Goodreads Italia discussion

L'Aleph
This topic is about L'Aleph
230 views
Gruppi di Lettura > GdL Narrativa Dicembre 2013: L'Aleph di Jorge Luis Borges - Commenti e discussione

Comments Showing 1-31 of 31 (31 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Kua (new) - rated it 4 stars

Kua (kuaele) | 1877 comments Eccoci arrivati all'ultimo GdL dell'anno e per dicembre abbiamo in lettura L'Aleph by Jorge Luis Borges L'Aleph di Jorge Luis Borges, proposto da Andrea. Buona lettura!


message 2: by Elena (new)

Elena | 187 comments Questo vorrei cercare di leggerlo, ma non so se troverò il tempo tra le mie letture programmate... nel caso sbircerò i vostri commenti :)


message 3: by Kua (last edited Dec 01, 2013 01:55PM) (new) - rated it 4 stars

Kua (kuaele) | 1877 comments Il GdL di dicembre è sempre il più problematico di tutti. Siamo ormai in scadenza con parecchie sfide personali e quasi mai il libro proposto nel GdL rientra nelle liste, quindi il tempo da dedicare ad altre letture si riduce. Nel mio caso lo salterò a piè pari, ma solo perchè l'ho già letto. : )


Moloch | 6519 comments Mod
Io lo leggerò, magari non comincio proprio l'1


Baylee | 290 comments Anch'io ho intenzione di leggerlo, questo mi ispira davvero tanto... non appena avrò smaltito un minimo di arretrati, lo inizierò! ^^


Roberta (driope) | 6030 comments Mod
Proverò in spagnolo


Tuco | 0 comments Appena comprato! :)


message 8: by Paologa (new)

Paologa | 192 comments In casa ho un'edizione in spagnolo, mi agrego al gruppo


Andrea | 2 comments io l'ho letto, ma volentieri lo rileggo con voi


message 11: by Tuco (new) - rated it 4 stars

Tuco | 0 comments Dai primi due capitoli mi pare bello e interessante!
Mi è piaciuta una frase del primo capitolo:
(view spoiler)


Moloch | 6519 comments Mod
Cominciato, ho letto i primi tre racconti: ci ho messo un po' a entrare nello "spirito", tanto che il primo è scivolato via senza che riuscissi a concentrarmi molto. Purtroppo sono in una fase di "stanca" e non vorrei che questo libro sia troppo immaginoso (magari un romanzetto più lineare era più indicato in questo momento!)


message 13: by Tuco (new) - rated it 4 stars

Tuco | 0 comments @Moloch Anzi che son racconti piuttosto brevi così se hai poco tempo o voglia di concentrarti puoi vedere come finisce il racconto senza lasciarlo a metà =) almeno è quello che io preferisco in questi casi;comunque son quasi a metà e mi sta piacendo moltissimo! Tra l'altro ci son state due coincidenze diciamo..
(view spoiler)


Roberta (driope) | 6030 comments Mod
In lingua originale è difficile, almeno per me che non parlo benissimo spagnolo. Però non difficile come temevo: il primo racconto è stato straordinario, il secondo non mi ha coinvolta allo stesso modo. Procedo lentamente, ma procedo.


Moloch | 6519 comments Mod
Mi spiace non contribuire con commenti, ma sto facendo una lettura veramente svogliata, e sicuramente questo libro non la meritava... Ma è un periodo in cui ho scarsa voglia di leggere


message 16: by Elisabetta (last edited Dec 16, 2013 03:08AM) (new) - rated it 2 stars

Elisabetta | 752 comments Ho iniziato ieri con il primo racconto.
La descrizione del palazzo mi ricordava il dipinto di Escher



Roberta (driope) | 6030 comments Mod
Moloch wrote: "Mi spiace non contribuire con commenti, ma sto facendo una lettura veramente svogliata, e sicuramente questo libro non la meritava... Ma è un periodo in cui ho scarsa voglia di leggere"

Idem purtroppo.Dovremmo mettere come regola che a dicembre nel GDL si legga qualcosa di leggero per venire incontro alle ridotte capacità mentali di molti dei partecipanti.


