Goodreads Italia discussion

205 views
Off-Topic > Ieri Eco oggi petaloso

Comments Showing 1-50 of 87 (87 new)    post a comment »
« previous 1

message 1: by Laura (new)

Laura Jelenkovich (laurajelenkovich) | 137 comments Cari amici di Goodreads, vi chiedo scusa. Questo post è più che altro uno sfogo per diminuire la pressione intracrancia ed evitarmi un ictus. Perchè, vedete, ieri tutti su internet condividevano le frasi di Umberto Eco e oggi petaloso. Uno degli ultimi cavalieri della lingua italiana non era ancora sotto terra che già il vuoto dell'ignoranza ha reclamato lo spazio lasciato da lui. La notizia del giorno è il simpatico siparietto tra una maestra e l'Accademia della Crusca, un teatrino tutto italiano da cui viene fuori l'istantanea del nostro paese. Un bambino scrive una castroneria in un tema: la margherita è petalosa. L'insegnante, invece di sottolineare con la penna rossa l'errore, e magari severamente dargli un'insufficienza, pensa che petaloso sia estremamente carino, perchè non inserirlo nel vocabolario della lingua italiana? E scrive all'Accademia. Che risponde. Se la parola verrà diffusa ed entrerà nel linguaggio comune potrà essere inserita. Così tutti a condividere l'abominio. Milioni di clic e condiscendenza. Ditemi che anche voi lo trovate fuori luogo oltre che pericoloso! Chiunque allora potrebbe scrivere idiozie barbare con la scusa del neologismo. Ovvio che una lingua maturi e si modifichi con il popolo che la parla, ma questo è degrado, non crescita. Anche perchè la parte della margherita definita petalosa è in realtà una infiorescenza. Non sono petali veri e propri. Quindi passi che l'insegnante non sia una botanica e che non abbia il nerbo per insegnare, ma l'Accademia della Crusca? Una controllatina, va là, fin su wikipedia, per vedere di non rispondere sciocchezze alle sciocchezze? No, meglio continuare a suonare i campanelli, tutti in fila, nella banda di paese chiamata Italia.


message 2: by Roberta (last edited Feb 24, 2016 12:07PM) (new)

Roberta (driope) | 5961 comments Mod
Bastava il titolo. La Crusca ha fatto una cosa davvero carina a rispondere a un bambino, ma ora basta.
Resisti, domani se ne saranno dimenticati tutti.

EDIT: ti sono tanto, TANTO vicina


message 3: by Esteb (new)

Esteb | 831 comments preferivo le frasi di Eco....
A parte tutto la risposta della Crusca è un filino ipocrita perché in fondo dice ok, la costruzione ricalca costruzioni esistenti, ma la parola non è in uso e finché (?! ma quando mai?!) non lo diventa no Neologismo! cucciolosa come Risposta!


message 4: by nebula91 (new)

nebula91 | 131 comments In un certo senso capisco la tua frustrazione, però solo due parole che studiosi di lingue presenti qui su GRI potranno poi confermare/smentire e spiegare meglio dato che io non sono un'esperta (anzi, tutt'altro!). Da quel che so la lingua è qualcosa in continuo cambiamento. Le attuali regole sono frutto di mutamenti che la lingua stessa, soprattutto attraverso il parlato, ha avuto dal latino ad oggi e dall'Italiano più antico a quello attuale. Anche per la lingua formale. Perciò in un certo senso non è così tragica la cosa, soprattutto in merito all'invenzione di una parola. Non lo ritengo grave come lo sbagliare l'intera formulazione di frasi, errare i tempi verbali, etc.


message 5: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5961 comments Mod
nebula91 wrote: "In un certo senso capisco la tua frustrazione, però solo due parole che studiosi di lingue presenti qui su GRI potranno poi confermare/smentire e spiegare meglio dato che io non sono un'esperta (an..."

Il punto è il solito sensazionalismo. Ho visto titoli di giornale che dicevano "se petaloso si diffonde la Crusca lo mette nel vocabolario".
No, la Crusca non mette nulla nel vocabolario, perché la Crusca non scrive/edita/pubblica vocabolari.
La risposta dell'Accademia è molto sensata di per sé e dice 2 semplici cose:
*il termine petaloso potrebbe esistere perché riprende la costruzione di parole già esistenti.
*il termine petaloso potrà esistere solo e solo se - e quando - un numero consistente di persone comincerà a usarlo nell'italiano parlato.
Purtroppo questo ultimo particolare non è stato capito e il popolo del "mi piace" pensa che bastino x-mila click in data 24 febbraio per creare un neologismo. Non è nulla di diverso da quei mille post in utili tipo "il cancro è una brutta malattia, condividi se sei d'accordo". (un click fa fine e non impegna, una donazione all'AIRC è già più difficile).

