pianobi: Lettere da Vecchi e Nuovi Continenti discussion

86 views
Consigli di lettura > I maestri dell'horror

Comments Showing 1-50 of 60 (60 new)    post a comment »
« previous 1

message 1: by Paolo del ventoso Est (last edited Nov 10, 2017 05:55AM) (new)

Paolo del ventoso Est (paolodelventosoest) | 363 comments Mod
Vi ricordate nel nostro vecchio gruppo di AC che avevamo fatto delle liste tematiche? Le consultavo sempre avidamente e mi piacerebbe riproporre qui i vari generi letterari. Stavolta possiamo concederci il lusso di non fare alcuna distinzione geografica :-D

Partiamo con l'horror, visto che andiamo verso Halloween.
E magari, come spunto, possiamo partire da questa lista GR:
https://www.goodreads.com/blog/show/1059

Quali sono i vostri brividi letterari preferiti?


message 2: by Amaranta (new)

Amaranta | 402 comments Non sono un'amante dell'horror puro, ma del gotico. E il massimo per eccellenza per me è Poe. Quella sensazione di disagio, fastidio che ti mette addosso ogni parola e che ti rimane attaccata addosso per molto tempo. Eccolo è quello il mio brivido.


message 3: by Evi * (new)

Evi * | 436 comments Come Amaranta io sono per Poe, l'unico o quasi che veramente mi ha fatto rabbrividire dal terrore, insieme a Dracula di Stoker.


message 4: by Amaranta (new)

Amaranta | 402 comments Penso al pozzo e il pendolo... esatto Evi!


message 5: by Ubik (new)

Ubik 2.0 | 1229 comments H.P.Lovecraft ...e non aggiungo altro


message 6: by Ajeje (new)

Ajeje Brazov Concordo con Ubik, Lovecraft in testa!
Ma ci son anche: Clive Barker, Stephen King, Clark Ashton Smith, Edgar Allan Poe, Robert Louis Stevenson...


trovateOrtensia  (trovateortensia) | 327 comments Per me i migliori sono Poe, Lovecraft (al primo posto, forse) e il primo Stephen King.
Clive Barker invece è troppo splatter per i miei gusti.


message 8: by pierlapo (last edited Oct 17, 2017 06:12AM) (new)

pierlapo quimby Segnalo tra i recenti Thomas Ligotti, scrive principalmente racconti, non so se sia horror, weird o altro, a me è sembrato, per quel poco che ho letto, un ruscito connubio tra Lovecraft e Bernhard, quindi, a prescindere dalle etichette, decisamente raggelante.
Mi affascina moltissimo e da poco è uscita l'edizione italiana di una sua non recente raccolta di racconti: Nottuario
Per chi fosse interessato a farsene un'idea, in ebook è disponibile gratuitamente La Torre Rossa (singolo racconto incluso nella raccolta Teatro grottesco, questa, però, a pagamento)


message 9: by trovateOrtensia (last edited Oct 17, 2017 06:29AM) (new)

trovateOrtensia  (trovateortensia) | 327 comments pierlapo wrote: "Segnalo tra i recenti Thomas Ligotti, scrive principalmente racconti, non so se sia horror, weird o altro, a me è sembrato, per quel poco che ho letto, un ruscito connubio tra Lovec..."

Non lo conosco. Vado a cercare notizie...
Il connubio Bernhard - Lovecraft mi fa paura solo a pensarlo :/


message 10: by Susanna (new)

Susanna | 237 comments per me il libro piu spaventoso in assoluto è Il manoscritto trovato a Saragozza di Jan Potocki.....davvero inquietante!


message 11: by Chiara187 (new)

Chiara187 | 360 comments Con il passare degli anni sono diventata sempre meno amante dell'horror che trovo troppo ansiogeno (e le mie ansie quotidiane mi bastano) e che di norma ora evito. In gioventù ho adorato Lovecraft, che mi teneva sveglia di paura la notte, e che per è rimasto insuperato. Ho letto Poe e King ma nessuno mi ha fatto paura come Lovecraft.


message 12: by Tittirossa (new)

Tittirossa | 1821 comments Cornell Woolrich (e tutti i suoi alias). Non è horror, ma a me fa una paurissima quando si avvicina alla fine.

