Goodreads Italia discussion

149 views
Discussioni sui Libri > Chi legge e chi vota (ne#?*/$ç poll)

Comments Showing 1-50 of 131 (131 new)    post a comment »
« previous 1 3

message 1: by [deleted user] (new)

Ogni tanto leggo le discussioni dei GdL se sono su libri che mi interessano, anche se non ho votato per quel libro nello specifico perchè magari avevo altre letture in programma quel mese oppure c'erano altri libri nella poll che mi interessavano di più. Comunque, per arrivare al punto, mi sembrava di vedere sempre le stesse persone commentare e così, avendo un po' di tempo da perdere, ho voluto verificare. E sì, sono prevalentemente sempre le stesse persone. Al che mi sono chiesta, ma sono lettori "flessibili" che si impegnano a leggere qualunque libro vinca oppure è solo fortuna e per caso il libro che avevano votato aveva ricevuto la maggioranza dei voti?
La risposta è la prima. Quindi i miei complimenti, sono davvero dei super lettori.

Comunque, vi avevo detto che avevo tempo da perdere, quindi mi sono segnata un po' di numeri che possono essere interessanti, soprattutto in previsione del mese di Febbraio, che è stato stravinto da Furore con ben 56 voti.
Tutti i seguenti numeri vanno letti con un circa davanti, perchè mi ero riproposta di segnare separatamente chi leggeva per la prima volta, chi rileggeva o chi commentava avendo già letto il libro nel passato ma non riesumandolo apposta per il GdL... e poi mi sono stufata... quindi... vabbè XD

Mortdecai è stato letto da 11 persone. Di queste 3 lo avevano votato nella poll (su un totale di 13 votanti per quel libro).

La valle dell'Eden è stato letto da 14 persone. Di queste 3 lo avevano votato nella poll ( su un totale di 16 votanti per quel libro).

Cecità è stato letto da 16 persone. Di queste 3 lo avevano votato nella poll ( su un totale di 23 votanti per quel libro).

Possessione è stato letto da 10 persone. . Di queste 6 lo avevano votato nella poll ( su un totale di 27 votanti per quel libro).

Il nome della rosa è stato letto da 14 persone. . Di queste 3 lo avevano votato nella poll ( su un totale di 22 votanti per quel libro).


Quali sono le ragioni per cui un libro viene votato e poi non letto?

- Lunghezza? Per esempio sulla discussione di Possessione, Roberta, dopo alcune persone che si scusano di non poter partecipare alla lettura, scrive qualcosa tipo "non potete proporre mattonazzi e poi fuggire".
-Reperibilità? Magari uno al momento del voto pensava di comprare il libro ma poi in libreria o su amazon si è fatto distrarre da mille altri libri. Oppure non c'era in biblioteca.
-Periodo di pubblicazione. Ci sono più persone attirate verso i classici che non verso libri moderni? Oppure è più facile trovare nella libreria di casa un classico rispetto a un libro recente? Libri più vecchiotti hanno fatto in tempo a costruirsi una certa fama che invoglia a leggerli?
-Tempo. Passa troppo tempo fra il momento del voto e quello della lettura e magari scema l'interesse o si accumulano altre letture?
(Personalmente mi piace molto che ci sia abbastanza tempo perché così riesco a procurarmi una copia.)
- Le persone leggono ma poi non commentano?

E al contrario, quali libri attirano maggiormente lettori che non avevano votato nella poll?
Sono libri che una persona comunque voleva leggere e ha colto l'occasione per farlo in gruppo? Prevale il piacere di leggere insieme sulla scelta di un libro piuttosto che un altro?

Ma soprattutto, le 56 persone che intendono leggere Furore, di quanta cioccolata avranno bisogno per riprendersi dalla depressione? Tanta. La risposta è tantissima cioccolata. Iniziate a rifornirvi :P


message 2: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5937 comments Mod
Ovviamente parlo per me: in linea di massimo leggo il GdL del mese se è un libro che non ho mai letto prima o,più raramente, se è un libro che mi è piaciuto molto e voglio rileggere. L'incentivo, anche se non ha vinto il titolo da me votato, è dato dalla discussione di gruppo. Mi è capitato, raramente, di leggere e non commentare: magari avevo lasciato il libro per la fine del mese e gli altri avevano già commentato con gli argomenti che volevo portare io.

Credo che i classici attirino di più solo perché sono più conosciuti e si sa a cosa si va incontro. Posso dire che i Promessi Sposi non mi piace, ma dopo secoli di indottrinamento nessuno oserà dire che è scritto male o che la trama è povera. Su un classico è più facile interiorizzare e "darsi la colpa": non l'ho capito. Classici e best seller poi sono la spina nel fianco dei lettori accaniti, visto che i titoli sono conosciuti anche da chi fa fatica con la Gazzetta dello Sport: "ma come, tu che leggi così tanto non hai mai letto [inserire titolo a piacere]?". Su di me, lettrice competitiva, fa un po' effetto.

Ultima cosa: il tempo. Io guardo 3 cose mensilmente su GRI: il Gdl, la parola e il tema del mese. Gli ultimi due mi sono utili per sfoltire (ah ah, chi voglio prendere in giro? Diciamo per limitare la crescita) dei libri comprati/scaricati e lasciati lì, per cui partecipo sempre se ho qualcosa di adatto in lista. Il GdL, imponendomi un titolo preciso, passa in terzo piano.