Ricordiamoci che anche Eco aveva un ottimo senso dell'umorismo e dubito si sarebbe indignato davanti al petaloso. Avrebbe riso, e magari ci avrebbe spiegato che anche il cornetto burroso o cremoso che conto di comprarmi domani in panetteria fu osteggiato alla sua comparsa (esempio a caso generato dal costante stato dell'essere a dieta che mi fa sognare prodotti da forno alle 9 di sera).

Quindi: inspirare... espirare... inspirare... espirare...
Domani il petaloso sarà già morto


message 6: by Martina (last edited Feb 24, 2016 12:21PM) (new)

Martina | 535 comments Roberta wrote: "Il punto è il solito sensazionalismo. Ho visto titoli di giornale che dicevano "se petaloso si diffonde la Crusca lo mette nel vocabolario".
No, la Crusca non mette nulla nel vocabolario, perché la Crusca non scrive/edita/pubblica vocabolari.
La risposta... "


Sono totalmente d'accordo con te!


message 7: by Shardangood (new)

Shardangood | 2119 comments Roberta wrote: "nebula91 wrote: "In un certo senso capisco la tua frustrazione, però solo due parole che studiosi di lingue presenti qui su GRI potranno poi confermare/smentire e spiegare meglio dato che io non so..."

Non avrei potuto scrivere una replica più petalosa.


message 8: by [deleted user] (new)

Quanta leggerezza in questo topic.


message 9: by Esteb (new)

Esteb | 831 comments wow hai un master in tetrapiloctomia?


message 10: by [deleted user] (new)

Chi, io? In un certo senso, sì. :)

"Ricordiamoci che anche Eco aveva un ottimo senso dell'umorismo e dubito si sarebbe indignato davanti al petaloso. Avrebbe riso, e magari ci avrebbe spiegato che anche il cornetto burroso o cremoso che conto di comprarmi domani in panetteria fu osteggiato alla sua comparsa (esempio a caso generato dal costante stato dell'essere a dieta che mi fa sognare prodotti da forno alle 9 di sera)." Saggia Roberta!


message 11: by Esteb (new)

Esteb | 831 comments dicevo a Roberta, il tuo post non avevo ancora letto. ..


message 12: by Francesco (last edited Feb 24, 2016 01:59PM) (new)

Francesco (thekaspa) | 377 comments Esteb wrote: "wow hai un master in tetrapiloctomia?"

Specializzazione in Avuncologratulazione Meccanica, chiedere del docente UNO
(Per chi non la capisse, è citata nel seguente albo di PKNA)


message 13: by Antonietta (new)

Antonietta | 145 comments A me petaloso piace. Mi ha stampato due minuti di sorriso sulla faccia stamattina. Va bene così, è un "errore bello", come lo ha definito giustamente la maestra e l'Accademia della Crusca è stata veramente empatica e carina a rispondere e incoraggiare il piccolo discente. Petaloso lo trovo poetico. Entrerà nel vocabolario italiano? Chissà. Certo da oggi in tanti conoscono questo nuovo aggettivo.
E poi il bambino non è l'unico a inventare le parole. Anche Rodari le inventava nelle sue filastrocche:

PAROLE NUOVE

Io conosco un signore
che inventa parole nuove.
Per esempio ha inventato
lo "spennello",
che serve per disfare un quadro se non è bello.
Ha inventato l'"anticappello"
(per le persone che
non sentono freddo alla testa);
lo "stemporale" e la "tempesta",
che fanno tornare subito il sole,
e molte altre parole
di grande utilità
in campagna ed in città.
Ora ha in mente di inventare
il verbo "slitigare",
per dividere i tipi letichini
e trasformare i nemici
in buoni vicini.
Finora quel verbo
gli è venuto maluccio, non funziona.
Ma lui non si sgomenta,
ogni giorno ritenta
e prima o poi di certo troverà
la parola per mettere d'accordo
tutta l'umanità.

da "Filastrocche lunghe e corte"


message 14: by SiMo (new)

