LiberTiAmo discussion

47 views
Il Libro del Mese > Il Libro del Mese: Febbraio 2017

Comments Showing 1-31 of 31 (31 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Salve ragazze e ragazzi!
Innanzi tutto io e Tiziana vorremmo dare il benvenuto a tutti i nuovi arrivati, spero vi troverete alla grande nel gruppo!
Dunque, il sondaggio è terminato quindi è arrivato il momento tanto atteso, ovvero il momento dell'annuncio del nuovo titolo!
Infatti il titolo vincitore del sondaggio verrà letto qui sul gruppo per tutto il mese di febbraio.
Abbiamo, come sempre preferito annunciare il titolo prima dell'inizio del nuovo mese, per dare a tutte/i la possibilità di recuperarlo per leggerlo assieme a noi!
Per chiunque decida di unirsi alla lettura, sappia che è assolutamente il benvenuto!
E' arrivato il momento, il titolo del mese di febbraio è:

description


Trama
Un mercoledì di metà giugno del 1923 Clarissa Dalloway, moglie di un deputato conservatore alla Camera dei Lords, esce per comprare dei fiori per la festa che la sera riunirà nella sua casa una variopinta galleria di personaggi. Tra gli altri: Peter Walsh, l'amante respinto, appena tornato dall'India, e l'amica tanto amata, più di ogni uomo, Sally Seton. Per le strade di Londra passeggia anche Septimus Warren Smith, il deuteragonista del romanzo. Nulla sembra legare i due, se non la città di Londra. Clarissa ha cinquant'anni, è ricca. Septimus ne ha appena trenta, è povero e traumatizzato dall'esperienza feroce e violenta della guerra, in cui ha perduto non solo l'amico Evans, ma ogni pace. Eppure i due, senza mai incontrarsi, semplicemente sfiorando gli stessi luoghi, comunicano. Con sapienza straordinaria Virginia Woolf, giunta con questo al suo quarto romanzo, tesse il filo sottile di corrispondenze, echi, emozioni che creano un'opera di grande intensità. Dove un uomo e una donna sconosciuti l'uno all'altra sono accomunati dallo stesso amore e terrore della vita, che li porterà, nell'accettazione (femminile) o nel rifiuto (maschile), ad affermarne comunque l'inestimabile valore.


Trovate questo titolo in diverse edizioni, da quella Feltrinelli Economica a quella Einaudi (sempre economica).
Virginia Woolf è stata una saggista, scrittrice e attivista britannica, deceduta negli anni 40'.


Questo titolo sarà in lettura dal 01/02/2017 al 28/02/2017.
Quindi per tutto il mese che verrà leggeremo assieme, in compagnia questo titolo uscito per la prima volta nel 1925.
Siete anche voi curiosi nei confronti di questo titolo? Vi va di unirvi alla lettura?

Ci vediamo a febbraio "Signora Dalloway"!

A presto!

Elisa & Tiziana


message 2: by Baylee (new)

Baylee | 242 comments In tema con la giornata, visto che oggi ricorre l'anniversario della nascita di Virginia Woolf! :)


message 3: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Baylee wrote: "In tema con la giornata, visto che oggi ricorre l'anniversario della nascita di Virginia Woolf! :)"

Esatto!! Tutto combacia!
Sono felice (con questa lettura) di discostarmi un po' dalla saggistica della Woolf per scoprirla anche sotto un'altra luce!


message 4: by Mary (new)

Mary | 86 comments Bene, aggiudicato. Aspettiamo il via


message 5: by Mariquitty (new)

Mariquitty | 118 comments Mod
Per me è il primo libro della Wolf... Speriamo bene!


message 6: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Buongiorno! Buon martedì e buon quasi inizio settimana!
Volevo ricordarvi ragazzi e ragazze che domani inizierà ufficialmente la lettura del libro di febbraio, ovvero "La Signora Dalloway".
Il libro sarà in lettura da domani al 28/02.
Bene gente, il momento si avvicina, nuova lettura in arrivo!

Elisa


message 7: by Baylee (new)

Baylee | 242 comments Ci sarò, ma inizierò un po' più tardi! :)
Vi recupero tra qualche giorno! ^^


message 8: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Io lo inizierò domani, essendo della Woolf ho bisogno di un po' di concentrazione in più (almeno questo succede solitamente con la Woolf)...


message 9: by Mary (new)

Mary | 86 comments Io l'ho iniziato, non c'è dubbio si sente la scrittura della Woolf e la presenza della Signora Dalloway . La trama sembra lenta ma vediamo cosa succede. Diciamo che ci si immedesima bene in un periodo che non è il nostro


message 10: by Mariquitty (new)

