Federica - L'Ennesimo Book Blog's Reviews > Wolf: La ragazza che sfidò il destino

Wolf by Ryan Graudin
Rate this book
Clear rating

by
63788493
's review
May 26, 2017

it was amazing

http://ennesimobookblog.blogspot.it/2...

In questa versione della storia in cui è ambientato il romanzo, Germania e Giappone hanno vinto la guerra e sono due grandi imperi che si dividono il dominio di tutta l’Europa, l’Africa e l’Asia. E per festeggiare questa Grande Vittoria ogni anno indicono il Tour dell’Asse, una gara motociclistica che parte da Germania e arriva a Tokyo. Il Vincitore potrà incontrare al Ballo il Fuhrer in persona. È l’occasione perfetta per Yael per avvicinare Hitler e ucciderlo.
Perché lei è l’unica che può cambiare le cose.
Perché lei da quando è stata sottoposta a crudeli esperimenti nel campo di concentramento da cui è poi riuscita a scappare ha ricevuto un dono: può mutare il suo aspetto. Può diventare un’altra donna. Può diventare la Vincitrice Adele Wolfe, e gareggiare con le sue sembianze, e vincere. Per uccidere Hitler. Questa è la sua missione.

Peccato che non sia poi così facile, ci sono tutti gli altri concorrenti da considerare, tutti determinati a raggiungere il primo posto. Ma soprattutto Yael dovrà far i conti con il fratello di Adele, Felix, unitosi alla gara per salvaguardare sua sorella, e Luka, quel ragazzo irresistibile con cui Adele sembra avere dei trascorsi che però Yael non può capire…
Yael è addestrata a tutto, per sopravvivere e vincere. Ma non sa gestire le relazioni, quelle sono buchi nella ragnatela di bugie che ha creato.

Era stata allenata ad affrontare tempeste di ghiaccio e a patire la fame, torture e sete nel deserto, a mentire con un volto inespressivo, a guardare dritto negli occhi il Fuhrer mentre gli piantava un coltello tra le costole. Pensava di essere pronta per quella missione. Pronta a tutto. Ma non a questo. Non alle relazioni. In quelle non poteva fingere.


Yael è una ragazza forte, è fatta di ferro. È sopravvissuta al campo di concentramento, è sopravvissuta agli esperimenti che l’hanno resa ancora più forte, e ha trovato la sua missione. È determinata a portarla a termine, ha visto troppa morte nel suo passato ed è intenzionata a fare in modo che nessuno soffra più così. Vuole che il fumo che infesta i suoi incubi sparisca per sempre.

È come una Valchiria sul campo di battaglia, è lei che decide il destino, è lei che sceglie chi vive e chi muore; ha deciso di coprire quei numeri sul braccio con dei lupi, un lupo per ogni persona che ha perso. Quei lupi che stanno a ricordare qualcuno a cui voleva bene. Perché è vero che è una ragazza forte, ma è anche una ragazza rimasta sola troppe volte, a causa di quegli esperimenti che le hanno donato quel potere ha anche perso la sua vera identità, dentro non sa più chi è.

In un mondo in cui essere diverso significa morte,lei non sa più chi è la vera Yael. Sa solo che il suo compito è quello di uccidere Hitler, costi quel che costi.

Chi sei (Dentro?) La risposta a quella domanda era qualcosa per cui doveva lottare. Il suo riflesso non era affatto un riflesso: era uno specchio rotto. Doveva rimettere insieme i pezzi, sempre daccapo. Ricordo dopo ricordo. Perdita dopo perdita. Lupo dopo lupo. Era facile – troppo facile – fingere. Riempiere quello spazio vuoto dentro di sé con altre vite.


Ho amato tantissimo Yael come personaggio, e attraverso di lei ho potuto apprezzare in parte anche Adele. Le due sono simili, più di quanto immaginino, entrambe devote alla loro causa, forti e determinate. Delle combattenti anche se su fronti diametralmente opposti.

Ma ho amato anche Luka quel ragazzo dalle mille sfaccettature; e Felix, il gemello di Adele, che per proteggerla farebbe di tutto, la seguirebbe ovunque e andrebbe contro chiunque. Tutti i personaggi sono perfetti, caratterizzati benissimo, indimenticabili.

Lo svolgimento della storia è travolgente, nella parte finale avevo letteralmente l’ansia, il batticuore, mi sentivo esattamente come Yael. E poi quella fine destabilizzante, l’ho amata.

E poi ho apprezzato tantissimo la scrittura della Graudin, è perfetta. Non descrive troppo le cose ma rende bene le ambientazioni e i fatti, trasmette emozioni (siano esse positive o negative), è scorrevole ma mai banale. Mi è piaciuto anche l’elemento fantasy in una storia su basi reali, scelta che anche l’autrice alla fine del libro giustifica.

Insomma se devo trovare un difetto in questo libro non saprei che dire. Per me è stato perfetto. Un libro forte, che tratta di temi importanti, che parla di lotta per la libertà da un impero agghiacciante e soprattutto parla di identità, quell’identità da cui dipende la propria vita.
3 likes · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Wolf.
Sign In »

Reading Progress

May 4, 2017 – Shelved
May 4, 2017 – Shelved as: to-read
May 23, 2017 – Started Reading
May 24, 2017 –
20.0%
May 24, 2017 –
51.0%
May 25, 2017 –
74.0%
May 26, 2017 – Finished Reading

No comments have been added yet.