SiMo (simobiblionauta) | 419 comments Quoto Antonietta: il punto a mio parere non è il rischio che davvero "petaloso" possa mai entrare nel vocabolario ma che una maestra abbia fatto bene il suo lavoro di educatrice e invece di prendere la penna rossa ed evidenziare in modo frustrante l'errore del bambino con una correzione (peraltro sommaria vista la risposta dell'Accademia) l'ha trasformato in un'esperienza costruttiva.
Come diceva Roberta, domani tutti si saranno dimenticati di petaloso, ma sul lato educativo resta un ottimo esempio di come far si che un errore acquisti un valore maggiore di una risposta corretta. È così che dovrebbero lavorare tutti gli insegnanti, Crusca o non Crusca. ;)


message 15: by Giuseppe (new)

Giuseppe Saracino | 396 comments anche a me petaloso piace.

il problema non è il siparietto bambino/maestra/crusca, ma il tempo dedicato dai TG nazionali...


message 16: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Giuseppe wrote: "anche a me petaloso piace.

il problema non è il siparietto bambino/maestra/crusca, ma il tempo dedicato dai TG nazionali..."


Sono d'accordo. La maestra secondo me ha fatto bene a trasformare un'invenzione estemporanea in un'occasione di riflessione sull'evoluzione della lingua e bene ha fatto la Crusca a dimostrare che sono entrambe vive - la lingua italiana e anche l'Accademia - e che gli accademici non sono dei vecchi bacucchi ingessati come se li figura la gente ma dei simpatici professori pronti a riconoscere il cambiamento della lingua parlata e scritta. Ogni anno nuove parole e nuove costruzioni entrano nel lessico e altre silenziosamente si ritirano sullo sfondo etichettate come "obs.". Non tutto ciò che ho imparato a scuola è ancora valido oggi e un testo antico che per me è ancora leggibile mette in difficoltà i miei figli per le sue espressioni antiquate.
Ciò detto, il clamore mediatico ha spinto mia figlia a messaggiarmi rivendicando la necessità, più che di "petaloso" dell'aggettivo "sopracciglioso", dato che non le risulta esista un aggettivo atto a descrivere una persona avente sopracciglia particolarmente folte e incombenti, caratteristica tutt'altro che rara :))


message 17: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2885 comments Mod
SiMo wrote: "Quoto Antonietta: il punto a mio parere non è il rischio che davvero "petaloso" possa mai entrare nel vocabolario ma che una maestra abbia fatto bene il suo lavoro di educatrice e invece di prender..."

Clap clap clap.
La valanga di clic è, come al solito, fastidiosa (come tutti gli aggettivi in -oso), ma il risvolto interessante della faccenda è che mezza Italia ha visto un insegnante fare un buon lavoro e, a me, sembra una buona cosa.


message 18: by ⚔️Kelanth⚔️, Quod scripsi, scripsi. (new)

⚔️Kelanth⚔️ (kelanth) | 1004 comments Mod
Oltretutto segnalo:

“Petalous – having petals”. Esisteva già nel dizionario inglese la parola “petaloso”, bastava fare una piccola ricerca e si scopriva con estrema facilità che sono secoli che all’estero già esisteva come aggettivo. Indubbiamente la storia del piccolo Matteo è più ricamata, più romantica e porta alla luce la voglia di condividere il bello. Perché il bello fondamentalmente non stanca mai e gli occhi di un bambino che guardano il mondo forse sono il “bello assoluto”.

Qui trovate l'articolo.


Ma a parte questo, come già detto da tanti di voi, non è tanto il fatto che un bambino "inventi" un termine, il termine è carino, il bambino è carino, anche la maestra è carina, la visione del mondo degli occhi di un bambino è carino e io da padre la sperimento tutti i giorni, ma è tutto il ricamo che se ne fa intorno che è insopportabile.
Ieri è uscita la relazione di Amnesty del 2015 dove si evidenzia che esistono torture in 122 paesi, limitazioni alla libertà d’espressione e di stampa in 113. E almeno 156 difensori dei diritti umani morti in carcere o uccisi in mezzo alla strada.
E noi stiamo a parlare di "petaloso", non per cinque minuti, ma per tutto un giorno intero, è questo che personalmente mi disturba.


message 19: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2885 comments Mod
Laura wrote: "Chiunque allora potrebbe scrivere idiozie barbare con la scusa del neologismo."

