Reading Challenges discussion

55 views
Gara a Squadre - V edizione > Squadra Castelobruxo - COMMENTI

Comments Showing 1-50 of 138 (138 new)    post a comment »
« previous 1 3

message 1: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments

Perché siamo fighi 8)

Allora, regole per questo topic. Inserite:

1. Il numero della task a cui è assegnato il libro
2. Eventuali esempi per chiarire perché il libro va bene per la task
3. Link all'edizione che avete letto
4. Un vostro commento personale che faccia capire che avete davvero letto il libro. Non vi chiedo né un tema né la recensione del millennio, però evitiamo dubbi in questo senso.


Si può iniziare a leggere da 0:01 di questa notte, per cui non ci facciamo prendere dall'entusiasmo cominciando prima... Buon gioco a tutti! ^_^


message 2: by Patryx (new)

Patryx | 447 comments Io già scalpito sul nastro di partenza!


message 3: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.12b - Rowi
Leggere una graphic novel in bianco e nero. Deve essere un'opera autoconclusiva (non sono inclusi quindi i Tex o i Dylan Dog e affini, per capirci), accetto anche i titoli con degli accenni di colore nelle tavole ma deve essere predominante il bianco e nero.

Titolo: Black Hole
Commento: QUI


message 4: by Patryx (last edited Oct 02, 2017 06:37AM) (new)

Patryx | 447 comments Ho terminato Dylan Dog: L'alba dei morti viventi - Morgana per la task 1.16b
Qui la recensione.


message 5: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Task 5.05: Come siamo diventati nordcoreani

Romanzo molto forte che descrive sia la tristissima situazione della popolazione nordcoreana "prigioniera" nel suo paese che le barbarie che deve subire chi tenta di sfuggirvi. Seguiamo tre personaggi, un giovane appartenente alla classe elevata, una donna delle campagne abituata a fare qualunque cosa pur di sopravvivere e un ragazzo Kor-americano, se si può dire, che finisce con gli altri in maniera rocambolesca. È una lettura difficile, ma molto interessante. La sensazione è che nessuno, anche se appartenente al ceto privilegiato, sia davvero al sicuro in un paese alla mercé dei capricci del leader, e che la fuga e i soprusi a cui sono sottoposti i protagonisti sono davvero l'unica possibilità. Vedremo come si evolverà la situazione vista la crisi internazionale in corso...


message 6: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments Task 5.12 un libro vincitore del Prix Goncourt - La vita davanti a sé di Romain Gary

Era da un pezzo che contavo di leggere questo libro, ma ogni volta che andavo in biblioteca con l'intenzione di prenderlo, non c'era mai. Questa volta, approfittando della task che richiede di leggere un titolo vincitore del prestigioso Prix Goncourt, l'ho prenotato e finalmente ho fatto la conoscenza di Romain Gary. Che dire?! Un romanzo meraviglioso, poetico, intenso, divertente, scritto con la leggerezza propria del linguaggio dei bambini e che a tratti mi ha ricordato Le ceneri di Angela, uno dei miei libri preferiti di sempre e che, come questo, mi ha fatto commuovere ed emozionare fino alle lacrime.
Ambientato nei quartieri poveri della Parigi multietnica degli anni '70, La vita davanti a sé narra la storia del piccolo Momò, figlio di una prostituta che l'ha abbandonato alle cure di Madame Rosa, un'anziana ebrea - anch'essa ex prostituta - che gestisce una pensione senza famiglia per bambini nati per sbaglio. In questo contesto di degrado sociale, il piccolo Momò cresce e racconta il quartiere e i personaggi che lo popolano, visti con i suoi occhi di monello di strada. Ma è il rapporto filiale con Madame Rose, il vero fulcro della storia che tocca le corde del cuore, perché Momò ha solo lei al mondo (non ha ricordi di una madre o di un'altra famiglia) e Madame Rosa è sempre più anziana, grassa e malata.. La caratterizzazione dei personaggi usciti dalla penna di Romain Gary è incredibile: c'è il signor Hamil, venditore ambulante di tappeti che legge "I miserabili" e cerca di educare Momò a diventare un buon musulmano, c'è il magnaccia del quartiere, il signor N'Da Amedée, che con i suoi scagnozzi controlla il quartiere e va a farsi scrivere le lettere da Mme Rosa perché è analfabeta, c'è il dottor Katz sempre pronto a curare i disperati che affollano il suo ambulatorio e poi c'è Nadine, che sa far andare il mondo all'indietro e sa come far ritornare i ricordi. Sono tutti personaggi indimenticabili e non mi stupisce che questo romanzo gli sia valso per la seconda volta il Goncourt (premio che non può essere vinto due volte dallo stesso autore!) se pur sotto lo pseudonimo di Emil Ajar. Voto: 5 stelle


