Reading Challenges discussion

53 views
Gara d'autore - 4ª Edizione > FEBBRAIO - Voto e commento

Comments Showing 1-47 of 47 (47 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Anna [Floanne] (last edited Apr 25, 2017 02:34PM) (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Secondo mese dell'anno e seconda manche della nostra gara d'autore. Febbraio ci riserverà qualche giorno in meno per leggere e chi ha scelto libri voluminosi potrebbe essere svantaggiato, ma speriamo si riveli ugualmente un incontro positivo con i rispettivi autori. Come al solito, chi prima arriva ha diritto a scegliere l'autore del mese successivo.

Ecco i titoli in gara:

•Anastasia - David Leavitt La lingua perduta delle gru
•• Eleonora - Abraham B. Yehoshua Viaggio alla fine del millennio
• Giuseppe - Agatha Christie Poirot sul Nilo
• Patrizia - Margaret Atwood Il racconto dell'ancella
• Heke - Jane Austen Mansfield Park
• Fran - Magda Zsabò Il vecchio pozzo
• Monica B - John Steinbeck La valle dell'Eden
• Saretta - Elizabeth von Arnim Una donna indipendente
• Caterina - John Grisham L'uomo della pioggia
• Monica M. - Thomas Bernhard Il soccombente
• Martina - Richard Yates Disturbo della quiete pubblica
• Teresa - W. Somerset Maugham Ashenden o L'agente inglese
• Rosa - Thomas Hardy Nel bosco
• Anna - Amélie Nothomb Barbablù
• Floanne - Éric-Emmanuel Schmitt Il bambino di Noè
• Feseven - Alice Munro Le lune di Giove
• Stefy - Nick Hornby Non buttiamoci giù
• lanalang - A. S. Byatt Il libro dei bambini
• Paola - Leo Perutz Dalle nove alle nove
• Agnes - Giovannino Guareschi Don Camillo-Mondo piccolo
•• Rowizyx - Israel J. Singer La famiglia Karnowski

Buone letture!

FOGLIO DI LAVORO


message 2: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 1644 comments Il soccombente di Thomas Bernhard

Voto: 3

Ho approfittato della mattina libera e l' ho letto tutto in un fiato. Ci sono ancora dentro.
È il mio primo approccio con questo autore e non credo leggerò altri suoi scritti. Mi scuso con chi l' ha scelto, ma è stato esplicitamente detto di essere sinceri e lo sarò.
Se questa non fosse stata una gara l' avrei abbandonato, perché è irritante! Mi ha dato l' idea di avere poca carne al fuoco e di aver continuato a girarla e a rigirarla per farne venire fuori un libro.
(view spoiler)


message 3: by Feseven (new)

Feseven | 1446 comments Mod
Ammazza che velocità Monica! Brava!
Essendo la prima potrai scegliere il tuo autore per il prossimo mese, quando hai deciso comunicacelo pure qui :)


message 4: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 1644 comments Mi sono svegliata all' alba ;) va bene, ci rifletto..,


message 5: by Anna [Floanne] (last edited Feb 01, 2017 06:03AM) (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Mannaggia, avevo finito anch'io il mio. Letto in un'ora nella sala d'attesa del mio medico. Vabbe', pazienza.

Il bambino di Noè voto: 6
Quella del piccolo bimbo ebreo Joseph, adottato e nascosto dal cattolico Padre Pons insieme ad altri, per farli sfuggire alla deportazione nazista, è una bella storia, scritta in modo scorrevole, ma nel mio caso, onestamente, mi sembra lasci un po' il tempo che trova. Di libri sull'olocausto ne sono stati scritti molti e molti ne ho letti, di più toccanti, di più cruenti, di più indelebili. Se l'idea di fondo dell'amicizia e del dialogo tra le due grandi religioni monoteiste- Cristianesimo ed Ebraismo - poteva essere valida, se come romanzo di formazione è sicuramente apprezzabile, nella forma troppo semplicistica di racconto (quasi per bambini) questo libro si perde. Alla prosa di Schmitt mi sembra manchi proprio l'incisività. In due aggettivi, carino ma forse un po' troppo commerciale.


