Goodreads Italia discussion

133 views
eBook & eBook reader > Cosa ne pensate degli e-book?

Comments (showing 1-50 of 67) (67 new)    post a comment »
« previous 1

message 1: by Sofia E. (new)

Sofia E. | 7 comments Personalmente preferisco di gran lunga i libri cartacei. Ma non disprezzo gli e-book, per esempio, per i libri scolastici ... Che ne pensate?


message 2: by Rosenkavalier (new)

Rosenkavalier | 172 comments Che essere contro gli ebook è come essere contro il temporale. Inutile, prima o poi pioverà lo stesso. ;)


message 3: by Sofia E. (new)

Sofia E. | 7 comments Hai ragione e questo mi fa un pò paura. Di solito sono sempre propensa al cambiamento ma questa volta ... Speriamo solo che questi e-book non sotterrino del tutto i libri cartacei...!


message 4: by Elisabetta (new)

Elisabetta Rossi | 16 comments Penso che i due formati possano coesistere, come in tutte le cose, ci sono i pro e i contro, ma avere la possibilità di scegliere è sempre un'ottima cosa.


message 5: by Daniele (new)

Daniele (Ludus) | 17 comments Io sono un bibliomane :) Mi piace proprio l'oggetto-libro. Ma non per questo sono contro gli ebook. Rappresentano un'evoluzione. Ho iniziato a leggere anche narrativa in ebook - prima leggevo solo testi "tecnici" - e, se si decidono a farlo arrivare, mi prenderò il Kobo Glo.


message 6: by Shardangood (new)

Shardangood | 1791 comments Sono così a favore degli ebook che leggo solo quelli. Non potrei più tornare al cartaceo non ne vedo l'utilità.


message 7: by Sabiona (new)

Sabiona Gli e-book hanno i loro pro e i loro contro. Di certo è più facile procurarsi i libri e li si può leggere ovunque, quindi chi viaggia molto può portarsi dietro i romanzi che preferisce. Certo così manca il fattore affettivo. Il fatto di toccare realmente il libro, mentre lo si legge, è un po' come vedere una foto e vedere la persona in carne ed ossa. Chi ama leggere compra l'e-book solo per comodità, almeno io l'ho fatto per questo.


message 8: by Sofia E. (new)

Sofia E. | 7 comments Mhmhmh in effetti quello che dite è giusto! Un' altra domanda riferita a chi ne possiede uno: come si legge? Nel senso lo schermo è fastidioso come quello di un computer?


message 9: by Claire (new)

Claire (ClaireN) Sabiona wrote: "Gli e-book hanno i loro pro e i loro contro. Di certo è più facile procurarsi i libri e li si può leggere ovunque, quindi chi viaggia molto può portarsi dietro i romanzi che preferisce. Certo così ..."

Questa secondo me non è proprio giusta come similitudine. Alla fine nel libro quello che conta è il contenuto, che è esattamente lo stesso. Certo anche la copertina, la sensazione delle pagine tra le dita etc. hanno la loro importanza, ma non direi che è così importante quanto la differenza tra una persona reale e una foto. Soprattutto perché poi c'è il plus che, se è un classico, l'ebook l'hai pagato molto meno o direttamente zero, e gratis batte qualsiasi sensazione fisica che ti dà il libro di carta. :)

@Raksha: non è la stessa cosa di un computer perché lo schermo di un ebook reader non è retroilluminato, quindi deve esserci luce per leggere esattamente come per un libro di carta. Io personalmente ci leggo tranquillamente per ore senza avere nessuna sensazione di fatica (con in più la comodità che non mi spezzo le braccia).


message 10: by Oneiric Moor (new)

Oneiric Moor | 145 comments Convertirsi al digitale sembra un passo grande ma poi ci si accorge della comodità di questo formato, come per la musica, ero affezionato prima al vinile, poi al cd, ma avere tutto dentro un hd non ha prezzo. Poi si scopre che tenere in mano un e-reader pesa meno di un libro, che non stanca gli occhi come il monitor del pc, che tutti i libri che si possono desiderare entrano in una scheda sd e così via. Mancherà il profumo della carta è vero, ma anche la polvere, gli scaffali pieni, la borsa delle vacanze pesante di tomi, insomma è un progresso tangibile e immediato.