message 7: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 5.01 - Stefania
Leggere un libro illustrato; sono esclusi i fumetti, gli audiolibri, le graphic novel e i libri per bambini. Anche se ci sono le illustrazioni, il testo deve occupare comunque la stragrande maggioranza del libro (per intenderci, i libri per bambini dove ci sono due parole in croce per pagina non sono accettati).

Titolo: Il fantasma di Canterville
Commento: QUI


message 8: by Rowizyx (last edited Oct 14, 2017 06:08AM) (new)

Rowizyx | 3198 comments Tak 3.11b: Sempre libera

È una graphic novel sanguigna (bellissima la scelta del rosa come colore predominante, adatta e originale), che mostra la Callas senza pudori di "sporcare" l'immagine della Divina, mettendo in scena tutte le sue appuntite sfaccettature. Amo anche le scelte di lettering, sebbene in alcune vignette rendano difficile la lettura... È forte, intensa, drammatica. È la Callas. Mi è piaciuta da matti, se non si fosse capito <3


Chiara (Lothìriel) | 137 comments Task 3.10b - Leggi un saggio di almeno 100 pagine di biologia, chimica, fisica o astronomia.

Titolo: QED. La strana teoria della luce e della materia di Richard Feynman

Ho sempre ammirato Richard Feynman per il modo così spontaneo e coinvolgente di affrontare tematiche complesse e incomprensibili (come le definisce lui stesso in quest'opera). Con semplicità, credo che riesca ad avvicinare anche il lettore meno avvezzo al mondo della fisica quantistica e ad affascinarlo. In quest'opera, in particolare, si è addentrato nella spiegazione precisa della luce, della sua natura e delle sue caratteristiche, affrontando l'elettrodinamica quantistica non solo in modo divulgativo, ma anche attraverso formule, grafici ed esperimenti. Particolarità che ha reso la lettura meno leggera di altre sue opere, ma mai meno interessante o coinvolgente: Feynman si rivolge al lettore comprendendo la difficoltà della materia, condividendo con lui la complessità di una lettura del mondo che a volte non è pienamente comprensibile nemmeno agli scienziati stessi.

(view spoiler)


message 10: by Patryx (new)

Patryx | 447 comments Ho letto Il Tallone di ferro per la task 3.21a (leggere un romanzo distopico).
Qui la recensione


message 11: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments Task 3.24b Leggi un romanzo scritto da un autore che ha iniziato a scrivere in altre forme (un giornalista, drammaturgo, etc.)

Titolo: Il ragazzo con la cetra. Dall'Olimpo alle terre degli eroi, alla ricerca degli antichi miti di Ezio Savino

Pagine effettive: 182
(il libro comprende una parte finale di esercizi che non ho letto)

Il mio commento


message 12: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.19b - Paola
Un libro il cui titolo sia composto da 10 parole (articoli e preposizioni inclusi)

Titolo: L'arte di petare ovvero il manuale del subdolo artigliere
Commento: QUI


message 13: by Paola (new)

Paola (yliharma) | 3005 comments Pinkerton wrote: "3.19b - Paola
Un libro il cui titolo sia composto da 10 parole (articoli e preposizioni inclusi)

Titolo: L'arte di petare ovvero il manuale del subdolo artigliere
Commento: QUI"


Oh che peccato...prometteva così bene :D


message 14: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments Paola wrote: "Oh che peccato...prometteva così bene :D"

