pianobi: Lettere da Vecchi e Nuovi Continenti discussion

183 views
Consigli di lettura > Premio Strega 2018 e successivi

Comments Showing 1-50 of 237 (237 new)    post a comment »
« previous 1 3 4 5

message 1: by Tittirossa (new)

Tittirossa | 1519 comments Non sono un'habitué del Premio, anzi credevo di non esserlo prima di aver spulciato i nomi dei vincitori ed essermi accorta di averne letto un discreto numero. Inoltre gli autori italiani mi lasciano freddina quando va bene, alterata quando va male.

Detto questo, sono uscite le prime segnalazione di autori/libri e alcuni mi paiono interessanti:

https://www.premiostrega.it/

https://www.premiostrega.it/la-ragazz...

https://www.premiostrega.it/con-molta... - non amo particolarmente il genere, ma Severino Cesari lo seguivo su FB e mi piaceva assai la sua leggerezza nel trattare temi profondi, la sua empatia e il suo sorriso per l'umanità (questo non lo ancora letto perchè sono una codarda e rifuggo dall'esposizione del dolore)

Peraltro, leggendo le sinossi degli altri libri presentati finora mi sembra ci si a una netta prevalenza del genere piagnone (suicidio, dolore, rassegnazione, morte).
"ui lo sguardo dolente del narratore
È una storia di tormento e dolore, di rabbia e di fatica
la sua è, allo stato puro e a modo suo più alto, la “tragedia di ognuno”:
Eppure questa esperienza dolorosa e amara
Il dolore come uno spazio chiuso, dove non si può fare a meno di abitare; come un mare nero,

per finire con questo "Così è la sua opera letteraria, scritta in una prosa straniante e iper-espressiva, sapiente e ineducata, con trame a volte aggressivamente confuse, che però trasmettono al lettore un malessere alla lunga prezioso " che proprio non invita alla lettura!


message 2: by Catoblepa (last edited Mar 15, 2018 06:31AM) (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 2987 comments Mod
In realtà il romanzo di Tedoldi è l'unico che mi attira insieme a quello della Jeaneczek: ho già letto altro di entrambi e mi sono piaciuti abbastanza. Aggiungo, forse, quello di De Santis.

Gli altri mi sembrano tutti abbastanza meh.

Un libro proposto dalla Gamberale si squalifica da solo.


message 3: by lise.charmel (new)

lise.charmel (lisecharmel) | 1015 comments che strano, ero certa di trovarci Le assaggiatrici: l'ho visto in giro talmente tanto che nella mia testa era già il futuro Strega.
forse devono arrivare altri titoli? non vedo nessun Feltrinelli, a meno che non abbiano già deciso di candidarlo al Campiello (che poi le due cose non si escludono mi pare).


message 4: by Emmapeel (last edited Mar 15, 2018 07:45AM) (new)

Emmapeel | 298 comments La ragazza con la Leica non l'ho trovato un granché, mi interessava molto Gerda Taro e la sua vicenda biografica, ma il libro è la storia, molto romanzata, dei rapporti fra un gruppo di amici suoi coetanei, un po' tutti innamorati di lei.


message 5: by piperitapitta (new)

piperitapitta (lapitta) | 2605 comments Mod
Tittirossa wrote: "https://www.premiostrega.it/con-molta... - non amo particolarmente il genere, ma Severino Cesari lo seguivo su FB e mi piaceva assai la sua leggerezza nel trattare temi profondi, la sua empatia e il suo sorriso per l'umanità (questo non lo ancora letto perchè sono una codarda e rifuggo dall'esposizione del dolore)"