message 11: by Shardangood (new)

Shardangood | 1791 comments Io sono convinto che la cosa più importante sia ciò che viene comunicato. La storia che viene trasmessa attraverso le parole. Una volta che inizi a leggere, dell'odore della carta (che si sente all'inizio, quando il libro è nuovo) o del frusciare della pagine, te ne dimentichi. Visto e considerato che queste sono le uniche cose che vengono citate come "pro" nei confronti dei libri elettronici, direi che questi sono impossibili da battere in un eventuale scelta.
Poi certo, se ti porti al mare il lettore e ti entra sabbia o acqua probabilmente lo dovrai ricomprare, ma per il resto "e-reader" tutta la vita (che però deve essere buono, dal kindle in poi).


message 12: by Paolo (new)

Paolo Marzi | 16 comments Sono favorevolissimo agli e-book, carta risparmiata, digitalizzazione irrimandabile, ma secondo me tenere fra le mani un "Guerra e pace" non ha confronto


message 13: by Raffaella (last edited Nov 07, 2012 01:05PM) (new)

Raffaella (shirotsuki) | 5 comments La digitalizzazione è tutto. Sono una di quelle che ama molto i libri di carta, ma allo stesso tempo anche gli ebooks e ne faccio largo uso. La possibilità di vedere pubblicato il proprio romanzo con pochi strumenti e quella di comprarli in pochi click è uno dei vantaggi che preferisco di questa risorsa. Senza contare che sono venuta a conoscenza di molti autori emergenti attraverso di essi. Acquisterò sempre libri in carta, ma anche ebooks.


message 14: by Yui00 (new)

Yui00 | 33 comments Fino a poco tempo fa ero scettica, adesso mi sto ricredendo sugli ebook.
Io sono una grande fan della carta, ma non posso non vedere i vantaggi dell'avere un ereader, specialmente per le persone che viaggiano molto, portarsi sempre dietro i volumoni fisici non è sempre comodo (esperienza personale).

Io sono per la coesistenza, ebook in viaggio, carta a casa :)


message 15: by Cagne (new)

Cagne (whitekanye) | 22 comments Adoro evidenziare frasi che mi piacciono nei pdf con l'apposito strumento.


message 16: by Patryx (new)

Patryx | 875 comments Giulia wrote: "Non sono contraria agli e-reader, anche se non ne ho mai tenuto uno in mano e per quanto mi ricordi mi sa che non ne ho mai visto uno da vicino. Premetto che sono d'accordo con tutti quelli che dic..."
Uso l'e-reader, lo apprezzo e ne auspico la diffusione ma continuo a entrare nelle librerie per comprare libri. Chi ama i libri troverà sempre una scusa per entrare in una libreria e comprare qualcosa (ci sono i regali, i figli piccoli, i libri d'arte, i fumetti)


message 17: by Absit (new)

Absit | 5 comments Patrizia wrote: "Giulia wrote: "Non sono contraria agli e-reader, anche se non ne ho mai tenuto uno in mano e per quanto mi ricordi mi sa che non ne ho mai visto uno da vicino. Premetto che sono d'accordo con tutti..."
Ai fratelli Wright dicevano che niente più pesante dell'aria sarebbe mai stato in grado di volare... Guai se il progresso fosse arrestabile. Io però preferisco la carta, la bella legatura, l'odore, la consistenza, il tenere il volume in bella vista in libreria. Ad adeguarsi c'è sempre tempo...


message 18: by Elisabetta (new)

Elisabetta | 459 comments Io ho adottato una mia personale filosofia..
Se non sono sicura che un determinato libro mi piacerà oppure vedo che inizia una serie con un numero interminabile di libri, allora prendo un ebook, costa meno e se è robaccia posso sempre cancellare il file.. Ma il libro.. Andare in libreria e girare tra gli scaffali per decidere quale libro portare a casa per me è meraviglioso..
Comunque l'ebook reader è molto comodo soprattutto per chi viaggia, c'è un sacco di spazio in più in valigia ora che non mi devo portare dietro tutti i libri!! e la lettura non affatica gli occhi non essendo retro-illuminato.
Conclusione?
Per me i due formati possono tranquillamente convivere!


message 19: by Kua (new)