Già lo fanno.


message 20: by Tintinnabula (new)

Tintinnabula | 1051 comments Io la penso come Kelanth. Mi infastidisce in particolare questo costante buonismo: se dici che la storia di questo bambino non ti interessa, sei subito indicato come un senza cuore.
Creare sensazionalismo con storie quotidiane non mi pare abbia reso le persone più empatiche nella vita reale, visto che non trovo nemmeno uno straccio di persona che mi tenga aperto il portone mentre esco con la bicicletta.


message 21: by Rowizyx (last edited Feb 25, 2016 12:53AM) (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
Il problema penso sia la dimostrazione di analfabetismo funzionale sia dei giornalisti che dei loro lettori, al solito, visto come è stata trasmessa la notizia.

Sicuramente questo bambino e questa classe hanno imparato cos'è la Crusca e come lavora, e informazioni sull'etimologia delle parole nuove in maniera più attiva e coinvolgente che con una semplice spiegazione della maestra, ed è questo interessante.


message 22: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Non è il fatto che perdiamo tempo a parlarne noi - dopotutto questo è un posto per discutere di letture e di letteratura, non è fuori luogo che si discuta se un termine sia appropriato o meno o se l'Accademia della Crusca faccia bene il suo lavoro - quanto lo sproporzionato rilievo dato dai mezzi di informazione a una piccola notizia come questa, ma soprattutto l'appiattimento di TUTTI i mezzi di informazione sulla stessa notizia ripetuta con le stesse parole e condita con gli stessi commenti. Ci sono tutti i giorni altre piccole notizie altrettanto o anche più degne di rilievo che passano completamente sotto silenzio, pur restando nel sensazionalismo frivolo si potrebbe se non altro offrire un po' di varietà. Io poi non la trovo commovente, tutt'al più divertente, forse non ho colto bene il messaggio... che c'entra il cuore con l'evoluzione della lingua italiana? Aha, cuore come Cuore, maestrina dalla penna rossa, eccetera, adesso capisco, ecco forse perché ha avuto tanta risonanza.


message 23: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
La funzione dei giornali è cambiata tantissimo negli anni. Dal giornalismo sempre in cerca di notizie "inedite" e uniche, che attirassero nuovi lettori e quindi compratori, siamo passati a dover "confermare" le stesse notizie tutti, anzi, lo scoop oggi ha del sospettoso. Perché ne parli solo tu? C'è qualcosa di strano...


Read me two times | 606 comments essendo fuori da ogni social, ho scoperto solo ieri sera tardi cosa fosse petaloso e devo dire che la parola in se' mi ha fatto sorridere. Non mi piace molto come suona, ma anche altre parole accettate non mi piacciono, quindi non e' questo il punto.
Poi leggo qui che i media si sono interessati tutti all'argomento.
Ora, io non ho la tv perche' mi rifiuto, ma posso benissimo immaginare quali servizi abbiano fatto sull'argomento. Ce li ho proprio in mente adesso. E, stavolta in piccolo, non posso fare a meno di pensare ancora a 1984. Esagerero' io, ma ormai le notizie pilotate sono una realta' talmente diffusa che non fa manco piu' scalpore. Non suscita nulla se non un "vabbe' ma si sa".
Questo, oltre che una profonda tristezza, mi fa una rabbia che al confronto Cujo e' uno zuccherino.


message 25: by Moloch (last edited Feb 25, 2016 01:05AM) (new)

Moloch | 6377 comments Mod
Come avete già scritto in molti, il problema non è tanto che se ne parli (se non si potesse parlare anche delle notizie "leggere" dovremmo chiudere la sezione Off Topic) ma come si sta presentando la (non) notizia, come una specie di "impresa" del bambino che da solo con la sua innocenza infantile ha scardinato le tristi e impoetiche regole della lingua italiana. Se davvero la lingua italiana aveva "bisogno" di un termine che esprimesse il concetto "avere petali" lo si vedrà col tempo, magari tra 20 anni i testi di botanica saranno pieni di "petaloso". Altrimenti rimarrà un "hapax legomenon" (visto che roba vi ho tirato fuori?). (EDIT il che appunto ha risposto la Crusca)

Domani i TG si concentreranno su qualcos'altro (presumbilmente sempre fornito dal "popolo dei social network") per riempire i due minuti prima delle previsioni del tempo.


message 26: by Francesco (new)

Francesco (thekaspa) | 377 comments @Bruna, spiegale che esiste già il termine, è "Capaldi"
https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/...

