Goodreads Italia discussion

413 views
Cinema, Musica & Co. > Il libro è meglio del film?

Comments Showing 1-50 of 79 (79 new)    post a comment »
« previous 1

message 1: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 5941 comments Mod
Il Post ha di recente tradotto un articolo di Fivethirtyeight, sito di statistiche, che tenta di risolvere l'annoso quesito in oggetto. Per farlo ha usato i dati di Goodreads (per i libri) e di Metacritic(per i film)

Articolo originale: http://fivethirtyeight.com/features/t...

Traduzione del post: http://www.ilpost.it/2015/11/24/film-...


message 2: by Pierre (last edited Nov 30, 2015 02:09PM) (new)

Pierre Menard | 2327 comments Mod
Grazie per il link, molto interessante! Io comunque ho messo un apposito scaffale nella mia libreria virtuale: "The movie is better"!

Il fatto che "L'accademia dei vampiri" su GR totalizzi 4.2 e "Cuore di tenebra" 3.4 la dice moooolto lunga sull'affidabilità di certi confronti statistici...

Varrebbe forse la pena di distinguere le valutazioni di chi ha visto prima il film e poi letto il libro, da chi ha fatto il contrario. E' probabile che in media le valutazioni siano migliori per quello dei due (libro o film) che si è gustato per primo.


message 3: by Leady (new)

Leady | 496 comments Secondo me una ricerca fatta così non ha per niente senso, bisognerebbe vedere le valutazioni date dalle stesse persone, e appunto differenziando tra chi legge prima il libro e chi guarda prima il film.
Comunque a mio parere non ha senso comunque fare il confronto, l'autore del libro crea una storia originale che chi realizza il film riprende, l'idea creativa per me non è valutabile, se non ci fosse il libro mai ci sarebbe stato il film, e quindi tanto di cappello all'autore a prescindere, perché se apprezzo un film sicuramente è anche merito suo. Poi non nego che un film potrebbe dare una lettura diversa e migliore ad un libro, ma ora come ora non saprei fare nemmeno un nome...pareri?


message 4: by Shardangood (new)

Shardangood | 2115 comments Di solito chi vede prima il film raramente decide di leggere il libro,no per lo meno così mi pare. Io stesso sono schizzinoso da quel punto di vista. Mi sono però da poco imposto di farlo e anche in seconda battuta preferisco il libro (quasi sempre). Può capitare però che da una buona idea, mal sviluppata su carta ne esca un buon film, migliore del libro (sempre a seconda del gusto). A volte sono entrambi belli in modo diverso a volte fanno c... re entrambi. Proprio due giorni fa hanno dato cloud atlas alla tv, del quale avevo letto il libro, che mi aveva lessato una parte del corpo per tutto il percorso di lettura. il film non mi stava facendo rivalutare l'idea.


message 5: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2947 comments Mod
Mah, secondo me si deve distinguere tra "è un buon film" in generale e "è un buon adattamento". Ci sono dei film che funzionano bene al cinema anche se col libro di partenza hanno poco a che fare. Qualcuno ci mette in questa categoria alcuni degli Harry Potter cinematografici che io meno sopporto, tipo il terzo, dove secondo me si è scelto di sfrondare la trama su elementi troppo importanti. Non capisco proprio il senso di troppi minuti sprecati a fare l'ottovolante sul Platano Picchiatore quando non solo chiunque passi di lì sappia come funziona la Mappa del Malandrino, a rigor di logica segretissima, ma nessuno nel film se lo domanda nemmeno. Così come non si capisce quanto i rapporti tra i personaggi ora "adulti" (Piton, Sirius, Remus, Peter, James, Lily) fossero profondi... La scena alla Stamberga Strillante per me rimane incomprensibile o quasi, senza aver letto il libro. E non è il solo esempio nella saga.

Il quinto, che a me nel complesso è piaciuto molto, è da tanti fan detestato perché l'Ordine della Fenice nel film si vede poco o niente (anche nel libro, viene da dire a me... coff)... In Italia complice il doppiaggio che è andato a stroncare una delle battute più attese nella mia fan community (Hermione che dice a Ron sei profondo come un cucchiaino da tè) trasformandolo in "sei un bradipo" o una roba del genere... Però il film a me piace, tiene il registro più allegro forse che rispetto al libro, ma anche l'introduzione di temi musicali nuovi (o in maniera più netta, rispetto ai film precedenti), un buon casting e una sintesi ben fatta... (view spoiler).