Kua (kuaele) | 1833 comments Mod
Per me gli ebook hanno l'incredibile vantaggio di non essere ingombranti (e quando hai la casa foderata di libri è tutto dire), ma... come ormai già detto molte volte in altri post, se il libro mi è piaciuto alla fine me lo compro di carta :)) Perchè sono una fan del libro come oggetto e se proprio vogliamo metterla sull'ecologia, la carta è biodegradabile, mentre un lettore rottamato no e quanto a durata potrei dire la stessa cosa: ho in casa libri che hanno il doppio dei miei anni e stanno meglio di me. :) Detto questo, apprezzo il fatto di non avere più pile di libri, che mai rileggerò, in attesa di smaltimento e di sfogare i miei acquisti compulsivi in maniera "quasi" indolore. Quindi sono per una serena convivenza dei due, con una netta preferenza per il libro cartaceo (come potrei avere Montale in ebook??? E tutti i fiori secchi che ci sono nel libro, dove li metto?) :)


message 20: by Guido (new)

Guido (bulkington) | 3 comments Anch'io ero molto scettico, ma mi sono dovuto ricredere, non soltanto per motivi d'ingombro e di comodità. Mi piace l'idea di avere i libri privi di tutti gli ornamenti commerciali, come le copertine e gli altri dettagli estetici che prima servivano decisamente a vendere il libro-oggetto. In questo senso, trovo che gli ebook rappresentino un progresso: ciò che conta è davvero il contenuto, non la confezione. Le immagini di copertina esistono anche per gli ebook, ma sono molto meno rilevanti, una volta comprato il libro. Li trovo molto piacevoli da leggere; e visto il rapporto qualità/prezzo di alcuni editori, specialmente per le edizioni economiche (carta e stampa spesso scadenti, caratteri minuscoli, legature in brossura troppo fragili), poter leggere le stesse edizioni su un e-reader mi piace moltissimo. A me piace rispettare i libri di carta: spesso, dopo la lettura, i miei libri sembrano ancora nuovi, ma con alcuni tascabili questo non è più possibile, e si tratta comunque di copie destinate inevitabilmente a invecchiare entro pochi anni. In più, non mi piace sottolineare sulla carta; cosa che invece faccio liberamente con l'e-reader.

Gli ebook hanno altri difetti: sono oggetti meno "sociali" e più privati, prestarli è difficile o impossibile (almeno per quanto riguarda quelli commerciali), e le persone che mi vedono leggere sanno che ho in mano un e-reader, ma non sanno quale libro sto leggendo: mancano il contatto e la complicità tra lettori con gusti e interessi affini. Il libro di carta è davvero un luogo d'incontro. Ricordo tante conversazioni iniziate quasi per caso grazie a un libro, e con l'e-reader tutto questo è più difficile.

Io però non riesco a vedere un conflitto: continuo a entrare nelle librerie per curiosare e comprare libri, non meno di prima. L'e-reader è una possibilità in più, per qualsiasi lettore: è vero, alcuni piaceri sensoriali mancano, ma se ne scoprono altri, e altri piccoli vizi non meno confortevoli.


message 21: by Saretta (new)

Saretta (hex53617261) | 152 comments Io ero scettica però ora mi sono convertita, al momento sfrutto sia ebook che libri (principalmente presi dalla biblioteca) - i libri in cartaceo li prendo se proprio proprio non lo trovo in altro modo (e.g. quelli di Zerocalcare).

Il piacere di avere in mano il libro è relativo, ho fatto per giorni la pendolare con "Il signore degli anelli" nello zaino (si, la versione 3 tomi in 1) e in quel caso avere un ebook sarebbe stato moooolto più comodo, per non parlare dei reperti di Urania presi nelle bancarelle spesso puzzolenti e impolverati.

Io ho un kindle, non affatica minimamente la lettura (lo schermo non è retroilluminato), posso caricarci tutti i libri che voglio (grazie anche a Calibre) e ha l'incredibile vantaggio del dizionario incorporato che è comodissimo (visto che spesso leggo in lingua originale).

