Goodreads Italia discussion

157 views
Discussioni sui Libri > Il tour della libreria di...Francesca

Comments Showing 1-14 of 14 (14 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Francesca (last edited May 03, 2014 02:11PM) (new)

Francesca | 40 comments Ciao a tutti! Eccomi qui per guidarvi nei meandri, neanche troppo profondi, della mia libreria.
Due premesse: mi scuso per la qualità delle foto (non sono propriamente un talento) e anche per il fatto che, nelle immagini che vedrete, l'ordine decisamente non regna sovrano (se mia madre sapesse che sto pubblicando online prove del mio essere disordinata penso mi ucciderebbe ;) )
Ed ora apriamo le danze!

Come organizzi i tuoi libri?

Essendo io la maggiore lettrice della famiglia, la parte più consistente dei libri si trova in camera mia, dove la Billy dell’Ikea regna sovrana ;) Foto1.
In quasi tutti gli scaffali i volumi, per questione di spazio, sono disposti su due file.
Nella prima libreria da sinistra il criterio principale di organizzazione (che però è soggetto a qualche eccezione) è quello della casa editrice: tendo a ricordarmi facilmente di che casa editrice è ogni libro che possiedo quindi in questo modo la ricerca mi risulta più semplice perché mi affido molto alla memoria visiva (ad es se sto cercando La guardia bianca mi viene subito in mente che è un’edizione Feltrinelli bianca e quindi vado diretta al terzo scaffale dall'alto).
Partendo dall'alto Foto2 ci sono Mondadori, Adelphi, Feltrinelli, Einaudi, BUR, Newton, Garzanti etc. Più si scende Foto3 più le case editrici si mescolano un po’, a causa delle dimensioni dei volumi, per finire con lo scaffale più basso che sostanzialmente è una miscellanea di libri.
Nella parte centrale della libreria ci sono tutti i libri legati all'università Foto4, mentre nella libreria più a destra Foto5, Foto6,ci sono soprattutto i libri più vecchi e alcuni di quelli che risalgono alla gioventù dei miei genitori oppure quei libri di edizioni semi sconosciute e che quindi fanno fatica ad “incastrarsi” con gli altri.
In un altro angolino della mia camera c'è poi una piccola raccolta di alcuni libri di quando ero piccola che, causa altezza improponibile, non stanno da nessuna parte Foto7.
Sempre in camera mia c’è poi un’altra libreria Foto8 in cui, dall'alto, abbiamo alcune collane come La biblioteca di Repubblica dell’800, alcuni Meridiani della Mondadori, alcune collane uscite con Famiglia Cristiana (Regalo della prozia suora alla pecora nera lettrice della famiglia, sono stati tra i primi classici che ho letto) e la Biblioteca di Repubblica del 900. Nei tre scaffali più in basso abbiamo alcune enciclopedie , il (fantastico)vocabolario della Treccani ed infine la Divina Commedia del nonno gelosamente custodita alla faccia degli altri nipoti ;)
Uscendo dalla mia stanza, in questo angolino invece c’è di tutto un po’. Negli scaffali più in alto Foto9 ci sono libri vari ed eventuali (si passa da Twilight all'edizione dei promessi sposi che usavo al liceo e da Harry Potter a Stephen King). Diciamo che si tratta principalmente di serie troppo lunghe per essere tenute in camera oppure dei libri a cui sono meno affezionata.
Procedendo verso il basso Foto10 ci sono molti libri di quando ero piccola come quelli di Gianni Rodari, i piccoli brividi, i libri del battello a vapore e le ragazzine (Giulia sarà contenta di sapere che c’è anche il primo volume degli Animorphs! Gli altri non li ho mai comprati perché me li prestava un amico). Nello scaffale sottostante incontriamo poi la collezione di percorsi escursionistici in montagna di mio padre, mentre più in basso abbiamo di nuovo libri per bambini ma di stampo più classico come Cuore e nell'ultimo scaffale torniamo a mio padre con i manuali di elettrotecnica.
In salotto, infine, c’è una piccola nicchia Foto11 in cui sono raccolti altri libri misti di quando erano giovani i miei genitori, alcuni libri di fotografia di mio padre e i manuali di vela, sempre di mio padre (dopo questo tour penserete che è l’uomo dai mille hobby eheh).

