Goodreads Italia discussion

161 views
Giochi & Sfide > Tema del mese - Ottobre 2017

Comments Showing 1-50 of 70 (70 new)    post a comment »
« previous 1

message 1: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5963 comments Mod
Ogni mese verrà scelto un tema: chi partecipa a questa discussione dovrà leggere almeno un libro che si adatti alle caratteristiche ricercate da chi ha lanciato la sfida.

Come sempre si può leggere in italiano o in altre lingue.

Fra i partecipanti verrà estratto a sorte il nome di chi sceglierà la parola per il mese successivo. Per far scegliere un po' tutti, partecipano all'estrazione solo gli utenti che ancora non hanno mai scelto.

Chiaramente, cerchiamo di non scegliere temi troppo astrusi, per non rendere "impossibile" la ricerca e il reperimento del libro. Si può invece riprendere un tema precedente e modificarlo.


Tema scelto da Stefania.

La corte e i suoi intrighi. Ho pensato al fascino e al mistero che da sempre circondano i sovrani, le loro famiglie e i loro seguiti. Per intrighi non intendo per forza complotti e sangue ma anche intrighi amorosi, matrimoni contratti solo per scopi politici, insomma tutto quello che accade intorno al sovrano con o senza il suo consenso, che siano fatti di cronaca o pettegolezzi di corte. Considererei come corte anche quella Pontificia, che non manca certo di misteri ma anche corti che esistono solo nella finzione letteraria.
Qualche titolo che mi viene in mente, così, per darvi un'idea:
La sposa normanna
Il falco di Svevia
La bastarda degli Sforza
La regina irriverente
Lady Diana. La principessa tradita

(Partecipanti che hanno già scelto il tema: Auntie, Bi, Bruna; Claudia; Elena; Emma; Erika; Fefs; Giulia; Ingrid; Je; Kamna; Klara; Lilirose; Lu; Luca; Mia; Moloch; Monica; Nazzarena; Roberta, Roberto, Rolly, Rowizyx, Stefania (no rc), Stefano, Ylyth).


message 2: by icaro (new)

icaro | 24 comments scusate, spero di non sbagliare:
vorrei suggerire alcune letture sul tema:
Amanti e regine. Il potere delle donne
Wolf Hall
All'ombra del Re Sole. Splendori e miserie della Corte di Versailles
Il primo, nonostante il titolo è un grande e affascinante libro di storia non un romanzo
il secondo, romanzo, l'ho cominciato e mai finito; sarebbe uno stimolo a riprenderlo in mano
il terzo è un bel libro, un po romanzo un po' libro di storia; un po' vecchio ma ho controllato: è presente in moltissime biblioteche in giro per l'italia.

Mi spiegate per favore come funziona questa discussione? Ho cercato nell'elenco di Goodreads italia un 'tema del mese' precedente per farmi un'idea ma non sono riuscita trovarne ( a proposito, come si fa a vedere discussioni vecchie che non compaiono nella schermata principale del gruppo? grazie)


message 3: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5963 comments Mod
icaro wrote: "scusate, spero di non sbagliare:
vorrei suggerire alcune letture sul tema:
Amanti e regine. Il potere delle donne
Wolf Hall
[book:All'ombra del Re Sole. Splendori e m..."


Niente di complicato. A turno si propone un argomento; se ti interessa, cerchi un libro che si adatti al tema, lo leggi, e ci lasci un commento. Il gioco è un pretesto per scambiarsi suggerimenti e far scoprire nuovi libri.

Non abbiamo ancora un archivio coi temi passati, è sulla lista delle cose da fare.
Per ora puoi cercare le discussioni precedenti nella sezione Giochi e Sfide


message 4: by Bi (new)

Bi (bichiovaro) | 486 comments Non amando molto il genere, mi orienterò verso le tragedie di Shakespeare, ancora non so quale però.


message 5: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 1132 comments Questo mese ho già un sacco di letture ma il tema mi intrippa. Eventualmente, andrebbe bene Torquemada e l'inquisizione spagnola?


message 6: by Stefania (new)

Stefania | 212 comments Io sono un po' allergica all'Inquisizione :-) . Ad ogni modo mi pare che il nostro Inquisitore fosse intrallazzato con i reali di Spagna e che avesse un notevole potere anche politico. Secondo me può andare.