Mariquitty | 118 comments Mod
Appena iniziato a leggere...non avendo mai letto nulla della Woolf mi sono trovata subito in un mondo nuovo. Sembra un fringuellino che cinguetta velocemente... Spero di aver reso l'idea. Ihih


message 11: by Mary (new)

Mary | 86 comments Infatti è lei al centro dell'attenzione. E' lei che organizza le feste per l'alta società, è lei al centro delle relazioni. Gli altri personaggi sono come fili sottili che le ruotano attorno :-)


message 12: by Elisa (last edited Feb 09, 2017 07:39AM) (new)

Elisa | 370 comments Mod
Io sono affascinata dalla Woolf, dalla sua intelligenza, dalla profondità con cui racconta le vicende e i personaggi delineandone ogni tratto, però il suo stile per i miei gusti è troppo serrato, troppo veloce, con dei cambi di discorso troppo repentini. Mi sa che a livello di stile letterario io e lei non ci incontreremo mai...
Non sto dicendo che il suo stile non mi piace, solo che per quanto mi riguarda ogni volta che leggo qualcosa di suo (dai saggi anche alla lista della spesa), ho bisogno di passare ad una soglia di attenzione più alta.


message 13: by Mary (new)

Mary | 86 comments Virginia Woolf nei suoi scritti riporta anche i tormenti della sua vita per questo sembra che viaggi in doppia corsia. Si sente l’alternarsi del suo stato d’ animo tra depressione, malinconia e euforia. Sto leggendo La Signora Dalloway ma per il momento mi sembra noioso niente a che vedere con Orlando e Gita al Faro.
La scrittura della Woolf mi sembra il risultato di un sentimento irrisolto, di una assenza e della ricerca incessante del trovare in se stessa una forma di appagamento, che Woolf realizzava proprio con la scrittura.


message 14: by Mariquitty (new)

Mariquitty | 118 comments Mod
Come darvi torto ragazze. Il ritmo è davvero serrato così come repentino è il passaggio da un personaggio ad un altro. Per chi come me affronta per la prima volta un libro della woolf lo shock è notevole.


message 15: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Non mi sta entusiasmando un granchè devo essere sincera, per me la Woolf rimane ancora fra le autrici/autori più difficili da leggere. Mi era piaciuto molto "Una Stanza Tutta per Sè" ma quello era una saggio e per qualche motivo l'avevo trovato più scorrevole ed interessante, qui invece l'argomento principale non mi entusiasma particolarmente quindi forse l'interesse cala.


message 16: by Mary (new)

Mary | 86 comments Peno anch'io che l'argomento non sia molto interessante perchè anch'io stimo molto la Woolf. Come si dice anche per altre scrittrici non tutti i libri fanno successo. Così è anche per la musica ad esempio


message 17: by Mariquitty (new)

Mariquitty | 118 comments Mod
Ad onor del vero non sta piacendo neanche a me molto...trovo il suo modo di scrivere si interessante ma molto confusionario


message 18: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Mariquitty wrote: "Ad onor del vero non sta piacendo neanche a me molto...trovo il suo modo di scrivere si interessante ma molto confusionario"

Anche io, è molto dispersivo.


message 19: by Mariquitty (new)

Mariquitty | 118 comments Mod
L'ho notato solo io o quando parla Peter la narrazione è più tranquilla e quando il punto di vista è di clarissa, invece, è più confusionario?


message 20: by Baylee (new)

Baylee | 242 comments Ciao, ragazze! Dopo averlo aggiunto su Goodreads, ho finalmente iniziato a leggerlo davvero! :P
All'inizio ho fatto un po' fatica a ingranare a causa del flusso di coscienza, che spiazza sempre un po' (e credo fosse da qualche anno che non leggevo niente del genere... c'era della ruggine da rimuovere!); poi, be', mi sono ritrovata a pagina 100! :D
A me sta piacendo tantissimo: certo, sono ancora nella prima metà, ma ha tutta la mia attenzione. E meno male, perché, se ti distrai un attimo, non capisci più un tubo di quanto leggi (ma questa è ordinaria amministrazione per il flusso di coscienza, mannaggia a lui...).

@Mariquitty: non ho registrato una gran differenza tra Peter e Clarissa per quanto riguarda la il livello di confusione... però Peter, per ora, mi pare molto "ribelle", quindi risulta forse più "simpatico"! :D


message 21: by Mariquitty (new)

Mariquitty | 118 comments Mod
Baylee wrote: "Ciao, ragazze! Dopo averlo aggiunto su Goodreads, ho finalmente iniziato a leggerlo davvero! :P
All'inizio ho fatto un po' fatica a ingranare a causa del flusso di coscienza, che spiazza sempre un ..."

