Michela's Reviews > Jane Eyre

Jane Eyre by Charlotte Brontë
Rate this book
Clear rating

by
7056920
's review

really liked it
bookshelves: good-old-classics, most-anticipated
Recommended to Michela by: Chiara Giudice

Una cara amica mi disse, quando le rivelai che non avevo (ancora) letto Jane Eyre, che "non si diventa donne finché non si è letto quel libro".
Credo ci sia molto di vero in quest'affermazione, detta con ironia ma con profonda sincerità. Jane Eyre è un grande classico, e come tutti i classici non smette mai di dirci qualcosa di nuovo. Finendo di usare citazioni, questo è un libro viscerale, passionale, romantico nel vero senso ottocentesco della parola, senza eccessi parodistici o scellerati, anzi, ci ricordano quanto anche noi poveri mortali siamo complessi, quanto sappiamo amare e quanto siamo in grado di soffrire - oltre a quanto siamo in grado di lottare.
La giovane e ingenua Jane si fa strada nel mondo con le sue capacità, con le unghie e con i denti, ma senza ferire e senza recare alcun male. È bruttina, piccola e oscura, e questo viene ripetuto spesso, come a sottolineare che la bellezza effimera ed esteriore non è indice di nulla di ciò che davvero è una persona, nella sua anima.
La narrazione in prima persona non mi piace granché, e spesso mi è parso che alcuni passi del libro siano troppo esterni alla sua mente, mentre altri ci danno uno scorcio della sua anima fin troppo intimo, ma questi non sono difetti, semmai il difetto è nel mio approccio alla lettura.
I personaggi di contorno sono pochi, a volte abbozzati tanto quanto la loro educazione o semplici quanto la loro posizione sociale, e quindi ci si concentra su Jane e sul signor Rochester.
Edward Fairfax Rochester viene spesso descritto come il sogno di ogni donna, anche se fatico a credere che ci siano così tante donne coscienziose, intelligenti e di buon cuore da "innamorarsi" di una persona così: spiritosa, cafona, incline agli sbagli non per natura cattiva ma per mancanza di giudizio, guidato dalla sua anima genuina e ingenua più della donna di cui si innamora, ma che seppur con vent'anni di più ha bisogno di una guida. Non è bello neppure lui, e la cosa che mi ha colpita e deliziata è il fatto che Jane inizi a vederlo bello, a suo modo, perché va oltre l'aspetto fisico in sé e riesce a vedere, nei suoi tratti, la bellezza di ciò che c'è oltre, "dietro gli occhi" (come dicono i Pearl Jam - certe citazioni bisogna farle lo stesso). La differenza puramente aritmentica tra numero dei suoi difetti e dei suoi pregi non ne determinano la natura, il carattere, la bontà e l'anima, e in questo la Bronte ci insegna e ci mostra molto della scrittura e del talento che serve per renderla viva.
Mi mancheranno molto questi personaggi, per quanto umili e "difettosi", mi mancheranno le uscite stupide di Rochester e la tenacia e risoluzione di Jane, che spero un giorno di avere anche io.
1 like · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Jane Eyre.
Sign In »

Quotes Michela Liked

Charlotte Brontë
“Life appears to me too short to be spent in nursing animosity or registering wrongs.”
Charlotte Bronte, Jane Eyre

Charlotte Brontë
“Do you think I am an automaton? — a machine without feelings? and can bear to have my morsel of bread snatched from my lips, and my drop of living water dashed from my cup? Do you think, because I am poor, obscure, plain, and little, I am soulless and heartless? You think wrong! — I have as much soul as you — and full as much heart! And if God had gifted me with some beauty and much wealth, I should have made it as hard for you to leave me, as it is now for me to leave you. I am not talking to you now through the medium of custom, conventionalities, nor even of mortal flesh: it is my spirit that addresses your spirit; just as if both had passed through the grave, and we stood at God's feet, equal — as we are!”
Charlotte Brontë, Jane Eyre

Charlotte Brontë
“I can live alone, if self-respect, and circumstances require me so to do. I need not sell my soul to buy bliss. I have an inward treasure born with me, which can keep me alive if all extraneous delights should be withheld, or offered only at a price I cannot afford to give.”
Charlotte Brontë, Jane Eyre

Charlotte Brontë
“Good-night, my-" He stopped, bit his lip, and abruptly left me.”
Charlotte Brontë, Jane Eyre

Charlotte Brontë
“It is a long way to Ireland, Janet, and I am sorry to send my little friend on such weary travels: but if I can't do better, how is it to be helped? Are you anything akin to me, do you think, Jane?"

I could risk no sort of answer by this time: my heart was still.