Io invece, nonostante abbia scelto il tema, sono ancora indecisa tra I Medici. Un uomo al potere, di Matteo Strukul e La signora di Milano: Vita e passioni di Bianca Maria Visconti, di Daniela Pizzagalli. Entrambi avrebbero intrecci con La bastarda degli Sforza, di Carla Maria Russo, che ho finito da poco. In settimana decido.


message 7: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 1132 comments Stefania wrote: "Io sono un po' allergica all'Inquisizione :-) . Ad ogni modo mi pare che il nostro Inquisitore fosse intrallazzato con i reali di Spagna e che avesse un notevole potere anche politico. Secondo me può andare."

Bon, allora consideratemi dei vostri :)


message 8: by Je (new)

Je | 421 comments Anche io ci sono con I tre moschettieri.


message 9: by Cristina (new)


message 10: by Simona (new)

Simona Fedele | 566 comments Anch'io leggerò I tre moschettieri


message 11: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Non ho voglia di una tragedia e non ho mai letto Pene d'amor perdute: potrebbe andar bene?


message 12: by Stefano (new)

Stefano Amadei | 472 comments oggi finalmente tornerò su Barsoom inizio Gli Dei di Marte


message 13: by Stefania (new)

Stefania | 212 comments Bruna wrote: "Non ho voglia di una tragedia e non ho mai letto Pene d'amor perdute: potrebbe andar bene?"

Stavo per dirti di no ma poi ho letto la trama...direi di sì, e grazie, un altro titolo che non conoscevo :-)


message 14: by Bi (new)

Bi (bichiovaro) | 486 comments Ci sarebbe pure La dodicesima notte di Shakespeare, è una commedia e si legge in fretta (l’ho letta ad agosto). Direi che di intrighi ce ne sono parecchi


message 15: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Stefania wrote: "Bruna wrote: "Non ho voglia di una tragedia e non ho mai letto Pene d'amor perdute: potrebbe andar bene?"

Stavo per dirti di no ma poi ho letto la trama...direi di sì, e grazie, un..."


Benissimo, allora me lo farò procurare dalla biblioteca, a meno che nel frattempo non lo rintracci in e-book. Progetto Gutenberg, forse?


message 16: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2886 comments Mod
Bruna wrote: "Stefania wrote: "Bruna wrote: "Non ho voglia di una tragedia e non ho mai letto Pene d'amor perdute: potrebbe andar bene?"
Stavo per dirti di no ma poi ho letto la trama...direi di..."


Shakespeare è il più facile da trovare:

https://www.opensourceshakespeare.org/

https://www.shakespeareweb.it/index_e...


message 17: by Stefano (new)

Stefano Amadei | 472 comments Che ne dite della Turandot? Vale? Sono tentato se faccio in tempo con John Carter...


message 18: by Stefania (last edited Oct 09, 2017 01:51PM) (new)

Stefania | 212 comments Stefano wrote: "Che ne dite della Turandot? Vale? Sono tentato se faccio in tempo con John Carter..."

Sai che hai posto una bella domanda? Non sono abituata a considerare le Opere Liriche come letteratura. Comunque può andare, perchè no?