No, la maestra non ha fatto un buon lavoro. Era un lavoro sugli aggettivi e lui ne ha coniato uno non esistente. Doveva segnare l'errore, non mandarlo alla Crusca. O, se proprio voleva scrivere alla Crusca, doveva evitare di postare su FB e contattare tutti i media per farlo sapere al mondo. Perché in questo modo non è più valorizzare
Valorizzare l'inventiva di un bambino è importante, ma ci sono tempi e luoghi. In un tema petaloso va bene, in un compito sugli aggettivi no.


message 27: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
Francesco wrote: "@Bruna, spiegale che esiste già il termine, è "Capaldi"
https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/...


Uh, io pensavo fosse Elio delle Storie tese.... Gara alle peggiori sopracciglia XD


message 28: by Francesco (new)

Francesco (thekaspa) | 377 comments Quelle di Elio non sono da attacco


message 29: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Vogliamo parlare di quelle di Treat Williams, uno che deve ringraziare il passare degli anni perché ingrigendosi si sono almeno sbiadite e adesso si confondono nelle rughe della fronte?
Fine OT sulla gara alle peggiori sopracciglia.


message 30: by Esteb (new)

Esteb | 831 comments Francesco wrote: "Esteb wrote: "wow hai un master in tetrapiloctomia?"

Specializzazione in Avuncologratulazione Meccanica, chiedere del docente UNO
(Per chi non la capisse, è citata nel seguente albo di PKNA)"


VOGLIO QUELL'ALBO!!!!


message 31: by Esteb (new)

Esteb | 831 comments Giuseppe wrote: "anche a me petaloso piace.

il problema non è il siparietto bambino/maestra/crusca, ma il tempo dedicato dai TG nazionali..."


YESSS!!


message 32: by Laura (new)

Laura Jelenkovich (laurajelenkovich) | 137 comments Tutti inventiamo parole, è normale, per i bimbi poi non c'è da stupirsi. E' la maestra che secondo me ha sbagliato creando un precedente. Adesso tutti i bambini della sua classe faranno a gara ad inventare aggettivi per avere le stesse attenzioni del compagno petoloso, ma non capiranno perchè le loro idee non verranno mandate alla Crusca. E' vero, la cosa si sgonfierà e non credo che petaloso verrà inserito in un vocabolario, resta il fatto che basta un attimo, una distrazione e nel giro di pochi anni la nostra lingua non sarà più la stessa. Effetti della globalizzazione? Ieri per esempio sono passata davanti ad una fabbrica della Barilla: c'è scritto sul muro an italian company since 1877. E allora perchè è scritto in inglese e non in italiano??????


message 33: by Esteb (new)

Esteb | 831 comments Nazzarena wrote: " è che mezza Italia ha visto un insegnante fare un buon lavoro e>
e che di questa mezza Italia solo un dieci per cento ha capito cosa è realmente successo....
ok sono pessimista oggi



message 34: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
Io avrei detto il 5%, fai un po' te... Ma io sono brutta e cinica.


message 35: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2953 comments Mod
@Laura, potrebbe essere per il turismo agroalimentare: agli stranieri piace tantissimo fare turismo sulle eccellenze del cibo italiano, l'ho visto coi miei occhi andando a trovare un'amica a Langhirano quando lavorava per il Museo del prosciutto... Due visitatori su tre sono stranieri. Di solito quando la racconto, le persone mi chiedono "perché, esiste un museo del prosciutto?!", con tono che va dal meravigliato alla presa per il culo.

Non so se facciano tour nelle singole fabbriche della Barilla, però potrebbe essere un tentativo di attrarre turisti.


message 36: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2885 comments Mod
Rowizyx wrote: "Io avrei detto il 5%, fai un po' te... Ma io sono brutta e cinica."

10%? 5%? O magari dieci, o cinque? :D

Le sopracciglia attaccate hanno il loro termine, però. Voglio "monociglio" nel dizionario.


message 37: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Nazzarena, io credo che "monociglio" ci sia già nel dizionario, anche se magari non nel mio che è vecchio non dico come me ma quasi.


message 38: by Sandra (new)

Sandra T | 663 comments Che bello ricordare perché ho abbandonato Facebook: la noia per questi sensazionalismi di cui ora mi arriva notizia solo tardi e senza scendere nel dettaglio, e neanche sempre.
Mi hanno detto che sono una snob per questa ragione. Non mi interessa neanche chiedere a me stessa se sia vero, so solo che mi sento meglio distante da queste dinamiche e sentirmi meglio su come uso il mio tempo è tutto quello che serve.
Meglio c$$$eggiare(*) su Goodreads :)

(*) A proposito di neologismi.