Quali sono i tuoi libri più "antichi" (quelli che hai acquistato tanto tempo fa o addirittura che hai da quando eri piccolo/a)?

Per quanto riguarda i libri che avevo da bambina ce ne sono diversi. Sicuramente le mie prime letture (anche se indirette perché ero ancora troppo piccola per leggere da sola) sono state quelle nella Foto12 …Spotty resterà per sempre nel mio cuore!
Per quanto riguarda invece i libri più antichi (se così possiamo chiamarli) che ho, sono alcuni libri che appartenevano a mio nonno Foto13: un edizione illustrata di Pinocchio, una copia dell’Iliade e una dell’Odissea e due tragedie del caro “Guglielmo Shakespeare” ;).
Ci sono poi due libri che erano di mio padre quando era piccolo e a cui sono molto affezionata perchè legati anche alla mia infanzia Foto14: il Manuale delle Giovani Marmotte e I ragazzi della via Pal (questo è stato il primo libro che a sei-sette anni ho letto per conto mio dall'inizio alla fine…alla fine piangevo come una disperata)

E invece i tuoi ultimi acquisti?

Il mio ultimo acquisto, attualmente in lettura, è stato Circolo chiuso.

Quali sono i libri di cui vai più "fiero/a" e perché?
(es. perché è il libro della tua vita, perché è legato a un momento/ricordo bellissimo, perché è rarissimo e l'hai cercato ovunque e ce l'hai solo tu, ecc.)


Foto15
Un libro a cui sono molto legata è sicuramente i Ragazzi della via Pal perché, come ho scritto prima, è stato il primo libro che ho letto interamente da sola.
Sono molto affezionata anche a questa edizione in inglese dei romanzi di Jane Austen perché mi è stata regalata da degli amici per il mio compleanno durante una vacanza meravigliosa a New York.
Un altro libro a cui sono legata è L'idiota perché è il libro che mi ha iniziato al magnifico mondo dei romanzi russi.
Infine Il cucchiaio di meteorite mi fa tornare in mente tanti bei momenti pieni di risate insieme a mia madre e mio padre (eravamo in vacanza e lo leggevamo tutti insieme). Con Sette giorni a Piro Piro è uno dei libri per bambini più spassosi che io abbia mai letto.

E quelli di cui ti sei "pentito/a" o di cui ti "vergogni", il tuo "guilty pleasure" segreto? (DOMANDA FACOLTATIVA!)

Ebbene sì. È arrivato il momento della temuta confessione: nascosta all'interno della mia libreria si trova anche una copia di…"Tre metri sopra il cielo" di Moccia.
Lo so. È veramente un libro pessimo ma, cosa volete farci?, a sedici anni qualche caduta di stile può capitare ;)
Per quanto riguarda il mio giulty pleausure segreto, non penso di averne uno in particolare. L'unica cosa che mi viene in mente è che, talvolta, se ho voglia di letture poco impegnative, leggiucchio magari qualche romanzetto rosa giusto per rilassarmi un po’ :)
Ah a volte mi intrippo leggendo un po' di fanfiction (soprattutto quelle su Harry Potter), anche se trovarne di ben scritte diventa sempre più difficile.

Qual è il libro che hai riletto più volte?

Ormai sono anni che non rileggo un libro. Ci sono talmente tanti libri che vorrei leggere che preferisco iniziarne di nuovi piuttosto che rileggerne di vecchi (anche se ci sono libri molto belli che ho letto anni fa che mi farebbe piacere riprendere in mano per poterli leggere ora che ho un'età diversa).
Quando ero piccola invece rileggevo spesso e volentieri alcuni dei miei libri preferiti. Foto16.
Quelli che ho riletto più volte sono sicuramente Matilda, Momo, Ascolta il mio cuore, Piccole Donne, La vera storia di Kamillo Kromo, L'incredibile storia di Lavinia, il già citato Sette giorni a Piro Piro e, sicuramente, tutti quelli di Gianni Rodari.