L'horror cinematografico lo frequentavo in adolescenza, poi ho visto Shining (anzi no, non l'ho visto, ho passato metà del tempo con le mani sugli occhi) e non ho mai più guardato un horror senza sapere PRIMA svolgimento e finale. e comunque, ne guardo pochissimi


message 13: by charta (new)

charta | 479 comments pierlapo wrote: "Segnalo tra i recenti Thomas Ligotti, scrive principalmente racconti, non so se sia horror, weird o altro, a me è sembrato, per quel poco che ho letto, un ruscito connubio tra Lovec..."

Grazie, Pierlapo.
Mi sta ritornando l'interesse verso questo genere, che ho divorato da ragazzina assieme alla fantascienza e al genere favolistico.


Paolo del ventoso Est (paolodelventosoest) | 363 comments Mod
pierlapo è molto esperto di horror, perchè in realtà è un mostro.


message 15: by pierlapo (new)

pierlapo quimby confermo


message 16: by ferrigno (last edited Oct 18, 2017 08:40AM) (new)

ferrigno | 1545 comments Mod
Questa discussione la seguo.
Niente di originale da segnalare se non...
Un momento!!

Il trittico Annihilation, Authority e Acceptance di Jeff VanderMeer.

Spesso considerati Science fiction, sono a tutti gli effetti horror, molto contemporanei, di ispirazione chiaramente lovecraftiana.

A me sono piaciuti tutti e tre: il primo un horror pieno d'azione e spaesamento, il secondo è psicologico: un romanzo sul conflitto d'autorità (un tizio è piazzato a dirigere l'area x senza averne l'autorità) e sul conflitto con una madre invadente; il terzo che chiude (o cerca di) tutte le trame.

Tocca avvisare che il primo è piaciuto a moltissimi, il secondo a pochi (a me è piaciuto molto ma declino ogni responsabilità), il terzo a diverse persone.


message 17: by minty (new)

minty (minty_2017) | 667 comments Non sono una grande lettrice di horror, né è un genere che io frequenti molto anche cinematograficamente. Principalmente perché il grosso della produzione in circolazione fa più spesso appello al senso di schifo, di "impressione" del lettore/spettatore, più che tentare di suscitare un vero senso di inquietudine e terrore o di giocare sulle atmosfere per spaventare, invece che sul dettaglio macabro.

Sto pensando a quali romanzi io abbia letto che mi abbiano trasmesso quel "bel" senso di capelli che ti si rizzano in testa, ma paradossalmente, a parte certi passaggi di Lovecraft o di Stephen King (nomi un po' troppo scontati per questa discussione, direi XD), le prime cose che mi vengono in mente sono solo un paio di romanzi per ragazzi che, specifico, lessi da già adulta.
L'autore era Robert Swindells ("La stanza 13", "I mille occhi della notte", ecc.). Poste le trame, adatte ai giovani lettori, comunque apprezzai molto la capacità di Swindells di creare, appunto, quel senso di inquietudine e di cuore che accelera per la paura... °_°


message 18: by ferrigno (new)

ferrigno | 1545 comments Mod
Minty, mi sa che la tua idea di horror la condividiamo in molti qua ;)


message 19: by Carloesse (new)

Carloesse | 143 comments Bè, per me Lovecraft su tutti, anche su Poe, e vedo che è così per molti altri. Ma tra i classici del passato non trascurerei affatto "La casa sull'abisso" di W.H. Hogdson e "La storia del sigillo nero" di Arthur Machen (del quale viene considerato però come capolavoro "Il grande dio Pan", che però non ho mai letto) veri capolavori di questo genere, entrambi compresi in una splendida raccolta che lessi da giovanissimo (primi anni '60) a cura di Fruttero & Lucentini che comprendeva anche "La maschera di Innsmouth" di Lovecraft, "Il terrore della sesta luna" di Heinlein, "Assurdo universo" di F. Brownj, "Killdozer" di Sturegon e "Il giorno dei Trifidi" di Wyndham. Il libro si chiamava "Universo a sette incognite".
E come dimenticarsi poi del "Golem" di Meyerink?
Tra i contemporanei segnalo quel "Tony & Susan" di Austin Wright che, confesso, è uno dei rarissimi casi di abbandono di un libro da parte mia, e forse l'unico per "eccesso di tensione". Forse era per me anche un periodo non propriamente adatto..., no so. Comunque non mi sono neanche sognato di andare a vedere il recente film che ne è stato tratto.