message 39: by ⚔️Kelanth⚔️, Quod scripsi, scripsi. (new)

⚔️Kelanth⚔️ (kelanth) | 1004 comments Mod
Ed ecco la beffa:

E la parola «petaloso» spunta in un testo di botanica del 1693
Il termine è stato usato da un farmacista inglese che a fine Seicento ha censito centinaia di piante, fiori e animali

Corriere della Sera

Povero bimbo, povera maestra, povera Crusca. Poveri noi.


message 40: by [deleted user] (last edited Feb 25, 2016 03:16AM) (new)

Ah, Sandra come ti capisco. Io ho fatto la stessa cosa , sono solo qui su GR e mi basta. :)


message 41: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3274 comments Kelanth wrote: "Ed ecco la beffa:

E la parola «petaloso» spunta in un testo di botanica del 1693
Il termine è stato usato da un farmacista inglese che a fine Seicento ha censito centinaia di piante, fiori e anima..."


Ma in che lingua scriveva (o credeva di scrivere) il botanico inglese? In italiano o in latino? Non ci capisco più niente.


message 42: by Shardangood (new)

Shardangood | 2119 comments Rowizyx wrote: "@Laura, potrebbe essere per il turismo agroalimentare: agli stranieri piace tantissimo fare turismo sulle eccellenze del cibo italiano, l'ho visto coi miei occhi andando a trovare un'amica a Langhi..."

Quando sono andato a Madrid ho visitato più volte quei musei.


message 43: by Kikyosan (new)

Kikyosan | 392 comments a me petaloso non dispiace come termine, sebbene suoni infantile e un po' fastidioso: si dice foglioso, frondoso, perchè non petaloso?
In realtà credo che lo scolaro in questione non sia il primo a usarlo.

Tecnicamente poi, se devo fare la biologa puntigliosa, il termine esatto per la margherita sarebbe "ligulosa". Forse la rosa la definirei petalosa, ma è più elegante, per ora, dire che ha molti petali.
"Rosa petalosa" mi piacerebbe farlo dire a Banderas... :D

Quel che non mi è piaciuto è svegliarmi stamattina e guardare al tg un servizio su una roba tanto banale, sarà mica il primo bimbo a tirar fuori una parola inesistente ma "carina"? Non è certo un fenomeno...


message 44: by Marco (new)

Marco (marcoverga86) | 28 comments Bruna wrote: "Ciò detto, il clamore mediatico ha spinto mia figlia a messaggiarmi rivendicando la necessità, più che di "petaloso" dell'aggettivo "sopracciglioso", dato che non le risulta esista un aggettivo atto a descrivere una persona avente sopracciglia particolarmente folte e incombenti, caratteristica tutt'altro che rara :)) "

Da me si dice che ha il manubrio (ma anche monociglio)!

E comunque ho appena scoperto che anche su GR esiste PKNA! L'avevo cercato tempo fa (ma sicuramente l'avevo cercato male...)


message 45: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5961 comments Mod
Rowizyx wrote: "@Laura, potrebbe essere per il turismo agroalimentare: agli stranieri piace tantissimo fare turismo sulle eccellenze del cibo italiano, l'ho visto coi miei occhi andando a trovare un'amica a Langhi..."

In Piemonte si può fare il tour della Martini & Rossi, si spera con degustazione finale


message 46: by Sevy (new)

Sevy (sevy_) Per me la storia in sé è molto carina, ma nel senso che la leggi, sorridi, uh che carino l'accademia della crusca ha risposto a un bambino...stop!

Non capisco perché tutto debba diventare un fenomeno di massa. Non sono nemmeno su Facebook e ho comunque i petali che mi escono dalle orecchie!


message 47: by Esteb (new)

Esteb | 831 comments Ho fatto almeno 3 gite scolastiche, una per ogni scuola (elementare, media, superiore) alla Ferrero ma non so se fanno i tour turistici o solo per scolaresche...
ci ho ricavato una dipendenza da Nutella, anche se all'epoca la ricetta era un po' diversa...


message 48: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5961 comments Mod



message 49: by ⚔️Kelanth⚔️, Quod scripsi, scripsi. (new)

⚔️Kelanth⚔️ (kelanth) | 1004 comments Mod
Roberta wrote: ""

ROFTL


message 50: by Shardangood (new)

Shardangood | 2119 comments Comunque credo che il bambino sia stato influenzato da Antonio Banderas e il suo "inzupposo". Non so se su quello si sia pronunciata l'Accademia della crusca.


« previous 1
back to top