message 6: by MonicaEmme (last edited Feb 02, 2017 04:04PM) (new)

MonicaEmme | 1644 comments Ciao. Dopo una dolorosa cernita ho deciso il mio autore che sarà guareschi giovannino e il libro scelto è Vita con Giò. Ero attirata anche dalla Margaret Atwood e da Aghata Christie ma sto leggendo La scuola cattolica e A sangue freddo e Le mille e una notteva da sè che ho necessità di alleggerimento!!
Feseven pensi tu ad evidenziarlo? Grazie!!


message 7: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Benissimo Monica! GUARESCHI mi sembra un'ottima scelta! :D
Appena Feseven può procedere con le assegnazioni per marzo, ve le comunico.
Buona giornata a tutti!


message 8: by Eleonora (new)

Eleonora | 286 comments Anna [Floanne] wrote: "Benissimo Monica! GUARESCHI mi sembra un'ottima scelta! :D
Appena Feseven può procedere con le assegnazioni per marzo, ve le comunico.
Buona giornata a tutti!"


Grazie Anna! E buona giornata anche a te!


message 9: by lanalang (last edited Feb 03, 2017 01:01AM) (new)

lanalang | 186 comments Complimenti, Monica! E complimenti anche a te, Anna!
Quindi, a breve nuove assegnazioni :))


message 10: by Heke (last edited Feb 03, 2017 04:49AM) (new)

Heke | 650 comments Ciao Monica!

Mi spiace che Il soccombente non ti sia piaciuto, anche perché è il suo libro che mi ha colpito di più.

Quando ho scelto quest'autore sapevo che era rischioso, Bernhard o lo si ama o lo si odia, e non mi sorprende il fatto che lo si possa trovare irritante! Non credo sia perché tu non l'abbia capito. Sicuramente ha un modo ossessivo di scrivere, che io trovo straordinario, ma che può risultare irritante...

Spero ti vada meglio col prossimo autore, Guareschi è un'ottima scelta :)


message 11: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 1644 comments @Heke si, hai colto nel segno! Credo di non averlo capito enne sono sinceramente dispiaciuta!


message 12: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Nuove assegnazioni qui
https://www.goodreads.com/topic/show/...


message 13: by Saretta (new)

Saretta (hex53617261) | 377 comments Io ho finito Fraulein Schmidt And Mr Anstruther voto 8.

Corrispondenza epistolare di cui vediamo solo una parte, ovvero quella scritta da Rose-Marie.
Le prime lettere sono lettere d'amore per Roger, ragazzo inglese che viveva presso la famiglai Schmidt per imparare tedesco, poi dalle lettere intuiamo che il ragazzo ha cambiato idea e si è fidanzato con una ragazza inglese di buona famiglia. La corrispondenza però continua dopo una interruzione sulla base della sola amicizia tra Rose Marie e Mr. Anstruther. E questa è la parte più interessante, in cui Rose Marie descrive la vita quotidiana con il padre e la matrigna, i vicini e i piccoli eventi di ogni giorno, dimostrandosi sempre più matura e indipendente. Il finale poi è spettacolare.


message 14: by Anastasia (new)

Anastasia (universe_beats) | 870 comments Io invece ho finito La lingua perduta delle gru di Leavitt. Voto: 9
Un grazie sentitissimo ad Agnes per avermi fatto scoprire questo autore, è per questo che amo questa sfida :)

Leavitt è disarmante. Scava nelle anime dei suoi personaggi così a fondo che, giuro, fa spavento (in senso buono), ed è soprattutto questo che fa acquistare loro pregnanza. Rose, Owen, Philip e gli altri hanno dei rapporti pieni di omissioni, distanze, incomprensioni, fino a non conoscersi davvero, ma davanti al lettore le loro emozioni e i loro sentimenti sono come un fiume in piena, confessato con un'onestà struggente. Leavitt rende così tangibili i loro desideri, le loro paure, insicurezze, che i personaggi acquistano quella concretezza delle persone reali, nella loro complessità e allo stesso tempo universalità. Diventa difficile non empatizzare con loro, non comprenderli anche nei loro difetti, come il cieco egoismo. Anche New York emerge in alcuni suoi lati particolari, come un naturale prolungamento dei personaggi, che spesso vagano per le sue strade meditabondi, solitari. Tutto questo, poi, è coronato da uno stile fluido e ricco, che fa divorare le pagine, ma dà tante immagini e tanti particolari che aumenta quel senso di realtà, concretezza di cui ho prima parlato.