message 20: by Carloesse (new)

Carloesse | 143 comments Infine, per i cultori del genere, raccomando due libriccini pubblicati entrambi da Theoria verso la fine degli anni '80: "L'orrore del soprannaturale in letteratura" scritto da H.P. Lovecraft (una piccola storia dell'horror vista dal grande maestro), e "Danse Macabre (anatomia della paura)" scritto da Stephen King, una raccolta di saggi del noto scrittore molto ridotta nell'edizione da me segnalata rispetto a un ben più corposo originale. Non so se più recentemente ne sia stata pubblicata una traduzione integrale.


message 21: by ferrigno (new)

ferrigno | 1545 comments Mod
abbandono per eccesso di tensione?

oddìo, questo è il classico invito a pastasciutta.


message 22: by Carloesse (new)

Carloesse | 143 comments Buon appetito!
:)))


message 23: by Ubik (new)

Ubik 2.0 | 1229 comments Carloesse
Ma quale film? Animali Notturni?


message 24: by Carloesse (new)

Carloesse | 143 comments Proprio lui (il film però, mi dicono, non era all'altezza...)


message 25: by Catoblepa (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 3498 comments Mod
Ma qualcuno invece a letto Rosemary's Baby di Ira Levin?
Il film che ne è stato tratto credo che sia quello che più mi ha fatto cagare sotto, anche più di Shining. Opera solo del maestro Polanski o anche il libro ha il suo fascino?


trovateOrtensia  (trovateortensia) | 327 comments Carloesse wrote: "Bè, per me Lovecraft su tutti, anche su Poe, e vedo che è così per molti altri. Ma tra i classici del passato non trascurerei affatto "La casa sull'abisso" di W.H. Hogdson e "La storia del sigillo ..."

Il film mi è piaciuto, ma non ho letto il libro (avendo prima visto il film).


message 27: by Giovanni84 (new)

Giovanni84 | 592 comments Catoblepa wrote: "Ma qualcuno invece a letto Rosemary's Baby di Ira Levin?
Il film che ne è stato tratto credo che sia quello che più mi ha fatto cagare sotto, anche più di Shining. Opera solo del maes..."


A me il romanzo è piaciuto. Riesce a creare tensione ed ha un finale molto suggestivo (non ho visto il film, quindi non posso fare confronti).

Non sono però uno che prova paura leggendo horror, quindi da questo punto di vista non posso giudicare.


trovateOrtensia  (trovateortensia) | 327 comments Catoblepa wrote: "Ma qualcuno invece a letto Rosemary's Baby di Ira Levin?
Il film che ne è stato tratto credo che sia quello che più mi ha fatto cagare sotto, anche più di Shining. Opera solo del maes..."


Mai letto il libro. Il film è uno dei miei preferiti. Mi basta sentire qualche nota della ninna nanna per entrare in ansia.


message 29: by Eli.Mi. (new)

Eli.Mi. (elimi) | 27 comments Ho letto qualche giorno fa Il cormorano di Stephen Gregory, un libricino che ho visto essere molto criticato dalle poche recensioni in italiano qui su gr, mentre devo ammettere che a me è piaciuto molto. Qualche scena sopra le righe, ma piuttosto inquietante.


message 30: by charta (new)

charta | 479 comments Mi associo a @Carloesse per Danse Macabre: un'ottima raccolta di saggi (per tacer della bibliografia).
Valido anche come manuale per gli aspiranti scrittori.

Porca miseria mi sto accorgendo di aver letto tutti i libri che avete citato.
L'unico che non sono mai riuscita a finire (mollato a metà per la troppa fifa e il luogo "ameno" in cui lo stavo leggendo: un palazzetto medioevale con tanto di passaggi segreti) è "L'esorcista" di William P. Blatty (da cui il film).
Ti aspettavi di vedere comparire satanasso in persona da un momento all'altro, e tutto grazie a rimandi e citazioni. Di splatter niente.


message 31: by charta (new)

charta | 479 comments Le Fanu immagino lo conosciate tutti.


message 32: by minty (new)

minty (minty_2017) | 667 comments Catoblepa wrote: "Ma qualcuno invece a letto Rosemary's Baby di Ira Levin?
Il film che ne è stato tratto credo che sia quello che più mi ha fatto cagare sotto, anche più di Shining."