@Giulia
La selezione su quali ebook/romanzi leggere la faccio comunque (il tempo per leggere è il collo di bottiglia) e l'avere un ereader mi ha consentito di conoscere autori indie che altrimenti non avrei mai contemplato.


message 22: by Patryx (new)

Patryx | 875 comments Absit wrote: "Patrizia wrote: "Giulia wrote: "Non sono contraria agli e-reader, anche se non ne ho mai tenuto uno in mano e per quanto mi ricordi mi sa che non ne ho mai visto uno da vicino. Premetto che sono d'..."

Anche io adoro i libri e infatti cerco sempre scuse per acquistarli! Ma avere l'e-reader mi consente di selezionarli e, come ha scritto Kua, di non avere più libri in ogni angolo della casa! Proprio oggi organizzo una merenda con alcune amiche che hanno l'obbligo di portarsi a casa qualcuno dei libri che io so che non leggerò mai più e che rappresentano, per me, solo carta da riciclare :)


message 23: by Mattia (new)

Mattia | 4 comments Ne riconosco la comodità ma sono ancora piuttosto scettico,per me sarebbe come una piccola rivoluzione!


message 24: by Shardangood (new)

Shardangood | 1791 comments In realtà anche gli ebook si possono prestare...di conseguenza parlarne e scambiare pareri esattamente come con i cartacei. La differenza è che se al momento stai leggendo un libro cartaceo, questo non lo puoi prestare e farlo leggere contemporaneamente a qualcun'altro, con l'ebook si, glielo passi via mail e il gioco è fatto.
Aspetto ecologico, il lettore non è biodegradabile, ma il lettore va visto come un contenitore di libri non come un libro stesso (i libri sono i file che ci stanno dentro). Un lettore va visto come una biblioteca o una libreria, e queste non sono molto biodegradabili. Se poi vogliamo aggiungere che non ci passa nessun'albero per il nostro piacere di odorare la carta...(un po' melodrammatico tirare in causa la morte degli alberi lo so, ma tutto fa brodo).


message 25: by Dino (new)

Dino (ZibalDino) | 1 comments Qualche mese fa, superando alcune perplessità, ho preso un kindle. Da allora leggo prevalentemente su quello, pur non avendo del tutto abbandonato la carta, a cui ricorro quando il libro in questione è di quelli che so per certo avere per me una certa importanza. L’e-book reader, per quella che è la mia esperienza, unisce l’aspetto della praticità a quello non indifferente di allargare lo spettro delle letture. Se ogni giorno mi arriva un’offerta di un titolo ad 1-2 euro, ci sono molte probabilità che quel libro, anche se di autore sconosciuto o “snobbato” in passato, entri nella mia libreria. E c’è il rischio che mi piaccia pure! Certo non sempre la differenza di prezzo tra versione elettronica e cartacea risulta rilevante, ma si risparmia comunque. Sarà poco aulico, ma in tempi di crisi l’e-book rappresenta un utile strumento per stimolare la lettura, passione in Italia ahimè poco diffusa, anche per via dei margini che gli editori si riservano.


message 26: by Stefania (new)

Stefania (Stefychi) | 376 comments Fino a due settimane fa avrei sicuramente risposto che non mi piacciono gli ebook e preferisco il libro cartaceo. Poi ho preso in prestito l'ebook reader di mia mamma (tanto stava li a prendere polvere visto che non lo usa) e mi sono dovuta ricredere. Nonostante continui ad amare i libri cartacei e a comprarne in quantità industriali, ora non disdegno di leggere anche gli ebook (complice anche il prezzo esiguo per alcuni volumi e il fatto che posso averli immediatamente a disposizione).


message 27: by Spellbound (new)

Spellbound (Spellboundreads) | 67 comments Ho letto e partecipato a svariate discussioni sugli e-books vs libri cartacei in svariati siti. Le argomentazioni sono sempre le stesse, per ovvi motivi. Ad oggi però io continuo a non capire la contrapposizione fra i due supporti e i relativi sostenitori talebani (non in questa specifica discussione). Qui siamo tutti lettori, a tutti piacciono fisicamente i libri, tutti abbiamo (magnifiche) librerie stracolme e molti hanno problemi di spazio. Il mondo non è cambiato per noi lettori, non è una rivoluzione: ognuno continua a leggere quel che gli pare come gli pare. Sono gli operatori del settore a doversi svecchiare, adattare, a dover progredire. Per loro è una rivoluzione. Noi ne cogliamo i frutti, si spera dolci, e usufruiremo della modalità che in un dato momento più ci aggrada.