Ancora una volta mi sono fatto fregare dalla copertina XD


Chiara (Lothìriel) | 137 comments Task 5.17 Un libro che ti insegna come fare qualcosa

Titolo: Conosci le tue paure e vincile di Susan Jeffers
Commento: qui


message 16: by Anna [Floanne] (last edited Oct 06, 2017 03:40PM) (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments Task 5.02 "Leggi un libro di un autore di libri che sia anche uno sceneggiatore* per film o TV"

Titolo: La promessa. Un requiem per il romanzo giallo di Friedrich Dürrenmatt
Commento: qui

*Nb. L'idea di questo libro nasce come sceneggiatura per il film Il mostro di Mägendorf


message 17: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.04a - Martina
Leggi un libro in cui l"io narrante" non sia il protagonista della storia.

Titolo: Sweeney Todd: Il diabolico barbiere di Fleet Street
Commento: QUI


message 18: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.16a - Francesco
Leggere un libro che appartenga allo sci-fi o al fantasy ma che sia raccontato come fosse un saggio o una relazione di lavoro.

Titolo: Il Quidditch attraverso i secoli
Commento: QUI


message 19: by Patryx (last edited Oct 08, 2017 02:19AM) (new)

Patryx | 447 comments Task 1.05b (libro con grattacieli in copertina.)

Per questa Task ho letto American Widow by Alissa Torres : sulla copertina ci sono le torri gemelle.

QUI la recensione.


message 20: by Patryx (new)

Patryx | 447 comments task 1.04a (leggere un libro horror)

Ho letto Carmilla: La fanciulla vampiro

QUI la recensione


message 21: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.02b - Feseven
Leggi un libro che abbia ispirato una serie tv che abbia avuto almeno 1 nomination (anche senza vincere) agli Emmy.

Titolo: Il mistero del cavaliere senza testa
Commento: QUI


Chiara (Lothìriel) | 137 comments Task 5.20 Leggere un libro sulla segregazione razziale.

Titolo: Armonia finale di Hendrik R. Rose

Commento:
E' stato strano affrontare questo romanzo, incontrare una caratterizzazione degli elfi così diversa da quella a cui ero abituata e che tanto adoravo. Eppure l'autrice è riuscita a renderli originali e perfetti nell'ambientazione che ha creato, coerenti nella perdita della loro essenza a fronte della condanna che gli umani avevano emesso contro di loro. Relegati in un Distretto dove sono costretti a vivere in blocchi tutti uguali, circondato da un muro che li separa dal resto della città. Senza diritti, senza libertà, nonostante tutto vivono in pace, senza provocare disordini, finché non sono gli stessi uomini a provocare in loro un pieno sentimento di odio, Perché di fronte alla morte, ingiusta, in fondo, non si può rimanere silenti e inermi, si reagisce per sopravvivere.


message 23: by Rowizyx (last edited Oct 12, 2017 04:39AM) (new)

Rowizyx | 3198 comments Finito per la task 5.03 Quello che mi manca per essere intera


È un romanzo che mi sento di consigliare per tanti motivi, che mi ha toccato profondamente: parla della mia Zena, e si sente l'amore di questa conterranea acquisita per questo casino di città; parla di una delle eccellenze genovesi che andrebbero spammate e messe in evidenza mille e mille volte di più, l'Ospedale pediatrico G. Gaslini, e della sua storia, di cui pochi conoscono la storia, ossia la bambina a cui è intitolato, morta a undici anni probabilmente per una appendicite non diagnosticata e aggravatasi in peritonite. E da questo mi collego a un altro tema di cui si cerca di non parlare mai, l'infermità e la morte infantili: la protagonista, Bianca, è una ragazza che nasce con un problema genetico che le deforma mani, piedi e gambe, è una piccola paziente del Gaslini, che una volta diventata adulta fa fatica a separarsi dai fantasmi che hanno accompagnato la sua infanzia e l'adolescenza. Le compagne di reparto che condividevano le sue paure, i casi più gravi che purtroppo ha visto morire, i medici, e gli stessi Giannina e Girolamo Gaslini, che diventano suoi amici, proprio come fantasmi, e che l'accompagnano anche una volta che Bianca non è più una paziente.

