Il salotto dei lettori discussion

The Club Dumas
This topic is about The Club Dumas
30 views
Gruppo di lettura > Lettura Gennaio 2017: Il Club Dumas - Commenti e discussione

Comments Showing 1-5 of 5 (5 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Silvia (last edited Jan 25, 2017 02:43AM) (new) - rated it 2 stars

Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Buongiorno lettori!
E' finalmente giunto il momento di aprire il primo topic di discussione per il Gruppo di Lettura, che ha come protagonista Il club Dumas di Arturo Perez Reverte. L'avete letto? Cosa ne pensate?

ATTENZIONE: I seguenti pareri contengono spoiler. Se non avete letto il libro, continuare è a vostra discrezione.

A me personalmente non è piaciuto molto. L'idea di base era anche interessante, ma è il modo in cui è stata sviluppata che non mi ha convinta. Premetto di non aver letto I tre moschettieri, ma me la sono cavata comunque. Ho trovato troppo prolisso il modo di spiegare l'opera e tutti i vari elementi letterari, troppe ripetizioni per descrivere gli occhi e il profumo di Irene Adler - mancanza di fantasia? - e il finale, che mi ha lasciata alquanto perplessa. I personaggi, a mio parere, sono descritti bene, caratterizzati da un particolare fisico o caratteriale.
Questo libro me lo sono trascinata dietro per qualche settimana, ogni volta che lo aprivo, dopo poche pagine, mi passava la voglia di leggerlo. Fosse stato un po' più scorrevole e con meno punti lenti - come le descrizioni e i cenni letterari - lo avrei apprezzato di più.


Martina (karamazovsister) | 739 comments Finalmente l'ho letto! :_D
La lettura di questo libro è stata piuttosto piacevole, nonostante la conclusione.
E' chiaramente un omaggio alla letteratura a puntate e i riferimenti letterari sono molti, anche se facili da capire pur non avendo letto i libri.
Il doppio intreccio Le nove porte- Il vino d'Angiò non è stato molto ben fatto, soprattutto perché ci si concentra soprattutto sul primo, lasciando l'altro un po' alla guazza.
Nonostante teoricamente ci sia molta avventura, l'inizio è piuttosto lento (anche se mi è piaciuto il narratore e come mi ha condotto per mano attraverso la storia) e ciò che succede non mi ha prodotto della gran ansia, dato che nemmeno i personaggi ne avevano un granchè.
Una cosa che mi ha infastidito, parlando di ripetizioni e descrizioni, è il continuo assimilare Corso a un coniglio o a un lupo.
Inoltre avrei preferito sapere di più di Nikon, che viene usata per dare un passato tragico al protagonista.
I personaggi mi sono piaciuti, piuttosto diversi dal solito (la baronessa scrittrice d'occulto con un braccio solo, la biondona che vuol essere Milady) ma gli "antagonisti", che compaiono alla fine, non sono stati all'altezza.
Mi sono piaciute le illustrazioni e l'uso che ne viene fatto (sono solo io che vorrei più figure nei libri per adulti?).
Forse avendo visto quella stupidaggine che è La nona porta, il film tratto da questo romanzo, che viene stravolto, non mi aspettavo più di tanto.
La fine è sconclusionata e frettolosa, avrei preferito che maturasse di più.


Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Purtroppo l'autore non ha saputo portare avanti le due strade che aveva deciso di intraprendere. Capisco l'omaggio alla letteratura, ma certi punti li ho trovati davvero troppo dettagliati e confusionari!
Di ansia non se ne vede nemmeno l'ombra, mentre le ripetizioni sembrano essere la specialità di Reverte, non solo per quanto riguarda Corso, ma anche Irene.
Nikon, invece, rimane una presenta misteriosa del passato di Corso, che mi ha incuriosita e di cui avrei voluto sapere di più. Anche a me i personaggi sono piaciuti molto, soprattutto Fargas e la baronessa. Mi ha deluso invece la rivelazione sul finale e anche quella su Rochefort, che come arriva, sparisce.

Il film non l'ho visto, ma a questo punto non so se lo guarderò!


Anna (anny91) | 27 comments Eccomi, sono riuscita a finire anche io il libro!
Sono partita sentendo pareri negativi su questo libro, ed ero un po' scoraggiata. Beh, per me invece è stata una bella sorpresa. Sono stata indecisa sull'assegnare anche la 4° stellina, ma poi mi sono detta, perchè no? Mi è piaciuto il modo di scrivere dell'autore (niente di aulico ma piacevole), così come anche la storia, particolare, non ne avevo mai lette di simili, l'idea di base e anche la risoluzione (almeno per la parte del club Dumas, mi è piaciuta!!
Si intrecciano abbastanza bene le due trame, anche se ogni tanto sono un po' confuse nel centro, forse come diceva Silvia perchè si concentra più su le Nove Porte che sull'altro che dimentica un po'. Mi piacciono i personaggi e i continui paragoni con i personaggi dei Tre moschettieri (pur non avendolo letto non mi è sembrato un ostacolo). Ho notato anche io un po' di ripetizione su Irene e Corso, ma nel complesso non mi ha infastidito più di tanto.
Sono un po' difficili alcune parti di citazioni o elenchi dei libri antichi, ma basta passarli un po' veloce....
Mi ha davvero affascinato scoprire alcune parti della storia di Alexandre Dumas che non conoscevo, e mi ha anche tenuto in suspance (si ok, non in ansia) fino alla fine, per scoprire l'epilogo dell'intreccio!!
Forse avrei preferito che le ultime 5 pagine, ovvero la conclusione del secondo mistero sulle Nove Porte fossero leggermente diverse, e non tutto concluso con una frase lasciata li, su una possibile contraffazione dell'ultima tavola..e così anche che si spiegasse meglio sia la figura di Nikon (che forse messa li come ricordo serve a poco) che la misteriosa Irene Adler (che lascia in sospeso).
Infine ho apprezzato questo salto di narratore durante tutti i capitoli, e anche se magari banale, mi è piaciuto che saltasse in prima persona alla fine rivelandosi lui il cattivo!!

Grazie comunque per averlo proposto come lettura mensile, perché non conoscevo l'autore e da sola non sarei arrivata a leggerlo!


Silvia (thebookwormfromtheforest) | 557 comments Mod
Che bello leggere il tuo parere, Anna!
Sono felice che si sia rivelata un'ottima lettura per te, ma credo che non sia un genere adatto a me, per questo non mi è piaciuto.

Nemmeno per me è stato difficile seguire la storia nei passaggi riferiti ai Tre Moschettieri, sebbene non abbia mai letto il romanzo.
Le ultime pagine mi hanno un po' delusa, una soluzione era prevedibile, ma quella delle Nove Porte sembra scritta in fretta e furia pur di concludere il libro.
Nikon e Irene Adler, a mio parere, poteva approfondirle meglio, almeno verso la fine, perché io sono rimasta con qualche domanda in sospeso.
Il narratore che cambiava in qualche capitolo è piaciuto anche a me e ripeto, avrei solo preferito delle descrizioni meno minuziose.

Spero che anche il libro di febbraio ti piaccia! :)


back to top