Adesso poi c'è anche il GdXL, che mi interessa di più. Ho notato che ho preso un brutto vizio da quando frequento Goodreads, ed è quello di guardare la barretta del Reading Challenge che si colora. Quantitativamente un libro di 1000 pagine dovrebbe impegnare come due da 500, ma i due da 500 fanno più volume in home page.
Dato che il GdXL presuppone una resistenza maggiore (3 o 4 mesi invece di uno) puoi tenerlo d'occhio e vedere in quanti partiamo e in quanti arriviamo alla fine. Anche qui però chi ha partecipato alla discussione, (e sono stati in molti, le solite facce note ma anche gente che di solito scrive meno) ha voluto iniziare con un classico.


message 3: by Monica (new)

Monica Boscolo | 203 comments io ammetto di leggere tutti i commenti ma di commentare pochissimo....e commento pochissimo per pigrizia e un pò perche sono sempre molto sintetica nei miei commenti mentre voi riuscite a scrivere dei saggi (che invidia!!!!)


message 4: by Anna [Floanne] (new)

Anna [Floanne] (floanne) | 617 comments Personalmente, mi sento molto in colpa quando voto nel sondaggio e poi non leggo il libro scelto. Solitamente, se voto, cerco di partecipare ma capita che poi ci siano altre distrazioni (leggi "sfide") che mi fanno deviare dai miei buoni propositi. Io cerco di pianificare le mie letture, ma regolarmente i piani saltano e mi ritrovo in mano titoli che non sapevo esistessero.... Dei titoli analizzati da Giorgia, mi è successo con Possessione (che ho promesso sarà nella mia top list 2016) e la Valle dell'eden (che però, se non erro, era una Gdl estivo e per me l'estate, con i figli a casa da scuola significa meno tempo per le letture). Ora prometto di impegnarmi con I miserabili!


message 5: by Bruna (last edited Nov 30, 2015 12:28AM) (new)

Bruna (brunacd) | 3210 comments Io leggo sempre il libro del mese, a meno che non l'abbia già letto di recente o che non mi sia piaciuto quando lo lessi la prima volta o che l'abbia già letto e sia lunghissimo. Non sempre voto nei sondaggi, in compenso.
Preferisco leggere tutti i libri proposti dai vari GdL che partecipare alle sfide, che mi porterebbero via molto tempo per scegliere i libri e per dichiarare le letture fatte. Lo preferisco perché la cosa che mi piace di più è avere l'occasione di discutere sui libri che leggo.

Non so se leggerò Furore. Già letto in passato, potrei rileggerlo ma lo ricordo come orribilmente deprimente. Altro caso in cui non leggo il libro del mese: troppo deprimente. Finora Non è mai capitato che un libro da me proposto vincesse, ovviamente se vincesse lo leggerei. E ci mancherebbe altro.


message 6: by Virginia (new)

Virginia (virginiasignore) | 59 comments eccomi io sono tra coloro che votano ma raramente leggono il libro. questo succede per due motivi. primo, ho realmente intenzione di leggere quel libro e cerco di leggerlo con il gdl ma raramente riesco a stare al passo perché mi stanno strette le pause tea una tappa e l'altra. il secondo motivo è che mi interessa un determinato libro e vorrei averne informazioni, valutazioni e recensioni aggiuntive da parte di lettori abituali come è la nostra comunità. può sembrare egoistico ma voto per farvi leggere un libro per poi avere più votazione e recensione per capire se può interessarmi. non mi odiate vi prego


message 7: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3210 comments Virginia, io non ti odio, ma se vuoi dei pareri su un determinato libro, non potresti, ehm..., chiederli ?
Molti lettori voraci non vedono l'ora di condividere le loro opinioni sui libri che hanno letto (io almeno sono così) e qui ce ne sono parecchi... nomina un libro qualsiasi e quasi certamente salterà fuori qualcuno che lo ha letto.


message 8: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2947 comments Mod
Purtroppo i libri che voto non vincono quasi mai :(

Dipende poi se il libro mi interessa lo stesso o da quanto è facile reperirlo. Mortdecai ad esempio non è in nessuna delle biblioteche che frequento, e non mi ispirava abbastanza da comprarlo.

Avevo votato il Nome della rosa ma poi ero malpresa con i miei soliti mille prestiti intrecciati e non volevo rischiare di rovinarmi la lettura, per il resto di solito se il titolo mi interessa cerco di partecipare...


message 9: by Kikyosan (new)

Kikyosan | 392 comments Io ho votato credo due sole volte. una per decidere la lunghezza delle letture del GdXL, perchè nel caso che decidessi di parteciparvi, vorrei avere più tempo possibile (dato che non ho tanto tempo a disposizione).
L'altra era per il GdL di saggistica, ma il mio libro ha perso. Sono stata ben felice di leggere comunque il vincitore.

I motivi per cui non voto negli altri sondaggi è che ho così poco tempo per leggere ultimamente che mi sembra brutto esprimere una preferenza per poi non partecipare.
E se esprimo una preferenza, è perchè sono intenzionata a leggere quel libro.