Bianca lotta per sentirsi in pace con se stessa, con un corpo che non si è scelta e che le ha posto un sacco di ostacoli, con le paure che la frenano e le impediscono di vivere pienamente, con i sensi di colpa che le sono stati instillati, la rabbia, le sensazioni negative che lei chiama il suo Buco nero, che da adolescente le facevano scatenare il suo peggio contro la madre, che la frenano nel lasciarsi andare e nel fidarsi degli altri, in particolare degli uomini che frequenta. È un romanzo in cui si percepisce una forte componente autobiografica ma che rielabora questo materiale in uno stile narrativo forte, una voce sicura e brillante, nel descrivere paure, sentimenti e sensazioni di una giovane donna. E nel descrivere una persona a tutto tondo e con un sacco di spigoli, allo stesso tempo, demolendo certe retoriche che spesso i normodotati costruiscono intorno alle disabilità, per poi sorprendersi se una persona con i suoi problemi non è tollerante con tutto e con tutti, o se desidera amare e se vuole essere amata esattamente come tutti gli altri (mi vengono in mente le tante testimonianze sulla pagina di Vorrei prendere il treno di compagni, mogli o mariti di disabili che sistematicamente vengono presi per badanti, o che si sentono guardare come alieni quando spiegano che hanno scelto di stare insieme a una persona con disabilità per amore). Bianca è viva, rifiuta il politically correct e l'immagine di ragazza sopravvissuta che ha capito il senso della vita ed è buona e santa. Bianca è una persona che si arrabatta nella vita come tutti, con problemi più grandi (ma neanche così grandi, come le viene rinfacciato spesso), e che cerca di essere felice.

Che mi sia piaciuto tantissimo direi che è scontato.


message 24: by Paola (new)

Paola (yliharma) | 3005 comments Rowy scusa la domanda...qual è la creatura folkloristica citata nel libro?


message 25: by Rowizyx (last edited Oct 12, 2017 04:39AM) (new)

Rowizyx | 3198 comments I fantasmi... avevo chiesto a Pinkerton e me li aveva dati buoni, c'è nella nostra discussione.

Comunque l'ho già spostato sulla 5.03, a meno che Caterina non me lo cassi.


message 26: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 5.15 - Sara
Leggere un libro presente nella lista Memoirs About Grief. Il titolo scelto può essere letto sia in inglese che in italiano.

Titolo: Il saldatore subacqueo
Commento: QUI


message 27: by Chiara (Lothìriel) (last edited Oct 25, 2017 12:32PM) (new)

Chiara (Lothìriel) | 137 comments Task 3.06a Leggi un retelling (retelling de "Le mille e una notte")

Titolo: La moglie del califfo di Renee Ahdieh

Commento: Qui

Post modificato per lo spostamento di task del libro.


message 28: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments 5.16 TheKaspa Leggere un libro che abbia vinto un premio letterario il cui autore sia vostro

Titolo: Città di carta di John Green (1977, quarantenne come me. I premi vinti si possono vedere dalla scheda del libro.)

Dopo ripetuti libri che non mi erano piaciuti per nulla, Città di carta segna una sorta di parziale riconciliazione tra me e John Green.
È la storia della scomparsa della bella ma problematica Margo Roth Spiegelman e della sua frenetica ricerca da parte di Quentin, amico e vicino da sempre innamorato di lei, che, accompagnato dai due inseparabili Radar e Ben, cerca di ricostruire gli indizi disseminati durante la fuga da Margo per ritrovarla. Quello di Quentin diventa così un viaggio, dentro le parole di una poesia di Walt Whitman, tra dischi, mappe e luoghi abbandonati, per capire i pensieri di Margo e riuscire a riportarla a casa.
Ho letto in altre recensioni che per molti la trama ricorda Looking for Alaska; secondo me, solo in parte. Qui Green è riuscito a costruire un romanzo più intenso, con dei protagonisti che acquisiscono sempre maggior spessore con l'evolversi della vicenda e non si limitano ad ubriacarsi e basta (certo, l'immancabile festa con sbronza c'è anche qui ma, così come altri aspetti tipici della vita dei teenagers americani). Soprattutto, però, l'ho trovato molto meno volgare di altri libri dell'autore, cosa che riprova il fatto che per dare voce alle paure di Q. , alle insoddisfazioni di Margo, ai dilemmi degli altri amici e in generale, per parlare dei/ai ragazzi di oggi, non è necessario ricorrere incessantemente all'uso di parolacce. Voto: 3.5