Mi fa sempre un certo efetto vedere come siano diverse le opinioni rispetto ad una stessa lettura: quello che percepisco io non è percepito da un altro/a e viceversa. Cmq è vero dopo più di metà libro sembra scorrere piu velocemente e risulta meno ingarbugliato.


message 22: by Baylee (new)

Baylee | 242 comments Mariquitty wrote: "Cmq è vero dopo più di metà libro sembra scorrere più velocemente e risulta meno ingarbugliato. "

Probabilmente perché dopo un po' di familiarizza con i pensieri di tutti i personaggi, li si riconosce e non si ha più l'impressione di annegare nelle teste altrui! :P


message 23: by Baylee (new)

Baylee | 242 comments Ho scoperto che l'edizione Einaudi è stata letta Ad Alta Voce da Paola Pitagora se vi andasse di ascoltare il romanzo invece di leggerlo (o fare entrambe le cose!): http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/pr...


message 24: by Mary (new)

Mary | 86 comments Riflettendo : penso che il miglior protagonista del romanzo sia il tempo, il tempo interno , esterno e quello storico. Infatti il lettore si sente rallentare leggendo questo libro. Ogni attimo è un'eternità


message 25: by Baylee (new)

Baylee | 242 comments Mary wrote: "Riflettendo : penso che il miglior protagonista del romanzo sia il tempo, il tempo interno , esterno e quello storico. Infatti il lettore si sente rallentare leggendo questo libro. Ogni attimo è un..."

Non sono del tutto d'accordo: a me sembra che il tempo esterno non conti niente, perché non esiste se non "filtrato" attraverso l'interiorità (o tempo interno, se preferisci) di ogni singola persona. Infatti, niente ci viene raccontato che non sia riportato dai pensieri di qualcuno dei personaggi.


message 26: by Giada (new)

Giada | 1 comments Ciao a tutti/e, non sapendo dove presentarmi vi scrivo qui! Questo mese ho iniziato a leggere La Signora Dalloway quindi quando ho trovato questo gruppo mi sono subito aggregata.
Sono circa a metà del libro e fino ad ora il personaggio di Septimus Warren Smith è sicuramente quello che mi ha colpita maggiormente. Quando definisce i colleghi d'ufficio come facce ingessate in una smorfia non ho potuto che fare un collegamento con l'angoscia che mi trasmettono i quadri di Munch.
Trovo che il tempo scandito dal Big Ben sia la perfetta controparte del tempo libero e non lineare che fa parte dei ricordi.


message 27: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Giada wrote: "Ciao a tutti/e, non sapendo dove presentarmi vi scrivo qui! Questo mese ho iniziato a leggere La Signora Dalloway quindi quando ho trovato questo gruppo mi sono subito aggregata.
Sono circa a metà ..."


Ciao Giada, benvenuta! E' un piacere averti fra noi! :)
Il battito rumoroso del Big Ben mi affascina parecchio, è un ottimo tocco qualcosa di grandiosamente poetico.


message 28: by Mariquitty (new)

Mariquitty | 118 comments Mod
Geid wrote: "Ciao a tutti/e, non sapendo dove presentarmi vi scrivo qui! Questo mese ho iniziato a leggere La Signora Dalloway quindi quando ho trovato questo gruppo mi sono subito aggregata.
Sono circa a metà ..."

Ciao Giada benvenuta anche da parte mia.


message 29: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Baylee wrote: "Mariquitty wrote: "Cmq è vero dopo più di metà libro sembra scorrere più velocemente e risulta meno ingarbugliato. "

Probabilmente perché dopo un po' di familiarizza con i pensieri di tutti i pers..."


A proposito, grazie Simo per il suggerimento, mi sto trovando molto bene a leggere e ascoltare contemporaneamente, mi piace molto fare questo "esercizio" specialmente con questo romanzo che dal punto di vista della scrittura non è facilissimo.


message 30: by Baylee (new)

Baylee | 242 comments Elisa wrote: "A proposito, grazie Simo per il suggerimento, mi sto trovando molto bene a leggere e ascoltare contemporaneamente..."

Prego! ^^
Io l'ho finito e non so cosa dire: il mio cervello sta ancora galleggiando in una nuvola di beatitudine e non ho idea di come metterò tutto quello che ho provato in una recensione... le ultime sei righe, poi, mi hanno emozionato tantissimo, sono assolutamente perfette per concludere questo romanzo...


message 31: by Elisa (new)

Elisa | 370 comments Mod
Buon lunedì e buon inizio settimana ragazze/i!
Dunque oggi è il penultimo giorno di febbraio quindi tra poco il testimone di "lettura del mese" passerà "L'Arte di Essere Fragili".
Come ve la state passando con "Mrs. Dalloway"??


back to top