Agnes_un_libro_mille_vite | 549 comments Anastasia wrote: "Io invece ho finito La lingua perduta delle gru di Leavitt. Voto: 9
Un grazie sentitissimo ad Agnes per avermi fatto scoprire questo autore, è per questo che amo questa sfida :)

Le..."


Wow sono contentissima ti sia piaciuto tanto!! *-* non posso far altro che concordare con tutto quello che hai scritto!


message 16: by Teresa (new)

Teresa | 622 comments Ho letto Ashenden o L'agente inglese Voto 6,5

W. Somerset Maugham è stato un agente del servizio segreto britannico durante la Prima Guerra Mondiale e con il personaggio di Ashenden, in questo libro, crea un suo alter ego per raccontare vicende opportunamente romanzate. "La realtà è una novelliera mediocre," scrive nella prefazione; sta all'autore rimodellare spunti reali tanto da renderli accattivanti per il lettore.
Ashenden, quindi, è un agente al servizio di Sua Maestà che usa il suo mestiere di scrittore come copertura. Ho trovato particolarmente affascinante il suo doppio sguardo (di spia e di scrittore) sulla vita che lo circonda. Ammetto poi di avere un debole per quest'autore e per la sua tagliente ironia. Qui mi è parso più cinico che altrove, ma d'altronde c'è una guerra in corso.
Mi è piaciuta meno la forma ibrida del libro. La figura di Ashenden, infatti, costituisce il filo conduttore grazie al quale storie di diversa natura vengono inserite nello stesso scritto. Alcune sono interessanti, altre meno. I personaggi che si susseguono sulle pagine non hanno lo spazio per essere approfonditi e restano per lo più stereotipati, ad esempio il messicano latin lover o il rigido ambasciatore inglese… Nonostante Maugham confezioni racconti di piacevole lettura, credo di preferirlo come autore di romanzi, dove personaggi e trama hanno la possibilità di svilupparsi in modo più complesso; però mi riservo di leggere qualcos'altro per confermare o smentire quest'impressione.


message 17: by Patryx (new)

Patryx | 447 comments Terminato Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood (voto: 8)

Ho terminato questo libro da diversi giorni ma ho aspettato a commentarlo perché non ero certa di cosa effettivamente mi fosse rimasto...
Il libro offre molti spunti di riflessione e quello che mi ha colpito meno è proprio la condizione della donna: in una società distopica, fortemente teocratica, la donna è ridotta a mero contenitore per la riproduzione. Forse perché sono cresciuta in un contesto storico in cui (probabilmente sbagliando) le conquiste "femministe" sono date per assodate ma non sono riuscita a ritenere plausibile una tale deriva della società.
Il monito dell'autrice, più in generale, riguarda secondo me la superficialità con cui si danno per inalienabili dei diritti che invece potrebbero gradualmente ridursi siano a diventare inesistenti e tutto nell'indifferenza generale. Vigilare dunque e non dare nessun diritto per scontato.
La normalità, diceva Zia Lydia, significa ciò a cui si è abituati. Se qualcosa potrà non sembrarvi normale al momento, dopo un po' di tempo lo sarà. Diventerà normale.



message 18: by Feseven (new)

Feseven | 1446 comments Mod
Ho faticosamente finito Le lune di Giove e gli do 4...
Mi sono annoiata tantissimo, ho fatto fatica a capire il senso dei racconti, solo gli ultimi due mi sono sembrati interessanti, gli altri li ho trovati inconcludenti e fini a se stessi.
Mi spiace perchè comunque era una autrice che avrei voluto approfondire ma la prima impressione non mi ha lasciato nulla.


message 19: by Paola (new)