Mi chiedo, dovrei votare lo stesso? Meglio vedere tanti votanti o pochi votanti nei sondaggi? Tanto alla fine se a leggere sono sempre i soliti flessibili, cambia poco. O no?


message 10: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3210 comments Kikyosan, stavo pensando più o meno le stesse cose, riguardo ai sondaggi. Certo che in effetti, se siamo sempre più o meno gli stessi a leggere - e leggiamo qualsiasi cosa ci venga propinata - poco cambia se al sondaggio partecipano quattro persone o quaranta. D'altra parte, per la stessa ragione, noi "flessibili" potremmo un po' risentirci perché ci viene di fatto imposta una lettura invece che un'altra senza un vero perché. A questo punto, tanto varrebbe mettere un centinaio di titoli in un cappello e pescarne ogni mese uno a caso.


message 11: by Tintinnabula (new)

Tintinnabula | 1051 comments Dovrei controllare, ma credo di aver votato per il vincitore del GDL solo una volta (quello che inizia ora a dicembre), e mi sono procurata il libro giusto un paio di settimane fa.
Ho poi proposto dei libri per gennaio, febbraio e marzo, e ovviamente non ho vinto! Non è per ripicca che non leggerò i vincitori, è solo che proprio non mi interessano.
Trovo quasi più interessante il GDL di saggistica, che è un genere che leggono in pochi, e trovo stimolanti i suggerimenti, anche se non riesco a leggerli subito.
Personalmente ho delle difficoltà a gestirmi con le scadenze, a volte ho già iniziato altro, a volte mi scoccia semplicemente l'idea di "dover" leggere quel libro in quel momento. Non sono sicuramente una lettrice flessibile, tutt'altro.


message 12: by Laura (new)

Laura Jelenkovich (laurajelenkovich) | 110 comments "Ma soprattutto, le 56 persone che intendono leggere Furore, di quanta cioccolata avranno bisogno per riprendersi dalla depressione? Tanta. La risposta è tantissima cioccolata. Iniziate a rifornirvi :P "

eheheh, sante parole


message 13: by Diabolika (new)

Diabolika | 1748 comments Avevo iniziato a proporre i libri per i sondaggi. Ora lo faccio raramente, contenta di lasciarmi invogliare dai vostri suggerimenti.

Ho sempre votato nei sondaggi e letto quasi tutti i libri (indipendentemente che il libro vincitore sia quello che avevo votato). Se non lo faccio è proprio perché il libro non mi interessa.

Però mi sorge una domanda che volentieri vi giro: perché proporre un libro, votarlo e (nel caso risulti vincitore) non partecipare insieme alla lettura nel GdL? (non posso dire che non venga letto perché l'inesistenza dei commenti non garantisce che la persona non lo abbia letto per i fatti suoi). Non so, proprio non capisco...


message 14: by Pierre (last edited Nov 30, 2015 05:21AM) (new)

Pierre Menard | 2327 comments Mod
Molto interessante questa discussione, grazie, Giorgia, per aver indotto queste riflessioni con la tua raccolta dati. Aggiungo qualche piccola nota, anche se non potrò dare risposte molto generali.

A me piace moltissimo leggere in compagnia, perché mi piace ascoltare i pareri altrui e anche discuterli. E' chiaro che un gruppo di lettura è uno spazio molto attraente per me, e penso di essere uno degli utenti che tu indichi come abbastanza presenti nei GdL. Da quando ho la maggiore età, cerco di votare sempre in tutti i sondaggi, ma non me la prendo se non vinco (fra parentesi, sono io ad aver proposto "Possessione", il meno letto fra quelli citati da Giorgia) e cerco comunque di leggere il libro del mese. Come tutti sono sempre in debito di tempo e quindi devo organizzarmi un po': per esempio non ho potuto leggere "La valle dell'Eden" ad agosto e ho rimediato nell'ultimo mese, approfittando del fatto che i GdL rimangono sempre aperti.

Penso di essere abbastanza "flessibile", nel senso che tendo a leggere con una certa varietà, anche se ci sono alcuni generi che prediligo e altri che leggo più raramente. Per questo può capitare che non legga uno dei libri del mese (mi è capitato con Gaiman). Altri motivi per non partecipare possono essere l'averlo già letto. Devo dire però che grazie al GdL ho scoperto bellissimi libri che non conoscevo: Il racconto dell'ancella, Stoner (anche se l'ho letto molto in ritardo), Il cardellino, A sangue freddo per fare qualche esempio.

Il fattore tempo è molto determinante, penso per tutti (molto più della reperibilità, difficile pensare che non ci si riesca a procurare Steinbeck anche in una biblioteca di piccole dimensioni). Sulla questione classici-moderni condivido le osservazioni di Roberta. Ho notato un certo trend: più gente vota e più è facile che la scelta cada su un classico (non necessariamente pre XX secolo, può anche trattarsi di Calvino o di Faulkner) e che i primi classificati siano classici. Evidentemente l'idea di classico è ancora piuttosto solida nel mondo dei lettori italiani, soprattutto in chi è fresco di studi.

Da questo punto di vista il GdXL che parte (domani) in una forma un po' più strutturata rispetto al GdL standard, è sicuramente un test interessante per vedere quanto può attrarre un libro sicuramente importante e impegnativo come "I miserabili" e quanto viva si riuscirà a tenere la discussione.

