Michela's Reviews > Florence

Florence by Stefania Auci
Rate this book
Clear rating

by
7056920
's review
Jul 11, 2015

really liked it
bookshelves: good-new-stories, most-anticipated

Quando si finisce un libro come Florence ci si sente un po' orfani. Che fine faranno tutti i personaggi che ho tanto amato, di cui ho seguito le vicende, che ho odiato e che hanno avuto o no quel che si meritano? Mi mancheranno tutti: Ludovico, Irene, Dante, Luciana, persino Claudia, Ghelli o Nerino, il capitano Freeman, Latimer... l'elenco è quasi infinito.
Florence (letto rigorosamente alla francese) è un romanzo bellissimo. Non lo dico perché ho avuto il piacere di scambiare qualche messaggio con Stefania e la considero una donna degna della massima stima (pensa se la conoscessi davvero e più a fondo!), ma perché quando un libro ti da la sensazione di dimenticare tutto il resto, di averti raccontato una storia intensa e splendida come questa non può che essere un bel romanzo.
Ludovico è un giornalista che vuole dimostrare al mondo e a se stesso che può essere qualcuno: si fa affidare un incarico come cronista di guerra ed è in quell'incarico che scopre se stesso, la guerra, i propri limiti e si costruisce una nuova vita, finché quella vecchia non si mette in mezzo... niente spoiler, sul resto.
Ludovico è un eroe e un antieroe, è umano, è pieno di pregi e di difetti, di passione e di arroganza, di intelligenza e di caparbietà. Si scontra con la guerra nella maniera più brutale, con spacconeria e la convinzione di sapere tutto e di poter spaccare tutto: gli esseri umani sono fragili, vanno anche in pezzi, ma è anche possibile rimetterli insieme. Non saranno gli stessi di prima, ma saranno qualcosa di nuovo. Ludovico cresce e matura e cambia, come un vero uomo, ed è qui che si vede la differenza tra un romanzo qualsiasi e un bel romanzo. Irene, allo stesso modo, è un'adolescente piena di passione, che conosce se stessa, ma è irruente e andrebbe a sbattere contro i muri più duri può di attraversarli. In questo senso Ludovico ed Irene si somigliano e insieme sono diversi.
Non solo i due protagonisti sono tratteggiati in maniera splendida: Dante e Luciana, i due fratelli amici di entrambi sono due creature che ho amato molto, l'uno sensibile e buono e generoso e l'altra forte e senza grilli per la testa. Persino Mario e Claudia Anselmi, il primo odiato profondamente e la seconda per cui ho provato molta pena e confesso antipatia, erano, sarò ripetitiva, splendidi.
Il racconto si snoda con uno stile scorrevole ma non per questo meno sofisticato. Le scene di guerra sono vivide e fatico a pensare che sono dovute a lunghe ricerche e non ad un racconto di prima mano, vecchio di cento anni. Un romanzo storico è riuscito non sempre per la precisione delle notizie usate, ma dalla ricostruzione e la forza della sensazione di essere in quel periodo mentre leggi, o almeno così la penso io.
L'ultima cosa che mi resta da dire è: grazie, Stefania, per questa splendida, splendida, splendida storia.

http://italiangoblinmarket.blogspot.i...
2 likes · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Florence.
Sign In »

Reading Progress

July 11, 2015 – Started Reading
July 11, 2015 – Shelved
July 12, 2015 –
page 30
7.21% "Dov'era finita la città di Dante, Michelangelo e Brunelleschi? Morta, avrebbe voluto rispondere lui. Uccisa dai secoli e dagli inganni degli uomini. Sopita, rispondeva, perché bisogna saper cercare il vero cuore di Firenze. Mettersi in ascolto e lasciare che essa parli."
July 12, 2015 –
page 120
28.85% "Quel giorno aveva imparato una cosa. Che i morti in guerra avevano tutti la stessa espressione spaurita, disorientata. Cambiavano i lineamenti, il colore della pelle, le ferite ma non lo stupore nei volti increduli."
July 12, 2015 –
page 146
35.1% "Tutti abbiamo bisogno di trovare un posto nel mondo. Non si tratta solo di quattro mura, ma di braccia che ti stringono. Di ricordi, di luoghi, di persone cui possiamo affidare le nostre paure per far si che le custodiscano e ci aiutino a portarne il peso. O a condividerlo, se necessario."
July 14, 2015 –
page 215
51.68% "Si cresce, si cambia, e si diventa persone diverse. E talvolta, guardandoti indietro, capisci che avresti voluto agire in maniera differente oppure essere qualcun altro. [...] Questo significa crescere. E non è detto che ciò accada sempre nel modo giusto."
July 15, 2015 –
page 301
72.36% "Se vuoi ottenere qualcosa dalla tua vita, devi darle una contropartita in cambio, e spesso ciò che pretende non ha lo stesso valore di ciò che ricevi."
July 19, 2015 – Shelved as: good-new-stories
July 19, 2015 – Shelved as: most-anticipated
July 19, 2015 – Finished Reading

No comments have been added yet.