Paola | 590 comments Ho terminato la lettura di Dalle nove alle nove e purtroppo non mi ha entusiasmata: voto 5,5.
All'inizio non capivo cosa fosse successo al nostro Sig. Demba, ma una volta capito l'ho seguito nella sua giornata talvolta sorridendo e talvolta sbadigliando, per finire con il rammarico degli ultimi eventi al locale con Weiner e gli altri e con il grosso "ma perché" dell'ultimo paragrafo.
Diciamo che l'ho sentito come incompiuto, ed il fatto che nell'ultimo capitolo ci sia una morale ben espressa non è riuscito comunque a portarmelo alla sufficienza.


message 20: by Anna (new)

Anna (anny91) | 211 comments Terminato Barbablù, purtroppo non mi ha preso.
Voto: 4

Avevo già letto un libro della Nothomb ai tempi delle superiori, non mi aveva convinto, ma mi sono detto, perché non riprovarci da "adulta". Sarà stato il periodo non giusto, ma questo forse mi ha convinto ancora meno. Assurdo, un po' troppi dialoghi, inverosimili anche i personaggi (incredibile la spavalderia di lei), e troppi riferimenti biblici/storici. Forse non ho colto io cosa davvero c'era sotto. Mi spiace!


message 21: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 1644 comments @Anna non ti dispiacere: è un' autrice che ami o che odi! :)


message 22: by Caterina (new)

Caterina | 1048 comments Ho terminato L'uomo della pioggiadi John Grisham. Ho comincia questo romanzo un po' controvoglia, pensavo di trovare datata l'ambientazione datata anni 80 ( che buffo sentire parlare di radiotelefoni al giorno d'oggi), invece ho trovato l'argomento attuale e la storia ben congegnata. Il romanzo parla della lotta legale di un giovane avvocato contro una compagnia di assicurazioni sanitarie che negano l'assistenza ad un giovane colpito da leucemia, l'ho letto velocemente, bello il finale non da eroe americano. Voto 7.


message 23: by Stefania (new)

Stefania (stefychi) | 5031 comments Mod
ho appena finito Non buttiamoci giù e gli dò 7.5.

Anche se secondo me il sottotitolo dovrebbe essere "la morte del congiuntivo", ho trovato il libro carino.

La storia è narrata in prima persona dai 4 protagonisti, un ex presentatore tv, un americano che ha mollato la sua band, la mamma di un ragazzo disabile, e una ragazza ignorantissima (che non becca un congiuntivo nemmeno a provarci) che ha perso la sorella. Queste 4 persone si ritrovano la notte del 31 dicembre sul tetto di un palazzo con l'intenzione di suicidarsi, ma grazie all'aiuto reciproco decidono di cambiare idea.

Devo dire che leggere i pezzi narrati da Jess (la ragazza) sono stati un dolore immenso, non per i temi trattati ma perché è di uno sgrammaticato incredibile e tutti i suoi discorsi sono articolati nel seguente modo: parolaccia-parolaccia-insulto-parolaccia-"scusa Maureen"-insulto-parolaccia-parola di senso compiuto".

Tanti complimenti a Hornby per aver fatto capire le personalità dei vari personaggi soprattutto attraverso il loro modo di parlare.


message 24: by Heke (new)

Heke | 650 comments Finito Mansfield Park di Jane Austen.

Voto: 9.

Con Jane Austen non si sbaglia mai! Mansfield Park era l'ultimo suo romanzo che mi mancava all'appello e grazie ad un lungo, lunghissimo viaggio in treno ho potuto leggerlo tutto d'un fiato.
Come al solito, tutto è ineccepibile: i personaggi, i dialoghi, la rappresentazione della società, ma soprattutto i tratti di personalità e il carattere dei personaggi, descritti e rappresentati in modo così profondo e delicato.
Non mancano l'ironia velata (ma non troppo), soprattutto nella descrizione di Mrs Norris, assolutamente insopportabile e per questo senza ombra di dubbio il mio personaggio preferito :)
Un bel nove, ampiamente meritato!


message 25: by Fran (new)

Fran (franjsav) Finito Il vecchio pozzo. Fatico a dare un voto: oscillo tra sei e mezzo e sette.

