Goodreads Italia discussion

94 views
Off-Topic > Copertina rigida o flessibile?

Comments Showing 1-16 of 16 (16 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Davide (new)

Davide Buonasera a tutti,
Non so se sia questa la sezione giusta per scrivere questa cosa, comunque avrei una curiosità. Ho notato che spesso per molti libri accade che vengano prima pubblicati con la copertina rigida e successivamente con la copertina flessibile. Qualcuno sa spiegarmi il perché?
E già che ci siete, voi preferite la copertina rigida o flessibile?


Antonella Imperiali | 1280 comments Probabilmente si tratta della commercializzazione di un prodotto meno rifinito e con prezzo un po', ma mai tanto ultimamente, più basso. L'impaginazione interna del testo spesso non varia, può cambiare invece la grandezza del carattere se la pagina è di diverso formato.
Per quel che mi riguarda, rigida o flessibile non importa, purché si legga bene.


message 3: by Tintinnabula (new)

Tintinnabula | 1051 comments Io credo, ma smentitemi se siete meglio informati, che sia solo una questione di vile pecunia: chi aspetta trepidante un’uscita non ha in questo modo scelta e acquista il volume in copertina rigida, pagandolo spesso anche più di 20€.
In altri paesi i tascabili sono disponibili da subito, per esempio.

Io acquisto pochi libri, e per lo più usati; quindi il formato mi interessa poco. Provo un certo odio per le sovracopertine però, e se posso scegliere prediligo comunque i tascabili, che sono più facili da infilare in borsa.


Antonella Imperiali | 1280 comments Il tascabile è comodissimo, è vero, ma per contro certe volte incappi in edizioni pessime con refusi incredibili e caratteri di stampa ai limiti della leggibilità. Anche con quelli bisogna stare attenti. Momenti mi ci rovinavo la vista (e ne ho parecchi!).
Seconda mano? Ben venga, sempre ed in primis!


message 5: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
È un retaggio un po' vecchio per cui l'edizione con la copertina rigida è piu "prestigiosa". Nel mondo anglosassone ho visto editori far uscire le due edizioni contemporaneamente, così da soddisfare chi preferisce l'hardcover e allo stesso tempo chi risparmiando qualche euro o sterlina riesce a comprare magari qualche titolo in piu. Poooooi dopo esce la versione paperback povera povera e facilmente tendente alla distruzione.

Dipende, per me. Il paperback sicuramente pesa meno, però a volte nelle mie borse si rovina più rapidamente. Ho l'odio per le sovracoperte, in particolare se lucide o in una carta poco resistente.


message 6: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2885 comments Mod
Anch'io odio le sovracoperte, odio che si è esteso alla totalità delle edizioni hardcover che trovo scomode e poco maneggevoli e ti costringono a sedute (o sdraiate XD) di body building quando in teoria dovrebbero rilassarti...
Spesso, inoltre, l'edizione prestigiosa si limita ad avere solo più spazio bianco sulla pagina (margini, interlinea, dimensione maggiore dei caratteri), ed ecco che diventa più paginoso* e più pesante, anche se più leggibile.

*tanto ormai l'aggettivo in -oso è sdoganato.


message 7: by Marina (new)

Marina (sonnenbarke) | 1586 comments A me la copertina rigida non piace per niente, ma se dovessi dare una spiegazione a questa mia idiosincrasia non ne sarei in grado. Forse sarà che la trovo poco maneggevole, boh. Comunque preferisco sempre i tascabili, ma se compro un libro usato (come faccio la maggior parte delle volte) non mi sto a formalizzare.


message 8: by Moloch (new)

Moloch | 6407 comments Mod
Mi piacciono le edizioni con copertina rigida, sono una di quelli che ancora vengono abbindolati con l'esca del "prestigio"... :-)
Ovviamente una volta prese poi sono capace di lamentarmi perché sono più pesanti, meno maneggevoli, ecc. Comunque ha ragione anche Rowizyx: togli la sovracopertina (che amo ugualmente, ma è causa di infinite ansie per il rischio ditate) e poi puoi stare sicura che in borsa l'edizione con copertina rigida non si piega, mentre al contrario quella con copertina morbida va maneggiata con cura per evitare la "catastrofe" piega. :-)


message 9: by Patty_pat (new)

Patty_pat | 74 comments Ho notato che spesso la Neri Pozza pubblica con copertina morbida e poi un anno dopo ho ritrovato gli stessi libri con la copertina rigida (a un prezzo più basso, ovviamente). Non ricordo se fossero rilegati o incollati...