message 29: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.21b - Lupurk
Un romanzo con viaggi nel tempo.

Titolo: L'albero di Halloween
Commento: QUI


message 30: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments 3.23a Monica Un libro scritto da un veneto (escluso Strukul e Goldoni) ed ambientato in Veneto (esclusa Venezia).

Titolo: L'ultima anguàna di Umberto Matino (l'autore è nato a Schio (VI) e il romanzo si svolge in Val Pòsina, tra la Val Leogra e la Valdastico)

Link al commento: https://www.goodreads.com/review/show...


message 31: by Patryx (last edited Oct 16, 2017 10:17AM) (new)

Patryx | 447 comments Task 3.08b di Esteb leggete un libro in cui una divinità non cristiana o un tempio abbiano un ruolo importante

Ho letto I gatti di Ulthar & altri gatti
Si tratta di due racconti: nel primo, I gatti di Ulthar, sono chiamati in causa gli dei dell'antico Egitto, invece nel secondo (I ratti nei muri) tutta la vicenda prende le mosse da un antico tempio di Cibele su cui è stato edificato un castello in Inghilterra.
QUI la recensione.


message 32: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.15a - Sara
Leggere un romanzo in cui sia presente un drago (o più di uno).
Non valgono citazioni né riferimenti, il drago deve essere effettivamente presente nella storia.


Titolo: Lo Hobbit annotato
Commento: QUI


message 33: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments *squillo di tromba*

Ho finito Solar per la task 3.09b

Non è il mio McEwan preferito (e 'sti cazzi, Espiazione è uno dei miei libri preferiti), ma è in ogni caso un romanzo molto piacevole, con un protagonista che andrebbe preso a mazzate dalla prima all'ultima pagina. Le nozioni di fisica o di scienze in generale sono inserite bene nella trama narrativa, e un po' mi scoccia ma certe riflessioni del protagonista sui fanatismi di certe frange ambientaliste o su alcuni "esperti" delle scienze umane sono proprio da condividere.

Curious fact: abbiamo fatto una catena nella catena involontariamente, perché in questo libro compare (proprio come comparsa, ma svolge un ruolo chiave nell'assegnazione del Nobel di Beard) Feyman, autore del libro sulla fisica quantistica letto da Chiara, e il protagonista propone una teorica che va a modificare un enunciato di Einstein, la cui biografia è in lettura, la sta leggendo Patrizia. McEwan ringrazia Isaacson alla fine del libro come fonte principale delle sue ricerche in materia.

Mi fermo a tre stelline perché il finale non mi ha soddisfatto: il disastro (fisico, personale e professionale) di Michael Beard è annunciato e inevitabile, e McEwan dopo aver servito tutti gli ingredienti della rovina chiude disinteressandosene... Ecco, stavolta avrei voluto godermi il dramma coi popcorn.


message 34: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments Ah ah! E pensa che avevamo anche qualche dubbio sull'analogia per tematica! Brava Rowi! (Però non so se lo leggerò mai. Anche per me McEwan resta quello di Espiazione!!!!)


message 35: by Patryx (new)

Patryx | 447 comments Anna [Floanne] wrote: "Ah ah! E pensa che avevamo anche qualche dubbio sull'analogia per tematica! Brava Rowi! (Però non so se lo leggerò mai. Anche per me McEwan resta quello di Espiazione!!!!)"

