GONZA's Reviews > The Domesticated Brain

The Domesticated Brain by Bruce M. Hood
Rate this book
Clear rating

by
3954160
's review

really liked it

It seems that the domestication produces a reduction in the brain in terms of mass, ie it shrinks and this goes for both men and animals, although in our case we prefer to speak of "ability to live in society more or less extended" . Clearly socialization brings with it the ability of communication and is therefore the researcher's idea that our brain has evolved to be "social", which implies thus the ability to feel various emotions and to empathize and this would also explain the really exceptional lasting time, compared to that of other animals, of our childhood. It is during childhood that we learn to understand others and especially to control ourselves and our reactions, because this is a prerequisite for living in a society.

Sembra che l'addomesticamento produca una riduzioni del cervello in termini di massa, cioé si rimpicciolisce e questo vale sia per gli uomini che per gli animali, anche se nel nostro caso si preferisce parlare di "capacitá di vivere in societá piú o meno allargate". Chiaramente la socializzazione porta con sé la capacitá di comunicazione ed é quindi idea del ricercatore che il nostro cervello si sia evoluto per "essere sociale", il che comporta quindi anche la capacitá di empatizzare e di provare emozioni varie e questo spiegherebbe anche la durata veramente eccezionale paragonata a quella degli altri animali, della nostra infanzia. È proprio durante l'infanzia che impariamo a comprendere gli altri e soprattutto a controllare noi stessi e le nostre reazioni, proprio perché questa é una conditio sine qua per vivere in una societá.

THANKS TO NETGALLEY AND PENGUIN BOOKS (UK) FOR THE PREVIEW!
1 like · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read The Domesticated Brain.
Sign In »

Reading Progress

May 14, 2014 – Started Reading
May 14, 2014 – Shelved
May 18, 2014 – Finished Reading

Comments Showing 1-3 of 3 (3 new)

dateDown arrow    newest »

message 1: by Eduardo (new) - added it

Eduardo Non ho capito bene. Perché la domesticazione riduce il cervello per animali ed anche per umani?

Se pensiamo che il genere Homo ê una specie la cui origine è il processo di domesticazione operato dagli Australopitheci, che ci hanno creato da loro, così come abbiamo creato, diciamo, i cani dai lupi, e considerando che i crani dei Homo sono maggiori di quelli degli Australopiteci, non è successo esattamente il contrario?


GONZA perché, credo, ma dovresti controllare, gli australopitechi ed i sapiens cosí come i Neanderthal sono tre specie distinte di ominidi, ma non lo stesso.


message 3: by Eduardo (new) - added it

Eduardo GONZA wrote: "perché, credo, ma dovresti controllare, gli australopitechi ed i sapiens cosí come i Neanderthal sono tre specie distinte di ominidi, ma non lo stesso."

Lo sò. Ma sembra che discendiamo dei Australopitechi, che, con sua tecnologia pure rudimentare, ci hanno dato origine (così, ci hanno "creato").


back to top