Sulla questione del voto, devo dire che non sono d'accordo con chi sostiene che tutto sommato non serva, e che se votano meno persone non cambia niente. Penso che ogni scelta sia un'occasione per partecipare alla vita del gruppo e magari per avvicinarsi a una lettura che crea dubbi (troppo lungo? troppo difficile? troppo triste? troppo postmoderno?). Ho visto varie persone che di solito non intervengono mai accendersi per qualche libro speciale. Più voti vengono espressi e più possibilità ci sono che qualche utente si faccia (più) vivo. Penso che non sarebbe piacevole se a decidere fossimo in venti o trenta... allora tanto varrebbe sottomettere (scusate l'anglismo) le adesioni al gruppo a un esame di idoneità. Naturalmente maggiore libertà significa anche che non tutti eserciteranno la loro libertà in modo pieno... ma penso che scegliere di quanta libertà si vuole far uso è anche questo un esercizio di libertà.


message 15: by Kikyosan (new)

Kikyosan | 392 comments io son d'accordo con te Pierre. Non so se dal mio post traspaia il messaggio che non serva votare, in realtà intendevo porre domande non retoriche per far riflettere sul fatto che anche se alla fine i libri vengono letti da poche persone, è comunque un modo per coinvolgere tutti. se un voto è troppo impegnativo poi le persone partecipano di meno, a mio parere.


message 16: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3210 comments Pierre wrote:Penso che ogni scelta sia un'occasione per partecipare alla vita del gruppo e magari per avvicinarsi a una lettura che crea dubbi (troppo lungo? troppo difficile? troppo triste? troppo postmoderno?). Ho visto varie persone che di solito non intervengono mai accendersi per qualche libro speciale. Più voti vengono espressi e più possibilità ci sono che qualche utente si faccia (più) vivo. Penso che non sarebbe piacevole se a decidere fossimo in venti o trenta...

Io credo, Pierre, che questo sia uno di quei casi in cui ciò che è bene per il gruppo (GR Italia) non coincida con ciò che è bene per l'individuo, nella fattispecie per me. Sono d'accordo che più sono le occasioni di intervenire più qualche utente poco attivo può farsi vivo, e questa è indubbiamente una buona cosa. Ma se intervenire per proporre o votare una lettura e poi, se quel libro vince il sondaggio, non solo non partecipare alla discussione ma nemmeno leggere il libro diventasse un comportamento abituale, a me pare che altri individui del gruppo - quelli che il libro lo leggono e lo commentano pur non avendolo votato - abbiano subito una "disutilità" che mi pare giusto conteggiare. Se a suo tempo Mortdecai avesse avuto solo i tre voti delle tre persone che lo hanno anche letto (supponendo che siano le stesse) probabilmente questo mese avremmo letto qualcosa che in media ci sarebbe piaciuto di più. E che magari era stato proposto da più di tre votanti/lettori.
L'alternativa comunque, almeno a mio parere, non sarebbe quella di un comitato ristretto quanto quella della scelta casuale.
Poi ripeto, io leggo tutto o quasi. Per quanto mi riguarda, l'importante è che ci sia un GdL ogni mese, non come o quando o da parte da chi viene scelta la lettura in questione, basta che non sia una boiata. Ma veramente i dati che ha raccolto Giorgia mi hanno sorpreso. E anche, forse, mi hanno fatto sentire un po' scema (non che non ci sia abituata, eh).


message 17: by Pierre (last edited Nov 30, 2015 07:22AM) (new)

Pierre Menard | 2327 comments Mod
Bruna, perdonami, ma non riesco a ragionare in termini così utilitaristici quando si tratta di letture... ;) Devo dire che non ritengo del tutto sprecata la (vostra) lettura di Mortdecai: a me è servita per capire che era meglio non leggerlo! Scherzo, ovviamente!

Tornando seri, non è mica sempre facile dire che un libro merita una lettura o no, prima di leggerlo. Per esempio, proprio Mortdecai aveva riscosso molte simpatie come lettura leggera ma spiritosa e divertente: eppure è stato un disastro. Il libro di Rovelli ha generato uno spettro molto ampio di risposte: a qualcuno è piaciuto un mondo, altri lo hanno apprezzato e qualcuno lo ha ritenuto molto superficiale. La scoperta di Cecità ha sconvolto molti, mentre Eco è passato quasi in sordina. E così via...

D'altra parte, non possiamo mica imporre una lettura a chi la vota (d'accordo con Kikyosan). E poi, non so se vi siete accorti che il numero di votanti è spaventosamente basso per il numero di iscritti al gruppo italiano: ben che vada hanno votato in 200 su un totale 6450 utenti... siamo intorno al 3% (anche peggio che nel "Saggio sulla lucidità" di Saramago!). Se già così pochi utenti votano, non ci dobbiamo meravigliare se ancor meno leggono e ancor meno propongono (*).

> L'alternativa comunque, almeno a mio parere, non sarebbe quella di un comitato ristretto quanto quella della scelta casuale.
Dici con la funzione random? ma se ci capita un libro davvero introvabile o "La storia della massoneria" di Aldo A. Mola (non ve l'auguro!) o magari "I pensieri sparsi escatologici" di Fabio Bolo?
Se non usiamo la funzione random, dobbiamo compilare un elenco... e chi decide l'elenco? I lettori "flessibili"? o magari i vincitori della gara di lettura? o i moderatori?

Scusa se ti faccio una domanda, ma perché quei dati ti fanno sentire così? A me sembra, dagli interventi che fai e che leggo sempre piacevolmente, che tu legga in maniera intelligente e consapevole.

(*) A questo proposito, manca ancora qualche proposta per il GdL saggistica. Se qualcuno volesse contribuire... ;)
https://www.goodreads.com/topic/show/...



message 18: by nebula91 (new)

nebula91 | 131 comments Io ho iniziato a votare (e a frequentare il gruppo più attivamente in generale) solo da poco tempo e solo nel caso di dicembre ha vinto il titolo per cui avevo espresso preferenza. Il libro me lo sono procurato e i buoni propositi ci sono, ma sono consapevole che non le mille letture in programma potrei arrancare (in fondo si tratta di un corposo russo!) e provare un po' del senso di colpa nominato qualche post fa da Anna.

