Goodreads Italia discussion

86 views
Discussioni sui Libri > romanzi di letteratura americana e inglese dal 1950 al 1990

Comments Showing 1-9 of 9 (9 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Sahara (new)

Sahara Bonventre | 65 comments ciao a tutti, vorrei qualche consiglio sui migliori romanzi, a parere vostro, scritti tra il 50 e il 90, di letteratura americana e inglese.
un esempio di grandezza, a mio avviso, puo' essere "stoner" di edward williams.
sono quei romanzi che ti entrano dentro e che alla sera, non vedi l'ora di tornare a casa per andare avanti con la lettura.
grazie


message 2: by Moloch (new)

Moloch | 6530 comments Mod
Ciao,
sulla letteratura "con la L maiuscola" contemporanea so di essere carente. Fra i miei preferiti comunque rientra in questo intervallo di tempo Quel che resta del giorno, per me bellissimo: l'autore è fresco di Nobel, può essere un buon pretesto per leggerlo.

Se il periodo 1950-1990 è un limite "rigido" devo escludere altri titoli che mi sono piaciuti molto come "Via col vento" o la Trilogia di Haiti https://www.goodreads.com/series/57518-haiti-series
Va beh, li segnalo comunque.


message 3: by Sahara (new)

Sahara Bonventre | 65 comments grazie mille


message 4: by Dottoressa (new)

Dottoressa | 157 comments È un discorso molto soggettivo questo, comunque io direi IT di Stephen King.


message 5: by Pierre (last edited Oct 10, 2017 01:01PM) (new)

Pierre Menard | 2330 comments Hai provato Bernard Malamud? Il commesso è del 1957, L'uomo di Kiev (titolo originale: "The Fixer") del 1964.

Ci sono poi i titani, fra cui va sicuramente annoverato Philip Roth. Ti consiglio vivamente... uno qualunque dei suoi libri! Forse potresti provare Pastorale americana...


Ti suggerisco anche di proporre la tua richiesta nel topic:
https://www.goodreads.com/topic/show/...
perché molto frequentato.


message 6: by Francyy (new)

Francyy | 814 comments Ahimè restano fuori due grandi nomi e due grandi trilogie, Kent Haruf e la trilogia della pianura e Cormac Mccarthy con la trilogia della frontiera.


message 7: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3303 comments Se per inglese intendi "in lingua inglese" non trascurerei nemmeno la sudafricana Nadine Gordimer, in particolare il suo famoso Un ospite d'onore.


message 8: by Intortetor (new)

Intortetor | 18 comments mi sa che la risposta va molto a gusti, perciò per gli americani dal dopoguerra al '90 (oddio, quindi prima dell'arrivo dei vari wallace, chabon, lethem, ecc...peccato) direi:
john barth - l'opera galleggiante
charles bukowski - storie di ordinaria follia
john kennedy toole - una banda di idioti
truman capote - a sangue freddo
raymond carver - cattedrale
bret easton ellis - meno di zero
james ellroy - trilogia: american tabloid/sei pezzi da mille/il sangue è randagio
john fante - chiedi alla polvere
kurt vonnegut - mattatoio n°5
thomas pynchon - l'incanto del lotto 49
don de lillo - rumore bianco
paul auster - trilogia di new york

e temo tantissimi altri che ora non mi vengono in mente (e a parte ellroy e vonnegut - ma loro qui sono oltre i generi- ti ho risparmiato la letteratura di genere che produrrebbe altre due liste infinite per fantascienza e noir)

per gli inglesi direi:
ian mcewan - il giardino di cemento
colin mcinness - principianti assoluti
hanif kureishi - il budda delle periferie
alan sillitoe - la solitudine del maratoneta
anthony burgess - arancia meccanica
james ballard - condominio
bruce chatwin - le vie dei canti

e probabilmente decine di altri ancora...


message 9: by Sahara (new)

Sahara Bonventre | 65 comments Grazie a tutti


back to top