Read me two times | 606 comments In teoria quelli in copertina rigida prima erano anche rilegati, quindi più resistenti, quindi li potevi tranquillamente leggere senza paura di svaccare la costina, cosa che con i tascabili succede SEMPRE!
Ora invece non è sempre così, quindi ti ritrovi un libro che ami, in copertina rigida, ma con pagine incollate, quindi tanto valeva comprare la copertina morbida.
Inoltre ho notato la sempre più scadente qualità dei prodotti di editoria: refusi a non finire (non si fa più distinzione tra edizione prestigiosa e non), carta scadente e inchiostro ancora più scadente, incollatura con lo sputo, pochissima attenzione al disegno/foto di copertina, insomma uno schifo. Però i prezzi continuano ad aumentare. MAH.
Io fortunatamente tutti i libri che ho cartacei li ho anche su kindle, quindi li ripongo in libreria appena comprati e li apro giusto tre secondi e mezzo giusto per dire che li ho aperti, ma praticamente sono nuovi (e sicuramente trattati meglio che in libreria).

Detto questo, se le rigide fossero come ai vecchi tempi, comprerei solo quelle XD

PS: scusate il pippone.


message 11: by Francyy (new)

Francyy | 812 comments In genere in borsa tengo ereader e quindi devo ammettere che solo per pura estetica e perché quando leggo a letto mi sembrano più comodi preferisco i libri a copertina rigida ai quali tolgo la sovracopertina per rimetterla dopo la lettura e così il libro sembra nuovo (confesso che sono un po' cialtrona e le ditate sui libri non mancano ahimè ).


message 12: by Vale76 (new)

Vale76 | 334 comments Non sapevo se intervenire o no in questa interessantissima discussione, dal momento che dal 2014 leggo ormai esclusivamente in digitale. Acquisti di cartacei sono rari, ma, occasionalmente, avvengono ancora; soprattutto quando desidero proprio tanto un testo la cui edizione ebook non sembra destinata ad arrivare.
Proprio oggi ho terminato di leggere Il Cinema Secondo Hitchcock, e l'ho scelto in copertina flessibile, non tanto per la differenza di prezzo, quanto per l'insofferenza che ho sempre provato per le edizioni in copertina rigida. Per non parlare della sovraccoperta ..mai capito a cosa servano. Le trovo odiose, spesso le mani s'impucciano nel manovrarle, col libro che tende a scivolarsene giù...
Indubbiamente, uno scaffale con libri rilegati è più in ordine, ma in mano il rigido è così poco maneggevole...
In gioventù mi sono capitati spesso libri con le pagine incollate (che nervi😈), o stampa scolorita.
Quest'ultimo che ho letto, però, a parte i caratteri non molto grandi (per me che sono abituata all'ebook è stata una tortura), la stampa era di buona qualità, gradevole, e senza particolari difetti.
In sintesi, non abbandonerò mai il digitale, è troppo comodo 😃, ma se mi capiteranno altre incursioni al libro di carta, sarà senz'altro in paperback.


message 13: by Davide (new)

Davide Grazie a tutti per le risposte! :)


message 14: by Pollapollina (new)

Pollapollina Books (pollina_books) | 22 comments Io preferisco sempre e comunque i tascabili, per questioni di spazio (ho libri ovunque, anche per terra ormai), per questioni di peso e "maneggevolità" (ho sempre uno o più libri in borsa, anche se esco solo a comprare il pane.. non si sa mai).
Inoltre il prezzo delle hardcover oramai è assurdamente alto, quindi preferisco aspettare l'edizione tascabile, tanto di solito non ho fretta di leggere qualcosa di appena appena uscito.
Le copertine rigide le concepisco solo per i libri di arte o architettura, o comunque per i libri illustrati.


message 15: by Roberto (new)

Roberto Sallustio (robertos) | 15 comments Io per il mio libro ho scelto la copertina morbida per vari motivi:
- a me piace tenere il libro in mano, quindi non doveva essere pesante;
- la consistenza della pagine (poco più di 100)
- ho optato per la copertina lucida
- i costi più contenuti
- l'aspetto meno classico
Ciao!


message 16: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2328 comments Mod
I ripiani delle mie librerie preferiscono di gran lunga la copertina flessibile, e anche il mio portafogli è della stessa opinione. A me non dispiace la copertina rigida, ma a parte pochi casi (saggi Einaudi con costola rosso corallo) la diversità dei formati ingolfa la disposizione dei libri.

Forse il formato che più mi piace è quello tipo Raffaello Cortina (casa editrice favolosa per la saggistica ma un po' assassina con i prezzi), flessibile ma con i risvolti.


back to top