In generale non leggo qualsiasi libro vinca il sondaggio (né qui né in altri gruppi) soprattutto se non è una lettura che vorrei fare. Non essendo una lettrice particolarmente vorace mi porterebbe via troppo tempo. Quest'anno - grazie alla gara! - ho letto una quarantina di libri escludendo i fumetti, in passato non avevo mai superato i 25-30 libri annui. Leggere un libro extra che non mi ispira non sarebbe piacevole per me.

Trovo però molto curioso il dato statisco che è emerso dalle osservazioni di Giorgia.


message 19: by Diabolika (new)

Diabolika | 1748 comments Sono d'accordo con Bruna.

Non penso che questa discussione sia finalizzata a trovare sistemi alternativi per decidere il libro del mese, nè ad obbligare chi vota a leggere, nè a ridurre le proposte.

Però la mia perplessità rimane: perché qualcuno che non ha legittimamente voglia di socializzare il momento della lettura (non commentando mai nei GdL), si prende la briga di socializzare il momento della scelta (proponendo libri)?

Mah... proprio non capisco...


message 20: by Sonia2 (new)

Sonia2 | 173 comments Ciao, io sono una di quelle che vota (quasi mai il vincitore, tranne nel caso della Valle dell'Eden), legge la discussione, ma non scrive... per varie ragioni.
La prima è che mentre leggere mi viene naturale, scrivere è un po' diverso, non ci sono abituata, tendo ad essere troppo prolissa o troppo lapidaria, insomma, come scrittrice non mi piaccio proprio. Tenete conto che è dal liceo che non scrivo, se non per questioni di lavoro, parliamo di quasi 25 anni fa... e vi assicuro che non è facile.
La seconda ragione è che sono una frequentatrice saltuaria di GR, quindi quando apro il GDL leggo i vari commenti già postati tutti insieme, magari qualcuno ha scritto qcs che avrei voluto commentare ma già ci sono altri messaggi posteriori ed il tema è cambiato, quindi non mi sembra appropriato tornare "indietro".
La terza ragione - non ridete - è l'uso del tasto spoiler. Ora, non mi sono mai applicata per imparare ad usarlo e vabbè, probabilmente basterebbe poco. Ma il fatto è lo considero appropriato solo quando si rivelerebbe qualcosa di essenziale della trama, invece vedo che molti lo usano anche con i nomi dei personaggi (!), oppure con accenni generici a temi ricorrenti del romanzo. Insomma, la quarta di copertina di un romanzo sarebbe già uno spoiler? E così, nel dubbio... mi astengo.
Ora, non penso di essere l'unica lettrice non partecipe. Bisognerebbe quindi - nel caso dei votanti non partecipi - visionare la loro lista libri letti... ma perché farlo?
Io credo che per loro funzioni un po' come per me: amano leggere dei loro libri [Tra l'altro, leggo anche le discussioni su libri che non ho nessuna intenzione di leggere (Mortdecai) o di rileggere (Possessione).], forse amano parlarne, ma scriverne... non fa per noi, per ora. In futuro, chissà!


message 21: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2327 comments Mod
C'è anche un altro indicatore interessante, il numero di visite (views) per ogni topic. Anche se non so come vengono valutate esattamente queste visite...

Per esempio "Possessione" ha 96 posts e 116 views, mentre "La valle dell'Eden" 53 posts e 121 views. Il topic dedicato a Vassalli 39 post e 129 views (1:3!).


message 22: by Martina (new)

Martina | 535 comments Pierre wrote: "C'è anche un altro indicatore interessante, il numero di visite (views) per ogni topic. Anche se non so come vengono valutate esattamente queste visite...

Per esempio "Possessione" ha 96 posts e 1..."


Penso che il numero di visite sia in realtà il numero di utenti che ha visualizzato il topic. Per capirci se entro più volte nello stesso topic conta comunque come una visualizzazione.


message 23: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Oh che bel thread.
Ma si dice topic, thread o che?
Mah...
Resto nella mia gaia ignoranza (so di non sapere...non tutto almeno, altrimenti che noia!).

Sono combattuta tra Pierre e Bruna.
Votare e poi non partecipare, né con commenti né con lettura, mi pare alquanto assurdo. E molto poco corretto.
Ma nella vita ci sono molte varianti, e magari c'è chi all'ultimo non può e c'è chi tende perverse trappole.
Ricordo, tanti anni fa, mi venne consigliato caldamente un libro solo, scoprii dopo, per vedere l'effetto che mi faceva poiché al proponente non era affatto piaciuto e andava in giro a caldeggiarlo come una sorta di ripicca.
Ahahah, adorabile! X-D
Ci sarebbe da scrivere un libro su questo simpatico s....
Comunque, torniamo a questo bel topic.
Io purtroppo non riesco a partecipare a tutta la frenetica vita di GRI. Cerco di inserirmi dove posso, e poiché mi piace leggere e voglio ampliare la mia conoscenza libresca, leggo il titolo che non ho votato ed a volte non voto perché mi fido di alcuni nomi che oramai ho imparato a riconoscere fra gli altri lettori e che so mi daranno la possibilità di avventurarmi in qualcosa di costruttivo ed utile, poiché che piaccia o meno un libro è sempre una utile esperienza.
Una sorta di uovo di pasqua in forma di libro :-D
Forse poi, molti sentono l'obbligo di votare perché fan parte del gruppo ma poi non partecipano perché non gli interessa l'interazione. Oppure votano ma non avendo vinto il titolo che volevano, non partecipano. Altri gravitano solo nella zona Cosa Leggete, tanto per far sapere cosa stanno leggendo e per avere piccoli scambi con altri utenti, senza tuttavia avere il desiderio di addentrarsi maggiormente nei vari gironi infernali qui presenti. Insomma, GRI ha tanti utenti e tante attività, io stessa a volte vedo nomi mai sentiti prima per il semplice fatto che bazzicano su thread non da me frequentati.