Moloch | 6519 comments Mod
Elisabetta wrote: "Ho iniziato ieri con il primo racconto.
La descrizione del palazzo mi ricordava il dipinto di Escher
"


Un altro riferimento che mi è venuto in mente è H.P. Lovecraft: anche in questo autore abbondano gli esseri o le costruzioni "non umani", quasi "indescrivibili" col nostro linguaggio, talmente insensati da suscitare orrore.

Mi è piaciuto anche il racconto "I teologi": chissà se la setta dei "monotoni" è realmente esistita o si tratta di una erudita e arguta invenzione di Borges; parte del piacere di questi racconti è probabilmente vedere quanto l'autore riesce a inventare situazioni che "sembrano vere" (vedi anche come diventa "personaggio" in prima persona in "L'altra morte"); volevo anche controllare l'esistenza o meno dei monotoni, poi mi è passata la voglia (vedi post 15)


Moloch | 6519 comments Mod
Finito, con gran fatica: gli ho dato 2 stelle, ma non me ne vogliano gli ammiratori di Borges. Riconosco che ne meriterebbe di più, ma se devo misurare il "piacere" provato nel leggerlo, allora non posso che dare un voto basso... Peccato


Baylee | 290 comments Io ho iniziato a leggerlo... per il momento mi piace! ^^


message 21: by Tuco (new) - rated it 4 stars

Tuco | 0 comments Moloch wrote: " gli ho dato 2 stelle, "

Per me è stato molto piacevole, tanto che ho cominciato a leggere "Finzioni" :D ho trovato estremamente interessante questo suo modo di inventare mischiando fatti veri con quelli inventati. Sarei propenso per 3,5 stelle, 4 son tante e 3 poche; 3 stelle più una manciata di comete!


Elisabetta | 752 comments Ho appena iniziato il 3 racconto.. per il momento concordo con Moloch..


Alfredo Scognamiglio | 7 comments Con un po' di fatica sono arrivato fino in fondo. Volevo leggere Borges da tanto tempo, da quando me ne parlò un amico argentino: Josè Maria Poirer, giornalista ed intellettuale a me molto caro, e così quando il papa Francesco in una recente intervista lo ha messo tra i suoi riferimenti letterari...mi sono deciso.
Parlare di questo libro di racconti mi risulta molto difficile. Io non amo il racconto, ma in questo caso, ho avto difficoltà anche per la caratteristica stessa della scrittura Borgesiana.
Si dice fantastica, piena di riferimenti al mito, tutta rimandi e simbolismi, a tratti mirabolante.
E' prosa o poesia, mi sono spesso chiesto mentre leggevo.
E ancora, perchè mi perdo continuamente tra una storia e l'altra e anche all'interno della stessa storia?
Se non fosse irriverente, potrei definirne lo stile come "psichedelico", o forse invece si tratta di visioni mistiche?
L'incredibile storia dello Zahir ad esempio e i labirinti (mentali) che ci vengono proposti, cosa sono?
E il racconto de "L'Aleph" (quello che ho apprezzato di più) con il suo spazio-tempo contratto in un punto solo non ha forse una qualche reminiscenza della mistica nelle sue espressioni più alte? Teresa d'Avila col Castello Interiore, Maddalena de' Pazzi con i canti e danze del Paradiso,o anche il Sufismo dell'Islam e ancor più i Dervisci rotanti e il punto fisso (ombelico?) per la meditazione nell'Induismo e potremmo andare avanti così per molto ancora.
Tutto molto bello, ma devo confessare che questo tipo di letteratura non è un genere che amo, forse non lo capisco abbastanza, non ho sufficiente "cultura"... tant'è che non mi sento di consigliarlo se non con opportune avvertenze!!! "Finzioni" ,altra opera di Borges, che pure ho in attesa, attenderà ancora un poco...