Lo spinge in basso la noia che mi ha colpito spesso durante la lettura e l'assoluta venerazione che ha l'autrice per i due genitori, che li rende alieni e quasi inverosimili.

D'altra parte la sua scrittura è molto piacevole e sa dipingere bene scorci e sentimenti della sua infanzia.

Opterò per il sette, ma consiglierei il libro esclusivamente a fan della Szabo, interessati ad approfondire le sue radici.


message 26: by Eleonora (new)

Eleonora | 286 comments Non riuscirò entro domani a terminare il mio Viaggio, scusate ma ho avuto un mese altalenante... lo devo finire entro marzo, giusto?


message 27: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Peccato, Eleonora! Comunque: Sì, marzo è il termine ultimo per potergli dare il tuo voto. Altrimenti procediamo noi d'ufficio a dare il rating di Gr moltiplicato x2. Naturalmente non finendo entro il mese in corso si perdono i punti pagina.


message 28: by Rosa (new)

Rosa | 414 comments Finito Hardy

Pensavo di trovarmi di fronte ad un classicone di difficile comprensione, con un linguaggio artificioso ed arcaico e invece si è rivelato l’opposto. La scrittura l’ho trovata estremamente scorrevole e fluida, l’autore utilizza un linguaggio semplice ed immediato. Attraverso le parole, Hardy è riuscito a trasportarmi “nel bosco” grazie alle tante descrizioni che si trovano all’interno del romanzo. Si è trattato di un romanzo che è riuscito a tenermi incollata alla storia anche durante la notte senza mai annoiarmi. Il narratore è onnisciente e grazie a lui ci muoviamo all’interno della storia. Si tratta di una storia d’amore contrastata a causa delle differenza di classi sociali. All’interno del romanzo lo scrittore evidenzia e caratterizza nettamente i personaggi attraverso il loro status sociale. Da un lato troviamo la protagonista principale Grace, una ragazza cresciuta fuori dal villaggio, la quale ha ricevuto un’ottima educazione, Dall’altro lato abbiamo invece Giles, un boscaiolo di umili origini che non ha ricevuto nessuna educazione, ma che però prova un profondo affetto per Grace. Intorno a questi due protagonisti ruotano ulteriori personaggi: il padre di Grace che inizialmente accetta il matrimonio tra Grace e Giles per ripagare un torto fatto ma che con l’arrivo della figlia in paese si rende conto dell’enorme divario tra i due e decide di cambiare idea per poi successivamente pentirsi. Poi vi è la figura del dottor Fitzpiers, un uomo colto che conquisterà Grace, ma che nel corso del romanzo rivelerà la vera natura. Insieme a lui vedremo anche la figura di Mrs Charmond. In contrapposizione a questi personaggi vi sono personaggi umili come Marty South, una ragazza con un padre malato che cerca di portare avanti la casa praticando lavori prettamente maschili e duri.
Nel bosco, quindi, è un libro che mi ha commossa e che mi ha fatto riflettere. Ho rivalutato la figura di Grace, che personalmente credo abbia subito una crescita personale molto forte lungo il corso della storia. Ho inoltre provato compassione per Giles e un forte astio nei confronti del dott. Fitzpiers. Insomma si è trattato veramente di un bel romanzo nel quale la natura umana viene analizzata a fondo.

Voto 8


message 29: by Martina (new)

Martina | 511 comments Ho finito già da diversi giorni "Disturbo della quiete pubblica".

Non è un libro "piacevole" nel senso classico del termine, l'esperienze del protagonista ti trascinano fin dalle prime pagine in una spirale di depressione e follia e a tratti ho trovato la lettura angosciante. Detto questo però l'ho trovato un bel libro proprio per la descrizione e le sfaccettature della psicologia del personaggio, va preso però a piccole dosi.
Voto otto.