message 24: by [deleted user] (last edited Nov 30, 2015 07:17AM) (new)

Io scorrendo un po' ho visto che l'unico libro che avevo votato e aveva vinto è stato Scritti Corsari, nel GdL di saggistica, e non ho contribuito alla conversazione perchè... lo dico con un po' di timore nei confronti di un nome come Pasolini... continuavo ad addormentarmi mentre lo leggevo. In due mesi avrò letto una quarantina di pagine e poi l'ho mollato. Lì devo dire mi sono sentita un po' in colpa perchè 1) il libro ad un certo punto era in pareggio con un'altro titolo e credo che abbia vinto per una manciata di voti e 2) un grillo parlante (Pierre forse?) aveva avvertito che era pesante... però quello che è pesante per uno può non esserlo per un altro, quindi ho preso nota e votato comunque.

Io per votare seguo alcuni criteri:
1) ho il libro nella tbr shelf?
2) è un libro di un autore che conosco e che mi piace?
3) è un libro che non ho mai sentito prima ma dalla descrizione mi intriga immensamente?
E infine cerco sempre di votare per un libro che intendo davvero leggere qualora vinca.

Non avevo aperto questo topic per "cercare di risolvere un problema" perchè non penso in realtà che limitare il voto nelle poll o cmabiare sistema sia produttivo.
Sono in un altro gruppo dove vigono delle regole molto ferree sul voto, cioè voti solo se al 100% ti impegni poi a leggere il libro ( e addirittura chi propone il titolo modera la discussione, un lavorone). In realtà questo mi frena un po' perchè anche se ci sono dei titoli che mi ispirano, non sempre sono sicurissima di riuscire a leggere un libro in quel mese, a tenere il passo con gli altri lettori... (a trovare cose intelligenti da scrivere!). Beh, in breve, la mia partecipazione al gruppo è modesta. Però mi piace perchè tirano fuori libri spettacolari che non avevo idea esistessero e quindi mi fa comodo comunque restare.

Qui su GrItalia invece mi sento molto più rilassata a leggere e commentare, ma anche a votare nelle poll. Anche perchè come è già stato detto ci sono la parola e il tema del mese, il GdXL, le gare di lettura... insomma, non mancano letture di gruppo fra cui scegliere.


message 25: by Diabolika (new)

Diabolika | 1748 comments Giorgia wrote: "Io scorrendo un po' ho visto che l'unico libro che avevo votato e aveva vinto è stato Scritti Corsari, nel GdL di saggistica, e non ho contribuito alla conversazione perchè... lo dico con un po' di..."

Scusa, per curiosità, come si chiama l'altro gruppo con le regole ferree, così ne girerò al largo!!! :-D


message 26: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5937 comments Mod
Io voto col cuore in prima battuta, ma quando vedo che il mio titolo è in fondo alla classifica e in testa ci sono due o tre libri molto vicini tra loro spesso cambio il voto, cercando di favorire il titolo che vorrei leggere tra quelli che hanno una possibilità di vincere. Sono l'unica?


message 27: by Diabolika (new)

Diabolika | 1748 comments Roberta wrote: "Io voto col cuore in prima battuta, ma quando vedo che il mio titolo è in fondo alla classifica e in testa ci sono due o tre libri molto vicini tra loro spesso cambio il voto, cercando di favorire ..."

No, non sei l'unica. Anche io faccio così... al massimo siamo in due ;-)


message 28: by [deleted user] (new)

Pierre wrote: "Molto interessante questa discussione, grazie, Giorgia, per aver indotto queste riflessioni con la tua raccolta dati. Aggiungo qualche piccola nota, anche se non potrò dare risposte molto generali...."

Possessione però è anche quello fra i titoli che ho preso in esame che ha avuto il maggior seguito dalla poll al gdl ( cioè 6 anzichè 3). E comunque è un libro che aveva suscitato interesse anche in poll precedenti: era già andato in ballottaggio; me lo ricordo perchè quella volta avevo votato per Possessione ma aveva perso. Questa volta mi ispirava di più il maestro e margherita, però sono stata molto combattuta sul voto.


message 29: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Giorgia wrote: "...Però mi piace perchè tirano fuori libri spettacolari che non avevo idea esistessero e quindi mi fa comodo comunque restare..."

