Diogenes Club discussion

21 views
Il salotto > Le letture della vostra infanzia

Comments Showing 1-3 of 3 (3 new)    post a comment »
dateDown arrow    newest »

message 1: by Devero (last edited Jun 03, 2013 04:24AM) (new)

Devero | 976 comments Convinto di avere una edizione Garzanti de "Gente di Dublino" di Joyce, ho rovistato in soffitta un intero pomeriggio. Non è saltato fuori Joyce, in compenso ho ritrovato libri che mi passarono genitori, zii e soprattutto zie, e che mi aiutarono a trascorrere pomeriggi, per lo più estivi.
Libri di cui, in molti casi, mi ero completamente scordato dell'esistenza.
Libri, a volte, veramente pessimi per eccesso di retorica e buonismo, roba da "Cuore" (non quello per sentirsi in forma).

Quindi vado a domandarvi: quando eravate alle elementari o al massimo alle medie, che cosa vi facevano leggere, o leggevate di vostra sponte?

Ecco un elenco dei rispolverati della soffitta:
IL FIUME NON SI FERMA di Mino Milani, 1958. Roba a livello di De Amicis per buonismo, ma con finale tragico alla "Piccolo Remì" o, per restare in tema, "Piccola Vedetta Lombarda".
CORTEZ E LA CONQUISTA DEL MESSICO di C. Gallson. Orrendo romanzo che si vorrebbe storico, con spagnoli conquistatori buoni e aztechi cattivi.
MICHELE STROGOFF di Verne. Ecco, ricordo la storia, ma tra i vari di Verne questo è di certo il romanzo che m piacque di meno tra quelli letti.
ROBINSON DELLO SPAZIO di Gianni Padoan. Decisamente buono, ambientato ai tempi delle missioni Apollo. Naufragio sulla Luna, sopravvivenza in cerca di aria e l'aiuto di un sovietico nella parte di venerdì, non privo di una certa ironia. Cosa che comprendo oggi ripensandoci, di certo non all'epoca in cui lo lessi.
DALLA TERRA ALLA LUNA ed INTORNO ALLA LUNA di Verne, in un'unica edizione Malipiero del 1974. Buono, ma oggi ha perso veramente molto.
20000 LEGHE SOTTO I MARI di Verne. Il Capitano Nemo, che si vuole di più.
SOS GALASSIA di John Bree. Veramente pessimo, buonista all'eccesso. Dopo secoli di contrapposizione Americani-comunisti fino alle colonie spaziali su mondi lontani, le due fazioni si uniscono per combattere degli alieni cattivi e particolarmente idioti.
L'ULTIMO DEI MOHICANI di J. Fenimoore Cooper, della Giunti, che fu una lettura che ripetei più volte nel corso dei decenni.
ORZOWEI di Alberto Manzi.
QUO VADIS di Sienkiewicz.
GIOVANNI CANADA di R. De Navery.


message 2: by Renato (new)

Renato Vincenzo | 367 comments ooohhhhh un topic che sa di nostlagia, come non rispondere?


Raccolta di favole dei fratelli Grimm (in versione non ipercensurata e disney)

Ivanhoe

Robinson Crusoe

Viaggio intorno al mondo in 80 giorni
20mila leghe sotto il mare
Il Corsaro Nero
Sandokan e le tigri di mompracem
Il ritorno di Sandokan
Tom Sawyer
Huckleberryfinn
Il vecchio e il mare
Il gabbiano jonathan Livingstone
Il piccolo lord flaunteroy
cuore
la capanna dello zio tom
i pirati della malesia
i tre moschettieri
il ritratto di dorian gray
guerra e pace
incompreso
preludio alla fondazione
furore
terra bruciata
la genesi (e buona parte dell'esodo)
tutto il nuovo testamento
Il barone rampante
il visconte dimezzato
il cavaliere invisibile
marcovaldo
David Copperfield

più o meno :D


message 3: by Tanabrus (new)

Tanabrus Uhm... molti libri di Salgari e di Verne, Il conte di Montecristo, Capitan Fracassa, La capanna dello zio Tom, Il giardino segreto, La freccia nera, Robin Hood, Piccole donne, Il libro della jungla.
I più vecchi erano parte di una collana dei tempi della giovinezza di mio padre, poi c'erano libri sgraffignati in casa dei nonni (ex proprietà invece della mamma) e poi i miei, hardcover di qualche edizione per ragazzi.

In più c'era qualche libricino piccolo piccolo di fantascienza.


back to top