Qual è il libro più costoso che hai mai comprato? E quello meno costoso?

Non possiedo libri particolarmente rari e, quindi, neppure particolarmente costosi. Ho regalato libri che ho pagato anche 50 euro ma, tra quelli che possiedo io, uno dei più costosi penso sia Infinite Jest (quasi 30 euro).
Tra i libri più economici che ho mai trovato ci sono queste edizioni veramente kitsch di alcuni classici pagati 50 centesimi l'uno ad un mercatino Foto17.

Vendi o scambi mai i tuoi libri?

Non ho mai venduto nessuno dei miei libri però, nella mia città viene periodicamente organizzato un baratto del libro a cui partecipo volentieri.
Tramite un amico di famiglia, mi arrivano spesso molti libri in quanto lui solitamente, una volta letti, si limita a buttarli via (sacrilegio!). Quando l'ho saputo non ho potuto non offrirmi per adottarli. Alcuni di questi libri però, o non mi interessano, oppure sono doppioni oppure sono in lingue diverse da italiano e inglese. Per questo ho sempre pronti numerosi libri da scambiare, sperando trovino una nuova casa :) Ecco la mia attuale pila per gli scambi:
Foto18.

Quali sono le copertine dei tuoi libri che ti piacciono di più?
Sinceramente non presto mai molta attenzione alle copertine dei libri quindi non ho delle copertine preferite. Sicuramente preferisco quelle piuttosto minimali a quelle troppo pacchiane, però raramente la copertina mi guida nella scelta del libro :)


message 2: by Francesca (last edited May 03, 2014 01:56PM) (new)

Francesca | 40 comments "Rituali" da lettura o "accessori" indispensabili (tazza di tè, poltrona preferita, caminetto, dizionario, matita, evidenziatore, gatto, segnalibro preferito...)

Fondamentalmente leggo ovunque (divano, letto, seduta ad un tavolo, in treno, in aereo, al chiuso, all'aperto, mentre mangio etc…). Inoltre leggo senza problemi anche mentre altre persone sono impegnate a guardare la televisione o ad ascoltare la radio (ho preso questa abitudine perché spesso, quando ero più piccola, pur volendo leggere mi faceva piacere passare la serata vicino a mamma e papà che invece magari guardavano la tv; quindi ce ne stavamo tutti insieme sul divano e mentre loro guardavano un film io mi concentravo sul mio libro).
Se mi capita uso un segnalibro però non sono per niente costante nell'usarli. Solitamente i segnalibri sono i souvenir delle vacanze però mi capita anche di usare fogli volanti per tenere il segno. Recentemente ho scoperto questi segnalibri magnetici a forma di freccia che trovo fantastici! Foto19.
Devo però ammettere, anche se so che è terribile, che spesso faccio anche le orecchie ai libri. Ad essere sincera in realtà provo una certa soddisfazione nel farlo perché mi sembra di rendere più vissuto il mio libro (quando si dice le manie).
A volte sottolineo, a volte no; a volte con il righello, a volte no. Non sono molto constante nelle mie abitudini.
Quando finisco un libro di solito mi piace cominciarne un altro in tempi brevi, anche lo stesso giorno magari. Però, salvo alcune eccezioni, lo scelgo al momento in base all'ispirazione.

Altre abitudini o "manie" particolari?

Un’abitudine che ho da sempre è quella di guardare l’indice prima di cominciare un libro per capire come è strutturato. Inoltre prima di cominciare ogni capitolo di solito guardo da quante pagine è composto.
Inoltre, se devo interrompere la lettura cerco sempre di farlo, se possibile, prima dell’inizio di un nuovo capitolo.
Infine, quando finisco un libro, scrivo (in matita) sulla seconda di copertina il mio nome e l’anno.
Prima della scoperta di Anobii e Goodreads tenevo anche io un piccolo "registro" in cui annotavo, mese per mese, i libri acquistati e quelli letti (la valutazione era di tipo semaforico: pallino verde o giallo o rosso).

Hai mai passato la notte in bianco pur di finire di leggere un libro?