Idem! L'ho appena comprato per regalarlo :)


message 36: by Patryx (last edited Oct 18, 2017 03:32AM) (new)

Patryx | 447 comments Task 5.07 - Anna [Floanne]
Partendo dalla vostra data di nascita (giorno e mese) trovate una celebrità che sia nata in quello stesso giorno di qualsiasi anno e leggete qualcosa che lo/la riguardi.

Ho letto Einstein. La sua vita, il suo universo la cui prima moglie, Mileva Marić, è nata il 19 dicembre come me (fonte).
Mileva ha avuto un ruolo importante nella vita di Einstein: si sono conosciuti quando entrambi studiavano al Politecnico di Zurigo e poi lo ha aiutato in alcuni calcoli mentre preparava i tre famosi articoli del 1905 che hanno cambiato le conoscenze della fisica sino a quel momento.
Negli anni '80 è iniziato un dibattito sul ruolo di Mileva nello sviluppo della teoria della relatività ristretta e, di conseguenza, se lei dovesse risultare come co-autrice dell'articolo. Isaacson (autore della biografia che ho letto) sostiene che Mileva non ha svolto alcun ruolo e riporta come prova le lettere che lei stessa scrisse in quel periodo, in cui riportava di aver aiutato Einstein eseguendo dei calcoli ma di non aver avuto parte nello sviluppo della teoria.

Qui la recensione.


Chiara (Lothìriel) | 137 comments Task 1.11b: Un romanzo in cui il/la protagonista insegua i suoi sogni e le sue passioni

Titolo: La piccola bottega del tè di Caroline Roberts

Commento: Qui


message 38: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Task 3.14a Qualcosa di vero

Letto praticamente d'un fiato, è un romanzo abbastanza semplice ma che prende dal pov emotivo e colpisce a fondo, se glielo si permette.
È carino il modo in cui Giulia e Rebecca stringono amicizia, a dispetto della distanza d'età. Ed è un libro molto dolce e molto delicato. Sono contenta di questa lettura.


Chiara (Lothìriel) | 137 comments Task 3.01b: La figlia femmina

Commento: Qui

Credo sia stato uno dei romanzi più belli e devastanti che mi sia capitato di leggere finora.


message 40: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 1.24a - Mariella
Leggi uno dei libri di cui parlano durante le 10 stagioni di Friends.

Titolo: 1984
Commento: QUI


message 41: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments 3.15b Sara
Leggere un libro che abbia come tema principale la perdita della memoria. Nessuna restrizione sul genere purché, se scegliete un romanzo, dalla trama sia evidente che il protagonista soffre di questo disturbo. No personaggi sbadati o che si dimenticano giusto qualcosa ogni tanto.

Titolo: Perdersi

Un libro doloroso, come dolorosa è la sorte di chi viene colpito da questa terribile malattia, l'Alzheimer, in età presenile. Il romanzo, peraltro scritto da una neuropsichiatra che di malattie mentali ha una profonda conoscenza, racconta la storia di Alice, cinquantenne, brillante docente di psicologia ad Harvard, con una bella famiglia ed un marito amorevole al suo fianco. Improvvisamente Alice si rende conto di cominciare a dimenticare le cose: un giorno non ritrova il BlackBerry, un altro confonde la strada per tornare a casa dopo un corsa, un altro ancora perde il volo per un'importante conferenza. Dopo un check-up completo, la brutta notizia arriva come una bomba: Alzheimer presenile, malattia degenerativa per la quale ad oggi non esiste ancora alcuna cura e per cui i farmaci, in via sperimentale, non possono fare alcunché. Dopo la diagnosi, il lettore viene trascinato dentro i ricordi di Alice, che cominciano pian piano a sgretolarsi, chiedendosi inevitabilmente: " e se un giorno capitasse anche a me? Se mi svegliassi senza riconoscere più i miei cari, senza identità, senza ricordi?". Terribile, angosciante, doloroso appunto. Voto: 4 stelle. Ora voglio assolutamente vedere l'interpretazione che è valsa l'Oscar a Julianne Moore!


message 42: by Patryx (last edited Oct 21, 2017 05:10AM) (new)

Patryx | 447 comments Task 3.02a di Feseven
Leggere un libro che abbia venduto almeno dieci milioni di copie

Ho letto Guida galattica per gli autostoppisti

Nonostante sia considerato un libro divertente, a me non è piaciuto molto e, durante la lettura, ho faticato a rimanere sveglia. Forse è un libro che non ha retto bene il passare del tempo (leggendolo avevo sempre la sensazione di aver già sentito quella battuta) oppure è stato talmente saccheggiato negli anni da aver perso la freschezza e la capacità di divertire.


message 43: by Pinkerton (new)

Pinkerton | 845 comments 3.03b - Caterina
Un libro in cui il "cattivo" sia una donna.