Agnes_un_libro_mille_vite | 549 comments Ho finito "Don Camillo" di Guareschi! Voto: 7

Inizialmente non ero molto entusiasta dell'assegnazione e ho anche rischiato di leggere il libro sbagliato ma alla fine devo dire che mi sono proprio divertita! Mi è piaciuto tanto il contrasto ideologico tra Don Camillo e Peppone ma sopratutto mi sono piaciuti i dialoghi tra Don Camillo e il crocifisso ! Ogni tanto la lettura mi si inceppava e dovevo riprendere il racconto dall'inizio ma ciò non toglie che scorre molto bene... leggerò sicuramente anche le altre raccolte! :) grazie a Stefania per averlo proposto!


message 31: by Stefania (new)

Stefania (stefychi) | 5031 comments Mod
Agnes wrote: "Ho finito "Don Camillo" di Guareschi! Voto: 7

Inizialmente non ero molto entusiasta dell'assegnazione e ho anche rischiato di leggere il libro sbagliato ma alla fine devo dire che mi sono proprio ..."


sono contenta ti sia piaciuto! :)


message 32: by Monica (new)

Monica Boscolo | 942 comments Finito qualche giorno fa la valle dell'Eden. voto 8

una lunga storia che parte dallaseconda metà dell'800 per arrivare alla fine della prima guerra mondiale e in cui si intrecciano le storie delle due famiglie protagoniste, gli Hamilton e i Trask. Tutti i vizi e le virtù dell'animo umano sono snocciolate nella miriade di protagonisti del romanzo. Uno specchio dell'animo umano a tratti crudele a tratti gioioso. Avevo visto il film ma mai letto il libro: felice di aver recuperato questa lacuna.


message 33: by Giuseppe (last edited Mar 02, 2017 06:16AM) (new)

Giuseppe Saracino | 943 comments Finito Poirot domani edito commentando

Poirot sul Nilo voto 7,5

Poirot si trova in vacanza, ma giustamente la vacanza deve essere bella e quindi si gode una bella crociera in Egitto, il libro merita di essere letto, la girandola di personaggi ti porta alla deriva, tutti sono sospettabili, ma il saggio Poirot non è un dilettante qualunque e come sempre saggiamente ti fa sentire una nullità scoprendo l'autore...


message 34: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Monica wrote: "Finito qualche giorno fa la valle dell'Eden. voto 8

una lunga storia che parte dallaseconda metà dell'800 per arrivare alla fine della prima guerra mondiale e in cui si intrecciano le storie delle..."


Ora devo assolutamente leggerlo anch'io! ;D


message 35: by lanalang (last edited Mar 01, 2017 03:30AM) (new)

lanalang | 186 comments Finito in extremis ieri sera. Forse mi è piaciuto anche più di Possessione. Non ci sono parole, la Byatt rimane per me un gigante della letteratura. Voto 10.


message 36: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
@Ianalang ho registrato il tuo voto. Ho iniziato anch'io la Byatt ma per ora resto un po' freddina... spero di ricredermi e che non sia come "Ragnärock"...

@Giuseppe? Il tuo voto e commento?

@tutti
Scusate se rompo ma devo fare una precisazione.
So che non si vince niente se non la gloria e il piacere di aver scoperto nuovi autori, ma è un gioco e, come tale, ha le sue regole che dovremmo tutti cercare di rispettare. Quindi, per correttezza verso chi finisce e commenta in tempo, dalla prossima manche non verranno accreditati i punti pagina per i commenti giunti dopo la mezzanotte dell'ultimo giorno utile e non sarà sufficiente dire di aver terminato la lettura. Se è richiesto un commento, bastano anche due sole righe. Grazie :)


message 37: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3196 comments lanalang wrote: "Finito in extremis ieri sera. Forse mi è piaciuto anche più di Possessione. Non ci sono parole, la Byatt rimane per me un gigante della letteratura. Voto 10."