Per inciso, io non so che libri possediate voi, che superba rilegatura abbiano e quale carta di altissima qualità... la maggior parte dei miei libri sono di tipo economico e, a dirla tutta, i più vecchi non stanno affrontando la prova del tempo in modo elegante. E' un grande dispiacere.


message 28: by Absit (new)

Absit | 5 comments Spellbound wrote: "Ho letto e partecipato a svariate discussioni sugli e-books vs libri cartacei in svariati siti. Le argomentazioni sono sempre le stesse, per ovvi motivi. Ad oggi però io continuo a non capire la ..."
Non ho legature superbe o pergamene e anche i miei libri sono di tipo economico, ma a prescindere dal fatto che spesso mi ricordano episodi della mia vita, io oltre che leggerli i libri, li colleziono e davanti ad una collana di cinque o sei numeri degli anni cinquanta, io mi sciolgo. Dureranno poco nonostante le mie cure? Può darsi, ma ora come ora li posso spostare da una libreria ad un'altra quante volte voglio, li posso prestare a dieci persone diverse e posso anche venderli. L'e-book non puoi spostarlo da un tuo e-reader ad un altro o prestarlo per più di sei volte per il semplice fatto che il DRM ti dice che hai acquistato solamente l'uso condizionato della lettura di quel libro. Chi dura di più il mio volumetto sgualcito degli anni cinquanta o il tuo uso temporaneo di quella lettura digitale?


message 29: by Rosenkavalier (new)

Rosenkavalier | 172 comments Il DRM non esiste...


message 30: by Spellbound (new)

Spellbound (Spellboundreads) | 67 comments @Absit, quello che scrivi è legittimo e condivisibile. Il punto del mio discorso è che la possibilità di scegliere un supporto piuttosto che un altro non limita la nostra libertà, al contrario la amplia. Non esiste una modalità di lettura oggettivamente migliore o peggiore, ognuno sceglie ciò che ottimizza la propria utilità marginale. Ripeto, non capisco dove sia la competizione fra carta e digitale.


message 31: by Absit (new)

Absit | 5 comments Rosenkavalier wrote: "Il DRM non esiste..."

Quello è un altro discorso...


message 32: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 4734 comments Mod
Absit wrote: "Rosenkavalier wrote: "Il DRM non esiste..."

Quello è un altro discorso..."


Il DRM esiste in parte, ci sono ebook senza vincoli


message 33: by Absit (new)

Absit | 5 comments Spellbound wrote: "@Absit, quello che scrivi è legittimo e condivisibile. Il punto del mio discorso è che la possibilità di scegliere un supporto piuttosto che un altro non limita la nostra libertà, al contrario la ..."
Allora sono d'accordo; ciascuno secondo la propria utilità e convenienza.


message 34: by Rosenkavalier (new)

Rosenkavalier | 172 comments Roberta wrote: "Absit wrote: "Rosenkavalier wrote: "Il DRM non esiste..."

Quello è un altro discorso..."

Il DRM esiste in parte, ci sono ebook senza vincoli"


Chiariamo, io sono contro la pirateria, specie dei libri. Ma se compro un libro e lo pago, poi ci faccio quello che voglio. Quindi, Calibre, apri file, salva con nome, scegli formato, epub, tanti saluti.


message 35: by Roberta (new)

Roberta (driope) | 4734 comments Mod
Rosenkavalier wrote: "Roberta wrote: "Absit wrote: "Rosenkavalier wrote: "Il DRM non esiste..."

Quello è un altro discorso..."

Il DRM esiste in parte, ci sono ebook senza vincoli"

Chiariamo, io sono contro la pirater..."


