Gianni's Reviews > La classe avversa

La classe avversa by Alberto Albertini
Rate this book
Clear rating

by
74253740
's review

it was amazing
bookshelves: lavoro-e-letteratura-industriale

La classe avversa è un po’ l’altra faccia del mondo lavoro. Non è la classe operaia che si racconta e neppure l’universo precario, ma è la classe padronale, con le sue trasformazioni e contraddizioni interne che si rappresenta dall’interno.
La storia è ambientata nel bresciano e mostra la trasformazione di un impresa da azienda a conduzione famigliare e familistica, basata sul sapere e saper fare di un’aristocrazia operaia, a industria manageriale di corte vedute e tesa alla massimizzazione del profitto. Dell’impresa famigliare leggiamo pregi e difetti, dalla lungimiranza e dalla capacità di valorizzare il lavoro al passaggio di consegne generazionale basato sul sangue e non sulle competenze, con la negazione e il disprezzo verso qualsiasi forma di sapere o istruzione, soprattuto se di stampo umanistico, che non sia quello manuale. Dell’azienda manageriale leggiamo la spersonalizzazione, il privilegiare i rapporti opportunistici, il respiro corto e l’assenza di strategie, ”un tempo le aziende erano di chi le possedeva, oggi sono di chi le gestisce, e può darsi arrivi un altro investitore a girare la frittata e cancellare la memoria. Ma credo pure che lasciare l’azienda a tutti i costi ai propri figli possa essere un limite. Se le strutture famigliari sono alla base di qualsiasi ideologia e cultura, per cambiare le aziende devono eliminare la famiglia che le comanda. Troppe posizioni spettano di diritto ai titolari e ai loro figli, a nipoti e a cugini, seppure siano incompetenti.”
E questa trasformazione si interseca con quella personale, sentimentale ed emotiva del protagonista, una rinascita dopo la caduta, mai banale anche quando è prevedibile, che privilegia il lato umano e le sue debolezze, ”mi stendo sul letto, le lenzuola sono lise e odorano di varechina, se le illuminassi con una lampada di Wood vedrei nella tessitura gli aloni di sangue, sudore, sperma e lacrime di chi mi ha preceduto. Anche loro con storie per molti tratti incomprensibili.”
È un libro scritto molto bene, poco più di trecento pagine che volano svelte ma è anche un libro pensato, ricco di riflessioni.
3 likes · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read La classe avversa.
Sign In »

Reading Progress

March 6, 2020 – Shelved
March 6, 2020 – Shelved as: to-read
March 7, 2020 – Started Reading
March 7, 2020 –
page 120
38.71%
March 7, 2020 –
page 120
38.71%
March 8, 2020 –
page 204
65.81%
March 9, 2020 –
page 266
85.81%
March 9, 2020 – Finished Reading
June 29, 2020 – Shelved as: lavoro-e-letteratura-industriale

No comments have been added yet.