Magari l’intera notte in bianco no, però mi è capitato più di una volta di restare sveglia fino alle 4-5 del mattino per riuscire a finire un libro. Ci sono libri da cui è praticamente impossibile staccarsi una volta che li si comincia.

Quale libro che sei stato costretto/a a leggere (come compito per scuola/per non offendere un amico che te l’ha consigliato ecc.) hai abbandonato con sollievo? Quale invece hai abbandonato a malincuore promettendoti di finirlo magari in futuro? O invece hai iniziato poco convinto/a e alla fine ti sei dovuto ricredere?

Due libri che ho abbandonato con sollievo perché non era il momento giusto per leggerli ma che so che prima o poi riprenderò in mano sono: Mastro Don Gesualdo e Cuore di tenebra. Prima o poi ce la farò!
Per il resto, molti dei libri che ho letto a scuola mi sono piaciuti. In particolare ero partita abbastanza scettica nei confronti de La chimera per poi ricredermi totalmente.
Per quanto riguarda il contesto extrascolastico, qualche anno fa la madre del mio ragazzo mi consigliò due libri: Il cavallo rosso e La liberazione del gigante. Essendo lei una donna con un retaggio culturale piuttosto legato alla chiesa, ed essendo le tematiche dei due libri molto legate al contesto cattolico, che si trova abbastanza distante da me, temevo che, non potendo deludere la "suocera", sarei stata costretta a sorbirmi due letture veramente odiose. In entrambi i casi, invece, si è trattato di libri che, sebbene con qualche limite soprattutto nel caso de "Il cavallo rosso", mi hanno riservato una piacevole sorpresa.

Raccontaci un po’ i tuoi giri in libreria (quali reparti eviti accuratamente? Verso quale reparto ti dirigi appena entrato/a? Chiedi consigli ai commessi? Sbirci mai nel “carrello” di chi ti precede in fila? Ti è mai capitato di consigliare un cliente indeciso che ti sei trovato vicino? Metti in ordine i libri che vedi fuori posto?)

Sebbene ormai compri molto spesso (anche se non sempre) online, la libreria resta per me una meta piuttosto gettonata. Solitamente quando entro passo in rassegna le novità (giusto per tenermi un po’ informata), dopo di che principalmente mi aggiro per la zona narrativa (classica e moderna). Gli altri reparti tendo a visitarli piuttosto sommariamente oppure se sono alla ricerca di un testo particolare. Ovviamente non manco mai di dare un’occhiata alle promozioni perché talvolta si possono trovare anche libri molto interessanti.
Nella mia città ci sono poi due librerie dove vado appositamente per i libri usati e, in questo caso, la mia visita consiste in uno scorrimento metodico dei titoli presenti.
Di solito interpello i commessi solo se ho bisogno di un libro particolare e non riesco a trovarlo ma non chiedo consigli.
Non mi è mai capitato di consigliare qualche altro cliente perché nei miei giri in libreria tendo ad essere un pochino asociale ;). Dispenso invece consigli a volontà (anche non richiesti talvolta, lo ammetto) ad amici e parenti (saranno anni che i miei genitori non mettono piede in una libreria: se hanno voglia di leggere qualcosa si limitano ormai ad un “Francy, cosa mi dai da leggere adesso?”).

Ti sei mai innamorato/a di un personaggio letterario? Perché? E quale libro consiglieresti a questo personaggio se ne avessi l’occasione? C’è invece un personaggio che hai odiato con tutto il cuore? Perché?

Ho nutrito simpatia e/o ammirazione per moltissimi personaggi dei libri che ho letto.
Qualche anno fa penso di aver sviluppato una sorta di venerazione ai limiti della cotta per Jean Valjean. Devo ammettere che anche Edmond Dantès aveva il suo fascino però. In tempi più recenti, invece, ho iniziato a valutare l’ipotesi di una dichiarazione in piena regola nei confronti di Jon Snow. Un vero peccato che faccia parte dei guardiani della notte ;)
Per quanto riguarda i personaggi odiati non saprei segnalarne alcuni in particolare anche perché trovo che anche gli antagonisti abbiano spesso il loro fascino. Sicuramente da piccola non sopportavo i genitori di Matilda ;).