Lo faccio anche io, non dubitarne, ma non fossilizziamoci sul bianco e nero: ci sono testi col DRM e testi no. O, se preferisci, ci sono diversi modi di evitare il DRM, prima e dopo l'acquisto.
Certo che gli editori hanno imparato poco dall'esperienza MP3


message 36: by Sofia E. (new)

Sofia E. | 7 comments Aahhaahahah mi avete fatto venire la curiosità. Uno di questi giorni, allora, farò un salto alla Feltrinelli dove ho visto che ne espongono alcuni (:


message 37: by Aria91 (last edited Nov 08, 2012 09:07AM) (new)

Aria91 | 1 comments Perfino io, che sono sempre stata una fedele sostenitrice del cartaceo, mi sono "convertita" all'ereader. E per fortuna, aggiungerei! Memoria capiente, non appesantisce ulteriormente la mia già stracolma tracolla da universitaria, consente anche di visualizzare dizionari nel caso in cui dovessimo decidere di leggere un romanzo in una lingua diversa dalla nostra. Prezzi inferiori e possibilità di eliminare un libro che non ci è piaciuto semplicemente con un clic!
I cartacei sono tutt'altra cosa,l'odore della carta è qualcosa di insostituibile ed è innegabile che toccare il libro con mano dia sensazioni diverse.
Trovo che una scelta non precluda l'altra, anzi i due formati possono chiaramente convivere... Del resto io preferisco acquistare il cartaceo di un autore a me particolarmente caro, piuttosto che affidarmi al formato digitale. In libreria si va lo stesso!
P.S. Ringrazio i miei per avermi regalato un Kindle **


message 38: by Rosenkavalier (new)

Rosenkavalier | 172 comments Roberta wrote: ..."

Ad oggi libri senza DRM ne ho trovati molto pochi, sia su IBS, sia su Kobostore, sia su Casa Del Libro (le mie fonti di acquisto in italiano, inglese e spagnolo).
Amazon addirittura ha un formato proprietario pure per i DRM.


message 39: by Moloch (new)

Moloch | 4537 comments Mod
La mia filosofia, al momento, è quella di Elisabetta: ebook per le "cavolate" o meglio per libri di puro e semplice intrattenimento, carta per quelli cui tengo. Questo perché ora come ora gli ebook non sento di "possederli".


message 40: by Feinmann (last edited Nov 08, 2012 12:08PM) (new)

Feinmann | 48 comments Un libro è anche merce, ma è un libro. Un e-coso è ancora più merce, triste plastica prodotta sfruttando qualcuno in uno sweatshop asiatico, lontano dai nostri occhi. E poi, l'emozione di riprendere in mano un libro letto anni fa, ritrovarne la forma, il colore, la copertina, rivivere quella lettura, in quel momento, in quello spazio temporale e corporeo (feticismo? non è male, aiuta a vivere). Un file è un file, cioè il nulla. Dopo dieci (cinque, due...) anni non esiste più. Comunque tutto ok finchè posso scegliere. Ma fino a quando me lo permetteranno?


message 41: by Rosenkavalier (new)

Rosenkavalier | 172 comments Su queste basi, gireremmo ancora in carrozza (chi se la potesse permettere)... ;)


message 42: by Feinmann (new)

Feinmann | 48 comments Sulle basi attuali invece stiamo devastando l'unico mondo in cui possiamo vivere. Non è detto che ciò che puoi individuare oggi come progresso (spesso arbitrariamente) con il senno di poi si riveli effettivamente un progresso.(Ah, un excursus sul tema carrozza: quale aria respirerai quando 1.336.718.015 abitanti della Repubblica Popolare Cinese avranno tutti la loro automobilina come noi?)
Comunque chiedo solo libertà di scelta, anche cartacea, nel desiderio di non esser fatto prigioniero da AppleAmazonEtc, che, ad occhio, più prigionieri fanno meglio stanno...


message 43: by Rosenkavalier (new)

Rosenkavalier | 172 comments Ok, facciamo finta di non capire.
Secondo te era meglio, un mondo in cui una persona aveva la carrozza e 100.000 erano ancorati al villaggio in cui erano nati. In bocca al lupo, del resto ci sono ancora posti così nel mondo, vai a farci un giro, tanto per farti un'idea di come si vive bene.
Seriamente.
Non c'è nessun complotto mondiale degli ebook, così come non c'è stato il complotto delle automobili, del telefono, dell'email (a quando la giaculatoria sulla scomparsa delle cartoline illustrate?).
Finchè qualcuno riterrà conveniente stampare libri su carta, lo farà. Quando, come per i codici miniati (e le carrozze a cavalli), non lo riterrà più, smetterà di farlo.
Sulla devastazione del mondo, non userei questo argomento a difesa della produzione industriale di carta, che è notevolmente inquinante.