Tuttavia mi chiedo... se non avessi letto i libri, quanto capirei di queste film? Mi sarebbero piaciuti lo stesso o le informazioni incomplete mi avrebbero fatto detestare tutto?

Come, spostandoci alle serie tv, in Game of Thrones: non hai il modo di seguire la storia da venti/venticinque teste diverse, coi loro pensieri e le varie versioni dei fatti sullo schermo, è impossibile... A meno che tipo non fai una puntata di un'ora a pg ripetendo le scene dai diversi pov, ma temo diverrebbe troppo intellettualoide come produzione.


message 6: by Sandra (new)

Sandra T | 663 comments Rowizyx wrote: "Mah, secondo me si deve distinguere tra "è un buon film" in generale e "è un buon adattamento". Ci sono dei film che funzionano bene al cinema anche se col libro di partenza hanno poco a che fare. ..."

Rowi, sugli adattamenti di HP, con me, sfondi una porta divelta.
Non sono fan dei film, sorvolano su troppe cose, così tante che, come dici tu, che cosa di può capire del mondo della Rowling se non sono stati letti i libri?
Il punto, secondo me, è che sono stati realizzati per i lettori, una fetta di pubblico non esattamente di nicchia, a dirla tutta. Anche considerando questo, però, non capisco e non apprezzo tante scelte così infedeli e grossolane.


message 7: by Bruna (last edited Jan 13, 2016 08:07AM) (new)

Bruna (brunacd) | 3211 comments Shardangood wrote Proprio due giorni fa hanno dato cloud atlas alla tv, del quale avevo letto il libro, che mi aveva lessato una parte del corpo per tutto il percorso di lettura. il film non mi stava facendo rivalutare l'idea.

A me il libro invece è piaciuto, ma ho abbandonato la visione del film a metà non perché non fosse fedele al libro, fedele lo era, ma era anche così concentrato che mi faceva venire mal di testa. Mio marito, che non aveva letto il libro, ha dato forfait subito perché non ci capiva niente. Nel libro le storie si sviluppano armoniosamente e uno ha tempo di orizzontarsi bene prima di essere sbalzato in un altro spazio e in un altro tempo, nel film questo passaggio manca quasi del tutto (comunque mille volte meglio gli episodi ambientati nel futuro).
Il terzo film di HP, ad esempio, non era brutto, ma io lo vidi insieme ai figli e al marito, che non aveva letto i libri, e che non faceva altro che chiederci "chi è?" "perché?" e "cos'è?". Non capiva un accidente, pover'uomo.
Di certi libri meglio sarebbe fare una serie o almeno una miniserie, se no veramente diventano una cosa per iniziati, perché i non lettori non capiscono che cosa sta succedendo.


message 8: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2947 comments Mod
Sì, poi davvero, un conto è se hai un libro talmente denso di eventi e fatti che devi per forza stornare qualcosa... Però le scenette fini a se stesse perché "divertenti" (tipo appunto il Platano, che anche no, nel libro avevo l'ansia perché avvertivo il pericolo che i personaggi stavano correndo... nel film aspettavo che finisse) a scapito di elementi importanti per capire trama e personaggi proprio no. Poi sorvoliamo sul Mannaro più spelacchiato della storia... Insomma.

Cloud Atlas l'ho letto l'anno scorso e mi è piaciuto, anche se non l'ho trovato proprio semplicissimo. Però la struttura quasi a matrioska è molto interessante... Non ho ancora visto il film, però mi ricordo che quando è uscito tutte le riviste di cinema e i siti hanno pubblicato uno schema per capire come si rapportassero i diversi personaggi nelle storie... E ho avuto l'ansia, insomma, se mi devi fare un disegnino perché capisca il film io mi preoccupo XD


message 9: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3211 comments Il racconto lungo o romanzo breve sta al film come il romanzo malloppone sta alla serie televisiva. Non è sempre vero, però: ci sono romanzi anche lunghi in cui di fatto succede poco che si possono ridurre agevolmente in un film o romanzi lunghi di avventura dove puoi tagliare un po' di sottotrame senza che la trama principale ne risenta.


message 10: by Sandra (new)

Sandra T | 663 comments Come dice Bruna, forse è improbabile rendere tutta la complessità del mondo di Harry Potter e della sua vita personale in una saga cinematografica, anche con le migliori intenzioni.
Chissà, magari tra qualche anno qualcuno ci farà una serie TV, ormai le fanno su qualsiasi cosa!