Io ho letto il libro e visto il film, anche se parecchi anni fa. Il libro non mi è affatto dispiaciuto. Ogni tanto si sentono gli anni che ha, ma lo ricordo come una buona lettura.
Certo Polanski è Polanski e il film è davvero bello! Anche se non è di quelli che mi spaventano poi chissà quanto (come Shining, del resto).

Con l'horror sono un cliente difficile, lo ammetto. Nella vita reale mi faccio prendere dal panico anche solo ad avventurarmi in cortile di notte. Ma in casa al calduccio, mentre leggo un libro o guardo un film, è difficile impressionarmi XD


message 33: by Fabio (new)

Fabio (faponti) | 13 comments Catoblepa wrote: "Ma qualcuno invece a letto Rosemary's Baby di Ira Levin?
Il film che ne è stato tratto credo che sia quello che più mi ha fatto cagare sotto, anche più di Shining. Opera solo del maes..."


Parere personalissimo: meglio il libro del film, tasso di orrore molto vicino allo zero in entrambi. L'aspetto più spaventoso è dato dalla nenia cantata dalla Farrow - ecco, quella diventa inquietante nella cover fatta da Patton & Fantomas.

Da fruitore del genere, ricordo pochi romanzi o racconti che mi hanno spaventato veramente, forse l'orrore cosmico e inconoscibile di Lovecraft. Misery di King, magari. Ma a fare paura, solitamente, non sono gli aspetti sovrannaturali, diabolici, orrorifici, quanto i comportamenti prettamente umani (più sono realistici, più sono spaventosi). A far veramente paura è la saggistica, con al picco (mi spiace ripetermi) le civiltà in collasso di Diamond.

@ferrigno letto solo il primo VanderMeer, aspettative altissime e grande delusione: mi era parso un gentile omaggio a Lovecraft e ai fratelli Strugatsky. Prima o poi proverò a leggere gli altri due, magari cambio idea.


message 34: by Catoblepa (new)

Catoblepa (Protomoderno) | 3498 comments Mod
Boh, a me la versione dei Fantomas fa ridere più che altro.


message 35: by Ubik (new)

Ubik 2.0 | 1229 comments A proposito di orrore e anche se non c'entra niente (non ho letto Levin, mi riferisco al film), non riesco mai a dimenticare che il luogo in cui Rosemary incontra sotto il Dakota i vecchi diabolici coniugi Castevet è più o meno dove un colpo di pistola pose fine all'esistenza di un idolo della mia giovinezza...


message 36: by SurferRosa (last edited Oct 19, 2017 11:16PM) (new)

SurferRosa (surfer-rosa) | 52 comments Mi meraviglia un po' che nessuno abbia ancora citato quel "Casa di foglie" di Mark Danielwski che fu un caso letterario di qualche anno fa a causa della particolare impaginazione. Io l'ho apprezzato solo in parte ma paura ne fa.

Per citare due classici: trovai ottimo L'incubo di Hill House (che io ho letto nella vecchia edizione intitolata La casa degli invasati) di Shirley Jackson, mentre estremamente deludente fu la lettura di Ghost Story di Peter Straub, sponsorizzato da S. King come miglior storia di fantasmi di tutti i tempi, ma che secondo me si gioca i colpi migliori nella prima parte per poi concludersi in modo ridicolo.


message 37: by Susanna (new)

Susanna | 237 comments Beh, se vi piacciono le storie di fantasmi un libro che per me vale la pena di leggere è Il libro delle storie di fantasmi di Roald Dahl. A me le storie hanno fatto paura, ed essendo uno scrittore per bambini sa come fare paura!


message 38: by Reynard (last edited Oct 21, 2017 07:08AM) (new)

Reynard Non mi sembra l'abbiate citato... se cercate Horror e brividi veri provate a leggere Il canto di Kali di Dan Simmons.


message 39: by Susanna (new)

Susanna | 237 comments Buongiorno a tutti. Ho appena finito di leggere il libro "Quell'estate di sangue e di luna" di Eraldo Baldini e Alessandro Fabbri.
So che qualcuno di voi ha letto questo ed altri suoi libri. Cosa ne pensate? È abile nel suo genere? Ne avete uno in particolare da consigliare?