Nel frattempo, oggi tra aereo, sale d'attesa e Flixbus, ho divorato I Medici. Un uomo al potere, di Matteo Strukul. Un po' crudo per quanto mi riguarda ma mi ha dato modo di vedere sotto un altro aspetto alcune vicende, tra cui la Congiura dei Pazzi, che avevo conosciuto attraverso i libri della Russo.


message 19: by Moloch (new)

Moloch | 6386 comments Mod
Ho finito il libro Il nano, piccolo ma "denso". L'azione si svolge sì in una corte rinascimentale italiana (una corte di fantasia e non ben specificata, anche se forse il modello può essere stato Milano), con un principe, cortigiani e artisti (maestro Bernardo/Leonardo), il nano/eminenza grigia del titolo, guerre, intrighi e veleni, ma questa "corte" è soprattutto un'evidente allegoria dell'Europa alla vigilia della e in piena seconda guerra mondiale (il romanzo è del 1944).
Tutto è narrato attraverso gli occhi del nano di corte, che, come spiega l'illuminante prefazione, non è tanto un uomo "malvagio", ma l'incarnazione del fanatismo e della devozione cieca al potere, "disumano" non perché deforme o crudele, ma perché gelidamente indifferente a tutto ciò (passioni, debolezze, sogni, bassezze anche) che ci rende umani, e quindi ingranaggio perfetto dello stato totalitario. Anche se alla fine il nano (view spoiler). Un romanzo molto cupo di un autore che non conoscevo per nulla.


message 20: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Moloch wrote: "Ho finito il libro Il nano, piccolo ma "denso". L'azione si svolge sì in una corte rinascimentale italiana (una corte di fantasia e non ben specificata, anche se forse il modello può..."

Di Lagerkvist ho letto e apprezzato Barabba e Il boia, questo Il nano sembra altrettanto valido, grazie per averlo segnalato.


message 21: by Monica.A (new)

Monica.A | 27 comments Ho finito Caterina, la prima moglie.
È il primo libro che leggo della Gregory, posso dire che non mi ha fatto impazzire? Ne ho sempre sentito parlare bene e, al solito, ho acquistato ben tre libri a scatola chiusa. Se non fosse stato per questa sfida e quella del tema del mese chissà quando avrei fatto la sua conoscenza.
La scrittura non è male, ma a me è sembrato pericolosamente vicino ad un harmony ben fatto, insomma più romanzo rosa che storico. Si riprende un po' sul finale infilando una cinquantina di pagine storiche che narrano le poco esaltanti gesta di Enrico VIII sul campo di battaglia. Ci sono poi i soliti intrighi di corte e più politica che azione. E non dimentichiamoci di lei, Caterina d'Aragona, un essere insopportabile che predomina su queste 500 pagine con la sua arroganza. Il suo pensiero viene continuamente espresso in prima persona ed è un continuo IO IO IO, mentre il resto della narrazione è in terza persona. Non conoscevo molto della storia di Caterina, la prima moglie di Enrico VIII. Il libro si basa esclusivamente sulla bugia raccontata in seguito al primo matrimonio con l'allora principe del Galles Arturo, morto prematuramente dopo pochi mesi di matrimonio. La mancanza di una discendenza, unita alla sete di potere di Caterina, la spingono a sostenere che il matrimonio non sia stato consumato spianandosi la strada per un nuovo matrimonio con il principe Enrico VIII, più giovane di lei, più inesperto e più facilmente condizionabile.


message 22: by icaro (new)