Anche io seguivo Severino e la sua scomparsa mi ha molto addolorata, molto più di quanto sarebbe naturale provare dolore per la morte di qualcuno che non si conosce e il cui destino era inevitabilmente segnato.
Ho letto il suo libro qualche tempo dopo la sua pubblicazione, con molto timore e con altrettanto pudore, ma l'ho letto: perché Severino era una persona gentile, colta, un vero uomo di cultura e di lettere, che da uomo di cultura e di lettere se ne era voluto occupare personalmente fino alla fine, fino al giorno rima della sua morte.
Non è un'opera perfetta, perché racchiudere la quotidianità fra le pagine di un libro, soprattutto pensieri (tanti pensieri) nati sotto forma di post sotto le mentite spoglie di un libro, ne fanno un'opera disomogenea, sbagliata se la si legge con la cadenza di un libro; ma era, come dicevo, soprattutto un uomo di lettere e di letture, e tutta questa cultura, questo amore per la bellezza e per la parola per i libri riesce a trovare il suo spazio anche attraverso la malattia, anche attraverso il filtro del dolore - che non è mai l'unico punto di vista dal quale osserva la vita.
Ecco, Con molta cura è soprattutto un libro di vita, non solo la cronaca (semi) quotidiana di una malattia: leggendolo ho preso tanti appunti su cose da leggere, da guardare, da mangiare.

Ecco, grazie, credo di aver scritto il commento che ero riuscita a scrivere solo parzialmente. :-)


message 6: by cristina (last edited Mar 15, 2018 08:19AM) (new)

cristina c | 239 comments piperitapitta wrote: "Tittirossa wrote: "https://www.premiostrega.it/con-molta... - non amo particolarmente il genere, ma Severino Cesari lo seguivo su FB e mi piaceva assai la sua leggerezza nel trattare temi profondi,..."
Grazie della segnalazione, io non lo conoscevo affatto, lo scopro ora tramite te e mi sembra che meriti attenzione; e così sì, i tuoi appunti sparsi sono diventati un bel commento coinvolgente


message 7: by piperitapitta (new)

piperitapitta (lapitta) | 2605 comments Mod
cristina wrote: "piperitapitta wrote: "Tittirossa wrote: "https://www.premiostrega.it/con-molta... - non amo particolarmente il genere, ma Severino Cesari lo seguivo su FB e mi piaceva assai la sua leggerezza nel t..." grazie!


message 8: by minty (last edited Mar 15, 2018 10:24AM) (new)

minty (minty_2017) | 551 comments Degli autori che compaiono lì conosco solo Sandra Petrignani, che leggemmo (e incontrammo) al liceo per un seminario di letteratura - e che mi fece una dedica molto bella su un suo libro. Ha scritto qualcosa sulla Ginzburg, pare. Interessante...

Di tutto il resto, mi interessava giusto "La ragazza con la Leica" - non per me, per un regalo - ma Emmapeel l'ha già smontato, per cui... XD

Niente radical chic che propongano fumetti quest'anno? Male, male :P


message 9: by piperitapitta (last edited Mar 15, 2018 10:49AM) (new)

piperitapitta (lapitta) | 2605 comments Mod
Catoblepa wrote: "In realtà il romanzo di Tedoldi è l'unico che mi attira insieme a quello della Jeaneczek: ho già letto altro di entrambi e mi sono piaciuti abbastanza. Aggiungo, forse, quello di De Santis.

Gli al..."


Eppure di quello di Yari Selvetella avevo già sentito parlare (mi sembrava) bene.
Per il resto, interessa anche a me quello di Jeaneczek, forse anche quello di Lambiase, di cui avevo letto qualcosa, se non ricordo male, su Il Venerdì di Repubblica.


message 10: by lorinbocol (new)

lorinbocol | 458 comments non vorrei sembrasse che mi accanisco, perché lo scrissi già su anobii in un paio di occasioni, ma secondo me janeczeck dovrebbe continuare a fare la traduttrice. lavoro che svolge molto bene. alla prova della scrittura invece non mi ha convinto proprio per niente :(


message 11: by Sarag22 (new)

Sarag22 | 171 comments Ho iniziato in questi giorni a leggere Sangue giusto, ma ho letto poche pagine e non conosco l'autrice. Gli altri libri non li ho letti, mi rammarico sempre di leggere pochi autori italiani, ma non ci sono molti libri in questa lista che mi attirino.


message 12: by Catoblepa (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 2987 comments Mod
Ogni anno io ripeto la stessa cosa: romanzi italiani interessanti ce ne sono, ma non concorrono per lo Strega (salvo casi sporadici e fortuiti).


message 13: by Ubik (last edited Mar 16, 2018 02:27AM) (new)

Ubik 2.0 | 1212 comments Piuttosto che dedicarmi alla ricerca di improbabili perle italiane contemporanee, io sto ancora proseguendo nell'opera di recupero delle perle non contemporanee ma sicuramente più probabili.