Titolo: La saponificatrice di Correggio
Commento: QUI


message 44: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4446 comments 5.06 Klela Leggi un romanzo con delle mani che si toccano in copertina

Titolo: L'odore della notte di Andrea Camilleri
Copertina: L'odore della notte by Andrea Camilleri

Dopo aver letto qualche titolo più recente che non mi era piaciuto granché, ritorno con piacere ad uno dei primissimi romanzi della serie di Montalbano e la differenza si sente.
I protagonisti sono sempre loro - Montalbano, Augello, Fazio, Catarella nei loro ruoli che ben conoscono gli appassionati della serie - ma questa volta il giallo è ambientato nel mondo della finanza, con l'immancabile truffa destinata a finire male e l'ombra del delitto che aleggia dietro la duplice sparizione del truffatore e del suo braccio destro. Quel che sorprende, però, è la particolarità dell'epilogo, che onestamente non mi aspettavo.... Voto: 4 ****


message 45: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Task 1.02b Le 10 mappe che spiegano il mondo

Mi spiace dare un voto basso, perché i testi sono attenti e puntuali, tuttavia mi aspettavo un libro diverso. Un libro molto più grafico e illustrato, che aiutasse a visualizzare meglio i contenuti di Marshall (anche per giustificare il prezzo dell'ebook, sinceramente).

Invece le mappe che danno il titolo al libro sono immagini prese da un qualunque atlante scolastico, che nel formato digitale non risaltano per niente, almeno sul mio tablet, piccole e fastidiose. Non ci sono neanche rimandi, quindi ti devi leggere un capitolo ricco di dati, di elementi, ma con difficoltà a tenere a mente l'immagine. Almeno per me. È un'impostazione vecchia, che non sfrutta minimamente le opzioni del digitale secondo me, malgrado un prezzo già importante. In un periodo in cui i libri a tema geografico illustrati vanno tantissimo, mi aspettavo una maggiore cura nell'aspetto visivo.

Per quanto i contenuti fossero interessanti, l'esperienza di lettura difficoltosa mi ha rovinato la fruizione, quindi mi fermo a due stelle.


message 46: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Task 1.09a Yeruldelgger. Tempi selvaggi

Che peccato quando il primo libro di una serie ti convince tantissimo e il secondo invece... no.
Questo tomo intermedio di Yeruldegger è troppo confusionario: al di là dei capitoletto da una paginetta che a volte davvero sono insensati, ma la frammentazione della vicenda è confondente. Me l'avevano venduto come il "romanzo di Oyun", ma non mi è piaciuta per niente, l'ho trovata davvero peggiorata come personaggio rispetto al primo romanzo. Peccato.


message 47: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Chiara (Lothìriel) wrote: "Task 1.09a Un romanzo nella cui copertina ci siano almeno due gioielli o pietre preziose

Titolo: La moglie del califfo di Renee Ahdieh

Commento: Qui"


Segnalo che questo libro è stato spostato sulla task 3.06a


message 48: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Task 1.19a Buona fortuna