icaro | 24 comments non conosco il libro in questione nè l'autrice e quindi sarebbe più decoroso tacere.
Ma quando mai? Allora spezzo una piccola lancia a favore di Caterina. E' probabile che non fosse un granchè, in tutti i sensi, ma aveva dalla sua qualche giustificazione.
Intanto era figlia di un padre che, come molti padri re, ma forse in modo più meschino di altri, aveva fatto delle sue figlie femmine un commercio sguaiato e ributtante.
Se le trattative con il re d'Inghilterra per fare sposare Caterina ad Arturo non sono state oscene come quelle che il 'grande' Ferdinando il Cattolico fece per l'altra figlia Giovanna, andata in sposa all'erede degli Asburgo, il fatto che lo sposo morisse pochi mesi dopo il matrimonio lasciarono la poveretta, senza un soldo, in balia di se stessa in un paese di cui non capiva (nè mai capirà, dal momento che non imparò mai bene l'inglese) un tubo.
La costrinsero poi a sposare il cognato, con il pasticcio di un matrimonio discutibile da punto vista religioso e per lei che era fermamente cattolica non fu una cosa da poco. Il secondo marito, di diversi anni più giovane, era un impenitente puttaniere (niente di grave, lo era stato anche il padre di lei) ma , dopo il matrimonio portò l'Inghilterra verso una nuova religione, cosa che lei non potè mai accettare.
E lei sempre lì. Certo quando si trattò per Enrico di 'mollarla' per impalmare la Bolena, lei resistette.
Non sappiamo se parte della sua resistenza fosse per sentimenti femminili traditi ma sicuramente l'orgoglio famigliare in lei era molto radicato. Così le avevano insegnato e così si comportò.
Lei era figlia del più potente re d'Europa e una nullità come un Tudor (quella era allora l'opinione del continente nei confronti dei parvenu Tudor) osava metterla da parte per un'amante più giovane, nemmeno abbastanza nobile e che, per giunta non era nemmeno riuscita a fare quel maschio la cui mancanza a lei veniva addebitato come colpa. Ma insomma!
Detto questo Caterina d'Aragona non sembra essere stata una donna troppo simpatica e, forse, nemmeno troppo intelligente.
Il destino delle principesse era quello che era e loro lo sapevano benissimo. Altre nelle sue condizioni seppero trarre migliore partito.


message 23: by Monica.A (new)

Monica.A | 27 comments icaro wrote: "non conosco il libro in questione nè l'autrice e quindi sarebbe più decoroso tacere.
Ma quando mai? Allora spezzo una piccola lancia a favore di Caterina. E' probabile che non fosse un granchè, in ..."


Confermo tutto quello che hai scritto.
Secondo la Gregory però, dopo sei mesi di folle amore con il primo marito, lui le avrebbe strappato sul letto di morte la promessa di un nuovo matrimonio con il fratello così da poter realizzare tramite lei tutti i suoi progetti andati in fumo.
La parte in prima persona è un continuo richiamo a questa promessa e all'eterno amore provato nei confronti di Arturo. Persino i nomi dei figli sarebbero quelli concordati fra loro e poi imposti al "povero e ignaro" Enrico.
È vero che da vedova fu emarginata e costretta all'indigenza, una prigioniera politica in attesa del prossimo matrimonio combinato.
L'autrice però assegna a lei il merito della macchinazione che la porta verso il nuovo matrimonio, sembra addirittura che la volesse sposare il re ma che lei fosse riuscita ad evitare questa unione in quanto non le avrebbe consentito di diventare madre del futuro re d'Inghilterra.


message 24: by Nazzarena (last edited Oct 13, 2017 10:35AM) (new)

Nazzarena | 2886 comments Mod
Sto leggendo La Certosa di Parma e mi sto rendendo conto che è pieno di intrallazzi di corte, prima sgambetti tra funzionari nella Lombardia austriaca, ora intrighi tra i nobili alla corte di Parma... me lo accettate o l'intrigo deve essere il tema centrale del libro?


message 25: by Stefania (new)

Stefania | 212 comments Nazzarena wrote: "Sto leggendo La Certosa di Parma e mi sto rendendo conto che è pieno di intrallazzi di corte, prima sgambetti tra funzionari nella Lombardia austriaca, ora intrighi tra i nobili alla..."

Io lo accetterei. :-) "La Certosa di Parma" è uno di quei libri di cui continuo a rimandare la lettura, non so bene perchè. Mi saprai dire com'è.


message 26: by Cristina (new)

Cristina | 200 comments Ho appena finito di leggere I tre moschettieri - Vent'anni dopo e devo dire che come il solito Dumas mi ha fatto emozionare, restare con il fiato sospeso, divertire con la sua ironia, l'unico errore è stato scegliere un'edizione che comprendesse i due romanzi insieme, che forse avrei goduto di più se fossero stati ben distinti e distanziati nel tempo tra l'uno e l'altro. Vent'anni dopo ha un umore inevitabilmente più cupo e meno giovanile e nel confronto immediato tra i due mi ha lasciato più che altro la nostalgia per questi meravigliosi giovanissimi, incoscienti quattro amici (la cosa più bella secondo me di tutta la storia) che dopo vent'anni si ritrovano meno entusiasti e con più pensieri


message 27: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Ho finito Pene d'amor perdute. Forse non la mia preferita tra le commedie shakespeariane, ma d'altra parte un po' di Bardo in più non ha mai fatto male a nessuno.


message 28: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5963 comments Mod
Ho estratto per il mese di novembre: sceglierà il tema Simona

Simona appena l'hai scelto puoi metterlo direttamente qui o mandarmelo via messaggio.