message 40: by LauraT (new)

LauraT (laurata) | 12 comments Proprio oggi pomeriggio, al museo dove lavoro io Palazzo della Penna http://turismo.comune.perugia.it/poi/..., per il nostro Circolo dei Lettori http://circolodeilettori.comune.perug..., discuteremo come libro del mese Le montagne della follia di H.P. Lovecraft.
Devo dire che non amo molto questo autore, come del resto no amo particolarmente il genere, ma in effetti presenta spunti interessanti. A seguire abbiamo organizzato anche un cineforum, vedendo La cosa di John Carpenter, di ispirazione Lovecraftiana, pare ...
Se ci fosse qualcuno nei paraggi, è invitato ad intervenire!!!! Ovviamente ad ingresso libero


message 41: by piperitapitta (new)

piperitapitta (lapitta) | 2949 comments Mod
Susanna wrote: "Buongiorno a tutti. Ho appena finito di leggere il libro "Quell'estate di sangue e di luna" di Eraldo Baldini e Alessandro Fabbri.
So che qualcuno di voi ha letto questo ed altri suoi libri. Cosa n..."


Io ho letto solo Mal'aria, che mi era piaciuto molto, e seppure non l'abbia considerato un horror (ma sono davvero a digiuno del genere) dopo le tue parole devo riconoscere che una certa vena orrorifica è presente.


message 42: by Ajeje (new)

Ajeje Brazov Susanna wrote: "Buongiorno a tutti. Ho appena finito di leggere il libro "Quell'estate di sangue e di luna" di Eraldo Baldini e Alessandro Fabbri.
So che qualcuno di voi ha letto questo ed altri suoi libri. Cosa n..."


E' uno dei miei scrittori italiani preferiti e dopo l'ottimo Mal'aria consigliato da piperitta qui sopra, a me erano piaciuti molto anche: Terra di nessuno, Faccia di sale, Melma e Gotico rurale. Buone letture!


message 43: by minty (new)

minty (minty_2017) | 667 comments Susanna wrote: "Buongiorno a tutti. Ho appena finito di leggere il libro "Quell'estate di sangue e di luna" di Eraldo Baldini e Alessandro Fabbri."

Eraldo Baldini si è cimentato nel giallo, nel horror, nei saggi antropologici e probabilmente anche in qualcos'altro.
Possiedo uno o due suoi saggi, ma devo ancora leggerli. Per il resto credo che come scrittore horror sia infinitamente migliore che come giallista. "Gotico rurale" l'ho trovato strepitoso (è una raccolta di racconti). E anche "Mal'aria" non è affatto male, per il genere.
Di sicuro sa crearti inquietudine. Tanta!


message 44: by Susanna (new)

Susanna | 237 comments Io nel frattempo, grazie ai vostri consigli ho iniziato Gotico rurale che ho trovato in un mercatino a Bologna....poi voglio cercare Mal'aria, anche questo super gettonato! Grazie dei consigli!


message 45: by Krodì80 (new)