Mi baso ovviamente sulla nostra eccellente cernita di qualche anno fa, effettuata per comporre il "tabellone" di cui vi riporto il link.

http://bit.ly/2lBPcrs

Da allora ne ho letti altri otto con ottimi risultati, cominciando a colmare le mie lacune in tema di narrativa italiana del 900...
La stessa cosa sto facendo, pian piano, con i nostri vecchi tornei (europeo e americano) di cui mi sono diligentemente annotato tutte le perle che avevo colpevolmente trascurato.
Ma lì, al contrario dell'ambito italiano, ero messo meglio e le lacune molto più ridotte.

A proposito quand'è che facciamo un altro torneo?
L'ultima volta, quando poi si decise di scegliere la "proposta-ferrigno", avevamo sul tappeto altre 5-6 opzioni.


message 14: by lise.charmel (new)

lise.charmel (lisecharmel) | 1015 comments sai che ci pensavo anch'io a un altro torneo?
o almeno ad una nuova classifica anche tradizionale, di quelle dove poi vi buttate a discutere di matematica e ci manca poco che risolviate la congettura di Goldbach (e io vi guardo sempre come la mucca col treno)


message 15: by Ubik (new)

Ubik 2.0 | 1212 comments E' Habemus quello che bisogna svegliare... che fra 6 giorni è primavera!
:-D


message 16: by Sarag22 (new)

Sarag22 | 171 comments Catoblepa wrote: "Ogni anno io ripeto la stessa cosa: romanzi italiani interessanti ce ne sono, ma non concorrono per lo Strega (salvo casi sporadici e fortuiti)."

Per caso ti vengono in mente testi da consigliare?
Sul passato, sono abbastanza ferrata, mi piace ad esempio la letteratura italiana del novecento, ma mi fermo agli anni sessanta. Dopo, ho un vuoto, non ho quasi idea di chi e cosa meriti e chi no.


message 17: by Catoblepa (last edited Mar 16, 2018 07:04AM) (new)


message 18: by lise.charmel (new)

lise.charmel (lisecharmel) | 1015 comments ma se facessimo una classifica dei best italiani dopo il 2000?


message 19: by Ubik (last edited Mar 16, 2018 07:14AM) (new)

Ubik 2.0 | 1212 comments fu fatta per gli europei (e in mezzo c'era un certo numero di italiani (la incollo per intero per invogliare qualcuno...)