message 11: by Nazzarena (new)

Nazzarena | 2867 comments Mod
Concordo: un buon film e un buon adattamento mi sembrano concetti distinti. Il signore degli anelli lo reputo un buon adattamento, invece Il velo dipinto è un buon film ma che ha snaturato il libro. Cloud atlas l'ho letto e mi è piaciuto, ma forse avrebbe meritato una mini serie. Forse il motivo per cui spesso non ci piace la resa di un film tratto da un libro è che in due ore non c'è abbastanza tempo per farci vivere tutto quello che abbiamo vissuto durante la lettura e, in più, metterci un po' di parti puramente visive. Intanto non mi è ancora capitato di dire: era meglio il film.


message 12: by Sandra (new)

Sandra T | 663 comments Però fatemi dire che il terzo è uno dei miei preferiti per la fotografia.


message 13: by Sandra (new)

Sandra T | 663 comments Nazzarena wrote: "Intanto non mi è ancora capitato di dire: era meglio il film."

Per ora neanche a me.


message 14: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3211 comments Sandra wrote: "Nazzarena wrote: "Intanto non mi è ancora capitato di dire: era meglio il film."

Per ora neanche a me."


A me sì, ma così su due piedi mi viene in mente solo Il verdetto. Anche Il buio e il miele, forse, da cui hanno tratto Profumo di donna (sia quello italiano che quello americano). Anche i film di James Bond - a chi piace il genere - sono generalmente meglio dei libri: io ne ho letti diversi, non posso proprio dire che mi fossero piaciuti, Ce ne sono, ma non è frequente.


message 15: by Shardangood (last edited Jan 13, 2016 11:39AM) (new)

Shardangood | 2115 comments Io Cloud Atlas l'avevo criticato a suo tempo. Ho impiegato mesi a finirlo, arrendendomi a leggerlo senza seguire cosa stesse succedendo. Troppo infastidito dai registri linguistici storpiati, caratterizzanti i vari personaggi. Non dubito che ad altri possa piacere, ma a me questo schema a matrioska ha snervato dopo la prima interruzione. Il film, idem, avrà pure avuto il suo valore artistico, ma non per me. Per me una storia deve avere un suo andamento un minimo regolare, altrimenti finisce nella mia personale lista "most hated", come successo a Cloud Atlas, e a Slaughter-house 5.


message 16: by Leady (new)

Leady | 496 comments Il prigioniero di Azkaban è il mio libro preferito e il film che ho odiato di più (sarà un caso? boh). Comunque a mio parere i primi due erano partiti bene, ovviamente non poteva esserci tutto ma rispettavano l'atmosfera, le sensazioni del libro. Poi ha iniziato ad andare tutto a scatafascio fino a Voldemort che (view spoiler). Qualcuno sa citare un film migliore del libro? Mi incuriosisce molto la cosa, a me non viene in mente nulla...


message 17: by Paologa (last edited Jan 15, 2016 07:53PM) (new)

Paologa | 191 comments Vedo un inatteso accanimento verso il terzo film della saga di HP. Io non ho letto i libri, però mi è toccato di accompagnare la moglie a vedere almeno i primi 4. E devo dire che di tutti i film è quello che mi è piaciuto di più.
Chissà che non potendo fare paragoni con il libro sia libero da pregiudizi e lo veda in maniera diversa dai fan (credo che nel caso di HP si debba parlare di fan più che di lettori, e lo dico per esperienza avendone due in casa) a cui è rimasto in bocca il sapore della storia scritta.
Caccia a Ottobre rosso non sono riuscito a finirlo, abbandonatissimo dopo una cinquantina di pagine: il film invece l'avrò visto almeno mezza dozzina di volte.


message 18: by Martina (new)

Martina | 535 comments Come film che mi è piaciuto più del libro sicuramente Blade runner ma è un adattamento talmente diverso che è quasi difficile paragonare libro e film. Forse anche i segreti di brokeback mountain, però in entrambi i casi ho visto prima il film è poi letto il libro.


message 19: by Rowizyx (new)

Rowizyx | 2947 comments Mod
Uhm, per me un caso è Chocolat. È vero che il film è più scontato come finale, ed è vero che so che i fan del libro a vedere il prete trasformato in un pretino giovanissimo che balla Elvis hanno storto parecchio il naso, però mi sono piaciuti entrambi, e devo dire che sono più affezionata al film... Sarà anche colpa di Johnny Depp (secondo me il suo ruolo più sexy di sempre), chissà XDDD


message 20: by Shardangood (new)