"Because, he said, "I sometimes have a queer feeling with regard to you - especially when you are near me, as now: it is as if I had a string somewhere under my left ribs, tightly and inextricably knotted to a similar string situated in the corresponding quarter of your little frame. And if that boisterous channel, and two hundred miles or so of land some broad between us, I am afraid that cord of communion will be snapt; and then I've a nervous notion I should take to bleeding inwardly. As for you, - you'd forget me.”
Charlotte Brontë, Jane Eyre

Charlotte Brontë
“A lover finds his mistress asleep on a mossy bank; he wishes to catch a glimpse of her fair face without waking her. He steals softly over the grass, careful to make no sound; he pauses -- fancying she has stirred: he withdraws: not for worlds would he be seen. All is still: he again advances: he bends above her; a light veil rests on her features: he lifts it, bends lower; now his eyes anticipate the vision of beauty -- warm, and blooming, and lovely, in rest. How hurried was their first glance! But how they fix! How he starts! How he suddenly and vehemently clasps in both arms the form he dared not, a moment since, touch with his finger! How he calls aloud a name, and drops his burden, and gazes on it wildly! He thus grasps and cries, and gazes, because he no longer fears to waken by any sound he can utter -- by any movement he can make. He thought his love slept sweetly: he finds she is stone dead.

I looked with timorous joy towards a stately house: I saw a blackened ruin.”
Charlotte Brontë, Jane Eyre

Charlotte Brontë
“I am no bird; and no net ensnares me: I am a free human being with an independent will.”
Charlotte Brontë, Jane Eyre

Charlotte Brontë
“Do you think, because I am poor, obscure, plain and little, I am soulless and heartless? You think wrong! - I have as much soul as you, - and full as much heart! And if God had gifted me with some beauty and much wealth, I should have made it as hard for you to leave me, as it is now for me to leave you!”
Charlotte Brontë, Jane Eyre


Reading Progress

May 17, 2015 – Started Reading
May 17, 2015 – Shelved
May 17, 2015 – Shelved as: most-anticipated
May 17, 2015 – Shelved as: good-old-classics
May 24, 2015 –
page 90
12.55%
May 24, 2015 –
page 90
12.55%
May 31, 2015 –
page 146
20.36% "Per una giovane senza esperienza è una sensazione davvero strana sentirsi sola al mondo, trascinata dalla corrente lontano da qualsiasi persona conosciuta, nell'incertezza che il porto a cui è destinata possa mai essere raggiunto, e ostacolata da molti scogli sulla via del ritorno verso ciò che ha lasciato. Il fascino dell'avventura addolcisce questa sensazione, il bagliore dell'orgoglio la riscalda."
May 31, 2015 –
page 175
24.41% "Un calpestio vero e proprio e un clangore metallico sovrastarono all'improvviso lo sciabordio lieto delle onde, proprio come in un quadro, quando la massa solida di una roccia o il tronco ruvido di una grande quercia si ergono, pesanti e opachi, sullo sfondo, oscurando la veduta azzurra del cielo oltre le colline, l'orizzonte luminoso e le nuvole, là dove i colori si fondono"
June 2, 2015 –
page 268
37.38% "Presi una rosa da un vaso e gliel'appuntai sulla cintura. Lei fece un sospiro di soddisfazione, come se la sua felicità fosse davvero completa. Io mi voltai dall'altra parte per nascondere un sorriso che non riuscii a reprimere: c'era qualcosa di grottesco, ma anche di triste nella devozione innata e genuina della piccola parigina per i vestiti."
June 2, 2015 –
page 359
50.07% "Le ragazze giovani hanno un modo tutto loro per far capire a qualcuno quanto sia goffo senza dire una parola. L'aria vagamente sdegnosa, i modi disinvolti e il tono di voce disinteressato esprimevano perfettamente quello che pensava, senza ricorrere a parole o azioni poco cortesi. Ormai, però, il loro scherno, esplicito o meno, non aveva più su di me l'effetto di una volta."
June 2, 2015 –
page 372
51.88% "Il sentimento senza la ragione è come una bevanda annacquata, ma la ragione non temprata dal sentimento è un boccone troppo amaro e sgradevole per il palato degli uomini."
June 2, 2015 –
page 385
53.7% "Era già accaduto che il signor Rochester avesse letto i miei pensieri con un acume per me incomprensibile: in quel momento non fece caso alla mia risposta brusca ma mi sorrise, con quel sorriso particolare che mostrava soltanto in rare occasioni, come se pensasse che fosse troppo prezioso per sprecarlo. Era il raggio di sole del sentimento... E si era posato su di me."
June 4, 2015 –
page 577
80.47% "Quello spettacolo di dolore e sacrificio distolse i miei pensieri dalle riflessioni di poco prima. Diana Rivers aveva definito suo fratello "inesorabile come la morte": non aveva certo esagerato."
June 5, 2015 – Finished Reading

Comments Showing 1-2 of 2 (2 new)

dateDown arrow    newest »

Chiara Le uscite stupide di rochester xD


Michela Cercavo di usare termini più aulici xD


back to top