1° Jón Kalman Stefánsson: Paradiso e inferno (Islanda) 96 pt.
2° Ian McEwan: Espiazione (Inghilterra) 95 pt.
3° José Saramago: Saggio sulla lucidità (Portogallo) 77 pt.
4° Winfried Georg Sebald: Austerlitz (Germania) 73 pt.
5° José Saramago: Le intermittenze della morte (Portogallo) 70 pt.
6° Jonathan Littell: Le benevole (Francia) 66 pt.
-- Javier Cercas: Anatomia di un istante (Spagna) 66 pt.
8° Javier Marías: Gli innamoramenti (Spagna) 62 pt.
9° Michele Mari: Tutto il ferro della torre Eiffel (Italia) 61 pt.
10° Irène Némirovsky: Suite francese (Francia) 57 pt.
11° Kazuo Ishiguro: Non lasciarmi (Inghilterra) 52 pt.
12° Antonia Susan Byatt: Il libro dei bambini (Inghilterra) 51 pt.
13° Francesco Pecoraro: La vita in tempo di pace (Italia) 47 pt.
14° Mircea Cărtărescu: Abbacinante. Il corpo (Romania) 42 pt.
15° Michel Houellebecq: La possibilità di un'isola (Francia) 39 pt.
16° Giorgio Vasta: Il tempo materiale (Italia) 38 pt.
17° Zadie Smith: Denti bianchi (Inghilterra) 35 pt.
18° Michele Mari: Rosso Floyd (Italia) 31 pt.
19° Marcello Fois: Stirpe (Italia) 30 pt.
-- Jonathan Coe: La banda dei brocchi (Inghilterra) 30 pt.
21° Jean Echenoz: Correre (Francia) 29 pt.
-- Antonio Pennacchi: Canale Mussolini (Italia) 29 pt.
23° Ian McEwan: Sabato (Inghilterra) 28 pt.
24° J.K. Rowling: Harry Potter e i doni della morte (Inghilterra) 27 pt.
25° Per Olov Enquist: Il libro delle parabole (Svezia) 26 pt.
-- Niccolò Ammaniti: Io non ho paura (Italia) 26 pt.
-- Ian McEwan: La ballata di Adam Henry (Inghilterra) 26 pt.
28° Uwe Timm: Rosso (Germania) 25 pt.
-- Paul Smail: Alì il magnifico (Francia) 25 pt.
-- Yasmina Reza: Felici i felici (Francia) 25 pt.
-- Michel Faber: Sotto la pelle (Paesi Bassi) 25 pt.
32° Annie Ernaux: Gli anni (Francia) 24 pt.
33° Pascal Mercier: Treno di notte per Lisbona (Svizzera) 23 pt.
34° Doris Lessing: Il sogno più dolce (Inghilterra) 22 pt.
-- José Saramago: Caino (Portogallo) 22 pt.
-- Orhan Pamuk: Il museo dell'innocenza (Turchia) 22 pt.
37° Elena Ferrante: L'amica geniale (Italia) 21 pt.
-- Emmanuel Carrère: Limonov (Francia) 21 pt.
-- Giancarlo De Cataldo: Romanzo criminale (Italia) 21 pt.
-- Nicola Lagioia: La ferocia (Italia) 21 pt.
41° Jean-Michel Guenassia: Il club degli incorreggibili ottimisti (Francia) 19
-- Hilary Mantell: Wolf Hall (Inghilterra) 19 pt.
-- Peter May: L’isola dei cacciatori di uccelli (Scozia) 19 pt.
-- Domenico Starnone: Via Gemito (Italia) 19
-- Patrik Ouředník: Europeana (Repubblica Ceca) 19 pt.
46° Pierre Lemaitre: Ci rivediamo lassù (Francia) 18 pt.
-- Alejandro Palomas: Tanta vita (Spagna) 18 pt.
48° Anonio Tabucchi: Si sta facendo sempre più tardi (Italia) 17 pt.
49° Antonio Tabucchi: Tristano muore (Italia) 16 pt.
-- Antonia Susan Byatt: Una donna che fischia (Inghilterra) 16 pt.
-- Emmanuel Carrère: L’avversario (Francia) 16 pt.
-- Michel Houellebecq: Piattaforma (Francia) 16 pt.
-- Johan Harstad: Che ne è stato di te, Buzz Aldrin? (Norvegia) 16 pt.


message 20: by lise.charmel (new)

lise.charmel (lisecharmel) | 1015 comments grazie!
tra l'altro mi hai ricordato che voglio leggere "Via Gemito" da un po'.
Lacci, di Starnone, mi è piaciuto moltissimo


message 21: by Amaranta (new)

Amaranta | 400 comments Anche la Ferrante, prima di Tabucchi peraltro? Non so perché a me ispira una profonda antipatia, senza averne letto ancora nulla...

Grazie per la lista, molto interessante :)


message 22: by Sarag22 (new)

Sarag22 | 171 comments Catoblepa wrote: "I primi che mi vengono in mente degli ultimi 10/12 anni:
Il tempo materiale
Troppi paradisi
Ultimo parallelo
Dalle rovine
[book:Un giove..."