Grazie


message 29: by Simona (last edited Oct 21, 2017 08:49AM) (new)

Simona Fedele | 566 comments Eccomi qua. Il tema di novembre è "V per Vendetta"
L'obiettivo è quello di leggere un libro dove la vendetta in sé e per sé o il desiderio di vendetta (soprattutto quando diventa un'ossessione) abbiano un ruolo importante, se non fondamentale.
La lista di libri cui mi sono ispirata è:

V per Vendetta - A.Moore
Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore - E.A. Poe
Amleto - Shakespeare
Il mercante di Venezia - Shakespeare
Il corsaro nero di Emilio Salgari, e il suo seguito La regina dei Caraibi
Il codice di Newton - R. Stott (su questo ho ancora qualche dubbio che non sono riuscita a chiarire)
La ballata di Mila - Matteo Strukul
La saga di Millenium - Stieg Larsson
Le quattro casalinghe di Tokyo - N. Kirino
The Revenant - Michael Punke
Il Conte di Montecristo – Dumas
La lettera scarlatta - Hawthorne
Rose Madder di Stephen King
Per vendetta - A. Perissinotto

Io non ho ancora deciso cosa leggere anche se penso che ne approfitterò per rileggere La lettera scarlatta che ho letto la prima volta tanto tempo fa.


Antonella Imperiali | 1262 comments Bei titoli! Alcuni letti, ma - se riesco a reperirlo - c'è un Perissinotto che mi fa l'occhiolino.


message 31: by Bi (new)

Bi (bichiovaro) | 486 comments Uhm... ho giusto chiesto in scambio su acciobooks un paio di giorni fa “Se questo è un uomo”, quindi potrei leggere lui 🤔 ma vedrò, magari trovo altro 🤔


message 32: by Stefano (new)

Stefano Amadei | 472 comments Quindi I Racconti di Poe vanno bene?


message 33: by Moloch (last edited Oct 20, 2017 06:35AM) (new)

Moloch | 6386 comments Mod
Bene, della tua lista avrei già disponibile "Revenant", vediamo se leggerò quello o se spunterà qualcos'altro nel frattempo. :-)

edit: Chissà se ci può stare anche questo saggio: Il sangue dell'onore. Storia del duello


message 34: by Lilirose (new)

Lilirose | 261 comments io non ho ben capito la vendetta cosa c'entri in Se questo è un uomo...

ma lo ritengo uno dei libri più importanti e potenti che siano mai stati scritti quindi avere una scusa per farlo conoscere va sempre bene :D


message 35: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Lilirose wrote: "io non ho ben capito la vendetta cosa c'entri in Se questo è un uomo...

ma lo ritengo uno dei libri più importanti e potenti che siano mai stati scritti quindi avere una scusa per farlo conoscere ..."


Stavo per chiedere la stessa cosa. Al limite vedrei meglio il tema con il seguito, La tregua, dove c'è la scena (view spoiler).


message 36: by Roberta (last edited Oct 20, 2017 06:58AM) (new)

Roberta (driope) | 5963 comments Mod
Bruna wrote: "Lilirose wrote: "io non ho ben capito la vendetta cosa c'entri in Se questo è un uomo...

ma lo ritengo uno dei libri più importanti e potenti che siano mai stati scritti quindi avere una scusa per..."