Krodì80 | 200 comments Io ho amato fin da giovane la letteratura gotica e dell’orrore. Ora non leggo più questo genere con la voracità dell’adolescenza, ma vi torno spesso, e ho qualche consiglio da condividere. Innanzitutto il filone vampiresco ha delle perle da riscoprire e valorizzare: oltre al celeberrimo Dracula (1897), ci sono la sempre ammaliante Carmilla di Joseph Sheridan Le Fanu (1872), la prima vampiressa della storia della letteratura (ma anche tutti i racconti di Le Fanu sono piccoli scrigni dell’orrore), e - vera chicca italica – ‘Il vampiro. Una storia vera' del barone Franco Mistrali (Bologna, 1869!), considerato “il primo romanzo italiano di vampiri”: per curiosi delle patrie lettere misconosciute e appassionati del genere. Proprio di recente a Milano, quando ho proposto la cinquina a tema “incubi e deliri” per il nostro gruppo di lettura reale, abbiamo discusso L’incubo di Hill House di Shirley Jackson (che consiglio), che ha avuto la meglio su Il grande dio Pan di Arthur Machen e Teatro grottesco di Thomas Ligotti, fra gli altri. Arthur Machen è stato riportato all’attenzione del pubblico italiano grazie a diverse edizioni delle sue opere più significative, fra cui La collina dei sogni e Il terrore. Per continuare, segnalo due ottime edizioni - con sostanziosi apparati critici - dell’editore Nova Delphi: la prima, La notte di Villa Diodati, che raggruppa Frankenstein di Mary Shelley, Il Vampiro di John Polidori e La sepoltura di Lord Byron, nati grazie alla notte tempestosa del 16 giugno 1816, presso la villa sul lago di Ginevra che dà il titolo alla raccolta. Testi per certi versi scaturiti, ecco la seconda segnalazione, dalla lettura di Fantasmagoriana (autori vari, Parigi 1812), il libro ispiratore della celebre “scommessa letteraria” di Villa Diodati, da cui presero vita le opere di cui sopra. Infine, seguo con piacere il lavoro della piccola casa editrice milanese Hypnos, che ha pubblicato testi di Jean Ray, William H. Hodgson, Robert Aickman, Robert E. Chambers e dell’italiano Giovanni Magherini-Graziani (All’ombra dell’antico nemico. Racconti del macabro e del fantastico; Magherini-Graziani è l’unico scrittore italiano mai apparso sulla mitica Weird Tales, nell’ottobre del 1934 col racconto Fioraccio). Hypnos ha portato alle stampe un libro molto suggestivo che vorrei leggere a breve: Alraune. La storia di un essere vivente (1911) dello scrittore e sceneggiatore tedesco Hanns Heinz Ewers (leggete la sua biografia per capire di che “personaggio” discusso e inquietante parliamo…), che “ripercorre il concepimento, la nascita e la vita di una creatura artificiale, sulle tracce dei miti dell'Homunculus o del Golem, rinnovandoli però alla luce di una scienza che può produrre miracoli, ma che si ritrova incapace di penetrare davvero a fondo nei segreti insondabili dell'essere”. Buoni brividi a tutti!


message 46: by Susanna (new)

Susanna | 237 comments Grazie Krodì80. Sei stata molto esaustiva. Mi ha incuriosita particolarmente il libro sui vampiri del barone Mistrali. Lo cercherò.


message 47: by Krodì80 (last edited Apr 08, 2018 01:04AM) (new)

Krodì80 | 200 comments Cara @Susanna, Il vampiro di Mistrali è stato pubblicato da una piccola casa editrice, Keres edizioni, e vedo che è disponibile solo su ibs, con tre settimane d'attesa. Prova a informarti, se ti incuriosisce, anche su Arthur Machen e le sue opere, secondo me vale la pena conoscerlo a approfondirlo :) Io a breve leggerò I tre impostori. In Italia, nonostante un mercato editoriale asfittico e poco remunerativo, abbiamo due edizioni de Il grande dio Pan “Una delle più straordinarie storie dell’orrore mai scritte. Forse la migliore in lingua inglese” per Stephen King (Tre editori - con buon apparato critico e contenuti extra; e la "rediviva" casa editrice Theoria... ah una terza sarebbe in uscita, scopro ora! Per Adiaphora edizioni, con postfazione di Lovecraft) e de La collina dei sogni «il libro più decadente della letteratura inglese» per Mario Praz (sempre Theoria; e anche Il palindromo). Ottimo La casa sull'abisso di Hodgson, consiglierei anche Malpertuis di Jean Ray (edito da Urania Horror qualche mese fa) e, last but not the least, Manoscritto trovato a Saragozza, certo: vorrei leggerlo una terza volta! :) x


message 48: by Ajeje (new)

Ajeje Brazov Grazie Krodì, davvero degli ottimi consigli i tuoi, alcuni li ho letti, altri li ho da leggere, infine altri ancora mi mancano :-)

Qualche settimana fa ho letto ed apprezzato molto Lokis, lo consiglio vivamente a chi ama le atmosfere gotiche!


message 49: by ferrigno (new)

ferrigno | 1545 comments Mod
Cara Krodì, ho in lettura la raccolta di Ligotti e a seguire Il dio Pan, ma a quanto pare hai altra roba interessante da condividere! Io mi segno tutto, è un po' che non mi tuffo nel gotico.
(Anche se a volte lo trovi nove non immagini: una delle letture più ansiogene degli ultimi tempi è stata Come tempestose!)


message 50: by ferrigno (new)

ferrigno | 1545 comments Mod
nove=dove, come=cime


« previous 1
back to top