Roberta (driope) | 6030 comments Mod
Sto procedendo, ma sento che non gli sto rendendo giustizia. Il primo errore è stato quello di leggerlo in lingua: ottimo esercizio, ma il mio spagnolo non mi permette di capire tutte le sfumature, e intuisco ce ne siano molte. Mi sembra di aver perso sottintesi importanti. Concordo con Moloch ed Elisabetta su Lovecraft ed Escher, ma anche qui qualcosa mi sfugge.
Secondo errore: ero ancora troppo stanca e troppo distratta per affrontare un libro così serio. Ormai ho superato la metà per cui mi impongo di finirlo, ma penso che con l'anno nuovo cercherò di rileggere qualche passaggio


Elisabetta | 752 comments Anch'io sto procedendo con la lettura..
Devo ammettere che molti racconti mi lasciano a dir poco perplessa..
i Personaggi che ho incontrato fin ora sono in continua evoluzione e non riesco ad inquadrarli..
Credo che il termine "psichedelico" riferito a questa raccolta sia adatto..


Roberta (driope) | 6030 comments Mod
Perché mi sono dimenticata, ma per il GdL del prossimo dicembre proporrò Il vangelo secondo Biff. Amico d'infanzia di Gesù. Divertente, leggero, si può leggere anche sotto overdose di pandoro e non impegna i neuroni.


message 27: by Tuco (new) - rated it 4 stars

Tuco | 0 comments Roberta wrote: "Perché mi sono dimenticata, ma per il GdL del prossimo dicembre proporrò Il vangelo secondo Biff. Amico d'infanzia di Gesù. Divertente, leggero, si può leggere anche sotto overdose d..."

Sembra bello :D


Livietta | 69 comments Una lettura faticosa ma affascinante: alla fine di quasi tutti i racconti ho pensato: questo prima o poi lo voglio rileggere, con un po' più di calma.
In ogni racconto c'è qualcosa che mi ha fatto pensare che ci fosse altro. credo che me lo terrò sul comodino per riprenderlo ogni tanto in mano e rifletterci ancora un po' sopra.


Elisabetta | 752 comments Finito.. il mio giudizio finale è un po' basso, per lo stesso motivo di Moloch: non è stato un reale piacere leggerlo..
Sì, alcuni racconti potevano dare spunti interessanti, ma non so, forse non era il momento adatto per me per leggere questo libro.


message 30: by Giulio (new)

Giulio Antonio (giulioantonio) | 1 comments Livietta wrote: "Una lettura faticosa ma affascinante: alla fine di quasi tutti i racconti ho pensato: questo prima o poi lo voglio rileggere, con un po' più di calma.
In ogni racconto c'è qualcosa che mi ha fatto..."


Cara Livietta trovo che il tuo sia il solo e unico commento all'altezza di quel gigante della letteratura di tutti i tempi che risponde al nome di G.L.Borghes


Tintinnabula | 1051 comments Ripesco questa discussione visto che sto leggendo questo libro ora (e molto stupidamente non avevo mai pensato di controllare i vecchi GDL per leggere le vostre opinioni).

Ho letto i primi 7 racconti, fino a "La casa di Asterione", e quelli che mi sono piaciuti di più sono, oltre a quest'ultimo, "I teologi" e "Emma Zunz".
Gli altri però mi sono piaciuti di meno banalmente perché non sono riuscita ad afferrarne il senso, oppure li ho trovati troppo intimi e forzati. Un esempio su tutti: "Storia del guerriero e della prigioniera", che mi è parso solo un pretesto per raccontare una vicenda familiare, cercando di legarla ad un evento storico che affascinava Borges. Io tutta questa analogia non ce l'ho vista.


back to top