Shardangood | 2115 comments Beh, film migliori dei ilbri ce ne sono (chiaramente non secondo principi oggettivi, ma così "a sentimento"). Il primo che mi viene in mente è "I guerrieri della notte". Il film l'ho visto in tutte le salse più e più volte, il libro mi ha deluso tantissimo. Lo stesso Blade Runner, già citato, il libro ... per carità. "Into the wild", per me molto più godibile davanti allo schermo che su libro, in quanto il libro troppo documentaristico, si perde in dettagli che (a me personalmente) non interessano.


message 21: by Kikyosan (new)

Kikyosan | 392 comments io tendo a guardare appositamente prima il film perchè sono in grado di apprezzare il libro di origine anche se lo leggo dopo, mentre fatico a godermi un film di cui ho letto il libro. Così so di poter apprezzare entrambi e raramente faccio un bilancio.
E il fatto dell'immaginazione condizionata dal film non è per me un problema: solitamente se il libro è diverso il mio cervello è in grado di ricostruire tutto, volti dei personaggi inclusi. (Ricordo Rhyme di Jeffery Deaver, che nel Collezionista di Ossa è Denzel Washington, mentre nel libro è un pallido uomo coi capelli un po' lunghi).

Mi piace il fatto che film e libro spesso offrano esperienze più o meno diverse. Infatti odio i libri tratti dai film. Se scopro che è così, non li leggo proprio, perchè in genere non mi va di ripercorrere la stessa identica storia basata sull'immaginario cinematografico.

Into the Wild è un esempio di come si completano due opere: il film mi è piaciuto per la narrazione, la fotografia ecc, arricchita dalla colonna sonora, ma mi mancava proprio il"wild", che ho felicemente ritrovato nel libro.


message 22: by Leady (new)

Leady | 496 comments Blade Runner lo adoro e mi hanno detto tutti che col libro non ha molto a che vedere, ce l'ho nei to read da una vita e in effetti sarebbe anche ora di colmare la lacuna. Chocolat invece il libro mi è piaciuto molto e il film mi è parso un buon adattamento, ma non escludo che sia perché ero troppo impegnata a sbavare su Johnny Depp per fare caso al finale :D
Comunque secondo me in molti casi c'entra anche il fatto che obbiettivamente due ore di film paragonate a un malloppone di libro è abbastanza ovvio che ci venga più facile voler rivedere il film, al di là dell'effettiva qualità dei due. Per esempio con Qualcuno volò sul nido del cuculo che abbiamo adesso nel gruppo di lettura, sebbene trovi il libro molto bello è oggettivamente pesante in alcuni punti, ma come lo è il film considerato dell'argomento di cui si parla, ovvio se devo pensare di investire due ore di tempo per rivedere un film impegnativo e bello o molte più ore per rileggere un libro impegnativo e bello, diciamo che nel secondo caso ci penso un attimo di più ;) Questo non vuol dire che il film sia migliore, semplicemente è un mezzo differente...


message 23: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3211 comments Io invece rileggo più volentieri che rivedere: procurarsi il libro è più spiccio che procurarsi il film, inoltre il libro si può leggere un po' alla volta mentre per rivedere un film devi avere due ore libere tutte insieme. Il mondo è bello perché è vario.
Non ho un ordine preferito tra film e libro da cui è tratto. Certo, se si tratta di un giallo o leggo il libro o vedo il film, perché se so già come va a finire di solito non vale la pena di rivisitarlo. A meno che non si tratti di Agatha Christie, che mi diverte in tutte le salse.


message 24: by Sara Ⓥ (new)

Sara Ⓥ | 272 comments Un caso in cui per me il film è stato migliore del libro è "Il diavolo veste Prada". Sicuramente il livello non è molto elevato, ma il film non mi è dispiaciuto.
Ah, direi che con "Bridget Jones" è stato lo stesso, molto più divertente il film. Scusate, ma per ora mi vengono in mente solo questi XD


message 25: by Sorairo (new)