Grazie, sei stato molto gentile. Non ne ho letto neppure uno, il che conferma la mia ignoranza!
E grazie moltissime anche al gentile Ubik!


message 23: by Marozzi (new)

Marozzi | 146 comments Proprio grazie a quella lista ho letto Mari, Vasta e Pecoraro.
Mari lo ho odiato, proprio non mi piace, prima era un "proprio non mi ispira"
Invece Pecoraro è un bel libro e anche Vasta va letto.
Viva le liste, sono sempre un'ottima idea.


message 24: by Héctor (new)

Héctor Genta | 318 comments aggiungo alla lista degli italiani del nuovo millennio "la furia del mondo" di De Marchi. Grande libro.


message 25: by Carloesse (new)

Carloesse | 143 comments Bravo Hèctor! Anche io avrei proposto lo stesso libro.


message 26: by Savasandir (new)

Savasandir  | 246 comments E la lista dei desideri si allunga inesorabilmente...


message 27: by Ubik (new)

Ubik 2.0 | 1212 comments Savasandir
A questo in definitiva servono i "tornei"...
D'altronde, mica abbiamo delle coppe o degli oscar da assegnare ai vincitori!
:-D


message 28: by Savasandir (new)

Savasandir  | 246 comments Ubik, proprio vero! ;-p


message 29: by Occhionelcielo (new)

Occhionelcielo | 42 comments Prendo nota, è da un po' che non bazzico italiani di oggi.


message 30: by minty (new)

minty (minty_2017) | 551 comments lorinbocol wrote: "non vorrei sembrasse che mi accanisco, perché lo scrissi già su anobii in un paio di occasioni, ma secondo me janeczeck dovrebbe continuare a fare la traduttrice. lavoro che svolge molto bene. "

Dici? Non ho mai letto nulla di suo, ma sono anni che "Le rondini di Montecassino" mi tenta...


message 31: by lorinbocol (new)

lorinbocol | 458 comments parzialmente OT
va beh lui è un provocatore, ma lo strega non è nemmeno il booker prize. comunque: «la segreta ragione che spiega l’interesse dei media per il booker prize è la seguente: il premio demistifica e declassa l’autore. gli scrittori diventano oggetto di scommessa, e la sera della finale te li puoi guardare in tv ridotti a ciò che la lingua yiddish definisce gli schwitzers - individui vergognosamente sudati nei loro smoking scadenti. l’unica cosa sostenibile riguardo ai premi letterari la disse mio padre: diventano ovviamente accettabili solo quando a vincerli sei tu». martin amis, esperienza
(per la cronaca amis ha vinto nel 1974 il somerset maugham col primo romanzo, e il bottari lattes grinzane - per il quale non credo si sia strappato i (radi) capelli - per london fields nel 2014).

@minty: quello non l’ho letto, sinceramente. però per lavoro ho letto, nel tempo, cibo e bloody cow. e più recentemente c’erano suoi racconti in un volume dedicato a paolo borsellino e in uno su bob dylan. non me ne è piaciuto nemmeno uno :(


la veglia dell'aceto | 150 comments ho letto poco, quindi non dico nulla.
commento solo il nuovo pseudonimo scelto da paolo nori e che mi era sfuggito: me lo rende ancor più odioso, e non era facile.


message 33: by Carloesse (last edited Mar 17, 2018 07:09AM) (new)

Carloesse | 143 comments Gli italiani contemporanei non li seguo particolarmente, e forse frequento poco e quindi poco conosco.
Tra di essi comunque prediligo decisamente Mari e Filippo Tuena, e Cesare De Marchi (La furia del mondo è il migliore libro italiano che ho letto nel nuovo millennio).

Agli esordi mi erano piaciute molto Ornela Vorpsi (che ora però vive a Parigi e ha scelto il francese come sua lingua letteraria), Viola Di Grado e Simona Rondolini, ma in seguito mi hanno un bel po' deluso. Del resto anche il Baricco di Oceano mare mi aveva entusiasmato, ma poi...
Ora c'è Paolo Zardi che mi pare in costante progresso (e ancora pochi conoscono). Forse deve maturare ancora un altro pochino. O forse una casa editrice più conosciuta, anche se l'attuale (NEO.), piccola ma coraggiosa, era riuscita a portarlo allo Strega un paio di anni fa, riuscirebbe a garantirgli più ampia visibilità.

