito nell'alta società e dal fascino tenebroso e pericoloso.
Da leggere non solo perchè precursore di tutti i romanzi ispirati dalla figura di questa creatura sovrannaturale e sempre misteriosa, ma anche per la prosa, scarsa di dialoghi ma dalle intense descrizioni e dalle espressioni quasi poetiche, con questa atmosfera con un sottofondo cupo che si percepisce durante tutta la lettura e dal finale inaspettato.


message 7: by Emanuela (new)

Emanuela (emanuelalt) | 3481 comments Per me è un ni!!! Un racconto forse troppo breve, che non riesce a farsi apprezzare degnamente, con pochi dialoghi ma con molte descrizioni, finale non proprio scontato. Il Vampiro possiamo definirlo l’antenato di Dracula, è a lui che si è inspirato Bram Stoker.
Lord Ruthven, un aristocratico dai modi raffinati che, grazie alle sue doti di gran conversatore ed al suo sguardo penetrante quasi ipnotico, riesce ad ammaliare chiunque gli si trovi davanti, soprattutto le belle fanciulle. È anche un cinico, gli piace causare disastri finanziari, elargendo elemosine o giocando d’azzardo, ma soltanto con coloro che stanno già rovinando la propria vita, praticamente accelera il loro processo di distruzione.


message 8: by Margherita (last edited May 09, 2018 07:48AM) (new)

Margherita (modernmonkey) | 448 comments La storia che c'è dietro alla nascita di questo romanzo è sufficiente per renderlo interessante (o almeno è sufficiente per me), perché se fosse stato solo per la storia in sé o per il modo in cui è narrata, con tante descrizioni e pochi dialoghi, non mi sarebbe piaciuto poi così tanto. Nonostante apprezzi l'atmosfera cupa e tenebrosa delle descrizioni, almeno per i libri su vampiri e compagnia bella preferisco narrazioni più cruente, macabre ed avvincenti.
Ruthven è un personaggio interessante, con il suo essere freddo, egoista, amorale ed anche parecchio sadico nel modo in cui trae piacere dalle disgrazie altrui al punto di provocarle. E in lui si possono vedere tutti quei tratti che sono stati successivamente incorporati nel mito dei vampiri (letterari o meno): il pallore del volto, gli occhi spenti, i modi raffinati ed aristocratici, quel sottile velo di indifferenza o superiorità per gli esseri umani e per le loro vicende.


message 9: by Mickdemaria (new)

Mickdemaria | 1086 comments Finito anche io e sono d'accordo con i vostri commenti. Molto interessante la genesi del romanzo, l'opera di per sé seppur interessante per il gusto gotico non mi ha convinto più di tanto, soprattutto per un ritmo altalenante ed una struttura generale un po' affrettata. Il vampiro Lord Ruthven, tratteggiato con rapide pennellate in maniera abbastanza veloce resta però una figura affascinante .
Voto: 6,5


message 10: by Maurisia (new)

Maurisia | 1013 comments Io sto aspettando che arrivi dalla Biblioteca.... Sono curiosa di leggerlo.


message 11: by Amaranta (new)

Amaranta | 4293 comments Un racconto breve, che ha in sé i germogli di quello che caratterizzerà il vampiro nel tempo, allontanandolo dalla tradizione del folclore che lo vuole solo come un mostro. Polidori ci descrive un uomo bellissimo, schivo, un perfetto gentlemen, affascinatore ma freddo, pronto a circuire le sue vittime e sparire. Lord Ruthven ha in sé il fascino delle tenebre e lo esercita su una giovane mente. Gli ingredienti per una buon gotico ci sono, l’orrore psicologico che travolge Aubrey è quello che spinge il lettore verso l’abisso. In uno scritto più lungo probabilmente sarebbe stato reso in maniera più intensa, ma l’accenno che qui se ne fa lasciando ancora più in sospeso il lettore fa comunque il suo dovere. Una lettura doverosa per gli amanti del genere.


message 12: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11605 comments Mod
Comincio stasera. Per ora non ho letto tutti i vostri commenti. Mi tengo cara la sorpresa!


message 13: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11605 comments Mod
Finito anche io. Carino, ma da non fan del genere mi ha lasciata un po' tiepida.
Nella mia edizione c'era anche il frammento di Byron che ha ispirato il libro. Non è altrettanto inquietante e ovviamente non è finito,ma la qualità della scrittura per me è decisamente superiore.


message 14: by Maurisia (new)

Maurisia | 1013 comments Anche nella mia edizione c'era il frammento di Byron, comunque sarò fuori dal coro, ma a me non ha entusiasmato, mi ha annoiato.


message 15: by LaCitty, web jumper (new)

LaCitty | 11605 comments Mod
Dai Maurisia, per fortuna che era breve!!! :)))


back to top

unread topics | mark unread


Books mentioned in this topic

Il Vampiro (other topics)