Sorairo | 145 comments Normalmente i libri sono meglio del film. Però se secondo me il film ha rispettato abbastanza la storia e ne ho nostalgia mi rivedo il film. È più veloce che rileggere perché mi basta aspettare che i bimbi vadano letto. Con i libri ho riletto rarramente e temendo i pezzi turbolenti e saltando parti perché"gia' so".
Mi è semmai capitato di trovare serie tv migliori del libro ovvero I diari del vampiro.Ho storto il naso davanti gli stravolgimenti ma è più avvincente la serie.
Sono rimasta invece sorpresa da outlander. Ho visto prima la serie che è molto accurata e simile al libro con pochissimi cambi.
Riguardo ai film credo sia più frequente che sia meglio il libro. Ad esempio sono sconvolta dallla Sedicesima luna. O li si considera due cose a sé o proprio non c'entrano nulla. Io ero proprio orripilata tanto ho amato il libro.
Quindi secondo me ci sono eccezioni, ma la supremazia dei libri è indiscutibile, salvo poi gusti e vezzi di ognuno se vuole rivivere l'emozione della storia con i libri oppure ii film.


message 26: by Sonia2 (last edited Jan 17, 2016 03:40AM) (new)

Sonia2 | 173 comments Sara wrote: "Un caso in cui per me il film è stato migliore del libro è "Il diavolo veste Prada". Sicuramente il livello non è molto elevato, ma il film non mi è dispiaciuto.
Ah, direi che con "Bridget Jones" è..."

Ciao Sara, forse perché hai letto "Bridget Jones" in italiano... In inglese è esilarante, però purtroppo l'umorismo - come le poesie - perde un po' in traduzione. Cmq, io ho apprezzato sia film, che libro.
Credo che spesso sia meglio il libro per una ragione molto semplice: l'autore è libero. Quando si gira un film, spesso al regista vengono imposti attori inadatti, oppure la sceneggiatura è stravolta per questioni pratiche...Oppure lo stesso regista non è che un mestierante, semplicemente privo del talento e della sensibilità necessari per rendere l'idea.
Un film molto migliore del libro secondo me è Shining, non ci sono paragoni. Il libro l'ho letto due volte, ma continuo a dimenticarlo, è totalmente eclissato dal film.
Poi c'è il caso particolare di About a boy: un libro (da leggere sempre in inglese, secondo me), un film, ed un album musicale: io considero tutte e 3 le opere molto buone e piacevoli, nel loro campo.


message 27: by ⚔️Kelanth⚔️, Quod scripsi, scripsi. (last edited Jan 17, 2016 11:45PM) (new)

⚔️Kelanth⚔️ (kelanth) | 1004 comments Mod
Quasi sempre il libro è meglio del film, se non altro perché il film del libro è proiettato nella mente del lettore che sceglie attori, ambientazioni, sceneggiatura, fotografia, etc... Ma esistono alcune eccezioni, casi in cui registi con i contromaroni riescono anche a superare la mente del lettore di turno. Vogliamo per esempio parlare di Shining?


message 28: by Leady (new)

Leady | 496 comments Adesso mi avete incuriosita, mi sa che leggerò Shining. Ma cambia proprio la storia? Perché in alcuni casi nei film tratti dai libri di King cambiano il finale per evitare spoiler, come in Secret Window (me l'hanno detto, io non l'ho letto).


message 29: by Sonia2 (new)

Sonia2 | 173 comments Leady wrote: "Adesso mi avete incuriosita, mi sa che leggerò Shining. Ma cambia proprio la storia? Perché in alcuni casi nei film tratti dai libri di King cambiano il finale per evitare spoiler, come in Secret W..."

Ciao Leady, il libro l'ho letto due volte (perché non riuscivo a ricordarlo) - ma non me lo ricordo proprio! L'unico di King a farmi questo effetto. Però credo che la storia - a grandi linee - fosse quella. Solo che gli attori sono meglio dei protagonisti del romanzo- non solo Nicholson, ma anche Shelley Duvall è bravissima - danno una veridicità ai personaggi che King non riesce mai a conferire. Il film nel suo complesso sottintende molto più che non il libro, e molto meglio. E poi non crolla nel finale, cosa che invece è una caratteristica di King.


message 30: by Sandra (new)

Sandra T | 663 comments Appena rivisto su YT una scena di HP e il Calice di Fuoco, quella dell'arrivo a Hogwarts degli studenti di Beauxbatons e Durmstrang. Mi sono appena ricordata dei balletti.
Ridicoli.
RI - DI - CO - LI.


message 31: by Sonia2 (new)

Sonia2 | 173 comments Che sfortuna... ho trovato un altro libro non all'altezza del film.
Conoscete Dragontrainer (Dreamworks)?
Il film è meraviglioso, ed io ho voluto acquistare il libro della Cowell How to Train Your Dragon.
Che pizza... non dovrei dirlo, ho appena iniziato, ma non ci siamo proprio :-(


message 32: by Esteb (new)

