Dagio_maya 's Reviews > Compulsion

Compulsion by Meyer Levin
Rate this book
Clear rating

by
69893331
's review

liked it
bookshelves: 2019-buonipropositi, real, americana

” Certi delitti sembrano racchiudere in sé il pensiero della loro epoca.”


Se citiamo “A sangue freddo” di Capote buona parte di lettori (almeno trai più assidui) sanno di che tipo di libro stiamo parlando anche senza averlo letto.
Ciò che sanno dire è che si tratta del primo reportage romanzato, ossia una cruda storia di cronaca nera dove vittime e carnefici sono raccontati nell’intimo.
Il giornalista veste i panni dello scrittore descrivendo i fatti ben prima della loro realizzazione fattuale entrando nella mente dell’assassino.
Appena s’inizia a sfogliare “Compulsion” (1957) scopriamo, tuttavia, che questa sorta di romanzo- verità precede di una decina d’anni il più famoso (almeno in Italia) libro di Capote.
Entrambi i libri si riferiscono ad omicidi che, per la modalità efferata, suscitarono un enorme scalpore ma le somiglianze si fermano qua e, non solo, perché cambiano i contesti ambientali e sociali ma la modalità in cui tutto ci viene raccontato.
Mentre Capote si ripromette di essere oggettivo e, pertanto, si estranea, Levin racconta se stesso creando la figura del giovane giornalista Sid Silver.
Un alter ego che con efficacia descrive la sua esperienza con il quello che è passato alla storia come “il caso di Leopold e Loeb”.

” Per chi non sia esperto di cronaca nera, Compulsion racconta la storia vera di due rampolli di famiglie multimilionarie che nel 1924, quando avevano l’uno diciannove e l’altro diciotto anni, rapirono e assassinarono un quattordicenne soltanto (a quanto pareva) per vedere che effetto faceva, per dimostrare di esserne capaci. La vittima, Robert Franks, era figlio di una famiglia non meno facoltosa che apparteneva al loro stesso ambiente. Leopold e Loeb decisero di chiedere un riscatto molto basso, diecimila dollari, perché sapevano che il padre del rapito l’avrebbe pagato senza problemi.”

Il libro è composto da due parti corrispondenti ai due versanti temporali dell’accaduto.
La prima parte- intitolata “Un delitto del secolo” - ci presenta i protagonisti con degli importanti fermo- immagini sui loro pensieri in concomitanza dei fatti veri e propri.
La seconda parte- intitolata “Un processo del secolo” – entra nell’aula di tribunale dove si analizza l’omicidio in ogni sua parte.
Due ragazzi brillanti dal punto di vista scolastico, ed appartenenti a due tra le famiglie più in vista di Chicago, compiono inspiegabilmente un’atrocità.
Sconvolge la giovane età della vittima, le modalità ma anche l’apparente mancanza di movente. I due sostengono che si sia trattato di un esperimento intellettuale che voleva mettere in pratica la loro filosofia di vita, ossia quella del Superuomo di Nietzsche.

Su tutto è fondamentale la lettura psicoanalitica.
Se Freud aveva già da qualche decennio allargato la cerchia di seguaci, questo caso determina una fase nuova per una sede giudiziaria:

” Quand’anche si attribuisse poca importanza alla vita o alla morte di Judd e Artie, il loro caso servì, se non altro, ad attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sull’inadeguatezza delle nostre leggi in rapporto alle più recenti scoperte sui temi della personalità e della mente umane.”

Il fulcro, dunque, sta nella disamina di queste menti e nel riconoscimento di un omicidio concepito ed attuato sotto il segno di recondite ossessioni.
Il delitto, dunque, può essere un atto compulsivo.

” Chi poteva sapere con certezza quel che albergava nella mente e nel cuore degli altri? Le parole e l’apparenza potevano ingannare. Al di sotto della comunicazione umana c’è un oceano simile a lava: lì ha origine la vera azione degli esseri umani, la forza che non può essere misurata né controllata, che non è visibile in superficie.”

Lettura interessante e ben concepita da cui nel 1959 fu tratto un film (in Italia uscì con il titolo di "Frenesia del delitto")

Credo che tre stelle corrispondano ad un giudizio adeguato e rispettoso verso altre letture più meritevoli dal punto di vista letterario.

description
17 likes · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Compulsion.
Sign In »

Reading Progress

September 8, 2017 – Shelved
September 8, 2017 – Shelved as: to-read
December 10, 2018 – Shelved as: 2019-buonipropositi
February 18, 2019 – Started Reading
February 20, 2019 –
18.0%
February 20, 2019 –
33.0%
February 21, 2019 –
48.0%
February 22, 2019 –
62.0%
February 24, 2019 –
82.0%
February 25, 2019 –
95.0%
February 26, 2019 – Shelved as: real
February 26, 2019 – Shelved as: americana
February 26, 2019 – Finished Reading

Comments Showing 1-6 of 6 (6 new)

dateDown arrow    newest »

Dagio_maya Orsodimondo wrote: "https://www.imdb.com/title/tt0052700/..."


Grazie!
Una storia tremenda!! 😱😱😱


Grazia A me è piaciuto un po' di più. Devo ammettere che il libro di Capote mi pare più riuscito, sicuramente più teso.


message 4: by Agnes (new)

Agnes Non so se leggerò questo ma sicuramente hai accresciuto il mio desiderio di leggere A sangue freddo , mi frenava il timore che , dopo Colazione da Tiffany ( letto sull’onda del film, confesso) che ho mi era molto piaciuto, potessi rimanere delusa, pur consapevole della fama di Capote : credo sia venuto il momento 😊 grazie Dagio!


Dagio_maya Grazia wrote: "A me è piaciuto un po' di più. Devo ammettere che il libro di Capote mi pare più riuscito, sicuramente più teso."

Ultimamente ho avuto la sensazione di essere poco coerente nelle mie votazioni che comunque devono far coincidere un minimo di giudizio oggettivo (non credo sia possibile un’oggettività completa) con quello che chiamiamo piacere della lettura.
Ho optato per le tre stelle in primo luogo perché la lettura è interessante (la conoscenza del caso fa scoprire come la psicoanalisi sia diventata importante nel sistema giudiziario americano) ma per me non essenziale.
In secondo luogo, Meyer è un po’ ripetitivo e non mi ha lasciato (a livello di scrittura) un segno.
La storia in sé parla da sola e difficilmente la scorderò… 😰
👋


Dagio_maya Agnes wrote: "Non so se leggerò questo ma sicuramente hai accresciuto il mio desiderio di leggere A sangue freddo , mi frenava il timore che , dopo Colazione da Tiffany ( letto sull’onda del film, confesso) che ..."

Capote è ad un altro livello!!!!


back to top