Molto brillante anche questo romanzo, che mi ha preso di più per certi versi perché c'è un ritratto di Genova in questo libro stupendo. Sono molto belle le protagoniste di Barbara, donne indipendenti ma con le loro fragilità e i lati no, che stringono amicizie con persone "fuori età" (in questo caso un'anziana donna che gestisce una ricevitoria, nell'altro una bambina di nove anni) che contribuiscono a sciogliere certi nodi della loro vita. Mi è piaciuto molto anche il modo delicato di parlare di violenza (o in senso più lato di rapporti affettivi malati) più sottile, senza pugni ma molto distruttiva e molto più comune di quello che vogliamo credere: il fidanzato di Margot, soprannominato Tormento, è un narcisista pieno di sé che ogni due per tre trova motivi per litigare e rompere, salvo tornare di continuo a cercare la donna. Che capisce che questo rapporto è senza speranza, e che però tuttavia ci si crogiola e non tronca mai davvero, fino a quando (view spoiler). E anche quando viene scoperto torna alla carica, più assillante e col paraocchi che mai, non per amore di Margot, ma perché lui stesso è così convinto di essere così bravo e così splendente che non può rinunciare a questa immagine. Al costo di cercare di far passare per pazza o per scema la cosiddetta "amata", che potrebbe prenderlo vagamente sul serio se lui riconoscesse di aver sbagliato e chiedesse perdono, ma non ne è proprio capace. È un tipo di violenza che non si percepisce tale, anzi, se tu sei quella che chiude una relazione e l'altra parte non sa accettare la decisione, l'amico o l'amica che trova carino il suo tormento e ti fa sentire in colpa per non dargli un'altra chance c'è sempre.
Bello, una lettura rapida ma molto piacevole.


Chiara (Lothìriel) | 137 comments Task 5.22: La piccola libreria di Venezia

Commento:
E' un periodo che mi è capitato di leggere molti romanzi di questo tipo e la nota "negativa" è che poi mi sembrano un po' tutti uguali. E' stata una lettura piacevole e rilassante, anche se non sono riuscita a sentirmi coinvolta dai protagonisti, dalle loro avventure, dalle loro storie. Non sono arrivata alla fine del libro sentendomi legata o affascinata da qualcuno di loro, e un po' mi dispiace. Mi è piaciuta però la trama e l'ambientazione, una storia che si snoda in tre città differenti che personalmente adoro (Parigi, Venezia e Firenze), in un continuo intreccio tra passato e presente. Questa è stata una delle cose che più mi ha colpito e che mi ha fatto rimanere incollata al libro, soprattutto nel racconto di Emma, di come aveva conosciuto lo zio Anselmo, di quello che li aveva legati, della tenacia stessa della donna. La libreria speravo di riuscire a viverla meglio, a dire il vero, che fosse più protagonista di quello che è stata, nella particolarità dei libri che vendeva e nel connubio tra letteratura e cioccolata che si respirava al suo interno.
Un particolare davvero bello sono state le citazioni che aprivano i capitoli, a mò di titolo o anticipazione, per non parlare poi dei consigli letterari che troviamo in fondo al romanzo, alcuni titoli scelti per affrontare varie situazioni particolari. Anche solo per questo, è un romanzo che consiglio per momenti di leggerezza.


message 50: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3198 comments Oggi ho comprato e letto Asterix e la Corsa d'Italia e lo piazzo al volo sulla 1.16a:

Dunque, tralasciando che per me i "veri" Asterix si chiudono con la morte di Goscinny... non è male, anzi, ci sono un sacco di battute carine – e secondo me farà molto più casino questo che tutti gli altri, anzi, strano non aver sentito una certa forza politica lagnarsi su come l'albo getti discredito sull'amministrazione capitolina... *coff* – ma non raggiunge picchi particolarmente alti. Un senatore romano, accusato di lucrare impunemente sulla manutenzione delle strade romane, che sono piene di bbbuche, per dimostrare che sia tutta una montatura decide di organizzare una mega corsa di carri per la penisola. Cesare stranamente approva ma pone il veto: dovrà vincere il campione romano, o sarà un disastro. Quindi c'è tutta una serie di sotterfugi bislacchi per truccare la gara, a cui casualmente si sono iscritti anche Asterix e Obelix, perché non si perde un'occasione per rompere le uova nel paniere di Giulio...

È carino come gli autori si siano impegnati a riportare tanti regionalismi e campanilismi italiani (la vignetta col ligure che impreca "per belinos!" ha vinto tutto), però ci manca quel quid degli albi originali.


« previous 1 3
back to top