Esteb | 826 comments concordo con il fatto che Blade Runner e Ma gli androidi sognano pecore elettriche? sono due opere diverse, molto diverse e mi piacciono entrambe, ma fatico a paragonarle.
Del resto molti racconti di Dick hanno dato ispirazione ai film da cui ne sono stati tratti, ma il passaggio libro/film ha stravolto molto l'opera, vedi Minority Report o Atto di forza/Total Recall.
Anche Colazione da Tiffany ha poco a spartire con il libro, ed entrambi mi piacciono.


message 33: by Esteb (new)

Esteb | 826 comments Sto leggendo per il GdL Qualcuno volò sul nido del cuculo....
anche qui mi sa che film batte libro, grazie a Jack Nicholson che è semplicemente grandioso. E' più Mc Murphy di Mc Murphy stesso!


message 34: by Matteo (new)

Matteo Fulghèri (arkeo) Avevo letto Cloud Atlas per prepararmi al film. Risultato, il libro l'ho detestato, mentre il film mi è piaciuto da matti (iniziato a guardare giusto perché era dei Wachowski, dicendo tra me e me "mah..."). Non nego che, avendo già letto il libro, non ho avuto difficoltà a seguire la storia spezzettata del film.

Lord of the Rings: da quando ero ragazzino ci avrò provato 4 o 5 volte (e da poco ho ricominciato per la quinta o sesta!) ma ancora non sono riuscito a finirlo. Tremendo. I film mi sono piaciuti, non esattamente adrenalinici (almeno non sempre) ma nemmeno anestetici come la versione su carta.

L'Eleganza del Riccio? Prima film poi libro. Film geniale, il libro invoglia al suicidio, specie in quelle 5 o 6 pagine dedicate ai quadretti olandesi. Mi viene il latte alle ginocchia al solo pensiero!

The Martian: prima libro poi film. Bellissimi entrambi, pur con tutte le differenze obbligate e non. Mi è sembrato un buon adattamento di un'ottima storia più Sci che Fi.

C'è poi chi scrive apposta per il cinema, tipo Michael Crichton. Senza entrare nel merito delle storie, gli adattamenti sono sempre risultati molto buoni (nel senso di fedeli) a mio parere, dato che o la sua scrittura è lineare e fattuale, e quindi si presta bene, oppure scriveva già sapendo che il libro sarebbe stato adattato a film e si regolava di conseguenza. Ripeto, non è un endorsement dei suoi film o dei suoi romanzi (di solito li compravo all'aeroporto prima di un intercontinentale).

King: a parte che sono anni ed anni che non leggo più roba sua, ma per quel che ricordo mi sono sempre piaciuti di più i film che i libri.
È verissimo che crolla sempre paurosamente nel finale, dopo aver creato invece delle atmosfere incredibili nei primi tre quarti di libro. Forse le versioni cine non saranno fedelissime (non sono ricordi freschissimi), ma si lasciano guardare più che bene (Secret Window, Dreamcatcher, Shining, Green Mile, visto solo i film).
Se ripenso ai finali cartacei di It, Tommyknockers o Insomnia…


message 35: by Sandra (new)

Sandra T | 663 comments Mat wrote: "Avevo letto Cloud Atlas per prepararmi al film. Risultato, il libro l'ho detestato, mentre il film mi è piaciuto da matti (iniziato a guardare giusto perché era dei Wachowski, dicendo tra me e me "..."

Posso parlare solo per King. Shining film mi è piaciuto moltissimo e non amo nemmeno io il finale del libro, lo ritengo banale. Il libro, però, prima di arrivare agli eventi conclusivi, mi ha tenuto tesa come pochi altri romanzi, pure dello stesso genere. Per questo non comprendo il parere popolare che il libro sia così indegno del film che ha ispirato.
Di King ho apprezzato il finale, e non solo quello, de L'ombra dello scorpione. Hanno tratto una miniserie e non è che il libro sia meglio, è proprio la miniserie che è immonda. Mi piacerebbe da morire se ci riprovassero (credo che la miniserie sia degli anni '90), sarei proprio curiosa.


message 36: by Leady (new)

Leady | 496 comments Nonono, Tolkien non si tocca! Il film è un buon adattamento, ma il libro è imparagonabile. Peter Jackson è stato buono a ricreare le atmosfere, ma non ha messo nulla di nuovo, tutta farina del sacco di Tolkien ed è giusto così (si veda cos'è successo con Lo Hobbit quando il buon regista ha deciso che poteva sbattersene del libro).


message 37: by Shardangood (new)

Shardangood | 2115 comments Sandra wrote: "Mat wrote: "Avevo letto Cloud Atlas per prepararmi al film. Risultato, il libro l'ho detestato, mentre il film mi è piaciuto da matti (iniziato a guardare giusto perché era dei Wachowski, dicendo t..."