Sì, ma anche quella è giusto una scena e si risolve in tutto fuorchè vendetta. Cioè, se c'è un essere umano non vendicativo è proprio Primo Levi


message 37: by Emanuela (new)

Emanuela (emanuelalt) | 228 comments Io ho la Lettera Scarlatta, l'ho letto quando andavo a scuola, quindi lo rileggerei molto volentieri!!! Vedo un po' come vanno le letture di novembre, se riesco lo inserisco


message 38: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2886 comments Mod
Perfetto per il tema per novembre (vi) aggiungo alla lista Sleepers, lo lessi dopo l'uscita del film e mi piacque.
Io non so ancora se riuscirò a partecipare (la tentazione di rileggere il CdM è fortissima).

Intanto, per ottobre, La certosa di Parma è azzeccatissmo, gli intrighi sono sempre più fitti (tant'è vero che in francese mi sto incasinando...)


message 39: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 1132 comments Io prima finisco quello di settembre, poi ci penso :P


message 40: by Stefania (new)

Stefania | 212 comments Tema intrigante ma non facilissimo. Inizio a pensarci.Credo che anche Moby-Dick or, The Whale potrebbe essere adatto ma al momento non ho nessuna intenzione di rileggerlo :-)


message 41: by Cristina (new)

Cristina | 200 comments Bel tema e sto prendendo nota dei titoli di esempio. Il Conte di Montecristo sarebbe perfetto, ma l'ho letto a settembre! 😄


message 42: by Bi (new)

Bi (bichiovaro) | 486 comments Io non ho mai letto Se questo è un uomo quindi se lo suggerite vado sulla fiducia, se non c’entra niente mi oriento su altro però


message 43: by Lilirose (new)

Lilirose | 261 comments beh io consiglio a chiunque e in qualunque cirocostanza di leggerlo (non è una lettura leggera, ma penso sia lapalissiano)

però con la vendetta ritengo non c'entri assolutamente nulla


message 44: by Stefano (new)

Stefano Amadei | 472 comments Letti entrambi ma la vendetta dove sarebbe scusate?


message 45: by Bi (new)

Bi (bichiovaro) | 486 comments @Lilirose: per leggerlo lo leggerò sicuramente, ma se non c’entra niente lo rimando ecco... intanto vedo un po’ se riesco a trovare qualche titolo interessante che possa andare bene per il tema 🤔


message 46: by Emanuela (new)

Emanuela (emanuelalt) | 228 comments La penso esattamente come Bi, anche io voglio leggerlo; se rientra nel tema del mese, farò di tutto per inserirlo, ma se non lo è lo rimanderei volentieri a mesi più liberi di impegni (sempre letterari, si intende 😜)


message 47: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Potrei leggere il seguito del Corsaro Nero: questa lacuna nelle mie letture salgariane è imperdonabile.


message 48: by Simona (new)

Simona Fedele | 566 comments La lista dei libri che mi ha ispirato l'avevo preparata tanto tempo fa estrapolando una serie di risultati della ricerca sul tema della vendetta. Allora era emerso anche il libro più importante di Primo Levi e quindi l'avevo incluso. A seguito dei vostri dubbi, ho provato ad approfondire (il libro in questione l'ho letto a scuola tanti hanno fa ed ammetto che non ricordo nulla) per scoprire che al di fuori del suo libro l'autore ha affermato che non ha mai coltivato dentro di sé l'odio come desiderio primitivo di rivalsa, di sofferenza inflitta al suo nemico, di vendetta privata. Probabilmente è questo concetto che mi ha fatto includere il libro nell'elenco ma a ben vedere non è il senso giusto per nostro tema, quindi scusandomi, lo elimino dalla mia lista


message 49: by Simona (new)

Simona Fedele | 566 comments Moloch wrote: "Bene, della tua lista avrei già disponibile "Revenant", vediamo se leggerò quello o se spunterà qualcos'altro nel frattempo. :-)

edit: Chissà se ci può stare anche questo saggio: [book:Il sangue d..."


Moloch secondo me ci sta benissimo!


message 50: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 1132 comments Per novembre può andar bene? Le gang di New York


« previous 1
back to top