Credo che questo racchiudi tutti i perché.
Chi è interessato a partecipare ai vari gruppi lo fa a) per scoprire nuove letture e b) per poterne discutere con altri utenti.
GoodReads è l'unico social in cui mi sento social. Twitter lo uso così di rado che a volte dimentico di averlo, Instagram lo uso più che altro come memo personale fotografico (anche questo usato a momenti alti e bassi) e per il resto sono fuori dal mondo virtuale. Chi viene qui lo fa sapendo di trovare anime gemelle, appassionati di lettura con i quali navigare nell'immenso oceano libresco.
E:

Giorgia wrote: "...lo dico con un po' di timore nei confronti di un nome come Pasolini... continuavo ad addormentarmi mentre lo leggevo. In due mesi avrò letto una quarantina di pagine e poi l'ho mollato. ... lo dico con un po' di..."

Io, personalmente, aggiungo che non tocco niente di Pasolini. Lessi alcuni articoli a lui dedicati anni fa, e questo mi fece desistere da partecipare a qualsiasi attività con lui protagonista. Non me ne vogliate, ma proprio non ci riesco. Preferisco leggere le svalvolate di Odifreddi.


message 30: by Pierre (last edited Nov 30, 2015 07:29AM) (new)

Pierre Menard | 2327 comments Mod
>2) un grillo parlante (Pierre forse?)

Crì-crì! ;) Ma non mi piace molto la fine che fa...

@ Lu: non mescoliamo sacro (O.) e profano (P.), eh?! :D


message 31: by [deleted user] (new)

Pierre wrote: ">2) un grillo parlante (Pierre forse?)

Crì-crì! ;) Ma non mi piace molto la fine che fa..."


... che fine fa?


message 32: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Pierre wrote: "@ Lu: non mescoliamo sacro (O.) e profano (P.), eh?! :D "

Ahahahah
Oddio, ho toccato un brutto tasto? :-P
Non me ne volere eh! :D


message 33: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Roberta wrote: "Io voto col cuore in prima battuta, ma quando vedo che il mio titolo è in fondo alla classifica e in testa ci sono due o tre libri molto vicini tra loro spesso cambio il voto, cercando di favorire ..."

No, mi unisco :)


message 34: by Pierre (new)

Pierre Menard | 2327 comments Mod
– Bada, Grillaccio del mal’augurio!... se mi monta la bizza, guai a te!
– Povero Pinocchio! Mi fai proprio compassione!...
– Perché ti faccio compassione?
– Perché sei un burattino e, quel che è peggio, perché
hai la testa di legno.
A queste ultime parole, Pinocchio saltò su tutt’infuriato e preso sul banco un martello di legno lo scagliò contro il Grillo-parlante. Forse non credeva nemmeno di colpirlo: ma disgraziatamente lo colse per l’appunto nel capo, tanto che il povero Grillo ebbe appena il fiato di fare crì-crì-crì, e poi rimase lì stecchito e appiccicato alla parete.



message 35: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Giorgia wrote: "Pierre wrote: ">2) un grillo parlante (Pierre forse?)

Crì-crì! ;) Ma non mi piace molto la fine che fa..."

... che fine fa?"


Saltato in padella? :D


message 36: by Teresa (last edited Nov 30, 2015 07:51AM) (new)

Teresa | 422 comments Roberta wrote: "Io voto col cuore in prima battuta, ma quando vedo che il mio titolo è in fondo alla classifica e in testa ci sono due o tre libri molto vicini tra loro spesso cambio il voto, cercando di favorire ..."

Io non sono qui da abbastanza tempo per poter dire come voto "abitualmente", ma questo mi sembra un atteggiamento intelligente, per cui considerate pure che siamo in tre a regolarci in questo modo :)


message 37: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Pierre wrote: "– Bada, Grillaccio del mal’augurio!... se mi monta la bizza, guai a te!
– Povero Pinocchio! Mi fai proprio compassione!...
– Perché ti faccio compassione?
– Perché sei un burattino e, quel che è pe..."


Meglio la mia versione. Grillo impanato e fritto (non è propaganda politica...).


message 38: by [deleted user] (new)

Diabolika wrote: "Giorgia wrote: "Io scorrendo un po' ho visto che l'unico libro che avevo votato e aveva vinto è stato Scritti Corsari, nel GdL di saggistica, e non ho contribuito alla conversazione perchè... lo di..."

e' questo https://www.goodreads.com/group/show/...

In realtà è un gruppo validissimo. E' solo che ... io sono una lettrice rilassata e quando ci sono regole e scadenze etc io mi sento un po' stretta. Poi sono anche un po' distratta nella lettura, lì invece sono degli osservatori minuziosi ( che è molto bello perchè mi permette di notare elementi che mi sarebbero sfuggiti, però se leggo un libro lì so che leggo solo quello, mentre a me piace giostrare più libri contemporaneamente in base all'umore).


message 39: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Giorgia wrote: "Diabolika wrote: "Giorgia wrote: "Io scorrendo un po' ho visto che l'unico libro che avevo votato e aveva vinto è stato Scritti Corsari, nel GdL di saggistica, e non ho contribuito alla conversazio..."

Forse noi italiano siamo meno puntigliosi e fiscali?


message 40: by [deleted user] (new)

Pierre wrote: "– Bada, Grillaccio del mal’augurio!... se mi monta la bizza, guai a te!
– Povero Pinocchio! Mi fai proprio compassione!...
– Perché ti faccio compassione?
– Perché sei un burattino e, quel che è pe..."


D: ma è terribile!


message 41: by [deleted user] (new)

Lu wrote: "Pierre wrote: "– Bada, Grillaccio del mal’augurio!... se mi monta la bizza, guai a te!
– Povero Pinocchio! Mi fai proprio compassione!...
– Perché ti faccio compassione?
– Perché sei un burattino e..."