Anche secondo me sia libro che film erano belli in modi diversi. D'accordo sui finali di king... super inizi, buoni proseguimenti, atmosfere e premesse che ti fanno venir voglia di scoprire il finale, che spesso fa schifo. Un paio sono finiti con dei mostri, tipo ragno gigante che controlla la mente della gente o qualcosa del genere.


message 38: by Esteb (new)

Esteb | 826 comments il criterio per me è uno solo : il mio gusto personale.


message 39: by Leady (new)

Leady | 496 comments Eh ma infatti Davide, lo dicevo anch'io. Ma non tanto per il mezzo, ma perché se un film deriva da un libro, necessariamente avrà attinto alla creatività dell'autore del libro che quindi dovrebbe avere un "plus" solo per questo. Però uno può valutare quale preferisce, ovviamente basandosi sul suo apprezzamento personale.


message 40: by Luca (new)

Luca Rotondo | 566 comments Kikyosan wrote: "io tendo a guardare appositamente prima il film perchè sono in grado di apprezzare il libro di origine anche se lo leggo dopo, mentre fatico a godermi un film di cui ho letto il libro. Così so di p..."

Interessante...Io invece non riuscirei a vedere prima un film e poi a leggere il libro mentre adoro leggere il libro e vedere come il film lo adatta.. Per questo motivo mi sono rifiutato di leggere due libri di Dennis Lehane (Mystic River e Shutter Island) di cui ho visto i Film(entrambi bellissimi) proprio perché soprattutto con Shutter Island una volta che sai il colpo di scena finale ho paura che questo tolga ogni suspence nel leggere il libro...magari mi sbaglio eh


message 41: by Leady (new)

Leady | 496 comments Mah tendenzialmente anch'io preferisco leggere prima il libro, e se esce un film che vorrei vedere di cui mi interessa anche il libro aspetto ad andarlo a vedere per leggere prima il libro. Però mi è capitato di fare il contrario e apprezzare lo stesso il libro, ad esempio con Qualcuno volò sul nido del cuculo che abbiamo appena letto. È vero però che non si è trattato mai di libri/film con finali a sorpresa, quindi forse in quel caso in effetti il conoscere il finale potrebbe rovinare la lettura (ma anche la visione, d'altra parte).


message 42: by Shardangood (new)

Shardangood | 2115 comments Luca wrote: "Kikyosan wrote: "io tendo a guardare appositamente prima il film perchè sono in grado di apprezzare il libro di origine anche se lo leggo dopo, mentre fatico a godermi un film di cui ho letto il li..."

Sì Luca, il finale lo sai già, poco da fare. Anche io sono d'accordo che si legga prima il libro, e anche io non leggevo i libri dei quali avevo visto prima il film. Da un po' ho cambiato atteggiamento e devo dirti che comunque il libro presenta sempre qualche situazione in più, qualche riflessione dell'autore che nel film non può essere riprodotta, o altro che rende meritevole la lettura. Anche per Shutter Island è stato così.


message 43: by Sonia2 (new)

Sonia2 | 173 comments Però spesso quando si tratta di finali a sorpresa, il film modifica qualcosa rispetto al libro proprio per evitare questo problema (mi viene in mente Debito di sangue di Michael Connelly, nel film l'assassino è un altro, se non sbaglio).
A me cmq non è mai capitato che vedere prima il film mi rovinasse il libro, mentre il contrario accade spesso.


message 44: by Matteo (new)

Matteo Fulghèri (arkeo) Personalmente credo che a volte (abbastanza raramente però) il film scorra meglio del libro. L'Eleganza del Riccio ad es. non lo avrei mai letto (e non mi sarei perso *nulla*, anzi mi sarei risparmiato un polpettone così!!!) se prima non avessi per caso visto il film...