message 44: by dely (new)

dely | 494 comments Ultimamente sto pensando all'acquisto di un e-reader per i libri in lingua straniera; sia perché non è facile trovarli sia perché alcuni libri non sono mai stati tradotti.
Però sto ancora valutando quale comprare.


message 45: by Mircalla64 (last edited Nov 09, 2012 12:58AM) (new)

Mircalla64 | 37 comments ciao a tutti
ho un Kindle e mi trovo bene
però ho anche più di duemila volumi
quindi direi che sono esattamente nel mezzo
i cartacei, specie quelli vecchi che non si trovano più, sono per me irrinunciabili, ma con il Kindle mi prendo lo sfizio di leggere ovunque, e cose che magari non avrei preso se avessi dovuto comprare il libro ai prezzi attuali, in genere gli ebook costano meno e ce ne sono molti gratuiti o a pochissimo...

per la lingua straniera in effetti ho appena preso la bio di David Foster Wallace in ebook inglese perchè neanche so se e quando verrà tradotta...


message 46: by Shardangood (new)

Shardangood | 1791 comments Ipotetico discorso fra due signore di un tempo che vanno a lavare i panni al fiume:
signora a: ma Marta oggi non viene con noi al fiume a fare il bucato?
signora b: No, suo marito le ha comprato la lavatrice...
signora a: certo è comoda, ma vuoi mettere il rumore del fiume e farsi quattro chiacchiere con le comari?
signora b: dove andremo a finire!

A parte gli scherzi e il paragone che forse non è calzantissimo. Io rispetto chi è affezionato all'oggetto libro. Forse io ho superato quell'attaccamento perchè per me valeva solo al momento della scelta fino a termine della lettura stessa, dopo diventava ingombro. Ecco perchè ora non riesco a fare a meno di vederlo come un qualcosa di antidiluviano che per qualche motivo ha resistito fino ad oggi.

p.s. Anche gli mp3 sono file, e così i jpg.


message 47: by Elisabetta (new)

Elisabetta Rossi | 16 comments Posso invece rovesciare il dilemma cartaceo o digitale guardandolo da un'altra prospettiva? Come?
Parlo da scrittrice/lettrice e quindi da un punto di vista completamente diverso dal vostro che leggete.
L'ebook sta dando tante possibilità anche a noi autori e non perché non abbiamo trovato una casa editrice che ci ha pubblicati, almeno non è il mio caso, la mia è stata una scelta: provare una nuova avventura senza essere condizionata da editori che guardano solo il profitto. L'autore con il libro digitale diventa editore di se stesso e affronta il lettore che lo può contestare, recensire negativamente o apprezzare. Anche questa è una piccola rivoluzione del formato digitale.


message 48: by Rosenkavalier (new)

Rosenkavalier | 172 comments Guarda caso, mi dicevano la stessa cosa della pressa da stampa di Gutenberg (si parva licet), l'ebook del quindicesimo secolo... ;)


message 49: by charta (last edited Nov 09, 2012 05:48AM) (new)

charta | 49 comments Bon io adoro il libro. Cartaceo, si intende. Mi piace sottolinearlo, sfogliarlo, annusarlo e se mi prestano qualcosa o la prendo in biblioteca e mi è davvero piaciuta, me la compro perché devo "possederla" (feticismo, senza dubbio).
Però tra oltre duemila libri che ho dove abito e la consapevolezza che gli altri cinquemila, stoccati presso l'avita magione, non entreranno mai in casa mia, a meno di non accamparmi stabilmente in giardino perché ho già riempito ogni spazio possibile, (sto informandomi per donazioni a biblioteche...) penso che se voglio continuare a leggere le ultime pubblicazioni, tranne casi davvero particolari, un medium comodo, pratico e anche economico sia l'e-book.


message 50: by Claire (new)

Claire (ClaireN) charta wrote: "Bon io adoro il libro. Cartaceo, si intende. Mi piace sottolinearlo, sfogliarlo, annusarlo e se mi prestano qualcosa o la prendo in biblioteca e mi è davvero piaciuta, me la compro perché devo "pos..."

Potresti fare come Anna Dello Russo che si è comprata un appartamento intero solo per metterci vestiti :P


« previous 1
back to top