Della Ferrante mi era piaciuto parecchio L'Amore molesto, ma la quadrilogia dell'Amica geniale è da tempo nella pila dei miei libri in attesa, insieme a Pecoraro. Attendo per potermi pronunciare.
Fra i tanti "giallisti" (che nella letteratura italiana mi pare siano quelli che "tirano di più) mi era piaciuto subito De Giovanni col suo commissario Ricciardi (melanconico e simenoniano), ma ora mi pare un po' troppo inflazionato (e ripetitivo). Alla Camilleri (di cui però i primi libri storico-umoristici, come La concessione del telefono e Il birraio di Preston restano tra i capolavori dell'umorismo).

Luci e ombre per altri pochi che ho letto (poco per esprimere un giudizio approfondito): Calligarich (forse il migliore tra loro) , Albinati, Sorrentino (meglio al cinema), Celestini, l'ormai scomparso Orengo (più '900 che nuovo secolo?) ...

Nessuno, fra tutti, comunque all'altezza di quelli del secolo scorso: Svevo, Buzzati, Levi, Calvino, Ortese (quella del Cardillo e del porto di Toledo, non quella del Mare non bagna Napoli, che tutti si limitano ad aver letto quella, per me opera minore, trascurando i suoi veri capolavori)....


message 34: by lise.charmel (new)

lise.charmel (lisecharmel) | 1015 comments A me non era dispiaciuto "La gemella H" di Falco.

Segnalo, fino alla mezzanotte di oggi, l'ebook de La ragazza con la Leica a € 4,99 invece che 9,99
A me però non ha mai ispirato.


message 35: by Catoblepa (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 2987 comments Mod
lise.charmel wrote: "A me non era dispiaciuto "La gemella H" di Falco.
"


Vero, ottimo libro. E anche il successivo Ipotesi di una sconfitta è un gran bel romanzo (nonostante la copertina inguardabile).


message 36: by Emmapeel (new)

Emmapeel | 298 comments Sono d'accordo, anche per me Giorgio Falco è uno degli scrittori italiani più lucidi e bravi.


message 37: by piperitapitta (new)

piperitapitta (lapitta) | 2605 comments Mod
Emmapeel wrote: "Sono d'accordo, anche per me Giorgio Falco è uno degli scrittori italiani più lucidi e bravi."

Io ho letto di suo solo Condominio oltremare, mi era piaciuto molto e intendo leggerne sicuramente altro.


message 38: by Occhionelcielo (new)

Occhionelcielo | 42 comments Di Falco ho letto solo le otto pagine nella raccolta Sono come tu mi vuoi. Storie di lavori , un autentico pezzo di bravura.
Non l'ho però visto tra i candidati allo Strega 2018.


message 39: by Catoblepa (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 2987 comments Mod
No, credo sia saltato fuori tra i nomi degli attuali italiani interessanti in generale.


message 40: by Marozzi (new)

Marozzi | 146 comments http://www.minimaetmoralia.it/wp/quel...
bell'articolo di Vasta su Falco
mi sembra interessantissimo! Questo Ipotesi di una sconfittaIpotesi di una sconfitta qualcuno lo ha letto? è valido?


message 41: by Sarag22 (new)

Sarag22 | 171 comments Di Pecoraro ho letto La vita in tempo di pace, leggendolo l'ho apprezzato ma mi irritava anche un po'. Invece, ripensandoci a distanza di tempo, mi sono resa conto che vorrei rileggere alcuni capitoli, mi sono rimasti in mente.
L'anno scorso ho letto un libro di racconti di Daniele Del Giudice, mi sono piaciuti davvero molto.


message 42: by Momi (new)

Momi | 20 comments Allora quando si organizza questo torneo fra italiani 2000 ?
Vedo titoli interessanti e possibili spunti di dibattito, ma occorre sistematizzare !


message 43: by Ubik (new)

Ubik 2.0 | 1212 comments Momi wrote: "Allora quando si organizza questo torneo fra italiani 2000 ?
Vedo titoli interessanti e possibili spunti di dibattito, ma occorre sistematizzare !"