XD è giusto precisare


message 42: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3210 comments No, Pierre, non intendevo con una scelta random in toto su tutti i titoli presenti, perché solo se fossimo molto molto fortunati pescheremmo qualcosa di valido. Pensavo a una lista di valide letture preesistente o composta con criteri ragionevoli (il primo esempio che mi viene in mente: lista di Dorfles + premi Strega + libri scritti dai vincitori degli ultimi trenta Nobel; ma si potrebbe certamente fare di molto meglio).
In quanto a sentirmi un po' scema, lo dico perché mi sembra di essere il protagonista inconsapevole di una sorta di esperimento, dove credo di conoscere le regole, mentre non è proprio così. Questo non mi impedisce di leggere né di divertirmi, solo che anch'io lo trovo... strano.


message 43: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5937 comments Mod
Bruna wrote: "No, Pierre, non intendevo con una scelta random in toto su tutti i titoli presenti, perché solo se fossimo molto molto fortunati pescheremmo qualcosa di valido. Pensavo a una lista di valide lettur..."

Torno a pensare che è un po' quello che abbiamo fatto per il GdXL: una lista di titoli papabili si è trasformata in muna listopia da cui attingere. Molti dei partecipanti alla discussione iniziale sono facce note e attive. In base alla discussione abbiamo anticipato di un mese l'inizio, abbiamo deciso di rendere il periodo di lettura variabile, abbiamo deciso di leggere prima un classico e poi un non-classico.
Dubito che l'elenco dei libri tra cui scegliere (se il GdXL resisterà) si amplierà di molto. Possiamo tenerlo come metro di paragone e riprendere questa discussione a fine 2016, per vedere cosa cambia tra il GdL classico e quello lungo.

Sono poi sorpresa, molto piacevolmente, dalla partecipazione al bimestre di saggistica. Quando ne avevo proposto la creazione ero moderatrice da poco e temevo che il gruppo fosse orientato quasi solo alla narrativa.

Secondo me il GdL classico è generalista: incuriosisce tanti e magari al momento di partire tanti cambiano idea.

Il GdXL, il GdL di saggistica, il GdL sulle saghe che avete chiesto e che a breve vi organizzeremo - ma anche Stephen King e Jane Austen ed eventuali altri club che si verranno a formare spontaneamente - sono più personalizzati. Più targettizzati, direbbe un venditore. E' difficile che una persona voti per un saggio se non ne legge mai, per cui secondo me questi gruppi di lettura raccoglieranno forse meno voti in totale, ma vanteranno in proporzione qualche commento in più. Anche qui, vorrei riparlarne tra qualche mese.


message 44: by Fil (new)

Fil (filodivento_solouno) Ciao Giorgia! Ho visto che ti piacciono i numeri e le probabilità. Aiutami a convincere il grillo parlante (Ciao Pierre) a modificare la percentuale del compare books. Non ha logica e non aiuta minimamente a trovare utenti simili. Se funzionasse bene, si potrebbero persino formare più gruppi. E tutti vivrebbero felici e contenti.


message 45: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Fil, in che senso non ha logica?


message 46: by Fil (last edited Nov 30, 2015 09:17AM) (new)

Fil (filodivento_solouno) Lu wrote: "Fil, in che senso non ha logica?"

Non ha logica matematica. Ci vorrebbe un indicatore che ci aiuti a trovare i lettori con i gusti simili.
Se due utenti hanno letto gli stessi libri è probabile che abbiano gusti simili, ma aumenta la probabilità che inseriscano giudizi discordanti.
Se due persone hanno solo dieci libri in comune potrebbero avere anche il 100% di compatibilità.
Se invece hanno letto duecento libri in comune è praticamente impossibile.
Non è un grave problema però i primi giorni su gr un buon indicatore mi avrebbe aiutato parecchio nella ricerca degli utenti. Invece ho dovuto spulciarmi duecento librerie a caso.

Almeno ho scoperto tanti bei libri!


message 47: by [deleted user] (new)

Fil wrote: "Lu wrote: "Fil, in che senso non ha logica?"

Non ha logica matematica. Ci vorrebbe un indicatore che ci aiuti a trovare i lettori con i gusti simili.
Se due utenti hanno letto gli stessi libri è ..."


Forse il posto giusto dove chiedere è questo -> https://www.goodreads.com/group/show/1


message 48: by Lu (new)

Lu (thecausticmisanthrope) | 1420 comments Fil, ah ecco. Non ho mai usato il 'compare books', di norma partecipo alle varie discussioni proprio perché ke ritengo molto più utili e interessanti. Anche per trovare lettori affini, ma le migliori discussioni su hanno con coloro con i quali discordiamo.


message 49: by Fil (last edited Nov 30, 2015 09:28AM) (new)

Fil (filodivento_solouno) Grazie Giorgia! Penso sia il link giusto! Comunque ho terminato le indagini sugli utenti simili. Per ora non voglio iniziarne altre.

Ciao Lu! Ho cercato utenti simili per avere buoni consigli!


message 50: by Gaetano (new)

Gaetano (gaetanolau) | 1225 comments Roberta wrote: "Io voto col cuore in prima battuta, ma quando vedo che il mio titolo è in fondo alla classifica e in testa ci sono due o tre libri molto vicini tra loro spesso cambio il voto, cercando di favorire ..."

Confermo che non sei l'unica a fare così (almeno siamo in tre, vedo) ;-)


« previous 1 3
back to top