@Shardangood: concordo che la lettura (o scrittura) molto spesso offra diverse cose in più rispetto al film: anche per questo credo che il libro tendenzialmente resti godibile anche dopo aver visto la versione cine, mentre trovo più raro il contrario. Shutter Island (film) per questo motivo non mi ha coinvolto come speravo, avendo letto il romanzo proprio in attesa dell'uscita nelle sale.


message 45: by MonicaEmme (new)

MonicaEmme | 434 comments Probabilmente OT ma non so dove segnalarlo : http://www.quotidiano.net/magazine/sh...


message 46: by Luca (new)

Luca Nesler | 5 comments Io sono un amante sia di letteratura che di cinema, ma la narrativa credo che offra quasi sempre un coinvolgimento maggiore, vuoi per l'immersione più profonda e prolungata nella storia, vuoi perché la parte visiva (e non solo) della vicenda è costruita dalla fantasia personale del lettore, quindi legata alle immagini a cui è più sensibile e al suo vissuto personale. Leggendo è il lettore che dà il valore corretto alle cose, mentre con un film può succedere, ma è quasi una coincidenza. Personalmente credo che i film nati come tali godano più spesso del ritmo narrativo corretto, mentre le trasposizioni di storie nate nella letteratura spesso (leggi quasi sempre) non sono adatte al mezzo. Parere mio...


message 47: by Bruna (new)

Bruna (brunacd) | 3211 comments Se il libro è un capolavoro della letteratura, sarà sempre meglio del film, però fa piacere vedere anche il film per una serie di ragioni, che possono andare dalla semplice curiosità alla furia talebana del lettore fanatico, che andrà al cinema solo per il gusto di fare a pezzi la trasposizione cinematografica dell'oggetto della sua adorazione. Comunque di solito un buon film tratto da un ottimo libro offre se non altro interessanti spunti interpretativi.
Ci sono anche buoni libri da cui vengono tratti film mediocri, e in questo caso leggere prima il libro, o leggere soltanto il libro, sarà saggio. E ci sono, forse più raramente, libri mediocri da cui vengono tratti buoni film (Il Verdetto è uno di questi), nel qual caso anche se leggerete il libro ve lo dimenticherete subito, mentre vi resterà impresso il film.
Infine ci sono brutti libri da cui nascono film di solito anche peggiori: se vi siete fatti del male leggendo il libro o guardando il film, non vedo motivo di infierire ulteriormente, giusto? Anche se io l'ho fatto, e più di una volta. Ad esempio ho letto Angeli e demoni e non m'è piaciuto, poi ho visto il fim e ho dovuto ammettere che in confronto al film il libro era un capolavoro.
Un caso a parte sono i libri in cui lo scioglimento della trama ha un'importanza preponderante, come i gialli, i thriller o le storie avventurose. A meno che non siate dei fan accaniti di quel genere, sapere come va a finire vi rovinerà la visione del film o la lettura del libro, dipende da quello che avete incontrato per primo. Se fate come me, e rileggete i gialli che avete già letto per il gusto di seguire l'intrigo a carte scoperte, allora vi gusterete un film giallo anche se sapete già chi è l'assassino. Fate solo attenzione a non rovinare la visione al vicino di posto, con i vostri "non è come sembra" e "questo è importante!"...


message 48: by Shardangood (new)

Shardangood | 2115 comments Uno degli ultimi adattamenti cinematografici è stato"Child 44", il film non mi è piaciuto per niente, al contrario del libro. Probabilmente se avessi visto solo il film, lo avrei disprezzato di meno, non potendolo confrontare.


message 49: by Giovanni84 (new)

Giovanni84 | 193 comments Per me è impossibile generalizzare.
Io, comunque, faccio così: se mi è piaciuto un libro, non guardo mai il film, a meno che già so che ha differenze sostanziali.
Allo stesso modo, se ho visto un film e mi piace, non leggo il libro.

Non ho mai visto i film su harry potter, per dire. O La storia infinita.

O Shining! (anche se in realtà non mi ha entusiasmato il romanzo)

Allo stesso modo, non ho mai letto, chessò, Il miglio verde o 2001 Odissea nello spazio


message 50: by Mariposa23 (new)

Mariposa23 | 6 comments Nonostante io ami molto il cinema, credo che leggere un libro consenta di dare spazio all'immaginazione, cosa che il film non lascia fare. è bello poter immaginare ciò che si è letto e visualizzare nella mente luoghi e personaggi. Guardando il film si perde tutto ciò.. Inoltre il film va ad eliminare quasi sempre scene e descrizioni, spesso 'rovinado' il libro stesso e l'idea che ci eravamo fatti nel leggerlo.


« previous 1
back to top