Ti capita mai di immaginare il seguito dei romanzi che leggi, o le vite dei protagonisti dopo l'ultima pagina?

Decisamente sì. Quando finisco un libro mi faccio spesso dei veri e propri film mentali su quello che, secondo me, dovrebbe succedere dopo la parola "fine". A volte immagino anche finali alternativi oppure le vicende che hanno portato alla storia narrata nel libro.

Domanda "tecnica" (per chi ha caricato foto/video): consenti ai moderatori di Goodreads Italia di utilizzare le foto e/o i video nelle pagine del gruppo sui social network? Sì/No

Sì.

Eccoci qui! Il tour è finito. Spero sia stato di vostro gradimento :)
Grazie ancora a Moloch per aver proposto e gestito l'iniziativa!
Buone letture a tutti!


message 3: by Paolo (last edited May 03, 2014 02:39PM) (new)

Paolo | 75 comments Bel racconto della tua libreria e delle tue letture. Dovresti essere più o meno coetanea dei miei ragazzi e mi trovo molto nel tipo di letture (chi non legge Roald Dahl è condannato ad un infanzia infelice, secondo me) e nel tipo di rapporto: genitori che consigliano libri, poi da un certo punto in poi accade il contrario.....
Bello che di tutto questo rimane traccia nelle librerie delle famiglie....


message 4: by Francesca (new)

Francesca | 40 comments Grazie mille, Paolo. In effetti Roald Dahl è veramente un autore imperdibile durante l'infanzia.
Effettivamente ormai sono stata ufficialmente nominata consulente letteraria della famiglia ma, devo dire, che come ruolo non mi dispiace ;)


message 5: by Kua (new)

Kua (kuaele) | 1877 comments Bel tour Francesca! Mi sono divertita molto :)


message 6: by Sorairo (new)

Sorairo | 145 comments bella presentazione...:-) la libreria per me é il must anche se devo farmi una media di 10km perché da me ho solo biblioteca e rari libri commerciali in edicola ed al super.
chissà che anche mio figlio tra 15anni ci suggerirà le letture e noi fuggiremo dalle librerie XD


message 7: by Francesca (new)

Francesca | 40 comments Kua wrote: "Bel tour Francesca! Mi sono divertita molto :)"

Grazie Kua! Sono contenta di averti fatto sorridere :)


message 8: by Francesca (new)

Francesca | 40 comments Sorairo wrote: "bella presentazione...:-) la libreria per me é il must anche se devo farmi una media di 10km perché da me ho solo biblioteca e rari libri commerciali in edicola ed al super.
chissà che anche mio f..."


Grazie! Ahah spero per te che anche i tuoi figli finiscano per farti da consulenti di lettura così potrai risparmiarti un po' di km! Anche se, quando c'è la passione, è difficile rinunciare del tutto a delle visitine in libreria ;)


message 9: by Moloch (new)

Moloch | 6300 comments Mod
Alessandro wrote: "Più presentazioni leggo più penso a quanto sarà triste la mia XD

u.u"


Ma no! :-D


message 10: by Anarchic Rain (new)

Anarchic Rain | 605 comments bella presentazione Francesca! questa tua libreria mi ha fatto provare una specie di gioia ^___^ è stato un piacere girare tra le tue pagine ;)


message 11: by Paul (new)

Paul Dramelay (pddramelay) | 2 comments alla faccia che introduzione! ed io che non trovo il tempo di scrivere due righe... complimenti!


message 12: by Squi (new)

Squi (squibooks) | 10 comments E' incredibile che aspetto più ordinato dia a tutto la catalogazione per case editrici, davvero da invidia!


message 13: by Esteb (new)

Esteb | 815 comments che bella presentazione!! anche io mi ero presa una cotta per Edmond Dantes (ho avuto anche una gatta a nome Haydee) e Jean Valjan! !


message 14: by Maria Beatrice (new)

Maria Beatrice | 42 comments Ciao! Che bella libreria che hai :) mi sono divertita a leggere questa pagina!


back to top