<3


message 38: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3196 comments Io chiedo scusa a tutti ma ho iniziato un nuovo lavoro e nelle ultime settimane non so più da che lato sono girata... recupererò la mia lettura appena possibile, mi spiace


message 39: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Rowizyx wrote: "Io chiedo scusa a tutti ma ho iniziato un nuovo lavoro e nelle ultime settimane non so più da che lato sono girata... recupererò la mia lettura appena possibile, mi spiace"

Rowi, sempre la possibilità di dare il tuo voto fino alla fine del mese successivo, senza i punti pagina. In bocca al lupo per il nuovo lavoro! ;D


message 40: by lanalang (new)

lanalang | 186 comments Anna, mi spiace per il ritardo, ma se io finisco un libro in prossimità della mezzanotte, rimando sempre l'aggiornamento alla mattina dopo, perché per mia abitudine (sana, credo) non mi va di usare internet prima di dormire.


message 41: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Ottima abitudine! Dovrei iniziare anch'io! ;D


message 42: by Giuseppe (new)

Giuseppe Saracino | 943 comments ho editato il messaggio inserendo il commento ed il voto

scusate il ritardo ma sono superimpegnato


message 43: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 4438 comments Mod
Grazie Giuseppe


message 44: by Giuseppe (new)

Giuseppe Saracino | 943 comments Di nulla grazie a te


message 45: by Eleonora (new)

Eleonora | 286 comments Eccomi, ce l'ho fatta ^^ ho finito Viaggio alla fine del millennio, voto 6.5, la recensione: La lettura di questo libro è stata impegnativa e difficoltosa; l'ho interrotta un paio di volte per via dell'università ma non ho mai perso il filo. E' un libro corposo, come la trama e gli stati d'animo di ogni personaggio. Non sono riuscita ad entrare in sintonia con nessuno di essi ma grazie alle descrizioni minuziose e dettagliate sapevo sempre cosa stessero provando.
La storia parte poco prima dell'Anno Mille, uno zio si mette in viaggio con uno dei soci per andare a trovare l'altro (il nipote risposato), a Parigi, con le due mogli. Niente spoiler sulla trama (e se non ne volete non leggete l'indice), ma la bigamia, i conflitti e la religione sono centrali.
Le chiavi di lettura sono molte e io forse non le ho neanche afferrate tutte, ma non è un libro che rileggerei. Scritto bene? Sì, davvero, è fluido e non so, mi viene in mente la parola 'rigoglioso', credo che renda bene il concetto. Però no, non credo lo rileggerei; mi ha lasciato un senso di vuoto, di angoscia e inquietudine... sia durante la lettura che adesso.
Sono curiosa di leggere altro dell'autore, comunque. Prima o poi.


message 46: by Eleonora (new)

Eleonora | 286 comments Eccomi, ce l'ho fatta ^^ ho finito Viaggio alla fine del millennio, voto 6.5, la recensione: La lettura di questo libro è stata impegnativa e difficoltosa; l'ho interrotta un paio di volte per via dell'università ma non ho mai perso il filo. E' un libro corposo, come la trama e gli stati d'animo di ogni personaggio. Non sono riuscita ad entrare in sintonia con nessuno di essi ma grazie alle descrizioni minuziose e dettagliate sapevo sempre cosa stessero provando.
La storia parte poco prima dell'Anno Mille, uno zio si mette in viaggio con uno dei soci per andare a trovare l'altro (il nipote risposato), a Parigi, con le due mogli. Niente spoiler sulla trama (e se non ne volete non leggete l'indice), ma la bigamia, i conflitti e la religione sono centrali.
Le chiavi di lettura sono molte e io forse non le ho neanche afferrate tutte, ma non è un libro che rileggerei. Scritto bene? Sì, davvero, è fluido e non so, mi viene in mente la parola 'rigoglioso', credo che renda bene il concetto. Però no, non credo lo rileggerei; mi ha lasciato un senso di vuoto, di angoscia e inquietudine... sia durante la lettura che adesso.
Sono curiosa di leggere altro dell'autore, comunque. Prima o poi.


message 47: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 3196 comments Allora, ho terminato La famiglia Karnowski e devo dire che mi è piaciuto molto, è un romanzo molto ben scritto e molto vivido nei suoi personaggi. Questa famiglia rappresentata in tre generazioni diversissime, con percezione del mondo diversa e soprattutto un rapporto con la propria identità culturale molto complesso. Il libro si legge proprio bene ed è una lettura che coinvolge ed emoziona, lo consiglio tantissimo.

Voto: 8,5


back to top