Vedi ->Message n.15 del 16 marzo, più su...
:-)


message 44: by Catoblepa (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 2987 comments Mod
Intanto la primavera è arrivata (o almeno così dice il calendario).


message 45: by Malacorda (new)

Malacorda | 612 comments Qui Parma. Freddo Cagone, di primavera neanche l'ombra.


message 46: by lise.charmel (new)

lise.charmel (lisecharmel) | 1015 comments https://www.youtube.com/watch?v=GMTW8...
(italiana è italiana, contemporanea... abbastanza ;))


message 47: by minty (new)

minty (minty_2017) | 551 comments lise.charmel wrote: "https://www.youtube.com/watch?v=GMTW8...
(italiana è italiana, contemporanea... abbastanza ;))"


:D :D :D

(Qui stamattina acqua mista a neve. Se non fosse per lo shock di piante e animali che, coi caldini precoci del tardo inverno, si erano già tutti messi in fermento e ora soffrono, non mi importerebbe granché. Ché qua l'inverno è stato un po' "per finta" ed ero rimasta a credito di un po' di freddo, io...)


message 48: by Catoblepa (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 2987 comments Mod
Si sono aggiunte 10 nuove candidature, che portano il totale a 25 (se non sbaglio, ci sarà poi una scrematura a 12, e un'ulteriore scrematura a 5):

https://www.premiostrega.it/


message 49: by lorinbocol (new)

lorinbocol | 458 comments il libro di sandra petrignani su ginzburg l’ho quasi terminato, ma non mi è piaciuto molto. posto che un libro su NG lo leggo sempre volentieri, questo (come ha scritto anche @stella in un commento che leggevo pochi minuti fa) mischia troppe cose senza un chiaro criterio di scelta iniziale. è come se mancasse un editing mentale, col risultato di un accumulo spesso dispersivo. il fatto che sia così ricco di informazioni, a mio parere, finisce così per essere la ricchezza ma anche il principale limite del libro. (e poi c’è che la sua scrittura, sua di petrignani, non mi piace).


message 50: by Tittirossa (new)

Tittirossa | 1519 comments Le segnalazioni sono arrivate a 20 e se dovessi scegliere un libro sulla base della copertina, sceglierei questo https://www.premiostrega.it/non-sanno... anche se la sinossi mi spaventa un po' (il solito mappazzone maldigerito sulle colpe dei padri? però inizia nel 1800 e magari sfugge all'ombelicalismo).

Per rimanere in superficie, metà delle copertine sono tra il bruttobrutto e il brutto: 5 con volti di donne, 3 coppie, 11 illustrazioni (tra lo scontato e il respingente), 2 varie. Non proprio il meglio della grafica editoriale.

Anche i titoli non mi attraggono, ho cliccato su Zeta l'ultima della fila (detenendo 3 zeta tra nome e cognome ed essendo stata sempre la prima della fila, ero incuriosita), ma 'nzomma, https://www.premiostrega.it/zeta-lult...

Lunavulcano, mi ha attratto per una doppia negazione (brutto titolo, brutta copertina) e ho scoperto che parla di due donne che si sono conosciute giocando a Ruzzle. Ecco. Lunavulcano

La nemica sembra un tipico titolo di Neri Pozza (e infatti lo è!) e mi sembra di averne letto bene in qualche recensione, ma NeriPozza non mi frega più con i suoi pseudo libri storici, che in realtà sono romanzoni. La nemica

(la pagina di presentazione sembra fatta dagli sviluppatori di Acoso, ho dovuto cliccare 4 volte per vederli tutti e 20 :-( )


« previous 1 3 4 5
back to top